Archivio per 24 Aprile 2019

Il Gal l’Altra Romagna organizza un raduno nazionale di camperisti nell’entroterra forlivese

Scritto da Gal L Altra Romagna il . Pubblicato in Turismo

Prosegue a gran ritmo il progetto “L’Altra Romagna en plein air” del GAL L’Altra Romagna, con il secondo raduno nazionale di camper in programma da venerdì 26 a domenica 28 aprile 2019, dopo quello organizzato nel weekend 5-7 aprile in area cesenate.

Questa volta ad essere protagonista del raduno itinerante guidato sarà l’entroterra forlivese, con il triangolo Tredozio, Cusercoli e Castrocaro Terme e Terra del Sole.

Sarà l’occasione per un’esperienza di viaggio e conoscenza nella Romagna dei borghi tra storia, natura ed enogastronomia tipica, col gran finale immersi nell’evento Eliopoli – Terra di Confine di domenica 28 aprile a Terra del Sole.

Circa una 30 equipaggi provenienti da diverse Regioni italiane, si ritroveranno nella mattinata di venerdì mattina presso l’area camper attrezzata di Tredozio, dove durante la giornata sono programmate le visite al sito naturalistico Lago Casa di Ponte e allo storico Palazzo Fantini.

Sabato mattina, il gruppo, accompagnato sempre dai referenti del GAL L’Altra Romagna, si sposterà in direzione Cusercoli per ricevere i saluti dell’Amministrazione comunale di Civitella di Romagna e del Presidente Gal L’Altra Romagna Bruno Biserni.

Dopo i saluti delle autorità visita all’imponente Castello del XII sec e alla chiesa di San Bonifacio; a seguire ristoro ai partecipanti presso il giardino pensile del Castello.

Nel pomeriggio, visita guidata alla vicina tenuta vitivinicola Poderi dal Nespoli 1929, prima di giungere a Terra del Sole nell’area attrezzata riservata ai camperisti.

Domenica 28 aprile alle 11,00, evento clou del raduno sarà il convegno “Il Plein air volano di sviluppo turistico dell’Altra Romagna” presso Palazzo Pretorio di Terra del Sole, ripreso dalle telecamere di Teleromagna.

Il convegno verrà aperto dalle relazioni di Sindaco e Assessore al turismo di Castrocaro Terme e Terra del Sole, rispettivamente Marianna Tonellato e Liviana Zanetti, a cui seguiranno gli interventi di:

Roy Berardi, collaboratore progetto “L’Altra Romagna en plein air”

Michela Bagatella, capo redattrice Edizioni Plein Air di Roma

Monica Fantini, Vicepresidente Fondazione Cassa dei Risparmi Forlì e ideatrice di Romagna Terra del Buon Vivere – con contributo video

Rodolfo Valentini, Presidente Associazione Via Romea Germanica Italiana

Flavio Foietta, Presidente Associazione Via Romea Germanica Europea

Luigi Barilari, Bike To – Itinerari cicloturistici

Conclusioni a cura di Bruno Biserni, Presidente GAL L’Altra Romagna.

Al termine del convegno, ristoro all’interno di Palazzo Pretorio.

La domenica pomeriggio verrà dedicata alla visita guidata alla scoperta di Terra del Sole, per poi lasciare liberi i partecipanti per le varie attività offerte all’interno di Eliopoli-Terra di confine, rievocazione storica con gruppi provenienti da tutta Europa, che nella cittadella fortificata faranno immergere i visitatori nelle atmosfere del 1600, tra battaglie, processi, ronde di soldati, antichi mestieri, popolani in festa con musiche e balli

Un ultimo raduno verrà organizzato dal GAL L’Altra Romagna anche nel territorio faentino dal 10 al 12 maggio, coinvolgendo le aree dei Comuni di Brisighella, Casola Valsenio, Riolo Terme e Faenza.

L’ufficio stampa

GAL L’ALTRA ROMAGNA

Francesco Starace (Enel): raddoppiano le vendite di auto elettriche in Italia

Scritto da office fsonline il . Pubblicato in Automobili, Aziende

Cresce la sensibilità sul tema dello sviluppo sostenibile, in particolar modo nel settore dell’automotive. Enel X e Symbola hanno condotto uno studio sulla mobilità e i risultati sono sorprendenti: le vendite di veicoli elettrici sono in aumento. Soddisfatto anche l’Amministratore Delegato di Enel Francesco Starace : “E’ un percorso lungo, ma l’Italia ce la può fare”.

Francesco Starace, AD Enel

Francesco Starace: la mobilità elettrica è in costante crescita

Cresce l’interesse per il settore della mobilità elettrica. Non più solo una curiosità, poiché come ha confermato lo studio “100 Italian e-mobility stories” condotto da Enel X e Symbola, le vendite dei veicoli elettrici sono in aumento costante: nel 2018 sono raddoppiate, passando da 5.000 unità del 2017 a circa 10.000. Nello specifico, lo studio si impegna a raccontare le imprese italiane che investono nella e-mobilty e mostra quanto lo scenario nazionale sia ricco di iniziative e progetti a riguardo. Francesco Starace, Amministratore Delegato di Enel, ha confermato l’andamento positivo: “Stiamo vedendo molti imprenditori dedicarsi a questa nuova tecnologia, partiamo lievemente in ritardo ma la strada è molto lunga e possiamo rifarci”. I vantaggi di un’auto elettrica sono molteplici: a partire dalla riduzione delle emissioni di circa il 50% che favorirà, inoltre, il processo di decarbonizzazione, per arrivare alle batterie, che una volta esaurite, potranno essere impiegate per alimentare accumulatori di energia. Il salone di Ginevra ha dimostrato, invece, le migliorie dal punto di vista tecnologico ed estetico: l’offerta è ampia e tutti i migliori player stanno investendo nella e-mobility, un altro elemento a supporto delle parole di buon auspicio del manager.

Francesco Starace: l’impegno di Enel nella e-mobility

In occasione della presentazione dei risultati dello Studio, tenutasi a Roma durante la giornata di lunedì 8 aprile, Francesco Starace è intervenuto in video poiché trattenuto all’estero. L’Amministratore Delegato di Enel, oltre a commentare positivamente le conclusioni, ha messo in luce i progressi tecnologici del settore: “La tecnologia dell’auto elettrica ha fatto numerosi progressi in questi anni: l’auto diventa più performante, meno cara e la durata del viaggio si allunga. Stiamo anche facendo numerosi progressi per la diffusione dell’infrastruttura delle ricariche, aspetto essenziale se noi vogliamo che l’auto elettrica diventi una cosa normale.” Per quanto concerne la problematica della ricarica, Enel ha dimostrato un grande impegno, investendo circa 300 milioni di euro nell’installazione di nuovi punti. “Il nostro obiettivo è quello di installare circa 28.000 punti di ricarica. Vogliamo dotare il Paese di una rete di ricarica capillare che permetta a chi guida un veicolo elettrico di percorrere l’Italia dalla Valle d’Aosta alla Sicilia senza paura di rimanere a piedi”, ha affermato Francesco Starace.