Archivio per 16 Settembre 2019

La bella Fanny, il nuovo romanzo dello scrittore svizzero Pedro Lenz

Scritto da blob agency il . Pubblicato in Cultura, Libri

Il Taccuino Ufficio Stampa

Presenta

La bella Fanny di Pedro Lenz

Pedro Lenz presenta “La bella Fanny”, un’opera introspettiva e ironica, in cui si intraprende un viaggio nell’anima e nella mente del protagonista Jackpot, un’aspirante scrittore. Ambientato nel comune svizzero di Olten, una terra di mezzo malinconica e monotona, il romanzo si focalizza sulla vita interiore di Jackpot, e sul suo bisogno di trovare un senso alla natura sfuggente dell’amore e dell’arte. Una nuova e affascinante opera per il pluripremiato scrittore svizzero Pedro Lenz, tradotta da Amalia Urbano e pubblicata in Italia da Gabriele Capelli Editore.

Titolo: La bella Fanny

Autore: Pedro Lenz

Genere: Narrativa contemporanea

Casa Editrice: Gabriele Capelli Editore

Pagine: 184

Prezzo: 18,00 €

Codice ISBN: 978-88-97308-67-6

«Bene, tutto è iniziato così. Ho suonato. Ho aspettato. Ho risuonato. Ho aspettato ancora. Stavo già pensando di andarmene quando dalla porta è uscita quella donna. E in quel momento è stato come se qualcuno avesse acceso un faro. Ho dovuto fare un passo indietro, tanto ne ero stato abbagliato. E non è una balla. Non avevo mai visto una donna così in tutta la mia vita, né tantomeno a Olten. Mi sembrava di sognare. Anche se sogni del genere non esistono. Lei mi ha guardato per un attimo, ha detto “Sorry” e, passandomi accanto, si è diretta verso la stazione. Probabilmente stavo ancora a bocca aperta quando Louis è arrivato alla porta. Teneva in una mano uno straccio, nell’altra dei pennelli e tra i denti stringeva un sigaro di quelli storti […]».

Nel nuovo romanzo di Pedro Lenz, La bella Fanny, si fa la conoscenza di un personaggio autentico e complesso, Frank, che in realtà odia il suo nome e vuole farsi chiamare Jackpot. Un aspirante scrittore che si muove nel sobborgo svizzero di Olten quasi in punta di piedi, come se non volesse turbare la quiete e la monotonia del luogo. Per mezzo di un flusso di coscienza ben gestito dall’autore si entra nella mente di Jackpot, nella sua inquietudine, nella sua banale quotidianità che, trasportata sulla pagina, acquista straordinarietà. È affascinante osservare la vita di un giovane uomo che non sa ancora qual è il suo posto nel mondo ma che è comunque a suo agio nell’indeterminatezza dell’esistenza, che è “felice di non essere potente e potentemente felice” ma allo stesso tempo è malinconico e disincantato. Jackpot è ossessionato dalla bellissima Fanny, una ragazza misteriosa, portatrice di una maledizione; una presenza tanto forte all’inizio dell’opera quanto evanescente nell’ultima parte del libro. L’incontro con Fanny apre il romanzo e stravolge l’esistenza del protagonista: l’amore passionale, devoto e angoscioso che prova per lei lo porta in alto per poi scaraventarlo prepotentemente a terra. Neanche le sagge parole dei suoi cari amici, gli anziani pittori Louis e Grunz, possono spegnere il fuoco che lo sta divorando, che brucia la sua lucidità, che intossica la sua mente. I due pittori sono la coscienza di Jackpot, sono l’esperienza che vuole domare l’irrequietezza giovanile, sono gli oracoli che profetizzano la dolorosa verità che l’amore, così come l’arte e l’ispirazione, è fugace. La bella Fanny è un romanzo semplice e diretto, che però svela pagina dopo pagina un’anima complessa e profonda; un’opera che contiene una riflessione a volte amara sull’arte e sulla figura dell’artista, e su come l’arte debba necessariamente trascendere il vissuto dell’artista, su come essa debba essere libera di trasformare la realtà. E infine un testo sull’amore e sulla sua mancanza, che parla di un personaggio in disperata attesa che inizi la sua storia con una donna stupenda, così come tarda a palesarsi l’incipit del suo romanzo. Perché senza un buon inizio non ci potrà mai essere una degna conclusione.

TRAMA. Jackpot è uno scrittore esordiente che è alla ricerca disperata del filo conduttore del suo romanzo. Louis e Grunz sono due pittori che amano la vita e le sue bellezze. Tutti e tre si dedicano all’arte e il destino sembra non essergli sfavorevole… fino al giorno in cui entra nelle loro vite la bella Fanny. Al comparire della femme fatale vacillano gli equilibri che tenevano insieme l’amicizia dei tre uomini. Per i tre artisti bohemiens il passato ritorna spesso attraverso vecchie melodie e si unisce allo scotto di aver vissuto il ’68 in maniera spudorata. Grande inno all’amicizia, che non sembra conoscere limiti di tempo e spazio. Bella e intrigante la lingua di Lenz: saltella dal discorso diretto al flusso interiore con incredibile leggerezza. Unisce il colloquiale e il quotidiano a profonde riflessioni sull’esistenza, senza mai annoiare. L’autore riesce con grande abilità a rendere uno spaccato del suo mondo bernese, con tutta la monotonia della vita di provincia mista di ricordi.

L’AUTORE E’ DISPONIBILE A RILASCIARE INTERVISTE

Per richiedere e/o prenotare intervista

iltaccuinoufficiostampa@gmail.com

BIOGRAFIA. Pedro Lenz (Langenthal, 1965) ha intrapreso la sua carriera letteraria nel 2001. Scrive su diversi giornali e riviste, per vari gruppi di teatro e per la Radio Svizzera. Vive a Olten. Per la Gabriele Capelli Editore ha pubblicato nel 2011 Der Goalie bin ig (In porta c’ero io!). Nel 2014 la regista Sabine Boss cura la trasposizione cinematografica del romanzo. L’autore ha conseguito diversi premi, tra i quali: il Premio alla cultura “Goldener Biberfladen Appenzell” nel 2005, il Premio letterario del Canton Berna per In porta c’ero io! nel 2010, il Premio alla cultura dell’Ufficio Federale della Cultura nel 2010 e il Premio Schiller per la letteratura per In porta c’ero io! nel 2011.

CASA EDITRICE. Gabriele Capelli Editore è stata fondata nel 2001. La GCE pubblica libri d’architettura, di arte, di grafica, di fotografia, di narrativa e d’illustrazione.
I libri della GCE sono distribuiti in tutte le librerie italiane e svizzere.

Contatti

https://www.pedrolenz.ch/

https://instagram.com/_pedrolenz_?igshid=1agj18iybzkgq

https://it.wikipedia.org/wiki/Pedro_Lenz

www.gabrielecapellieditore.com

https://theinsta-stalker.com/instagram/capelli.gabriele

Link di vendita

https://gabrielecapellieditore.com/2018/08/24/pedro-lenz-la-bella-fanny/

https://www.ibs.it/bella-fanny-libro-pedro-lenz/e/9788897308676

IL TACCUINO UFFICIO STAMPA

Via Silvagni 29 – 401387 Bologna – Phone:+393396038451

Sito: iltaccuinoufficiostampablog.wordpress.com

Facebook: www.facebook.com/iltaccuino.ufficiostampa/

Mail: iltaccuinoufficiostampa@gmail.com

News contabilità, fatturazione, bilancio, fiscale, paghe GB – Settimana n. 37 anno 2019

Scritto da GBsoftware S.p.A. il . Pubblicato in Aziende, Economia, Informatica

Verifica operatività 2019: metodi gestione (09/09/19)

La disciplina delle società di comodo si riferisce alle società non operative, ovvero quelle che sono state costituite al solo fine di evasione ed elusione della legge enon per lo svolgimento di un’effettiva attività commerciale.

Una società è considerata di comodo quando: non supera il test di operatività, ovvero quando presenta ricavi inferiori a quelli minimi presunti; è in perdita sistematica , ovvero per cinque periodi d’imposta consecutivi dichiara perdite fiscali o per quattro periodi è in perdita e il quinto riporta un reddito inferiore al minimo.

La disciplina delle società non operative ha riflessi su IVA, IRAP, IRES, e IRPEF, ed in particolar modo riguarda…

Contabilità separate: dall’anagrafica alla liquidazione IVA (10/09/2017)

Un contribuente può gestire più codici attività con la stessa Partita IVA: a stabilirlo è l’art. 36 del DPR 633/72. La contabilità separata deve essere tenuta per obbligo di legge fra coloro che esercitano attività d’impresa e di lavoro autonomo.

Altre situazioni in cui è obbligatoria la tenuta della contabilità separata sono: Commercio al minuto con applicazione del metodo di ventilazione dei corrispettivi; Attività agricole in regime speciale (Art. 34 del DPR 633/72) e attività di impresa; Attività d’intrattenimento (Art.74 del DPR 633/72) e spettacolistiche (Art.74-quater del DPR 633/72) in regime speciale di cui e altre attività d’impresa.

Per indicare l’esercizio di attività che sono tenute con contabilità separate ai fini IVA è necessaria la corretta compilazione dell’anagrafica delle ditte, in cui è possibileinserire i vari codiciattività svoltidallo stesso contribuente.

Console fatturazione: rilascio nuova versione (11\/09/2017)

Con la nuova Console Fatturazione sono state introdotte molteplici funzioni per visionare, sincronizzare e scaricare le fatture elettroniche emesse e ricevute dagli ambienti web GB collegati.

Inoltre è possibile gestire l’invioe la ricezione delle fatture elettroniche attraverso il Sistema d’interscambio e il monitoraggio delle ricevute/notifiche.

All’interno della Console, per la ditta selezionata, è possibile applicare tali funzioni a molteplici documenti tramite il pulsante “Operazioni multiple”, risparmiando tempo e velocizzando il lavoro.

Bonus Mobili 2019: regole detrazione (12/09/2019)

le spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici (con classe energetica non inferiore alla A+, A per i forni) possono essere portate in detrazione al 50% se si riferiscono all’arredo di immobili oggetto di ristutturazione.

La recente Legge di bilancio (Legge 145 del 30 novembre 2018) ha prorogato l’agevolazione anche per gli acquisti che si effettuano nel corso del 2019, ma in questo caso può essere richiesta solo per gli interventi di ristrutturazione edilizia iniziati a partire dal 1° gennaio 2018.

Per tutti gli acquisti effetuati nel 2018 invece, la detrazione del 50% è ammessa solo se l’intervento di ristrutturazione è iniziato nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2017 e il 31 dicembre 2018.

Conservazione 2018: invio entro il 2 ottobre 2019 (13/09/2018)

Entro il prossimo 2 ottobr eè necessario procedere con l’invio a GBsoftware di tuti i docuementi oggetto di Conservazione Sostitutiva per l’anno 2018, così come indicato nella delega per l’affidamento del servizio di conservazione digitale, sottoscritta al momento dell’attivazione del servizio.

In questo modo, una volta inviati i file a GBsoftware, si ottempererà all’obbligo stabilito dal Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 17 giugno 2014 in materia di Conservazione Sostitutiva. Qualora i file non pervengano a GBsoftware entro tale data questa non sarà respondabile dell’eventuale mancata conservazione.

Una volta inviati i file a GBsoftware, quest’ultima provvederà poi ad adottare tutte le procedure volte a garantire la conservazione dei file inviati entro i termini previsti dalla legge.

Gli articoli completi sono disponibili sul sito del miglior gestionale di contabilità per lo studio INTEGRATO GB.

Il magazine i404.it aderisce al progetto Covering Climate Now

Scritto da Redazione i404 il . Pubblicato in Ambiente, Società

I media nazionali e internazionali parlano sempre troppo poco di ecologia, cambiamenti climatici e crisi climatica. Nonostante le evidenze scientifiche e i movimenti di protesta, a partire dai Fridays for future di Greta Thunberg, ci invitino a riflettere sull’importanza di comunicare quello che sta accadendo sul nostro pianeta.

Il prossimo lunedì 23 settembre New York ospita il Summit per il clima dell’Onu. Venerdì 27 settembre 2019, invece, ci sarà il terzo sciopero globale per il clima, indetto dai Fridays for future di tutto il mondo in collaborazione con altre organizzazioni in difesa dell’ambiente. Per la settimana precedente, dal 16 al 23 settembre 2019, il Columbia Journalism Review insieme a The Nation ha deciso di lanciare un’iniziativa per coinvolgere i media di tutto il mondo, il progetto “Covering Climate Now”, per tenere alta l’attenzione in tutto il mondo su tematiche legate ai cambiamenti climatici.

Nel momento in cui scriviamo, il progetto, lanciato con firmatari da più di 60 prestigiose testate del mondo, ha coinvolto 250 fonti di informazioni internazionali. i404.it, progetto editoriale del gruppo Immedya, holding della comunicazione, ha deciso di aderire e supportare attivamente il progetto e dal 16 al 23 settembre sensibilizzerà i suoi lettori e i follower sui social network in merito a questioni che riguardano la crisi climatica. Un tema che dovrebbe riguardarci e interessarci tutti da vicino: ne va del futuro del pianeta e della razza umana.

Il magazine i404.it è nato con l’intento di diffondere, approfondire e veicolare i 17 obiettivi dell’Agenda 2030 dell’Onu, che si soffermano in più punti sull’importanza di agire celermente per salvaguardare il nostro pianeta. Non potevamo tirarci indietro di fronte a questo appello, facendo in modo che anche sulla stampa italiana sia assolutamente prioritario parlare di tematiche ambientali. È responsabilità del giornalismo internazionale tenere accesi i riflettori su quanto sta accadendo. Perché come insegna Greta Thunberg, tutti possono fare la differenza. “Everyone is needed. Everyone is welcome”.

i404.it farà di tutto per dare voce al pianeta che grida aiuto. E a tutti gli addetti ai lavori che cercano ogni giorno soluzioni per salvare la Terra. https://i404.it/agenda/covering-climate-now/

Per info: http://i404.it e redazione@i404.it

Mutui casa: quali gli effetti delle nuove politiche BCE?

Scritto da Andrea Polo il . Pubblicato in Casa e Giardino, Economia

Nuovo Quantitative Easing, taglio dei tassi sui depositi presso l’Eurotower e aumento della durata delle Tltro; sono questi alcuni dei punti principali tracciati da Draghi relativamente al nuovo programma di politiche monetarie adottato dalla Banca Centrale. Ma quali i possibili effetti su mutuatari e aspiranti mutuatari italiani? Ecco l’analisi Facile.it e Mutui.it.

Cosa cambia per chi ha già un mutuo

L’annuncio di un nuovo Quantitative Easing per una durata indefinita, insieme alla volontà della BCE di mantenere i tassi “ai livelli attuali o più bassi” fino all’avvicinamento dell’obiettivo inflazionistico (2%) è una buona notizia per tutti coloro che hanno già sottoscritto un finanziamento. «Chi ha un mutuo variabile potrà continuare a godere delle condizioni estremamente favorevoli del mercato per un periodo ancora più lungo di quanto non ci si aspettasse anche solo qualche giorno fa», spiega Ivano Cresto, responsabile mutui di Facile.it. «Chi ha un mutuo a tasso fisso, invece, potrebbe approfittare di una nuova finestra per surrogare il proprio finanziamento e ridurre così il peso degli interessi. Guardando ai tassi attuali, chi ha sottoscritto un mutuo a gennaio 2019, surrogandolo oggi potrebbe risparmiare 500 euro l’anno di interessi».

Cosa cambia per gli aspiranti mutuatari

La volontà della BCE di continuare a iniettare denaro nel sistema e adottare una politica espansiva per un lungo periodo di tempo è una buona notizia anche per tutti coloro che stanno valutando l’acquisto di un immobile. Da un lato l’allungamento della durata delle Tltro, che potrebbe aumentare la capacità delle banche aderenti di finanziare l’economia reale; dall’altro il nuovo Quantitative Easing, che potrebbe contribuire ad abbassare il costo di finanziamento per le banche italiane e che, a loro volta, potrebbero scegliere di ridurre gli spread applicati ai nuovi mutui. Da questo punto di vista, un segnale incoraggiante è arrivato già ieri, dopo l’annuncio della BCE, con lo spread italiano sceso al di sotto dei 140 punti base; qualora i valori dovessero restare a lungo su livelli così bassi, questo potrebbe generare un effetto virtuoso con conseguenze positive per le tasche dei futuri mutuatari.

I tassi ai minimi potrebbero non essere sufficienti

Se da un lato le misure sono una buona notizia lato offerta, bisogna considerare che questo ulteriore taglio dei tassi nasce dall’esigenza di rilanciare un’economia europea considerata in difficoltà. Le misure annunciate dalla BCE potrebbero quindi non essere sufficienti a dare un nuovo impulso alla domanda di mutui in Italia. «In questa prima parte dell’anno i tassi dei mutui sono calati facendo segnare nuovi record storici eppure, secondo i dati ufficiali, le richieste di finanziamento sono diminuite», spiega Cresto. «Un segnale evidente – così come sottolineato dallo stesso Draghi – di come le politiche monetarie della BCE, da sole, non siano sufficienti a rilanciare la domanda e ora spetta alle politiche fiscali adottate dai singoli stati stimolare il mercato».

“Liberi di Comprare”: il libro pluripremiato della Milandri esce in seconda edizione e in ebook

Scritto da giovanni rossi il . Pubblicato in Libri

Dopo la vittoria al Concorso Letterario di Grottammare XI° edizione, il quarto posto al Premio Letterario Internazionale Città di Cattolica XI° edizione, è arrivato al terzo posto del Premio Internazionale Città di Castrovillari III° edizione il libro di Raffaella Milandri, “Liberi di non Comprare”. Una importante serie di riconoscimenti per la scrittrice e attivista per i diritti umani, ha appena fondato una nuova casa editrice, la Mauna Kea Edizioni. “Il mio ultimo libro parla del consumismo come causa principale dell’inquinamento, della decadenza dei valori umani, della solitudine e delle discriminazioni sociali. E’ una opera che ho avuto urgenza di divulgare e che è stata premiata a concorsi letterari di prestigio. Le vittorie del mio lavoro sono un momento importante per riflettere sul futuro: è una responsabilità. Vuol dire che sono sulla strada giusta, e mi devo impegnare ancora di più, in maniera particolare nella divulgazione della letteratura etica, che abbia una funzione sociale e civile”.  Aggiunge: “Il mondo della editoria segue strade tortuose, oggi un autore che abbia editori che lo pubblicano, non ha raggiunto il successo: occorre il gotha degli editori per andare oltre, e non basta. Solo lo 0,7% degli scrittori riesce a vivere del proprio lavoro, in Italia. Con la Mauna Kea cerco autori con cui fare la differenza”. La Milandri, oltre ad essere impegnata come autrice di libri e come viaggiatrice, è anche presidente della Omnibus Omnes, una associazione molto attiva sul territorio con iniziative a livello interregionale e nazionale. “Liberi di non Comprare. Un Invito alla Rivoluzione” è appena uscito in seconda edizione proprio con la Mauna Kea Edizioni, e per la prima volta è uscita la edizione ebook, sempre a cura della nuova Casa Editrice.

La mostra Tra sacro e profano inaugura al Museo Crocetti con la curatela di Nicoletta Rossotti e Salvo Nugnes

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Grande attesa per la mostra Tra Sacro e Profano a cura della dott.ssa Nicoletta Rossotti e del presidente di Spoleto Arte Salvo Nugnes, che si terrà dal 9 al 29 novembre 2019 presso il prestigioso Museo Venanzo Crocetti, in via Cassia 492, a Roma.

La mostra vedrà esposte opere di talentuosi artisti, di tutto il mondo, provenienti da svariate forme d’arte, dalla pittura alla scultura, dalla fotografia al design, allestite all’interno di un contesto museale storico della capitale.

Il vernissage che inaugurerà sabato 9 novembre, alle ore 18, vedrà la presenza dei curatori e la partecipazione straordinaria di Antonietta di Vizia, giornalista RAI, di Josè Dalì, figlio di Salvador Dalì e rinomato artista, e di altri ospiti illustri.

Il curatore di mostre e grandi eventi Salvo Nugnes, già manager di Vittorio Sgarbi, Katia Ricciarelli, Francesco Alberoni e altri personaggi, in riferimento all’esposizione, afferma: «Gli artisti presenti in mostra hanno un elevato spessore culturale. Proprio per questo ho individuato come sede questo museo perché, si sa, sono i musei che storicizzano le opere d’arte! Il Crocetti è un museo di arte contemporanea, ma ricco di storia, dedicato all’opera dell’abruzzese Venanzo Crocetti. Le sue sculture dialogheranno con le creazioni allestite nella collettiva “Tra Sacro e Profano”».

La curatrice d’arte Rossotti, laureata in Lettere con indirizzo storico-artistico all’Università degli Studi Roma Tre, commenta: «Questi eventi sono democratici e aperti agli artisti più meritevoli. Dopo un’attenta selezione e valutazione del Comitato individueremo e selezioneremo dei nomi di grande livello e talento, valutando perizia tecnica, sensibilità e ricerca stilistica».

Per info sull’esposizione contattare il numero 392 8507137 o scrivere una mail a nicolettarossotti@gmail.com oppure a org@spoletoarte.it.

“Greta”..Nuovo Videoclip di Yantra diretto da Vittorio Pullano

Scritto da Yantra il . Pubblicato in Musica

Brano Sinthpop con atmosfere Coldwave.
Arrangiato dal compositore di colonne sonore Ryck Valli e scritto da Luca Yantra e Ryck Valli.
Testo dai contenuti Distopici che descrive tutto il disagio di una generazione senza più prospettive.
Il futuro viene negato,nel nome di un eterno presente,costantemente rigenerato dalla mercificazione e dalla logica del Capitale.
Il Video,accompagna la protagonista,all’interno di un Odissea vissuta in luoghi alienanti e a spazi vuoti e desolati.
Le scale mobili in disuso,i corridoi angusti e le strutture Postmoderne,fanno da cornice alla solitudine e alla disillusione.
L’istinto di conservazione,lascia libertà alla morte..e alla rinascita.
Video diretto dal Regista Vittorio Pullano e interpretato dalla giovane attrice Stella Cozzolino.
Direzione Artistica di Antonio D’Amore e Produzione Yantramusic.

www.yantramusic.com

Incontro annuale Airi: il discorso di Luigino Lusuriello, Chief Digital Officer di Eni

Scritto da llprofficenews il . Pubblicato in Aziende

L’intervento di Luigino Lusuriello, Chief Digital Officer di Eni, al convegno annuale dell’Associazione Italiana per la Ricerca Industriale: per sfruttare al massimo le potenzialità derivate da Intelligenza Artificiale e innovazione, l’esperienza e le competenze dell’uomo restano fondamentali.

Luigino Lusuriello, Chief Digital Officer Eni

Airi: la partecipazione di Luigino Lusuriello al convegno annuale su Intelligenza Artificiale e innovazione

“Per trasformare il potenziale della trasformazione digitale in un beneficio per l’azienda dobbiamo mettere le persone al centro”: Luigino Lusuriello, Chief Digital Officer di Eni, lo ha sottolineato intervenendo all’incontro annuale dell’Airi, l’Associazione Italiana per la Ricerca Industriale. Un’importante occasione di confronto su Intelligenza Artificiale, innovazione e il loro impatto su sistemi produttivi e modelli di business. L’esperienza di Eni in questo ambito è nota: il gruppo già da tempo sfrutta le opportunità derivate dalla trasformazione digitale. La sicurezza delle persone e degli impianti, l’efficienza operativa e l’ambiente sono alcuni degli ambiti dove gli influssi della digitalizzazione sono particolarmente evidenti. “Solo con le persone al centro effettivamente riusciamo a estrarre beneficio dalle tecnologie digitali” ha ricordato Luigino Lusuriello. Un’analisi in linea con quanto emerso durante l’incontro: il know-how dell’uomo, l’esperienza e la sua capacità di ragionamento rimangono valori imprescindibili nell’ottica di programmare e sfruttare al meglio le potenzialità delle macchine. Durante l’evento Eni è stata insignito del Premio Oscar Masi per lo sviluppo di algoritmi predittivi funzionali alla riduzione dei tempi non produttivi degli impianti di perforazione.

Luigino Lusuriello: il profilo formativo e professionale dell’attuale Chief Digital Officer di Eni

Originario di Genova,Luigino Lusuriello ricopre attualmente il ruolo di Chief Digital Officer in Eni. Laureatosi in Ingegneria Meccanica presso l’Università della città ligure, entra in Agip S.p.A. come progettista di strutture onshore e offshore. Il suo percorso professionale si arricchisce in seguito di una serie di esperienze importanti all’estero per Eni: nel 2004 è Managing Director di Eni Congo e successivamente ricopre lo stesso incarico per Eni UK. Rientra in Italia nel 2009, nominato Vice President per il coordinamento gestionale in Kazakhstan-Karachaganak: nel 2011 diventa Senior Vice President Programma Iraq. Tra il 2013 e il 2018 Executive Vice President Operations del gruppo, Luigino Lusuriello ne guida la trasformazione digitale da settembre dello scorso anno in qualità di Chief Digital Officer. Ha perfezionato la sua formazione, completando il corso “The Oxford Advanced Management and Leadership Programme” presso la Said Business School University of Oxford.

Caroline Kreutzberger “I colori della vita” è il nuovo singolo della cantante austriaca

Scritto da Laura Ruggeri il . Pubblicato in Musica

Dopo le fortunate partecipazioni ai talent musicali austriaci “The Voice” e “Das Supertalent”, arriva il singolo pop in lingua italiana che anticipa l’album che verrà pubblicato in autunno.

“I colori della vita” celebra la vita ed i suoi colori che non devono mai esser dati per scontati. 

«Anche se in alcuni giorni abbiamo la sensazione che il mondo stia crollando su di noi e tutto sembra essere contro di noi, la vita va sempre vissuta a pieno! La canzone ha lo scopo di ricordarci che abbiamo ottenuto l’intera tavolozza di colori» Caroline Kreutzberger. 

Etichetta: Fullmax Recordings

BIO

L’austriaca Caroline Kreutzberger ha gettato le basi per la sua carriera musicale da bambina: inizia con lezioni di piano, suona il basso e frequenta la scuola di musica nella sua città natale, Klosterneuburg. Segue la formazione in studio musicale di danza, recitazione e canto presso il Conservatorio di Vienna, con particolare attenzione al jazz e al canto popolare, dove si diploma all’inizio del 2013. Nella primavera del 2011 guadagna il terzo posto nella versione austriaca del programma televisivo “The Voice”.

Oltre i confini dell’Austria, Caroline Kreutzberger diventa famosa per la sua esibizione nello spettacolo RTL “Supertalent” nell’autunno 2011, durante il quale ha reinterpretato con successo la canzone “Pour Que Tu M’aimes Encore” di Celine Dion. Da allora, Caroline Kreutzberger si è affermata come la grande voce dell’Austria. Oltre alle sue numerose apparizioni, negli ultimi anni ha lavorato alla propria carriera artistica, insieme al direttore musicale e produttore viennese Daniel Pepl. Il video di “Up & Down” (2012) ha fatto notizia sui media per essere stato il primo video musicale austriaco girato esclusivamente con un iPhone di Apple. 

Dopo l’uscita del suo primo album in lingua tedesca “Bis zum Horizont”, Caroline mostra ora il suo lato internazionale: con il suo secondo album “Vita & Vibes” (data di uscita 27 settembre 2019/Fullmax Recordings) la cantante include canzoni pop in inglese, italiano, francese e tedesco, aprendosi ad un mercato europeo.

Contatti e social

Facebook www.facebook.com/carokreutzberger/
Google Play: https://bit.ly/2JLPtFD
Spotify: https://spoti.fi/2O1Wpnm