L’antico tesoro artistico racchiuso nel Palazzo Mantovano di via Grioli

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Il maestoso palazzo di origine nobiliare, risalente al XVI secolo e sito a Mantova in via Grioli 46 racconta arcaiche leggende mitologiche nei preziosi affreschi in esso racchiusi e in ottimo stato conservativo, che raffigurano le misteriose e intriganti divinità maschili e femminili dell’Olimpo e ripercorrono antiche simbologie in un’atmosfera misticheggiante assai intensa. L’osservatore viene avvolto da questa narrazione artistica e si proietta in un viaggio virtuale dove il tempo e lo spazio si fondono con l’immaginario fantasioso e tutto è pervaso da emozionanti percezioni sensoriali.

Questo straordinario ambiente suscita una particolare attenzione e senza dubbio merita di essere visitato da un vasto ed eterogeneo target di fruitori, dagli appassionati esperti cultori del genere ai semplici curiosi senza trascurare studenti e alunni, che possono approfittare del contesto per apprendere e approfondire tematiche di notevole rilievo e fare una lezione di storia dell’arte in loco davvero speciale e unica nel suo genere.

Il Prof. Sgarbi ha espresso interessanti considerazioni affermando che “si tratta di manierismo palazziale lombardo e gli affreschi sono ascrivibili alla scuola mantovana, con tracce stilistiche imputabili alla cerchia di Giovan Battista Bertani“. E spiega “Per le loro caratteristiche stilistiche peculiari, che rivelano da una parte l’influenza primaria di Giulio Romano, dall’altra l’avvertimento anche di echi diversi del manierismo più confacenti al mutamento dei tempi, nordici e parmensi in particolare, gli affreschi sono attribuibili a un pittore mantovano esponente della cultura artistica promossa a Mantova da Giovan Battista Bertani, nel momento in cui essa si avvia a essere superata da quella espressa, sempre in ambito di committenza gonzaghesca, nella galleria degli antichi di Sabbioneta più orientata verso la Lombardia, con Bernardino Campi a svolgere in questo senso un ruolo di riferimento“.