Archivio per 2 Ottobre 2019

Da oggi massima autonomia nella fatturazione elettronica con Spidec

Scritto da pressnews il . Pubblicato in Aziende, Economia, Informatica

Sdipec: l’autonomia nella fatturazione elettronica

Grazie a Sdipec, oggi chiunque conquista la sua massima autonomia nella fatturazione elettronica, naturalmente per meglio comprendere l’importanza di Sdipec bisogna fare un passo indietro, ricordando che la fattura elettronica è la sorella diretta della classica fattura cartacea, come quest’ultima, di fatto, anche il documento elettronico deve contenere tutte le informazioni presenti in quello cartaceo, quindi deve essere compilato a norma di legge, dopodiché la fattura elettronica va spedita all’utente X; inutile precisare che quello in oggetto è un invio telematico, visto che questa fattura non deve assolutamente essere stampata.

Gestione impeccabile delle fatture e assoluto risparmio con Spidec

Dal primo del mese di gennaio del 2019 moltissime Partite Iva sono tenute a emettere solamente fatture elettroniche, grazie a Sdipec, per i suddetti titolari di Partita Iva le operazioni di gestione del documento diventano totalmente gratuite, questo perché il software Sdipec, una volta installato, regala a ogni soggetto che lo andrà a utilizzare la preziosa opportunità di tenersi e di condividere sia le fatture elettroniche emesse sia le fatture elettroniche ricevute con il SdI, ovvero il Sistema di Interscambio.

Una vera e propria rivoluzione

Sdipec è una vera e propria rivoluzione per chi deve emettere fattura elettronica, come se non bastasse è totalmente gratuito; ma quali sono le peculiarità del software dell’innovazione Sdipec? Questo software permette all’utilizzatore di creare la sua fattura elettronica in formato Extensible Markup Language, meglio noto con l’aronimo XML, di suddividere, nonché di gestire in maniera ineccepibile, sia le fatture in entrata sia quelle in uscita, ancora, permette di creare il download di ogni fattura prodotta.

Sdipec è organizzato in modo molto simile a un indirizzo di posta elettronica, chiaramente il suo compito è totalmente differente rispetto a quello svolto dalla e-mail, visto che è stato messo punto per creare e per ricevere fatture, il tutto in maniera totalmente gratuita.

Ciò detto, risulta abbastanza chiaro che ogni operazione eseguita da Sdipec non vede la figura dell’intermediario, tuttavia, quando l’utente lo desidera, specificando i riferimenti, può scegliere di configurare il suo intermediario all’interno di Sdipec, non è ancora tutto, perché il software oltre che dai privati può altresì essere utilizzato dagli enti pubblici.

Chiunque voglia usufruire del lavoro di Sdipec deve però preoccuparsi attivare il prezioso servizio di conservazione del documento elettronico (fattura) offerto a titolo gratuito dall’Agenzia delle Entrate, l’attivazione del servizio coabita benissimo con quello comprato da fornitori differenti.

Le caratteristiche essenziali della fattura elettronica

Affinché sia compilata a regola d’arte i dati della fattura elettronica non devono poter essere modificabili, inoltre, il documento deve avere la firma digitale del titolare e, come accennato sopra, deve essere in formato XML; come se non bastasse, se il titolare della fattura è la Pubblica Amministrazione il documento deve essere trasferito all’ufficio destinatario con il suo codice identificativo, al contrario, le Partite Iva devono trasferire la fattura con l’SDI (Codice Destinatario) oppure tramite PEC di proprietà del titolare, infine, la fattura deve essere invitata attraverso SdI.