Formazione e lavoro

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Ambiente, Aziende, Casa e Giardino

La notizia in breve – Massimo impegno verso i giovani anche nel 2014 per Varvel SpA, storica PMI di Crespellano (BO), dal 1955 operante nell’ambito della meccanica e della produzione di variatori e riduttori, con una serie di iniziative a favore di scuole e università, favorendo la formazione e l’avviamento al lavoro.

Tante le iniziative messe in atto da Varvel SpA , storica PMI di Crespellano (BO) specializzata nella progettazione, realizzazione e commercializzazione di riduttori e variatori meccanici di velocità, nei confronti delle giovani generazioni. Formazione e occupazione sono temi molto sentiti e Varvel SpA risponde in maniera concreta, mettendo a disposizione esperienza e risorse per aiutare il processo formativo e l’avviamento al lavoro dei ragazzi di scuole e università.
In questo senso si inserisce la partecipazione dello scorso 7 Febbraio alla tavola rotonda organizzata dalla Fondazione Aldini Valeriani di Bologna e rivolta a studenti del quinto anno delle scuole superiori. La HR Manager di Varvel SpA, insieme ad altri esperti in risorse umane, ha fornito ai partecipanti riflessioni e indicazioni utili sui temi e sulle modalità di approccio al lavoro ed alla costruzione del proprio progetto professionale. Tra gli argomenti, come realizzare un curriculum ed una lettera di presentazione interessante per il selezionatore di un’impresa, quali competenze e comportamenti sono attesi in un giovane che entra in azienda, quali tecniche e quali consigli seguire per affrontare con successo un colloquio.
Un’esperienza preziosa ma non certo isolata per Varvel SpA che, proseguendo l’esperienza già attuata negli anni precedenti, ha aderito al progetto IFTS “Tecnico superiore di industrializzazione del prodotto e del processo della meccanica” Rif. PA 2013-2252/RER, presentato all’interno del bando 2013 “Invito a presentare percorsi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore e di Formazione Superiore da realizzare con il contributo del Fondo Sociale Europeo – Asse Capitale Umano – in attuazione del Piano Triennale Regionale della Formazione Superiore – Rete Politecnica 2013-2015”.
In qualità di partner del progetto, Varvel SpA ha rinnovato la disponibilità del Direttore Ricerca e Sviluppo per effettuare lezioni presso istituti di formazione professionale, come nel caso della Fondazione Aldini Valeriani di Bologna che quest’anno riceverà prodotti firmati Varvel SpA per la motorizzazione di 5 prototipi di tavola rotante, cui si sommano i 20 riduttori (ad una coppia di ingranaggi FRP71) forniti gratuitamente per la prova d’esame finale che verrà riproposta anche nel 2014.
L’impegno di Varvel SpA si rinnova anche verso il mondo universitario, ospitando scolaresche e corsi di laurea in visita agli stabilimenti, come nel caso, per il secondo anno consecutivo, degli studenti della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Ferrara. In questo senso si inseriscono anche il rinnovo dell’adesione all’iniziativa «Bollino OK Stage» promossa dalla Repubblica degli Stagisti, per rendere immediatamente riconoscibili quelle aziende che si impegnano a utilizzare lo strumento dello stage secondo una serie di criteri «virtuosi», riassunti nella Carta dei diritti dello stagista, così come le numerose borse di studio sostenute sia a livello associativo, con Assiot, Associazione Italiana Costruttori Organi di Trasmissione e Ingranaggi, che individuale, come per il Master in Ingegneria della moto da competizione Datagest a favore di due giovani laureati in Ingegneria provenienti dalle aree colpite dal sisma del 2012 in Emilia-Romagna.
“Per esperienza diretta ho compreso l’importanza derivante da una formazione che coniughi studio scolastico e realtà lavorativa – afferma Francesco Berselli, Presidente di Varvel Spa – poiché attraverso questo binomio è possibile comprendere ancora meglio ciò che dal disegno si trasforma in un pezzo reale, in seguito al processo produttivo. I giovani devono poter visitare i luoghi di lavoro, per riuscire a farsi un’idea di quanto poi andranno a vivere quotidianamente nel giro di pochi anni”.
Dello stesso avviso anche Mauro Cominoli, Direttore Generale di Varvel SpA, convinto del fatto che “Le aziende devono vivere il territorio in cui sono inserite, relazionandosi ad esso in maniera integrata e concreta. La difficile situazione economica rende ancor più difficoltoso il percorso di chi aspira ad entrare nel mondo del lavoro. Occorre contrastare la fuga all’estero che spesso appare come l’unica via percorribile, favorendo la formazione e l’accesso alla professione, coltivando i nostri talenti ed aiutandoli ad integrarsi al termine del loro percorso formativo”.
Un impegno, quello dimostrato da Varvel SpA, coerente con la filosofia che da sempre anima la storica PMI bolognese, modello virtuoso di impresa socialmente responsabile, come dimostrato non solo dalle certificazioni e dagli attestati ricevuti, ma anche dalle numerose azioni intraprese nei campi del sociale, dell’ambiente e a sostegno del territorio. Un’eccellenza produttiva che, in totale condivisione con tutti gli stakeholder, espone nel bilancio di sostenibilità annuale tutti gli strumenti informativi finalizzati a fornire una valutazione quali-quantitativa dell’impatto sociale dei processi gestionali posti in essere dall’azienda stessa, considerata nella realtà in cui è inserita.

Varvel SpA – Via 2 Agosto 1980 n. 9 – 40056 Crespellano BO – Italy – Tel. +39 051 6721811 – Fax +39 0516721825 – varvel@varvel.com
Ufficio stampa: Borderline – Via Parisio 16 – 40137 Bologna Tel. 051 4450204 Fax 051 6237200
Communication Manager & P.R Matteo Barboni – 349 6172546 m.barboni@borderlineagency.com