Archivio per 5 Febbraio 2020

Censis, Marcella Marletta partecipa a “Sentirsi Bene”

Scritto da mmus mmus il . Pubblicato in Opinioni / Editoriale, Salute, Società

Marcella Marletta, Dirigente del Ministero della Salute, è intervenuta nel corso di “Sentirsi Bene”, evento organizzato da Censis: al centro del dibattito una riflessione sull’audioprotesi, settore di innovazione e qualità nel contesto italiano.

Marcella Marletta

L’intervento di Marcella Marletta nel corso di “Sentirsi Bene”

Svoltosi a Roma il 5 novembre scorso, “Sentirsi Bene” è una giornata promossa da Censis, il Centro Studi Investimenti Sociali, incentrata sul mondo degli apparecchi acustici, dispositivi medici che svolgono una funzione fondamentale per la cura e la salute delle persone affette da malattie e disturbi uditivi. Durante il dibattito è intervenuta la Dottoressa Marcella Marletta, attuale Direttore Generale dei Dispositivi Medici e del Servizio Farmaceutico presso il Ministero della Salute, ponendo l’accento sul ruolo preponderante dei produttori, responsabili in primis del rispetto degli standard di sicurezza, ma anche delle modalità di riparazione o di adattamento dei dispositivi in caso di intervento di terzi. Per questo, secondo le parole della Dirigente, bisognerebbe correggere la separazione tra acquisto e personalizzazione che caratterizza il contesto normativo italiano: “Nonostante gli apparecchi acustici rientrino nella categoria dei dispositivi “di serie”, necessitano comunque di una intensa fase di personalizzazione: ogni paziente ha bisogno di una soluzione “ad hoc”, che comporta la partecipazione attiva del fabbricante in quanto non tutte le modifiche possono essere eseguite dall’audioprotesista”. A quest’ultimo tuttavia, secondo il D.M. Sanità 14 settembre ’94 n. 668, spettano, oltre alla fornitura, anche il controllo e l’adattamento del dispositivo: “Tale disposizione – ha spiegato Marcella Marletta durante la conclusione del suo intervento – deve essere necessariamente coordinata col superamento della nozione di ‘professioni sanitarie ausiliarie’ e con la contestuale introduzione, nel nostro ordinamento, delle ‘nuove’ professioni sanitarie che si affiancano, nei limiti dei rispettivi profili professionali, alla tradizionale figura del medico”.

Marcella Marletta, la carriera nel Ministero della Salute

Dal 2011 Marcella Marletta ricopre l’incarico di Direttore Generale della Direzione Generale dei Farmaci e Dispositivi Medici del Ministero della Salute: conferita con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, la nomina sintetizza la consolidata esperienza della Dirigente nel settore. Nata a Catania, classe 1955, si laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università La Sapienza di Roma nel 1979, specializzandosi poi in Oftalmologia, ottenendo l’abilitazione come medico chirurgo. Durante gli ultimi anni di formazione, entra al Ministero della Sanità, dove si occupa di problematiche sanitarie di carattere internazionale e in seguito di farmacovigilanza. La sua carriera continua inizialmente come Dirigente medico: il suo percorso all’interno del Ministero la conduce alla nomina di Vice Consigliere Ministeriale della Direzione Generale dell’Igiene Pubblica e dopo poco a quella di Direttore della Divisione II della ex Direzione Generale degli ospedali. Nel 1997 Marcella Marletta inizia la sua esperienza diretta nel settore dei Dispositivi Medici, assumendo il ruolo di Direttore dell’Ufficio Dispositivi Medici fino al 2004: in quegli stessi anni è delegata a Bruxelles per le attività comunitarie del MDEG, MSOG e CTEG.

Gianpietro Benedetti: “Il Gruppo Danieli solido e trasparente”

Scritto da gpnewsoffice il . Pubblicato in Aziende

Gianpietro Benedetti, Presidente del Gruppo Danieli, spiega in che modo l’azienda vede il mercato azionario: una filosofia che strizza l’occhio all’economia reale, senza rischiare di perdersi in complicate operazioni finanziarie.

Gianpietro Benedetti

Gruppo Danieli, Gianpietro Benedetti: “No a distribuzioni premio, l’utile deve essere reinvestito”

“Da ormai 20 anni Danieli destina alla remunerazione degli azionisti dal 10 al 15 per cento dell’utile, il resto lo reinvestiamo in azienda”: con queste parole il Presidente e Amministratore Delegato Gianpietro Benedetti riassume il modo di agire di Danieli nei confronti degli azionisti e del mercato telematico azionario. “La Borsa è una buona cosa, chiama a gestire le aziende in modo più professionale e trasparente. Noi siamo stimati in particolare dai cassettisti, quelli che prendono un’azione e poi la dimenticano. E questo perché abbiamo un difetto, così almeno ci dicono gli analisti: siamo abbastanza parchi nel distribuire dividendi”. Con l’approvazione dell’ultimo bilancio, gli azionisti della società leader nella produzione di impianti siderurgici hanno ottenuto un dividendo di 0,15 centesimi per ogni azione ordinaria e 0,17 per quelle di risparmio: un aumento, rispetto alle ultime cedole, conseguito grazie all’incremento del fatturato e dell’utile netto, passati rispettivamente da 2,71 a 3,06 miliardi e da 58,4 a 67 milioni. Un 2019 di crescita che porterebbe a pensare istintivamente a guadagni maggiori per i possessori delle cedole o ancora a dividendi premio: “La nostra resta una filosofia ‘artigianale’ tesa non già a raccogliere capitali fine a se stessi, ma da investire in azienda. Il valore della quotazione in Borsa? Dal mio punto di vista – spiega Gianpietro Benedettiè soprattutto quello di educare a una gestione amministrativa e finanziaria disciplinata. E in una situazione come quella che stiamo vivendo a livello globale, in materia di bilanci è meglio essere solidi e trasparenti”. Una filosofia che ben si coniuga con la tipologia di azionisti maggioritaria: “Investitori micro, molti dei quali sono nostri dipendenti, che apprezzano la nostra politica. Questo fa sì che non siamo in tensione sulla Borsa, siamo parchi, lasciamo gli utili in azienda, investiamo in nuovi impianti”.

Gianpietro Benedetti, 40 anni nel Gruppo Danieli

È il 1961 quando Gianpietro Benedetti entra a far parte del Gruppo Danieli: dopo gli studi presso l’Istituto Tecnico “A. Malignani” di Udine, assume il ruolo di ingegnere progettista per la allora Danieli & C. Officine Meccaniche S.p.A., multinazionale di Buttrio leader mondiale nella produzione di impianti siderurgici chiavi in mano. Gli bastano solo sette anni per ottenere la direzione dell’Ufficio tecnologie e Processo di Laminazione, in seguito quella del Centro Ricerche e infine del reparto Sales: grazie ai 23 anni passati a servizio dell’azienda, nel 1986 diventa Co-Amministratore Delegato del Gruppo, ruolo al quale si aggiunge quello di Direttore Generale. In quel periodo contribuisce all’internazionalizzazione di Danieli grazie ad acquisizioni di aziende high-tech in Svezia, Usa, Germania, Francia e investendo nei Paesi emergenti: nel 1999 ottiene quindi la nomina di Amministratore Delegato, nel 2003 quella di Presidente. Dal 2017 è anche Presidente del Consiglio di Amministrazione e dell’Executive Board di Danieli. Tra le onorificenze di una carriera sugellata da più di 80 invenzioni registrate a suo nome, Gianpietro Benedetti ha ricevuto la nomina a Cavaliere del Lavoro della Repubblica Italiana, la Tadeusz Sendzimir Memorial Medal dall’AIST (Association for Iron & Steel Technology) e il Diploma MBA in International Business conferito dal MIB School of Management di Trieste.

Luca Lastilla feat Ocra, In ogni attimo

Scritto da Giulio Berghella il . Pubblicato in Musica

in radio il nuovo singolo del cantautore

Si intitola ”In Ogni Attimo” il nuovo singolo del cantautore Luca Lastilla… ,prodotto da Franco Poggiali e cantato insieme ad Ocra, al suo esordio discografico. Disponibile in digital download e in rotazione radiofonica.

Nel brano  decisamente  pop, spicca la carica interpretativa di Lastilla che miscelata alla classe vocale e alla raffinatezza espressiva di Ocra trasmettono ed emozionano nel più profondo.

I  due protagonisti cantano il coraggio di vivere la vita mettendoci amore ,in ogni attimo appunto convinti che sia l’unica strada percorribile per dare il giusto valore alla vita.

“l’amore è facile e non ha regole…ogni giorno t’amerò in ogni attimo del tempo che ho…”  questa è una parte dell’inciso;

Pubblicato  il 31 dicembre proprio per lanciare un messaggio…lasciamo alle spalle tutte le difficoltà che si sono vissute in questo ultimo anno e ripartiamo dai sentimenti come auspicio per il nuovo anno, perché “ si può” dice Lastilla.

Ocra invece per spiegare quello che ha “provato” registrando questo brano dice…

“Ma la tua persona non la dimentichi, mai.
E lei, la tua persona lo sa.
Sa che fa parte dei tuoi pensieri,
è i tuoi pensieri”

Un ottimo riassunto…ora non resta che ascoltare…

https://www.facebook.com/lucalastillaofficial/
https://music.apple.com/it/album/in-ogni-attimo-feat-ocra-single/1494751785

Biografia Luca Lastilla e Ocra
https://www.dcodcommunication.com/lastilla

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play
promoradio@dcodcommunication.it
promostampa@dcodcommunication.it

Camomilla Isterica “Folle Congiura” arriva in radio accompagnato da un “corto” d’autore, il nuovo singolo della band romana

Scritto da Laura Ruggeri il . Pubblicato in Musica

La fantasia e l’immaginazione si oppongono al trascorrere degli anni ad un mondo dominato dalle tecnologie e dal virtuale.

Con la consueta ironia che li contraddistingue, i Camomilla Isterica ci raccontano, in chiave pop/rock, la favola di una Folle Congiura ordita da vecchi eroi dei fumetti ormai dimenticati, per tornare in vita e recuperare il loro senso di esistere: un velato simbolismo per apprezzare come il tempo che passa non debba mai frenare la voglia ed il gusto verso la vita.

Il videoclip mette in scena la storia fantastica di un gruppo di eroi di carta, di una giovane disegnatrice, desiderosa di riportarli in vita, ma che ha ancora molto da imparare (interpretata da Carolina Signore), della sua insegnante coscienziosa e paziente (interpretata da Ayumi Fujii) e di una Musa ispiratrice grazie alla quale il desiderio può compiersi. Tutto inizia con una preghiera e subito la Musa prende vita nelle calde animazioni di Wellington Giardina, portandoci all’interno di una dimensione sospesa tra realtà e finzione. Tra sorrisi e ambientazioni mozzafiato (il videoclip è stato girato nel giardino giapponese dell’Orto Botanico di Roma) i Camomilla Isterica ci conducono ancora una volta in un mondo fantastico, ambientato, questa volta, nella terra del Sol Levante. È qui che l’allieva, giustamente indirizzata dalla sua maestra, troverà la strada per realizzare i propri sogni artistici. Ed è qui che la Musa ispiratrice, splendidamente interpretata dalla vocalist della band, Valentina “Nanà”, riesce a donarle quella consapevolezza e quella sapienza che le consentiranno di rendere nuovamente vivi i personaggi dei fumetti capitati tra le sue mani, interpretati proprio dai componenti del gruppo romano, avvezzo a queste partecipazioni decisamente fuori le righe ma dove la risata è assicurata. Ancora una volta la regia di Luisa Galdo e la produzione Animundi forniscono le basi per regalare alle musiche dei Camomilla Isterica un supporto visivo di ottimo impatto e divertimento. Un brano con cui si vuole rimarcare l’importanza di essere sempre vivi ed attivi a dispetto del trascorrere degli anni e dove una fotografia degna della migliore cinematografia accompagna lo spettatore in quello che più di un semplice videoclip sembra essere davvero un “corto” d’autore.

Radio date: 27 Gennaio 2020

Pubblicazione album: 2018

Etichetta ed Edizioni: ANIMUNDI s.r.l.

BIO

Camomilla Isterica nasce un giorno di diversi anni fa da pregresse esperienze della prog-band Mura Pericolanti e acquista la forma attuale con l’arrivo nel gruppo della splendida voce di Valentina “Nanà” Petrossi. All’attivo della band – oggi composta da 5 elementi nella classica formazione tastiere, chitarra, basso, batteria e voce – ci sono numerosi spettacoli dal vivo, eventi, rappresentazioni e tre album, il primo dei quali, “l’inferno Invisibile”, legato all’omonimo spettacolo realizzato in collaborazione con il corpo di ballo del Maestro Renato Greco. Non solo danza, ma anche poesia, pittura, teatro: la contaminazione tra le varie arti è il fil rouge lungo il quale si muove il progetto Camomilla Isterica, musicisti alla continua ricerca di uno speciale frenetico equilibrio. In questa scia si colloca lo spettacolo e il tour di musica e poesia “Con-Sonanze” dal quale prende vita “Le facce del cuore”, evento a favore della campagna “Control-Arms” di Amnesty International, realizzato insieme a numerosi artisti ed amici tra cui il maestro Gerardo Di Lella, Alfonso Angrisani, Pacifico, Sandy Muller, Nino Taranto e lo splendido Giuseppe Zeno. Successivamente esce il secondo album dal titolo “Il rumore del vento” la cui presentazione coinvolge il rapper Ghemon, in un particolare intreccio “on stage” sul palco di Stazione Birra.

La continua voglia di unire differenti esperienze artistiche dà vita successivamente all’incastro con la pittura nel live “I Colori della Musica” al quale seguono interessanti performance ad apertura dei concerti romani di Aldo Tagliapietra (ORME) e la mitica P.F.M.

Dopo due anni di registrazioni effettuate tra Lazio e Toscana, ha visto la luce nel 2018 il terzo lavoro della band dal titolo “Ad Occhi Aperti”.

Il videoclip del brano che da titolo all’album è stato premiato al Festival dei Tulipani di Seta Nera 2019, dedicato a tematiche di interesse sociale, quale migliore regia della sezione cortometraggi musicali. A gennaio 2020 viene pubblicato il nuovo singolo “Folle congiura”.

Contatti e social

YT https://www.youtube.com/channel/UCrtxqwSWcdyijZ7_fktQm7A

ITUNES https://itunes.apple.com/gb/artist/camomilla-isterica/1436015281

APPLE https://music.apple.com/gb/album/ad-occhi-aperti/1436015275

SPOTIFY https://open.spotify.com/artist/1SdAu6l8MM6i7wz0GMiWfK