Archivio per 2 Agosto 2019

L’avvocato dello studio di Andrea Mascetti riferisce sulle novità della delibera del 3 giugno 2019 n. XI/1702

Scritto da articoli news il . Pubblicato in Aziende

L’avvocato Paola Balzarini, dello studio legale di Andrea Mascetti, spiega le novità contenute nella recente delibera del 3 giugno 2019 n. XI/1702 che forniscono un indirizzo operativo concreto a supporto dell’attività dello Sportello Unico per le Attività Produttive.

Andrea Mascetti

Lo studio di Andrea Mascetti descrive il contesto in cui opera il SUAP

Il legale Paola Balzarini, che esercita la professione forense nello studio di Andrea Mascetti, ha scritto riguardo alle novità del SUAP. L’acronimo indica lo Sportello Unico per le Attività Produttive, istituto normato dal d.p.r. 7 settembre 2010 n. 160 e nato in risposta a principi di semplificazione procedimentale e organizzativa, ponendosi come unico soggetto pubblico di riferimento per l’esercizio di attività produttive e di fornitura di servizi. All’ente fanno riferimento tutte le domande e richieste da parte dell’azienda su realizzazione, localizzazione, trasformazione, ristrutturazione o riconversione, ampliamento o trasferimento, cessazione o riattivazione dell’esercizio. In Regione Lombardia il SUAP è disciplinato dalla L.R. 19 febbraio 2014 n. 11, che ha fornito in dote numerosi strumenti e istituti di semplificazione, con lo scopo di migliorare il legame tra Pubblica Amministrazione e realtà aziendali, rendendo il territorio lombardo più stimolante per il sorgere di nuove imprese e startup. L’avvocato Paola Balzarini dello studio legale di Andrea Mascetti specifica inoltre che i paragrafi riguardanti il SUAP si trovano nell’art. 7 della sopra citata legge regionale, che pone nero su bianco la garanzia di Regione Lombardia di supportare l’adattamento dei SUAP identificando i parametri organizzativi per assicurare il più possibile funzionalità, utilità e risparmio degli sportelli unici associati per le attività produttive.

Il legale Balzarini dello studio di Andrea Mascetti sulle novità in tema di SUAP

Sempre l’avvocato Paola Balzarini, operante nello studio intitolato ad Andrea Mascetti, prosegue spiegando che attraverso la deliberazione della Giunta Regionale del 3 giugno 2019 n. XI/1702 sono stati raggiunti degli importanti traguardi per l’implementazione concreta del lavoro dello Sportello Unico per le Attività Produttive. Grazie a questo testo, infatti, è stato raggiunto l’accordo in merito agli “Indirizzi regionali in materia di sportelli unici per le attività produttive (SUAP)” e sono state emanate ed adottate conseguentemente linee guida attuative dell’art. 7 della L.R. 11/2014. Il principio adottato è sempre quello della semplificazione, che oltrettutto costituisce uno dei cinque cardini a livello di strategia contenuti all’interno del Programma Regionale di Sviluppo dell’attuale Legislatura regionale, la numero undici dal 1970. Il legale Alessandra Brignoli dello studio di Andrea Mascetti scrive infine che le sopra citate linee guida di Regione Lombardia si pongono lo scopo di ottimizzare il grado di prestazione degli Sportelli Unici per le Attività Produttive. In questo senso, agendo anche nell’ottica di un forte incentivo all’opzione da parte delle municipalità di testare ed eventualmente ricorrere a modalità di gestione della funzione SUAP in collaborazione con realtà terze, concorrendo così alla realizzazione di un paradigma regionale di integrazione destinato a target di utenti ottimali.

Giusy Ferreri e i Cabarettisti di Colorado a Mondovicino

Scritto da areastampa360 il . Pubblicato in Locale, Musica, Spettacolo

Torna la grande musica all’outlet di Mondovì: giovedì 1º agosto Giusy Ferreri live a Mondovicino, con ingresso gratis. Dopo Luca Carboni e Baby K sarà lei a chiudere le serate di musica live al “MOV Summer Festival”: la prima rassegna live che sta animando le serate del Mondovicino Outlet Village e che punta a diventare un appuntamento fisso. Giovedì 1º agosto alle ore 21 sul palco salirà Giusy Ferreri che, dopo aver fatto ballare tutti nel 2018 con la hit tormentone “Amore e Capoeira” (realizzata con Takagi & Ketra), presenterà dal vivo i suoi più grandi successi.

Giusy Ferreri live a Mondovicino gratis

Nel concerto di Giusy Ferreri, live a Mondovicino con ingresso gratis, la cantante sarà accompagnata dalla sua band: Andrea Polidori (batteria), Gabriele Cannarozzo (basso), Fabiano Pagnozzi (piano e tastiere), Fabrizio Leo “Bicio” (chitarra), Mattia Boschi (violoncello).
Una carriera costellata da trionfi e numeri record: sin dai suoi esordi ha collezionato dischi di diamante e di platino, dominando tutte le classifiche. Un repertorio invidiabile: da “Non ti scordar mai di me”, “La Scala”, “Il Mare Immenso”, “Ti porto a cena con me” fino alle più recenti “Roma-Bangkok”, “Volevo te” e “Partiti Adesso”.

“Colorado Cabaret”

Giovedì 8 agosto: Gianluca Scintilla Fubelli, Francesca Cipriani, Gianluca Impastato e Gianni Astone.
Giovedì 15 agosto: risate con Paolo Ruffini, i PanPers, Elena Morali, Gianluca Scintilla Fubelli e Claudia Campolongo.

Nelle serate del Festival, inoltre, negozi e punti food rimarranno aperti oltre il normale orario (ore 23.00) per dare a tutti i visitatori la possibilità di cenare anche post evento e proseguire lo shopping fino a tarda sera approfittando anche della promozione che offre ulteriori sconti sul prezzo Outlet e, in occasione del concerto, dalle 16.00 alle 23.00, un trenino gratuito accompagnerà i clienti che lo vorranno per l’Outlet.

Claudio Machetti: l’iter professionale

Scritto da printernetcm il . Pubblicato in Aziende

Claudio Machetti è l’attuale Presidente della Global Trading Business Line di Enel. Nato a Roma nel 1958, ha iniziato la propria carriera professionale nel settore finanziario lavorando in qualità di analista finanziario presso il Banco di Roma (ora Unicredit). È laureato in Scienze Statistiche presso l’Università La Sapienza di Roma.

Claudio Machetti

Claudio Machetti: percorso formativo e prime esperienze professionali

Classe 1958, Claudio Machetti consegue la laurea in Scienze Statistiche presso l’Università “La Sapienza” di Roma nel 1982, dopo essersi formato al Liceo Tito Lucrezio Caro. Un anno più tardi si sposta a Milano per avviare la propria carriera professionale: viene assunto come impiegato presso la filiale cittadina del Banco di Roma. Nel 1984 fa il suo ritorno nella capitale, presso la Direzione Centrale, in qualità di analista finanziario. Qui è impegnato nello studio del merito di credito dei più grandi gruppi industriali italiani. In una fase successiva, invece, si approccia all’equity, entrando a lavorare come funzionario presso la Direzione Finanziaria. Nel 1992, Claudio Machetti approda in Ferrovie Dello Stato, rivestendo l’incarico di Dirigente Responsabile dell’unità Mercati Finanziari e successivamente quello di Direttore della Finanza Operativa. Negli stessi anni, fonda e nel 1996 diventa l’Amministratore Delegato di Fercredit. Attualmente, realtà attiva nell’ambito captive nel factoring, leasing e nel credito al consumo.

Claudio Machetti: la crescita professionale all’interno di Enel

La svolta nella carriera manageriale di Claudio Machetti arriva nel 2000, quando entra in Enel come Responsabile dell’Area Finanza. In questo periodo lavora, inoltre, alla costituzione di Enel Factor, la società finanziaria del Gruppo, ricoprendo sin da subito il ruolo di Amministratore Delegato. Sono gli anni in cui prende vita anche Enel Insurance, la società assicuratrice della quale diventerà Presidente fino al 2014. Già Presidente di Fondenel, il fondo pensione integrativo dei dirigenti Enel e di Fopen, quello di operai, impiegati e quadri, nel 2005 viene nominato Direttore Finanziario del Gruppo a diretto riporto dell’Amministratore Delegato. A metà del 2014, Enel va incontro ad un processo di ristrutturazione del Gruppo, pertanto Claudio Machetti è chiamato alla guida della Direzione Global Trading, una delle Business Line. Il suo compito è quello di gestire il sourcing di carbone, gas ed olio combustibile e di governare la gestione dei mercati all’ingrosso di gas ed energia elettrica in tutti i Paesi dove Enel è presente. In passato è stato membro dei Consigli di Amministrazione di numerose controllate e consociate quali Wind Telecomunicazioni, Terna ed Endesa.

EJPC: Daiichi Sankyo Europe annuncia i risultati dello Studio 053

Scritto da Mario Mauri il . Pubblicato in Aziende, Salute

Pubblicati sull’EJPC i risultati di Fase III: l’associazione fissa acido bempedoico/ezetimibe riduce significativamente i valori di colesterolo del 38%

L’Acido Bempedoico è un inibitore orale dell’adenosina trifosfato (ATP) citrato liasi (ACL), che in monosomministrazione giornaliera in associazione fissa con Ezetimibe, riduce la sintesi del colesterolo e degli acidi grassi nel fegato. Nei pazienti in trattamento con statine alla massima dose tollerata, la terapia con questa associazione ha ridotto i valori di colesterolo del 38% e quelli della proteina C-reattiva ad alta sensibilità (hsCRP) del 35%, dimostrando di essere ben tollerata e di avere un profilo di sicurezza favorevole. I risultati del trial di Fase III sono stati pubblicati sull’European Journal of Preventive Cardiology.

Monaco, 30 luglio 2019 – Nei pazienti in terapia con statine alla massima dose tollerata, la associazione fissa acido bempedoico/ezetimibe riduce i valori di colesterolo del 38% e quelli della proteina C-reattiva ad alta sensibilità (hsCRP), un importante marker dell’infiammazione associato a malattia cardiovascolare, del 35%. Daiichi Sankyo Europe ha annunciato oggi che i risultati finali dello studio registrativo di Fase III sulla associazione fissa acido bempedoico/ezetimibe somministrata a 382 pazienti per 12 settimane (noto anche come Studio 053), sono stati pubblicati sull’European Journal of Preventive Cardiology. L’acido bempedoico in monoterapia ed in associazione con ezetimibe sono attualmente in corso di valutazione da parte dell’Agenzia Europea per i Medicinali (EMA) e dalla Food and Drug Administration (FDA) statunitense per l’autorizzazione all’immissione in commercio.

Lo studio chiave di Fase III, 053, ha valutato l’efficacia, la sicurezza e la tollerabilità dell’acido bempedoico in associazione ad ezetimibe per il trattamento di pazienti con malattia cardiovascolare ad alto rischio (CVD) già in terapia con statine alla massima dose tollerata (compreso chi non assumeva statine per intolleranza). La pubblicazione sull’European Journal of Preventive Cardiology mette in luce i risultati relativi all’endpoint primario (riduzione del colesterolo LDL) e agli endpoint chiave secondari a 12 settimane, che dimostrano che l’associazione ha significativamente ridotto i valori di colesterolo LDL del 38% rispetto al background ottenuto con le statine alla dose massima tollerata e ha significativamente ridotto del 35% la proteina C-reattiva ad alta sensibilità (hsCRP), un importante marker dell’infiammazione sottostante associata a malattia cardiovascolare. Tale associazione ha dimostrato, inoltre, un profilo di sicurezza favorevole ed una buona tollerabilità quando aggiunta alla terapia con statine alla dose massima tollerata. Infine, l’incidenza di eventi avversi, di eventi avversi a carico dei muscoli, di eventi avversi seri, così come dell’interruzione del trattamento dovuta a un evento avverso, era simile nei gruppi con trattamento attivo. Tali evidenze supportano l’associazione fissa di acido bempedoico/ezetimibe come potente e conveniente terapia complementare all’attuale regime terapeutico ipolipemizzante.

“I risultati di questo studio mostrano che l’associazione di acido bempedoico e ezetimibe ha ulteriormente ridotto, in modo significativo, i valori di colesterolo LDL-C e di hsCRP quando aggiunta alla terapia con statine alla dose massima tollerata – ha dichiarato Christie M. Ballantyne MD, professore di medicina presso il Baylor College of Medicine di Houston in Texas, e sperimentatore principale dello studio – Per i pazienti che non raggiungono i loro livelli target nonostante le terapie attualmente accessibili, la riduzione di LDL-C e di hsCRP osservata dopo somministrazione dell’associazione acido bempedoico/ezetimibe, fa di questa associazione un’opzione terapeutica molto importante.”

L’efficacia delle statine per trattare l’ipercolesterolemia è provata, tuttavia in Europa un elevato numero di soggetti che non raggiungono i livelli ottimali di LDL-C, perché intolleranti alle statine o perché in terapia con la massima dose tolleratai, rimane ad alto rischio di malattia cardiovascolare (CVD). Anche nella fascia di pazienti ad altissimo rischio, solo il 22-32% raggiunge il livello target di LDL-C.ii,iii

“Siamo lieti di presentare i benefici di riduzione di LDL-C e hsCRP che l’associazione fissa di acido bempedoico con ezetimibe ha comportato per i pazienti ad alto rischio di CVD in corso di terapia con statine alla massima dose tollerata o per i quali le statine non costituivano un’opzione terapeutica possibile. Questi risultati si aggiungono al crescente numero di prove a supporto dell’acido bempedoico e della sua associazione fissa con ezetimibe per somministrazione orale. – Ha affermato Wolfgang Zierhut, MD, responsabile del dipartimento Antithrombotic and Cardiovascular Medical Affairs di Daiichi Sankyo Europe – Con la sua specifica modalità di azione sul fegato, l’acido bempedoico evita gli effetti collaterali debilitanti a carico dei muscoli spesso associati alle statine, e potrebbe rappresentare un’importante alternativa per i pazienti con ipercolesterolemia che non raggiungono i loro obiettivi con le opzioni di trattamento esistenti”.

Acido Bempedoico
Con un meccanismo d’azione mirato, l’acido bempedoico è il primo farmaco appartenente alla classe degli inibitori dell’ATP citrato liasi (ACL), orale, in monosomministrazione giornaliera, che riduce la biosintesi del colesterolo e degli acidi grassi e riduce il C-LDL agendo sul recettore LDL. Come le statine, l’acido bempedoico riduce anche la proteina C-reattiva ad alta sensibilità (hs-CRP), un marcatore chiave dell’infiammazione associato alla malattia cardiovascolare.iv L’acido bempedoico è un profarmaco che è attivato dalla acil-CoA sintetasi a catena molto lunga-1 (ACSVL1). Inoltre, è stato dimostrato che l’assenza di ACSVL1 nel muscolo scheletrico permette all’acido bempedoico di non provocare la miotossicità associata alla terapia con le statine.v Gli studi di fase II e di fase III condotti su quasi 4.800 pazienti, con circa 3.100 pazienti trattati con acido bempedoico, hanno messo in evidenza una ulteriore riduzione del colesterolo LDL del 20% quando utilizzato con statine alla massima dose tollerata, fino al 30% quando utilizzato in monoterapia, e una riduzione del 35% in associazione ad ezetimibe se usato con statine alla massima dose tollerata, e fino al 48% di C-LDL in associazione ad ezetimibe senza somministrazione concomitante di statine.5 La frequenza di eventi avversi osservati durante il trattamento, di eventi avversi a carico dei muscoli e di interruzioni del trattamento, è risultata sovrapponibile nel gruppo trattato con acido bempedoico e in quello trattato con placebo.7

L’effetto dell’acido bempedoico sulla morbilità e mortalità cardiovascolare non è stato ancora determinato. L’azienda ha avviato uno studio globale sugli eventi cardiovascolari, al fine di valutare gli effetti dell’acido bempedoico sulla frequenza di eventi cardiovascolari maggiori in pazienti con malattia cardiovascolare o ad alto rischio, che non tollerano neanche la più bassa dose giornaliera di statine approvata, e dunque sono considerati “statino-intolleranti”. Il trial – noto come CLEAR Outcomes – è uno studio event-driven, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo che prevede l’arruolamento di circa 12.600 pazienti con ipercolesterolemia ad elevato rischio di malattia cardiovascolare, in oltre 1.000 centri distribuiti in circa 30 Paesi.vi

Associazione Acido Bempedoico / Ezetimibe in compresse
L’associazione di acido bempedoico e ezetimibe è una terapia non-statinica, disponibile per via orale (compresse), in monosomministrazione giornaliera, per ridurre i livelli di C-LDL, mediante i meccanismi di azione complementari di inibizione della sintesi del colesterolo (acido bempedoico) e inibizione dell’assorbimento del colesterolo (ezetimibe). L’inibizione dell’adenosina trifosfato (ATP) citrato liasi (ACL) da parte dell’acido bempedoico riduce la biosintesi del colesterolo e riduce il C-LDL agendo sul recettore LDL. L’inibizione del gene NPC1L1 (Niemann-Pick C1-Like 1), grazie a ezetimibe, si traduce in un ridotto assorbimento del colesterolo dal tratto gastrointestinale che, di conseguenza, riduce l’apporto di colesterolo al fegato, con effetti conseguenti sui recettori LDL.I dati di Fase III hanno dimostrato che questa associazione ben tollerata determina una riduzione del 35% del C-LDL quando utilizzato con statine alla massima dose tollerata, una riduzione del 43% del C-LDL quando usato in monoterapia, e una riduzione del 34% della proteina C-reattiva ad alta sensibilità (hsCRP). La frequenza di eventi avversi osservati durante il trattamento, di eventi avversi a carico dei muscoli e di interruzioni del trattamento, è risultata sovrapponibile nel gruppo trattato con acido bempedoico e in quello trattato con placebo vii

Disegno del Trial di Fase III (1002FDC-053) sulla associazione fissa Acido Bempedoico/Ezetimibe1
Lo studio multicentrico randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, della durata di 12 settimane, ha valutato l’efficacia e la sicurezza di una associazione fissa di acido bempedoico (BA) ed ezetimibe (EZE) nella riduzione dei valori del colesterolo LDL nei pazienti ad alto rischio CVD che richiedono una riduzione aggiuntiva di LDL-C dopo le statine. Lo studio ha arruolato pazienti in terapia con statine alla massima dose tollerata (compreso chi non assumeva statine per intolleranza) affetti da malattia cardiovascolare aterosclerotica e/o ipercolesterolemia familiare eterozigote e LDL-C ≥2.6 mmol / L, o con più fattori di rischio cardiovascolare e LDL-C ≥3.4 mmol / L. Un totale di 301 pazienti sono stati randomizzati (2:2:2:1) a BA 180 mg + EZE 10 mg (n = 86), EZE 10 mg (n = 86), BA 180 mg (n = 88), o placebo (n = 41). L’obiettivo principale era quello di valutare l’efficacia di una associazione fissa di BA + EZE nella riduzione dei valori di colesterolo LDL rispetto alle monoterapie con placebo, BA ed EZE. Gli obiettivi secondari comprendevano la valutazione dell’effetto sulla CRP ad alta sensibilità (hsCRP), sul non-HDL-C, sul colesterolo totale e sull’apolipoproteina B, e infine la sicurezza e la tollerabilità.

Daiichi Sankyo
Daiichi Sankyo è un Gruppo attivamente impegnato nello sviluppo e nella diffusione di terapie farmaologiche innovative con la mission di migliorare gli standard di cura a livello globale e di colmare i diversi bisogni dei pazienti ancora non soddisfatti, grazie ad una ricerca scientifica e una tecnologia di prima classe. Con più di 100 anni di esperienza scientifica e una presenza in più di 20 Paesi, Daiichi Sankyo e i suoi 15.000 dipendenti in tutto il mondo, possono contare su una ricca eredità di innovazione e una valida linea di farmaci promettenti per aiutare le persone. Oltre a mantenere il suo solido portafoglio di farmaci per il trattamento delle malattie cardiovascolari, e con la Vision del Gruppo al 2025 di diventare una “Global Pharma Innovator con vantaggi competitivi in area oncologica”, Daiichi Sankyo è impegnata nella ricerca di nuove terapie oncologiche e in altre aree terapeutiche incentrate su malattie rare e disordini immunitari.
Per maggiori informazioni visita il sito http://www.daiichi-sankyo.it

Contatti
Daiichi Sankyo
Elisa Porchetti
Tel.+39 0685255-202
elisa.porchetti@daiichi-sankyo.it

Valeria Carbone Basile
Tel: +39 339 1704748
valeria.carbonebasile@gmail.com

Ecco Perchè è Importante Avere una Targa Attenti Al Cane

Scritto da sonia il . Pubblicato in Casa e Giardino

Capita spesso di passeggiare nelle zone residenziali e vedere quelle targhette che avvertono di prestare attenzione al cane che sta all’interno di quella casa, e molto spesso viene raffigurato un cane dall’aspetto feroce, quando la realtà dei fatti è totalmente diversa, perchè magari vi abita un cane buono e coccoloso. Quello di posizionare le targhe per avvertire i passanti ha senza dubbio una sua utilità, ma sarebbe molto più originale e divertente utilizzare delle taghette personalizzate per cani, da posizionare non solo sul cancello o sulla porta della propria abitazione, ma anche per allestire la cuccia del proprio cane. Come abbiamo già accennato l’utilizzo di questa tipologia di targhe è utile per avvertire gli ospiti della presenza di un cane che abita in qualla casa o per avvertire di stare attenti. Tuttavia se vi sentite più classici potete andare per una targa attenti al cane più standard, senza fronzoli o personalizzazioni. Perchè si sa che il cane è lo specchio del padrone, quindi se siete classici voi anche lui amerà il medesimo stile.

Alcune idee per le targhe Attenti al Cane

Le targhette che più comuniemente vengono utilizzate nelle abitazioni per avvertire della presenza di un cane sono quelle targhette relative a tutti quei cani dall’aspetto cattivo e feroce che avvertono di stare attenti e di prestare attenzione per la presenza di un cane nelle vicinanze. Mentre la verità è che dietro quelle targhette così spaventose si nascondono degli amorevoli amici a quattro zampe pronti a dare coccole ed amore. Per questi motivi un modo simpatico di realizzare queste targhette, oltre a quelle classiche, potrebbe essere quello di personalizzarle, con una foto del cane che realmente vive in quella casa, quindi come fosse una fotografia. Le targhette inoltre sono costruite in materiali di ottima fattura: robuste, resistenti ad ogni intemperia e facili da applicare al cancello e in generale ad ogni superficie. Le targhe attenti al cane sono sicuramente un elemento importante da applicare all’entrata di casa vostra, sia che questo si tratti di un cancello, sia di un ingresso più piccolo o un parcheggio.

Targhe Attenti al Cane o Targhe Personalizzate?

Abbiamo pensato a come sia le targhette personalizzate sia quelle standard possano essere utilizzate posizionandole all’esterno della propria abitazione. Come abbiamo detto le targhette standard sono molto utili ma può essere una buona idea anche utilizzare quelle personalizzate. Un esempio carino potrebbe essere quello di ricreare nella targhetta la foto del vostro cane e scriverci frasi che lo rappresentino al massimo. Questo non può che essere un’idea originale per rendere unica la cuccia del nostro cane non solo il più personale possibile, ma anche un modo per esprimere la personalità del nostro amico a quattro zampe. Un cagnolone dormiglione potrà essere rappresentato nel pieno della sua attività preferita, proprio nel momento in cui nel più profondo dei sogni penserà di rincorrere la sua pallina preferita. Tuttavia, indipendentemente da quale targa sceglierete, ricordate che quella più importante è certamente quella che i vostri cani portano al collo e che li rende rintracciabili nel caso in cui li perdiate.

GLORIA ZACCARIA “SCHIOCCA LE DITA” la cantautrice bresciana torna in una nuova veste musicale

Scritto da Laura Ruggeri il . Pubblicato in Musica

Il ritmo fresco e spensierato tipico del raggeaton traina il nuovo singolo in radio dal 7 giugno.

“Rendi straordinaria la vita in ogni istante, non aspettare”.

«Ti sei fermato qualche volta a pensare che non siamo mai soddisfatti di noi stessi e della nostra vita ma vogliamo sempre di più? È questa la domanda a cui Gloria Zaccaria tenta di rispondere attraverso il suo nuovo singolo. Con un ritmo raggeaton, “Schiocca le dita” è un invito a cogliere l’attimo e a vivere a pieno il presente.

Arrangiamento, Registrazione e Mixaggio: Antonio ChindamoBatteria –  Giordano ColomboBasso: Antonio Chindamo – Chitarre: Andrea Gentile – Pianoforte, tastiere e programmazione: Antonio Chindamo – Studio di registrazione: Auditoria Records

Etichetta: Luisa Piscitelli (LuPi)

Radio date: 7 giugno 2019

BIO

Bresciana di Collebeato. A 12 anni comincia a coltivare la passione per la musica e avvia il suo percorso partecipando come voce solista al coro della scuola. A 19 anni intraprende un corso di studi presso l’Accademia Lizard di Brescia che frequenta per 3 anni partecipando nel contempo a diversi concorsi canori. Da gennaio 2014 studia tecnica e interpretazione musicale dei vari generi ma soprattutto nel pop, r&b e musica leggera. Ha partecipato a numerosi concorsi canori raggiungendo sempre un ottimo riscontro e risultato.

  • “Cantatour” edizione 2011, 3 vittorie di tappa e 3^ classificata nella finalissima;
  • Finalista per due anni consecutivi al concorso di canto “Mai smettere di sognare” di Castegnato;
  • Finalista regionale al concorso di canto “Premio Eleonora Lavore 2014”;
  • Finalista del “Premio Canzone Italiana 2014” di Sirmione e Vincitrice del Premio del Pubblico.

Nell’ agosto 2015 breve tour in alcuni locali degli Stati Uniti, in particolar modo a LosAngeles e dintorni dove ha presentato le cover di brani degli anni ‘70 e ‘80 rivisitati e reinterpretati nel suo personalissimo stile.

  • 26 Ottobre 2015 ospite all’evento “La Vetrina dei Talenti” in Expo 2015;
  • 13 Febbraio 2016 ospite all’Open Theatre di Sanremo;
  • 19 Giugno 2016 protagonista della Festa della Musica organizzata dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali.
  • 24 Settembre 2016 Concerto di beneficienza per le famiglie colpite dal terremoto di Amatrice in collaborazione con le “Alter Echo String Quartet” presso Gardaforum di Montichiari;
  • 21 Ottobre 2016 vincitrice del i Premio Speciale della critica Mia Martini;
  • Dicembre 2016 breve tour in Giappone per alcune date del suo spettacolo “Music Parade” omaggio alla musica internazionale degli anni ’80 da lei reinterpretati.
  • 01 Giugno 2018 Protagonista Fiera della Musica 2018 di Milano, Piazza Città di Lombardia
  • 03 Giugno 2018 Cineteatro di Nembro, evento di beneficenza a favore di “Insieme per–Associazione Amicidella Pediatria” Ospedale Papa Giovanni XXIII.
  • 22 Ottobre 2018 Concerto presso il Teatro Dal Verme di Milano in occasione del 10th International SocialCommitment Awards-Stelle al Merito sociale 2018.

DISCOGRAFIA

2015 Dimmi se l’uomo sei tu (Singolo)

2016 Liberi (Singolo)

2016 Lui (Premio Mia Martini)

2017 Amore Disegnato (Singolo)

2017 Jack (Singolo)

2018 Eroi dimenticati (Singolo)

2018 Una parte di me (Album)

2018 Amarti Davvero (Singolo)

2019 Scusa (Singolo)

Contatti e social

FACEBOOK: www.facebook.com/gloriazaccariaofficialpage/

CANALE YOUTUBE: www.youtube.com/channel/UCrdagOB9dX_6JU573X2TyyQ?view_as=subscriber

INSTAGRAM: www.instagram.com/gloriazaccaria90/?hl=it

INFO E BOOKING booking.gloriazaccaria@gmail.com

Spoleto Arte e il Premio internazionale Ambasciatore d’Arte raccolgono consensi all’estero

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Si è aperta lo scorso sabato 27 luglio la mostra Premio internazionale Ambasciatore d’Arte presso la conference room del Riva Hotel di Istanbul. Organizzata da Spoleto Arte a cura di Vittorio Sgarbi, l’esposizione itinerante, ideata e attuata dal curatore di mostre e grandi eventi Salvo Nugnes, spiccherà presto il volo verso Shanghai, seconda tappa del tour che coinvolge quaranta artisti, portando alcuni dei loro lavori nelle più grandi città d’Oriente.

Con il contributo dell’artista José Dalì, figlio di Salvador Dalì, della giornalista RAI Antonietta Di Vizia e del fotografo di fama internazionale Roberto Villa, amico di Pier Paolo Pasolini e di Dario Fo, il Premio internazionale Ambasciatore d’Arte atterrerà il primo agosto nella più grande città della Cina, portando le opere degli autori prima al Grand Central Hotel Shanghai e poi al Sunworld Dynasty Hotel di Pechino il 6 agosto. Il 12 sarà la volta di Tokyo, presso l’Hotel Listel Shinjuku, dove il Premio concluderà il suo viaggio volto all’apertura delle frontiere artistiche attraverso il talento di: Patrizia Almonti, Giuseppe Bertoletti, Piero Boni, Serafino Botticelli, Ronnie Brogi, Pietro Burzi, Letizia Caiazzo, Luca Cameli, Gian Luigi Castelli, Adriana Collovati, Domenica Cosoleto, Germano Costa, Paolo De Polo, Micaela D’Onofrio, Giuliana Maddalena Fusari, Roberto Giacco, Carlo Guidetti, Christian Arnulf Hecher, Pietro Lembo, Luigi Lucernini, Maria Donata Lupo, Michele Macchia, Silvana Mascioli, Elena Mastropaolo, Roberta Moresco, Alessandro Negrini, Maria Assunta Nunziata, Silvano Ottaviani, Graziella Paletta, Massimo Paracchini, Francesca Pezzola, Fabrizio Pinzi, Maria Stella Polce, Giulia Quaranta Provenzano, Guillermina Rivera, Rolando Rovati, Angelo Scuderi, Federico Tamburri, Enrico Tomassi e Paolo Uttieri.

Turchia, Cina e Giappone accolgono dunque per poco più di due settimane una rassegna che si pone l’obiettivo di mostrare l’arte come linguaggio universale, di portarla in primo piano in metropoli dove le culture si confondono e danno vita a nuove realtà frementi di vita.
Per maggiori informazioni è possibile chiamare lo 0424 525190, il 388 7338297, scrivere a org@spoletoarte.it oppure visitare il sito www.spoletoarte.it.