I terremoti dell’Italia centrale come le fatiche di Sisifo… proiezione del film “Appennino” di Emiliano Dante

Scritto da Muni CYTRON il . Pubblicato in Cultura, Film, Italia

I terremoti dell’Italia centrale come le fatiche di Sisifo…

Rassegna “il giovedì… DOCUDÌ cinema documentario al museo Colonna”

I terremoti dell’Italia centrale come le fatiche di Sisifo che continuano a imporre una inesausta rimessa in forma di architetture, esistenze e immagini.
“Appennino” di Emiliano Dante, che verrà proiettato a Pescara giovedì 22 marzo 2018 alle ore 17.30 presso il Museo d’arte moderna Vittoria Colonna in via Gramsci, affronta questo tema.

Il regista, che sarà presente alla proiezione e parteciperà al dibattito finale, con “Appennino” chiude una trilogia che si è sviluppata nei lavori precedenti “Into the Blue”, 2009 e “Habitat – Note personali” realizzato nel 2014.

Giovedì 22 marzo 2018, ore 17.30
proiezione del film “Appennino” di Emiliano Dante

L’Assessorato alla Cultura del comune di Pescara e l’associazione A.C.M.A. (Associazione Cinematografica Multimediale Abruzzese), vi invitano giovedì 22 marzo al settimo appuntamento della rassegna “il giovedì… DOCUDÌ cinema documentario al museo Colonna” alle ore 17.30 presso il Museo d’arte moderna Vittoria Colonna in via Gramsci 1 a Pescara, alla proiezione di ”Appennino” di Emiliano Dante. Al termine della proiezione, incontro con il regista

INFO, sinossi, schede, trailer alla pagina http://www.webacma.it/docudi-2017 e sulla pagina Facebook http://www.facebook.com/AssociazioneACMA

Evento su Fb https://www.facebook.com/events/2049208958655721/
Comunicato Stampa http://www.webacma.it/wp-content/uploads/2017/03/2018_03_15_ComStampa_docudì_7.pdf

<<Per i giornalisti il terremoto è l’evento sismico in sé, quindi il più bravo è anche quello che arriva prima. Per me, sia come documentarista che come persona che ha vissuto il terremoto in prima persona, il terremoto è soprattutto quello che succede dopo l’evento sismico: è la durata degli effetti del sisma. Tutti i miei film sul terremoto cercano di raccontare questo: aspetti peculiari nella lunga durata>> (Emiliano Dante).

“Appennino” è un diario cinematografico che inizia dalla lenta ricostruzione de L’Aquila, la città del regista, e prosegue con il terremoto di Amatrice e Arquata del Tronto e la vita in albergo dopo i terremoti di Norcia e di Montereale-Campotosto. Un racconto intimo e ironico, lirico e geometrico, dove la questione di vivere in un’area sismica diviene lo strumento per riflettere sul senso stesso del fare cinema.

Emiliano Dante (L’Aquila, 1974) ha esordito come regista nel 2003, con la serie di cortometraggi sull’abitare The Home Sequence Series. Dopo altri corti, ha realizzato i documentari sulla vita postsismica Into the Blue (2009) e Habitat – Note personali (2014), entrambi presentati al Torino Film Festival, avviando una trilogia che si chiude proprio con Appennino. Oltre ai documentari, ha anche diretto il lungometraggio di finzione Limen (2013). Nei suoi lavori porta avanti un’idea di autorialità radicale, realizzando personalmente tutte le componenti artistiche (sceneggiatura, montaggio, musica, fotografia e, quando presenti, animazioni). È anche fotografo, saggista e narratore.

La proiezione è inserita nella rassegna “il giovedì… DOCUDÌ cinema documentario al museo Colonna”
28 dicembre 2017 – 10 maggio 2018 presso il Museo d’arte moderna Colonna in via Gramsci a Pescara

Rassegna in svolgimento a Pescara sino al 10 maggio 2018 che offre la possibilità di avere presenti in sala registi e autori delle opere. Le proiezioni sono gratuite e aperte al pubblico.
I documentari sono stati selezionati tenendo conto non solo del tema affrontato ma anche delle loro caratteristiche strettamente cinematografiche. Si è cercato di scegliere opere di qualità, rivolgendo un’attenzione particolare di volta in volta alle tematiche diverse che spaziano dall’arte al sociale, dalle problematiche ambientali alla multicultura, al documentario d’inchiesta.

Prossimi appuntamenti:

– 5 aprile 2018 ore 18.00 IL RUMORE DELLA VITTORIA di Ilaria Galbusera, Antonino Guzzardi sarà presente
Massimiliano Di Liborio, Psicologo dello Sport

– 19 aprile 2018 ore 18.00 THE HARVEST – IL RACCOLTO di Andrea Paco Mariani sarà presente il regista

– 10 maggio 2018 ore 18.00 LET’S GO di Antonietta De Lillo sarà presente Luca Musella

INFO http://www.webacma.it/docudi-2017 / Facebook http://www.facebook.com/AssociazioneACMA

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _  _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _
Per approfondire le tematiche:

Trailer https://youtu.be/1TRTYtYejYI

Evento su Fb https://www.facebook.com/events/2049208958655721/

Locandina http://www.webacma.it/wp-content/uploads/2017/03/docudi_22mar_appennino_Jpg.jpg

Manifesto http://www.webacma.it/wp-content/uploads/2017/03/2018_03_22_Docudì_proiezione_22_03_2018.png

Banner http://www.webacma.it/wp-content/uploads/2017/03/Banner.png

da CinemaItaliano.info
recensione https://cinemaitaliano.info/news/44420/tff35-appennino-la-lunga-vita-di-un-terremoto.html
scheda film https://cinemaitaliano.info/appennino
scheda regista https://cinemaitaliano.info/pers/021600/emiliano-dante.html
note di regia https://cinemaitaliano.info/news/44404/note-di-regia-di-appennino.html

interviste audio-video
Intervista 14 gennaio 2018 TFF-Torino Film Festival https://www.youtube.com/watch?v=bLMrx5LMmV0
Intervista 30 gennaio 2018 – XII L’Aquila Film Festival https://youtu.be/hOt2rcpeRNQ

articoli
webACMA http://www.webacma.it/giovedi-22-marzo-2018-appennino-di-emiliano-dante/

<<Appennino è un piccolo e grande film, orgogliosamente provvisorio, sulla provvisorietà. (…) Emiliano Dante è un autore ormai sempre più acuto, complesso e completo>>
(Marco Romagna, Cinelapsus http://www.cinelapsus.com/appennino-2017-di-emiliano-dante/).

<<A partire dal disastro e dall’impossibilità stessa della ricostruzione, Emiliano Dante è riuscito a costruire qualcosa, qualcosa di immateriale e di resistente: un film>>
(Alessandro Aniballi, Quinlan https://quinlan.it/2017/11/30/appennino/).

<<Tutto in Appennino è ricerca di significato: a cominciare dai continui dubbi che assalgono il regista (mai come in questo film candidamente confessati allo spettatore) sul senso da dare alle immagini>>
(Roberto Rosa, Sentieri Selvaggi http://www.sentieriselvaggi.it/appennino-di-emiliano-dante/).

<<Appennino è un’opera formatasi al di là della volontà dell’autore, come forse ogni documentario. Risulta quindi un concentrato di senso contemporaneo, come forse ogni film >>
(Leonardo Persia Rapporto confidenziale https://www.rapportoconfidenziale.org/?p=40764).

Tags: , , ,

Muni CYTRON

Sociologo, Giornalista