EBITDA a due cifre per Ondulati Maranello

Scritto da Pro-Gest il . Pubblicato in Aziende, Industria

Ondulati Maranello S.p.A. a fine dell’esercizio 2013 si trova ad avere un organico di 149 unità, un fatturato di circa 43 milioni di Euro ed un EBITDA del 10%, un deciso passo avanti rispetto alla situazione di partenza che metteva in evidenza un turnover di circa 52 milioni di Euro, un valore di EBITDA pari allo 0.5% ed una perdita d’esercizio complessiva che si assestava sui 5 milioni di Euro.

La società non solo è riuscita a mantenere i clienti storici che forniva in passato, ma ad entrare in maniera vincente in alcune primarie realtà italiane del settore “food”.

“E’ un risultato che avevamo ampiamente previsto – commenta Bruno Zago, A.D. Pro-Gest S.p.A. – ma siamo consapevoli che la strada intrapresa per rendere Ondulati Maranello una realtà competitiva è ancora lunga”

Nel corso dell’esercizio 2010 la famiglia Zago, a capo del Gruppo Pro-Gest S.p.A. di Ospedaletto d’Istrana (TV), di cui fanno parte 18 aziende ubicate sul territorio nazionale, e realtà privata numero uno nella produzione di carta, cartone, imballi e packaging, ha acquisto l’intero pacchetto azionario della società Ondulati Maranello S.p.A., stabilimento di riferimento nel centro Italia per la produzione di scatole in cartone ondulato. Al momento dell’acquisizione la società vantava un portafoglio clienti di prim’ordine anche se, a causa di una precedente gestione poco oculata, sia in riferimento alla struttura dei costi, che all’efficienza produttiva, versava in una situazione prossima al fallimento. La nuova Proprietà si è dedicata, attraverso collaboratori di fiducia, alla ristrutturazione dell’azienda che, dopo tre anni e mezzo di intenso lavoro, è ritornata ad essere una delle realtà più competitive nel settore del packaging a livello nazionale.

Da sottolineare il fatto che, al momento dell’acquisto, il “patron” del Gruppo Pro-Gest, Bruno Zago, non ha voluto attuare alcuna procedura di concordato, decidendo di ottemperare integralmente alle posizioni di debito arretrato nei confronti dei fornitori, scelta che, tra le altre cose, mette in luce lo spirito etico che da sempre è faro del Gruppo.

La procedura di ristrutturazione è passata attraverso un ridimensionamento dell’organico e dei metri quadri prodotti, in quanto il management si è trovato, suo malgrado, nella posizione di dover eliminare quota parte della produzione che era venduta sul mercato a prezzi che non permettevano di coprire i costi per le materie prime. Oltre a questo è stata attuata una profonda modifica delle procedure di lavoro, applicando una produzione di tipo “lean” unita ad una importante azione di ristrutturazione del controllo di gestione. Da non tralasciare l’azione del reparto commerciale che è stata decisa e attenta, permettendo un riposizionamento dei prezzi di vendita dell’Ondulati Maranello S.p.A. senza la perdita dei marchi di maggior pregio.

“Ad oggi possiamo vantare uno stabilimento che garantisce lavoro sicuro e costante, che rappresenta un fiore all’occhiello per la città di Maranello e per l’intera Emilia Romagna – continua Zago – e che sta riuscendo a ritornare a galla e navigare tranquillamente rimborsando al cento per cento le posizioni di debito nei confronti dei fornitori e del sistema bancario che, peraltro, in alcun modo è venuto incontro all’importante operazione di rinnovamento industriale. Giunti a questo punto siamo ottimisti riguardo al futuro, pur mantenendo la consapevolezza di non navigare ancora in acque calme, stiamo percorrendo un’ottima strada che punta diritta ad un obiettivo di stabilità consolidata”.

Il management conta di riposizionare stabilmente l’azienda entro l’anno 2017, data la situazione di partenza particolarmente compromessa. Si dovrà contare sul costante impegno delle maestranze, alle quali, al raggiungimento degli obiettivi prefissati, verrà di certo riconosciuto l’impegno prestato, che unito agli sforzi della Proprietà e della Dirigenza, sta permettendo di portare Ondulati Maranello S.p.A. ad essere una realtà di successo