GRANDI OSPITI PER L’INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA DI GIANNI ETTORE MARUSSI ALLA MILANO ART GALLERY

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte

Grande risonanza e numerose presenze per l’inaugurazione della mostra d’arte di Gianni Ettore Marussi “Anima e Materia” tenutasi la scorsa Domenica 3 Novembre 2013, presso la rinomata e storica galleria milanese “Milano Art Gallery” in via G. Alessi 11, che fino al 18 Novembre ospiterà questa straordinaria personale, organizzata da Salvo Nugnes, manager di personalità di spicco del panorama culturale ed artistico. Ad acclamare il talentuoso artista contemporaneo, nonché giornalista del TgCom24, presenti dei personaggi d’eccezione, tra i quali il Ministro Tiziano Treu, i giornalisti Claudio Brachino, Barbara Benedettelli e Andrea Pinketts e Ruggero Maggi (ideatore e curatore del Padiglione Tibet a Venezia).

Giorgia Cassini, noto critico d’arte, in qualità di curatore della mostra commenta “Marussi non ricerca solo l’identità fisica, materica, ma l’anima, la sensibilità d’artista. Legato ai valori tradizionali della pittura occidentale, propone una sorta di “alfabeto mentale” che dà luogo ad opere basate su composizioni accuratamente progettate, rivelatrici di un linguaggio di grande maturità artistica” e continua descrivendo le sue opere come “Opere digitali che parlano di movimento, di maestosità, di genesi, di anelli di polvere cosmica, realizzazioni di straordinaria efficacia icastica, ispirate ad un preciso senso di verità. Sono creazioni cariche di anima, armonia e contenuto. Ritmiche composizioni, in realtà figurazioni simboliche che alludono alla duplice natura umana, fatta di spirito e materia“.

Marussi si cimenta utilizzando anche nuove tecnologie strumentali di lavorazione come quelle ricavate attraverso l’uso computerizzato delle immagini rappresentate proiettando la sua sperimentazione in una sorta di “villaggio globale“. Vanta un curriculum artistico corposo ed eterogeneo e le sue opere sono conservate in collezioni di pregio a livello internazionale. Dagli anni sessanta ha sviluppato una ricerca poetico – visuale che si è riconosciuta e diversificata in molteplici tentativi di definizione come poesia concreta, poesia visuale, poesia visiva, poesia totale, scrittura simbolica, nuova scrittura.

Tags: , ,