Il museo archeologico Eoliano di Lipari

Scritto da seoguru il . Pubblicato in Viaggi

Il museo Eoliano di Lipari si apre nel 1954, a seguito degli scavi compiuti nelle isole Eolie dal 1948. I ritrovamenti sono molto diversi tra di loro, tanto che il museo è diviso in sale tematiche, appositamente create per guidare il turista.

Le pratiche segnaletiche in italiano e in inglese conducono il turista in un mondo inesplorato. Con il tempo, il museo è riuscito sia ad accogliere i numerosi reperti (ampliando le sale espositive), sia ad affrontare la sfida delle nuove tecnologie.

Ogni sala ha una postazione informatica: questa serve a mostrare le ricostruzioni delle necropoli, ritrovate poi in frammenti nell’isola di Lipari e non solo. Si parte da quelle che sono le origini delle Isole Eolie.

Le prime popolazioni hanno mostrato di saper sfruttare i metalli rari presenti nella zona e di dare un primo avvio ad attività quali l’agricoltura e la pastorizia. Le sale accompagnano anche idealmente nel percorso i manufatti, che diventano sempre di più lavorati e sempre più complessi.

La prima età del bronzo mostra come anche qui sia nata una prima consapevolezza sull’uso e sulla lavorazione del metallo, passaggio importante nella Storia di un popolo quasi quanto la nascita della scrittura.

Le sale che congedano i turisti dal percorso storico del museo Eoliano parlano del periodo romano e bizantino: dopo secoli di dominazioni, le Isole Eolie riprendono la loro ascesa, grazie anche al mondo cristiano che fa di Lipari e non solo il proprio caposaldo.

Infine, uno spazio particolare è dedicato all’archeologia subacquea, ovvero ai reperti ritrovati in fondo allo splendido mare delle Eolie: una ricerca nuova, possibile grazie alle nuove tecnologie, ma non per questo meno affascinante.

Il museo archeologico di Lipari, il più importante delle Isole Eolie, è aperto per il periodo invernale dalle 9 alle 13.30 e dalle 15 alle 18. Per il periodo estivo, invece, il museo è aperto dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 19.

Il biglietto intero ha un costo di 6,00 Euro, mentre per bambini fino a 18 anni e per anziani over 65 il biglietto è gratuito. I giovani dai 18 ai 25 anni pagano solo 3 Euro. Questo è un modo in più per accogliere i turisti che approdano qui dopo una gita in barca a vela e per mostrare una Storia sconosciuta ai più.

Tags: ,

seoguru

Consulente informatico freelance.