JO O SOI DI UDIN

Scritto da Associazione culturale ETRARTE il . Pubblicato in Cultura, Italia, Musica, Viaggi

Una nuova iniziativa dell’associazione ETRARTE in collaborazione con Radio Onde Furlane. Dal 18 gennaio ogni sabato in onda dalle ore 16:30

Farvi viaggiare sotto casa”, questo l’obiettivo di una nuova iniziativa 2014 targata ETRARTE. Dal 18 gennaio ogni sabato una nuova trasmissione radiofonica dal titolo “Jo o soi di Udin” accompagnerà gli ascoltatori attraverso i quartieri e le strade della città di Udine, per scoprire il miscuglio di cultura friulana e tradizioni ad essa lontane che la caratterizzano.

Il programma, firmato da Federica Manaigo in collaborazione con Paolo Ermano e realizzato con il contributo del Comune di Udine – Assessorato al Decentramento, darà voce per otto settimane ai “nuovi abitanti” della città. Un appuntamento dedicato a scoprire le trasformazioni della città, con lo sguardo puntato anche al resto del mondo; un confronto fra abitudini e nuovi modi di vivere accompagnato da un sottofondo di world-music. Le puntate, in onda sabato alle ore 16:30 e in replica lunedì alle ore 14:00, sulle frequenze dei 90.00 e 90.20 (in Carnia), oltre che in streaming sul sito www.ondefurlane.eu, saranno caricate anche sul blog dedicato al progetto joosoidiudin.tumblr.com

Secondo i dati Istat 2012, i residenti stranieri a Udine sono 14 mila, ovvero oltre il 10% della popolazione. Radio Onde Furlane, che già si era rivolta ai migranti con trasmissioni come Colôrs e Tam Tam, metterà di nuovo i nuovi-friulani davanti al microfono. In ogni puntata interverranno infatti due ospiti che parleranno agli ascoltatori della città e della regione vista dal loro punto di osservazione.

Jo o soi di Udin – Un progetto a cura dell’Associazione culturale Etrarte in partnership con Radio Onde Furlane

dal18 gennaio ogni sabato alle ore 16:30

(in replica lunedì alle ore 14:00)

Tags: , , , , , , , , , ,

Associazione culturale ETRARTE

L’Associazione Culturale ETRARTE si occupa della promozione e del sostegno alla ricerca artistica in ambito Contemporaneo. L’Associazione è particolarmente attenta alle produzioni culturali e agli artisti legati al territorio della Regione Friuli Venezia Giulia. Sin dal 2006, le attività realizzate dal ETRARTE si sono sviluppate attorno alle produzioni artistiche, ma anche al loro contesto, cercando di creare un dialogo costruttivo e reciproco fra chi produce arte e il suo pubblico. Negli anni ETRARTE ha sviluppato importanti collaborazioni, ottenendo il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia per la celebrazione del quinquennio STICEBORIS; manifestazione che si è svolta dal 2006 al 2010 e che ha coinvolto più di sessanta giovani artisti legati al territorio regionale. ETRARTE ha inoltre curato tre edizioni della famosa manifestazione “Immaginare il tempo”, che si tiene annualmente, al cadere dell’Equinozio d’Autunno, nel bellissimo Borgo di Clauiano (UD). Dal 2009 ETRARTE sta sviluppando nuovi percorsi che legano l’attività imprenditoriale e le realtà culturali d’eccellenza. Nel 2010 ha realizzato il progetto BERNARDI MEETS ART, coinvolgendo l’azienda Bernardi Group in un'iniziativa a cadenza annuale che ha permesso la creazione di una “collezione” legata all’arte contemporanea. Nuovo input a questa interazione fra impresa e realtà creative, viene proprio dalla Comunità Europea, che intende stimolare ed implementare queste relazioni come dichiarato nelle linee guida del “libro verde” 2014-2020. Con “Business Meets Art” ETRARTE intende dunque promuovere occasioni di dialogo tra il mondo dell’imprenditoria e le eccellenze culturali del territorio. Recentemente l'associazione ha inoltre curato le esposizioni d'Arte Contemporanea in occasione della manifestazione Vicino/Lontano, Premio Tiziano Terzani ed ha ricevuto il Premio Città Impresa in occasione del Festival Città Impresa promosso da Nordest Europa e Corriere della Sera.