Le recensioni di General Cessioni sul mercato immobiliare di Bologna

Scritto da articoli news il . Pubblicato in Casa e Giardino, Economia

Complice la decrescita dei prezzi, il mercato immobiliare non residenziale di Bologna fa registrare una decisa ripresa. General Cessioni analizza lo stato di salute del settore con opinioni e recensioni.

General Cessioni

In crescita a Bologna la compravendita di immobili: le opinioni di General Cessioni

Il mercato immobiliare, dopo anni difficili, torna a far segnare notevoli avvisaglie di ripresa e crescita. General Cessioni, società attiva nell’ambito dell’intermediazione immobiliare, evidenzia nelle sue opinioni e recensioni i dati forniti dallo studio realizzato dall’osservatorio sul mercato immobiliare di Nomisma e relativi alla città di Bologna. Nell’ultimo semestre la richiesta di immobili legati al mondo commerciale nel capoluogo emiliano ha fatto registrare una crescita complessiva del 7,9%. Nello specifico la domanda è aumentata dell’8,3% per i negozi e del 2,9% per gli uffici su base annua. Una tendenza in netto contrasto rispetto all’andamento degli ultimi anni e che nelle opinioni di General Cessioni lascia ben sperare. Se è vero, come sostiene Elena Molignoni di Nomisma, che difficilmente verranno raggiunti i livelli toccati negli anni precedenti alla crisi economica, la prima metà del 2017 ha riservato al settore il risultato migliore (fatta eccezione per il 2014) dal 2008 ad oggi. Tra i fattori che più hanno contribuito al successo del comparto a Bologna, sempre secondo Nomisma, vi sono la contrazione dei prezzi, calati per quanto riguarda gli immobili non residenziali rispettivamente del 24 (negozi) e 28 (uffici) per cento, e l’aumento del numero di turisti in visita nelle zone centrali. Proprio qui infatti sono state registrate le performance migliori del mercato immobiliare locale.

General Cessioni: opinioni sulle aspettative positive per il comparto immobiliare a Bologna

General Cessioni ha sottolineato nelle proprie recensioni le parole di Elena Moligna di Nomisma, per la quale l’andamento positivo del settore rappresenta una decisa inversione di tendenza rispetto agli anni precedenti. In tal senso si sarebbe definitivamente chiusa la fase riflessiva del mercato. Sebbene permangono alcuni elementi critici, come la difficoltà di accesso al credito, e difficilmente si possano far paragoni sui dati fatti registrare nel periodo antecedente alla crisi economica, le previsioni lasciano intravedere per il prossimo futuro una generale stabilità nei livelli dei prezzi e della domanda. Attiva da oltre 30 anni nel settore dell’intermediazione aziendale e immobiliare, General Cessioni ha espresso opinioni positive in merito al buon risultato fatto conseguire soprattutto dalle zone del centro, in particolare nel contesto degli immobili non residenziali. Qui il costo degli immobili è risalito dello 0,4 per cento: in media per un immobile l’acquirente deve sborsare una cifra di oltre 4.200 euro al metro quadrato. In discesa nel frattempo il costo degli affitti di un punto e mezzo percentuale. Tra gli immobili commerciali che stanno facendo registrare le migliori performance, spiega sempre Elena Moligna, ci sono i negozi legati a singoli investimenti e non collegati ad altre attività economiche.

Tags: ,