La lavorazione dell’acciaio inossidabile secondo Alfonso Kratter, CEO di Inoxveneta Spa

Scritto da mybookmarkservice il . Pubblicato in Aziende, Industria, Tecnologia

Alfonso Kratter, di origine veneta e classe 1958, ricopre il ruolo di amministratore delegato della società Inoxveneta Spa, nonché CEO della controllata Inoxveneta Sp.zoo, che produce acciaio inossidabile in Polonia.

Alfonso Kratter - CEO Inoxveneta Spa

Alfonso Kratter alla guida di Inoxveneta Spa

Nella “Inox Valley”, centro nevralgico nel settore metallurgico situato in Veneto, la Inoxveneta di Alfonso Kratter è un’azienda all’avanguardia nella lavorazione dell’acciaio.
Il percorso svolto dall’imprenditore lo ha portato a ricoprire il ruolo di CEO della società.
I suoi primi incarichi rilevanti risalgono agli inizi degli anni ’90, con una serie di partecipazioni nei consigli di amministrazione di società rinomate in differenti settori.
Inoxveneta, sotto la guida esperta di Alfonso Kratter, rappresenta oggi l’esempio di ricerca e innovazione nelle tecnologie avanzate per la lavorazione dell’acciaio inox e garantisce prodotti qualitativamente rispettosi degli standard più elevati, creati ad hoc per soddisfare le esigenze del mercato, più sofisticate rispetto alle tecniche convenzionali.
Il grande entusiasmo nella ricerca profuso dall’amministratore delegato ha portato la società a sperimentare l’applicazione di tecniche innovative, quali il taglio laser in 3D e la saldatura robotizzata.

Alfonso Kratter e l’innovazione

Alfonso Kratter ha preso anche le redini della Compex Srl., società entrata a far parte del gruppo Inoxveneta nel anno 2011, specializzata nella realizzazione di elementi per cucine professionali e nella fornitura di prodotti di altissima qualità che soddisfano le esigenze del mercato globale in tutti e cinque i continenti.
In qualità di Managing Director, l’imprenditore ha voluto mantenere fede al suo spirito innovativo e offrire qualità ed efficienza con l’utilizzo delle più recenti tecniche di lavorazione.

Per ottenere maggiori informazioni e rimanere aggiornati sulle notizie più rilevanti, seguite il blog di Alfonso Kratter.

Tags: