Archivio per 10 Luglio 2019

Premio Manager Utility a Luigi Ferraris: Terna protagonista della transizione energetica

Scritto da pressreleaself releaself il . Pubblicato in Aziende

In occasione del XIX Workshop annuale di Agici e Accenture, Luigi Ferraris ha ricevuto l’importante riconoscimento come Manager Utility 2018 per “l’impegno profuso in Terna quale abilitatore verso un modello energetico sempre più sostenibile, efficiente, sicuro e innovativo”.

Luigi Ferraris, amministratore delegato terna

Premio Manager Utility 2018: il commento di Luigi Ferraris

“Accolgo con grande soddisfazione questo prestigioso premio che rappresenta il riconoscimento dell’impegno mio e di Terna per rendere la rete elettrica sempre più efficiente, sicura e sostenibile”: sono le parole di Luigi Ferraris, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna, in occasione della consegna del Premio Manager Utility 2018 – Energia. Il manager ha ricevuto l’importante riconoscimento in occasione del XIX Workshop annuale di Agici e Accenture, svoltosi a Milano. Il tema principale dell’evento è stato definito col titolo Utilities, un patrimonio per la crescita del Paese – Quali politiche per accelerare gli investimenti”. Le motivazioni dell’assegnazione del premio a Luigi Ferraris risiedono nell’impegno per trasformare Terna in un modello sostenibile, efficiente, sicuro e innovativo per la produzione di energia. “Il sistema elettrico rappresenta un fattore fondamentale e abilitante per lo sviluppo sostenibile della società e del territorio, e dovrà essere sviluppato attraverso investimenti volti alla sicurezza delle nostre collettività, da attuare con modalità nuove e innovative di collaborazione e dialogo”, ha commentato il manager, definendo la società tra i “protagonisti” della transizione energetica. “Desidero condividere questo premio con tutti i miei collaboratori”, ha concluso, ringraziandoli per l’impegno e la passione impiegati nel lavoro quotidiano.

Luigi Ferraris: la carriera del manager alla guida di Terna

Luigi Ferraris ha iniziato la sua carriera nel settore auditing di PriceWaterhouse. Dopo aver ricoperto diverse posizioni manageriali in importanti aziende industriali italiane e internazionali, entra nel Gruppo Enel e vi rimane dal 1999 al 2015 con ruoli di crescente rilevanza: è stato Chief Financial Officer del Gruppo e al contempo Presidente di Enel Green Power. Ha svolto il ruolo di Consigliere di Amministrazione della controllata cilena Enersis e, in seguito, di Responsabile dell’Area America Latina, nonché Amministratore Delegato della stessa fino a gennaio 2015. È stato Consigliere di Amministrazione della controllata spagnola Endesa S.A. e di altri importanti società facenti parte del Gruppo. Nel 2015 diventa Consigliere Indipendente della società energetica ERG S.p.A. e Consigliere di Gruppo PSC S.p.A., leader italiana nel settore dell’impiantistica per infrastrutture. Da febbraio dello stesso anno ad aprile 2017 è Chief Financial Officer del Gruppo Poste Italiane, di cui ha guidato il processo di privatizzazione e quotazione in borsa. Luigi Ferraris ha ricevuto l’incarico di Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna nel maggio 2017.

L’eleganza del World Of Fashion conquista Roma

Scritto da uff stampa il . Pubblicato in Lifestyle, Moda

Domenica 7 luglio nella magnifica cornice di Palazzo Brancaccio si è svolta la 22^ edizione del WORLD Of FASHION. Crocevia di un incontro, ideato e diretto da Nino Graziano Luca.
A sfilare sono state le magnifiche creazioni realizzate da importanti stilisti provenienti da varie aree del mondo. Ad aprire il World Of Fashion è stato il libanese Maged Bou Tanios, apprezzato per i suoi ricami da Papa Francesco; a seguire James Dimech (Malta) noto per la sua Wearable Art fatta di splendidi abiti realizzati principalmente con materiali di riciclo ecosostenibili; a chiudere la sfilata è stata Eva Scala (Repubblica Ceca) che dopo aver lavorato con Alexander Mc Queen a Londra ha presentato in anteprima una collezione realizzata con i tessuti di San Leucio.
Anche in questa edizione ci sono stati alcuni giovani talenti del panorama cinematografico, televisivo e teatrale italiano che hanno sfilato con le creazioni del libanese Maged Bou Tanios. Tra questi: Enrico Acciani (prossimamente al debutto come regista nel suo primo lungometraggio e in veste di cantautore in arte Al Verde con l’uscita del suo primo album “Cocomero”, Bassirou Ballde(nel prossimo film di Nanni Moretti “Tre Piani”, nella nuova pellicola di Checco Zalone dal titolo “Tolo Tolo” e nel film di Gino Clemente “Beautiful People”, Giuseppe Panebianco ( ha appena concluso le riprese di 1994 con Stefano Accorsi e de I Medici 3 ed è attualmente impegnato come autore in un importante progetto cinematografico), Nicola Ravaioli (reduce dal successo dello spettacolo teatrale “Tempi Nuovi” di Cristina Comencini accanto a Iaia Forte e Maurizio Micheli. Prossimamente impegnato in numerosi progetti) ed Andrea Vico (recentemente visto nel film TV per Rai 1 “Duisburg, linea di sangue” al fianco di Daniele Liotti. E’ ideatore e creatore del duo comico Gli Specialisti, un format che mira a raccontare con corti comici per il web la generazione dei 30enni di oggi).
Nel corso dell’evento, come sempre, sono stati consegnati i WORLD of FASHION AWARD agli stilisti partecipanti ed agli Enti e personalità impegnati nella promozione della moda, dell’arte e dei progetti etici. I premi come sempre sono stati realizzati dal Maestro Orafo del Festival di Sanremo Michele Affidato. Tra i premiati: il famoso cantautore internazionale Placido Domingo Jr. che ha deliziato i presenti cantando il brano “Volver” tratto dal suo ultimo concerto romano, l’Associazione “Io così” (presieduta da Sara Manfuso) nata con l’obiettivo di dare il proprio contributo ad un’operazione culturale che metta al centro il valore della diversità, creando i presupposti per una società che sia in grado di accoglierla e valorizzarla, rispettando i diritti fondamentali di ciascuno. Premiati anche Michelle Carpente e Dario Vergassola per il programma in onda su Sky Arte “Sei in un paese meraviglioso”, prodotto da Ballandi Arts in collaborazione con Autostrade per l’Italia.
La XXII edizione del World of Fashion ha dedicato un segmento al Progetto M.I.A. (Moda incontro aperto) di Maurizio Passeri ed Ino Mantilla che, in un unico blocco moda, ha presentato delle creazioni di tre stilisti provenienti dal Messico, dall’Italia e dalla Colombia.
Il World of Fashion resta uno degli eventi più attesi da oltre cinquecento ospiti che assistono mediamente all’evento ideato e diretto da Nino Graziano Luca. Personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo, ambasciatori, giornalisti, buyer, imprenditori ed esponenti della nobiltà per una passerella d’eccezione che fa della moda un catalizzatore di costumi, usanze, tradizioni e ideali. Tra i presenti: Il Ministro per l’Ambiente del Governo di Malta Jose Herrera con la moglie Sandra Herrera, il Direttore di RAI Parlamento Antonio Preziosi, l’Ambasciatrice del Libano in Italia Mira Daher, l’Ambasciatore della Grecia Theodore Μ. Passas, il regista Rai Giuseppe Sciacca, la giornalista del TG1 Susanna Lemma, la conduttrice del programma di Moda di RAIUNO Valeria Oppenheimer, la conduttrice del programma di Moda de LA7 Cinzia Malvini, Miriana Trevisan, il Principe Guglielmo Marconi Giovanelli, Antonino Lazzarino de Lorenzo, Marina Occhiena, Paolo Ianni di Vallesanta, Kiara Tomaselli, Massimiliano Varrese, Giulia Petrungaro, Emanuel Caserio, Jennifer Mischiati, Daria Baykalova, Fabiola Di Gianfilippo, Erika Marconi, il trombettista Luca Seccafieno, Juliana Scerri Ferrante Fondatrice Chamber of Fashion Malta Foundation, Il Presidente del Malta Tourism Authority, Gavin Gulia, Parliamentary Secretary for Consumer Rights, Public Cleansing and Support For the Capital City Malta Dott. Deo Debattista, Dorianne Mamo Vice Presidente della Chamber of Fashion Malta Foundation, Fabio Benvenuti: Segretario Generale della CoFM, Moira Chetcuti Events Director della CoFM, Penny Apap Brown: Academic Director della CoFM, Giorgi Brown: Member CoFM, Biancamaria Caringi Lucibelli, Salvatore Schirmo e Marina Schirmo, ex. Direttore Istituto di Cultura Italiana a Malta.

«Il World of Fashion – ha commentato Nino Graziano Luca – lancia un messaggio di speranza: il dialogo tra le culture è possibile se si usano linguaggi della moda e più in generale delle arti». Una filosofia confermata dal backstage alla scena. Dalla perfetta interazione tra gli stilisti all’atmosfera in platea.

Claudio Descalzi: Eni in Messico, avvio della produzione in anticipo

Scritto da Gianni Ronni il . Pubblicato in Aziende

Messico, Eni avvia in anticipo la produzione del campo di Miztón: una tappa cruciale nel progetto di sviluppo dell’Area 1, di cui l’AD Claudio Descalzi ha sottolineato il valore.

Claudio Descalzi, AD Eni

Claudio Descalzi: Eni avvia in anticipo la produzione dall’Area 1 nell’offshore del Messico

Nuovo traguardo in Messico per Eni. Il gruppo guidato da Claudio Descalzi ha avviato la fase di produzione anticipata dal campo di Miztón, nell’Area 1, localizzata nella baia di Campeche, nell’offshore del Paese. Si tratta di un primo passo nello sviluppo dell’Area 1, che secondo le stime contiene un totale di 2,1 miliardi di barili di petrolio equivalente in posto (90% olio) nei giacimenti di Amoca, Miztón e Tecoalli. L’Area 1 è stata acquisita da Eni nel settembre 2015 in un bid round competitivo. In questa fase di produzione anticipata è previsto un raggiungimento di 15.000 barili di petrolio al giorno: iniziata dal pozzo Miztón 2, la produzione della piattaforma installata in 34 metri di profondità viene inviata con una linea multifase all’impianto di separazione a terra (Onshore Receiving Facility, ORF) che il gruppo ha costruito a Sanchez Magallanes, nello stato di Tabasco. Qui, dopo la separazione ad ORF, viene mandata all’impianto Pemex di San Ramón per ulteriore trattamento. Nei primi mesi del 2021 sarà installata una struttura galleggiante di produzione, stoccaggio e scarico (FPSO) in modo da far partire la piena produzione che raggiungerà un plateau di 100.000 barili di petrolio equivalente al giorno. Secondo il Piano di Sviluppo dell’Area 1 saranno costruite e installate due ulteriori piattaforme sul campo di Amoca e di una sul campo di Tecoalli. Lo start up della produzione dall’Area 1 conferma ulteriormente l’efficacia dell’approccio “fast track” distintivo di Eni: come spiegato in diverse occasioni anche dall’AD Claudio Descalzi, l’obiettivo è effettuare progetti efficienti di sviluppo upstream.

Eni in Messico: il focus dell’AD Claudio Descalzi sulle attività del gruppo

L’avvio in anticipo della produzione dal campo messicano Mitzon è stato commentato dall’AD Claudio Descalzi, che ne ha illustrato il valore: “Abbiamo raggiunto lo startup di produzione in meno di due anni e mezzo dall’inizio del primo pozzo perforato da Eni nellˈArea 1 e in meno di un anno dall’approvazione del Piano di Sviluppo”. Un risultato, come rileva l’AD, “in linea con le aspettative del governo messicano di aumentare la produzione complessiva del Paese”. Claudio Descalzi evidenzia inoltre come Eni sia la prima compagnia internazionale ad avviare la produzione offshore in Messico dopo la Riforma Energetica. L’intenzione del gruppo è di “continuare a collaborare con le autorità messicane”. Eni è presente in Messico dal 2006: nel 2015 è stata costituita la sua controllata Eni Mexico S. de R. L. de C. V. Nel maggio 2019 il gruppo italiano ha sottoscritto con il governo dello Stato di Tabasco un Memorandum of Understanding per identificare e sviluppare progetti di sostenibilità nel campo educativo, sanitario e dello sviluppo socio-economico.