Archivio per 29 Agosto 2019

Paolo Campiglio: la qualifica di socio vitalizio della Dante Alighieri

Scritto da articoli news il . Pubblicato in Aziende, Cultura, Istruzione

Paolo Campiglio

L’impegno di Paolo Campiglio nel promuovere e tutelare il sistema culturale italiano: il Presidente dell’Associazione Dante Alighieri gli ha conferito la qualifica di socio vitalizio dell’Ente con la pergamena di benemerenza.

Paolo Campiglio socio vitalizio della Dante Alighieri

Lo ha annunciato in un articolo sul suo blog Paolo Campiglio: il Presidente della Società Dante Alighieri, il più conosciuto e antico Ente culturale italiano, lo ha nominato socio vitalizio, riconoscendone l’impegno anche in ambito culturale. La Dante, così come viene chiamata informalmente, è stata fondata nel 1889 da un gruppo di intellettuali guidati da Giosuè Carducci con lo scopo di tutelare e diffondere la lingua e la cultura italiana nel mondo. Oggi sono 401 i comitati dell’Ente presenti in più di 80 Paesi: nello specifico vengono predisposti corsi di lingua che portano alla certificazione di qualità e competenza, ma anche manifestazioni culturali di altro genere quali danza, letteratura, teatro e moda. La nomina di socio vitalizio ha portato a Paolo Campiglio anche la pergamena di benemerenza: “Sarà un grande orgoglio poter contribuire col massimo impegno alla diffusione del sistema culturale italiano, anche da un punto di vista imprenditoriale e manageriale, nei Paesi e negli ambiti professionali dove svolgo i miei impegni”.

Paolo Campiglio: la crescita professionale del Presidente di Daclé

Originario di Milano dove è nato nel 1975, Paolo Campiglio è attualmente Presidente del Gruppo Daclé. Esperto in mercati esteri e internazionalizzazione delle imprese con particolare conoscenza dei Paesi dell’Europa centrale e orientale, lavora nell’azienda del settore chimico-farmaceutico dal 2003. In precedenza ha ricoperto i ruoli di Direttore Commerciale e di Executive Director, gestendone anche dal 2008 il patrimonio immobiliare. Prima di Daclé, aveva lavorato come Chief Financial Officer in Carmax-Pro Srl, attiva nella commercializzazione di presidi medico-chirurgici. È stato inoltre Senior Partner di un importante studio professionale che offre servizi alle imprese interessate a investire all’estero. Nel corso della sua carriera ha inoltre operato all’interno della British-Polish Chamber of Commerce (Country Manager) e nella Camera di Commercio Italo-Polacca (Vicepresidente esecutivo). In ambito culturale ha avuto modo di distinguersi dal 2006 al 2012 come Vicepresidente del Consorzio Bibliotecario Nord Ovest, il più grande sistema culturale italiano tra enti pubblici locali.

Acronis presenta Acronis Cyber Services, una soluzione per le aziende che puntano a ottimizzare la protezione informatica

Scritto da Esseci il . Pubblicato in Aziende, Informatica

Acronis, leader globale della protezione informatica, ha annunciato oggi il lancio di Acronis Cyber Services, una soluzione per le aziende di ogni dimensione che semplifica l’accesso a servizi di valutazione dei rischi, aumento della consapevolezza e reattività alle emergenze, fino a oggi prerogativa esclusiva delle grandi aziende perché troppo complessi e costosi per quelle più piccole.

Acronis Cyber Services consente alle organizzazioni di rafforzare la propria protezione informatica con una combinazione di servizi destinati alla valutazione dei rischi di sicurezza e delle vulnerabilità, test di penetrazione, reattività alle emergenze e formazione alla consapevolezza personalizzata in base ai ruoli degli utenti.

“Considerata la costante evoluzione delle minacce informatiche, le aziende devono pianificare la propria sicurezza e la formazione del personale in modo proattivo. Tuttavia, una formazione incentrata sulle capacità di valutazione, sui migliori approcci e sulla consapevolezza è stata finora un’attività troppo costosa e complessa, alla portata solo delle grandi aziende. Con il lancio di Acronis Cyber Services, le soluzioni di protezione informatica di livello enterprise diventano più accessibili, e ogni azienda può affidarsi a una sicurezza digitale semplice, efficiente, sicura e oggi imprescindibile”, ha affermato Serguei SBBeloussov, fondatore e CEO di Acronis.

Integrando straordinari servizi di sicurezza informatica in una piattaforma con unico vendor, Acronis elimina le complessità che gravano su service provider e rivenditori, proponendo soluzioni che aiutano i clienti a ottimizzare le proprie difese, soddisfare i requisiti di conformità in termini di sicurezza dei dati, e garantire la propria #CyberFitness.

Tre servizi potenziati

In Acronis Cyber Services si combinano servizi ottimizzati forniti dai più capaci esperti in sicurezza informatica. Nello specifico, l’offerta propone:

Acronis Security Assessment Services, per mettere alla prova la sicurezza aziendale con test di penetrazione e scansione della vulnerabilità, consentendo alle organizzazioni di identificare i rischi che corrono i dati critici, comprendere come ridurre le problematiche di sicurezza complesse del mondo reale e prepararsi a implementare i criteri di sicurezza più adatti alle tecnologie, al personale e ai processi aziendali.

Acronis Security Awareness Training, una modalità di formazione grazie alla quale dipendenti e personale IT acquisiscono informazioni sugli approcci più innovativi in materia di sicurezza, mentre i dirigenti comprendono come riconoscere gli attacchi di phishing, in special modo quelli più recenti e personalizzati per colpire proprio il livello manageriale. Le organizzazioni che operano nel rispetto di conformità e direttive specifiche, come ad esempio il GDPR, possono inoltre trarre vantaggio da moduli di formazione incentrati sulla compliance normativa.

Acronis Incident Response Service, che consente di comporre un piano di livello enterprise, con termini e condizioni pre-negoziate in grado di ottimizzare la reattività in caso di violazione della sicurezza. Nel complesso, questi servizi migliorano la capacità dell’azienda di tornare prontamente operativa, mantenere la conformità ai requisiti normativi, raccogliere prove per eventuali richieste legali future e per gestire, se necessario, eventuali danni di reputazione.

La suite di servizi rafforza la capacità di Acronis di offrire una protezione informatica completa, rendendo disponibili i  cinque vettori della sicurezza informatica: salvaguardia, accessibilità, privacy, autenticità e sicurezza (SAPAS).

Grazie all’approccio completo e alle soluzioni semplici, sicure ed efficaci che lo compongono, Acronis aiuta i team IT aziendali a superare le molteplici sfide odierne, tra cui crescenti complessità, minacce alla sicurezza e costi.

Acronis Cyber Services consente ai service provider di inserire nella propria offerta servizi di prima qualità, tramite un unico contratto sottoscritto con un vendor di fiducia quale è Acronis, invece che con numerosi vendor diversi.

La nuova offerta consente anche l’ottimizzazione dei processi MSP. Aiutando i clienti aziendali a formare i propri dipendenti affinché prevengano le violazioni, ad esempio, un MSP riesce a ridurre il numero di ticket di assistenza da supportare, migliorando efficienza e redditività.

I service provider interessati ad aggiungere questi servizi al proprio portafoglio possono contattare il rappresentante Acronis di fiducia.

Per ulteriori informazioni, visitare Acronis Cyber Services.

Per una visuale più ampia della protezione informatica

Il lancio di Acronis Cyber Services è l’ultima mossa di Acronis verso una visione della protezione informatica che guarda al futuro, ovvero il focus dell’imminente Acronis Global Cyber Summit che si terrà a Miami.

L’evento, che avrà luogo dal 13 al 16 ottobre 2019, chiama a raccolta sviluppatori, vendor, rivenditori, service provider e professionisti IT enterprise che desiderano fare rete, imparare e condividere le proprie conoscenze sul futuro della protezione informatica.

Per saperne di più sull’evento e ottenere uno sconto early-bird fare clic qui.

F2i: Renato Ravanelli commenta l’Opa lanciata per la crescita di Ei Towers

Scritto da news rronline il . Pubblicato in Economia

Renato Ravanelli, in occasione dell’Opa di F2i con Mediaset finalizzata all’acquisizione del controllo di Ei Towers, ha rilasciato un’intervista a “Il Sole 24 Ore”: “L’obiettivo di delisting per noi è fondamentale e irrinunciabile. Consente di far crescere la società più rapidamente e con maggiore flessibilità”.

F2i: Renato Ravanelli commenta l’Opa pro Ei Towers

L’Opa di F2i (insieme a Mediaset) su Ei Towers ha come obiettivo il delisting, necessario per poter procedere con maggiore fluidità e rapidità verso un processo di crescita. È ciò che ha specificato Renato Ravanelli, Amministratore Delegato del fondo infrastrutturale, in un’intervista a “Il Sole 24 Ore”. “Io credo che il mercato abbia capito lo sforzo importante di valorizzazione che abbiamo fatto”, ha osservato l’AD. “L’obiettivo del delisting per noi è fondamentale e irrinunciabile in questa fase, perché consente di far crescere la società più rapidamente e con maggior flessibilità. Non può escludersi in futuro un eventuale ritorno in Borsa, ma a questo punto sarà una società completamente diversa: il nostro scopo è valorizzare tutte le competenze che ha”. Renato Ravanelli ha confermato la disponibilità di capitale che F2i può investire nel progetto. “Per noi conta la crescita dell’investimento nel lungo termine”. In questo contesto, il consolidamento del settore delle torri rimane fondamentale, in quanto “è un business che sta raggiungendo un grado di maturità importante”.