Archivio per 8 Marzo 2019

Intervista – L’importanza del colore nell’arte di Graziano Ciacchini

Scritto da Elena Gollini Art Blogger il . Pubblicato in Arte

Un’altra intervista con il pittore-poeta Graziano Ciacchini. Definito dalla Dott.ssa Elena Gollini, curatrice e critica d’arte, come “un incantatore di anime sognanti, un catalizzatore di sentimenti autentici” il poliedrico artista parlerà del ruolo del colore nelle sue opere.

D: Perché scegli di utilizzare in prevalenza il colore blu-azzurro con tutte le varie sfumature di gamma tonale?
R: Ho cominciato a dipingere “in blu” fin dall’inizio, tranne sporadiche eccezioni. Lavorare quel colore, in tutte le sue sfumature, mi trasmette un senso di serenità ed anche di sicurezza, se vogliamo, vista l’esperienza maturata nel lavorarlo.

D: Quanto influisce nella costruzione della trama narrativa la componente cromatica?
R: Spesso i miei lavori sono la trasposizione su tela, o su carta, di immagini che si presentano alla mente già ben definite. Raramente c’è una integrazione o correzione compositiva a posteriori ed ancor più raramente costruisco “a tavolino” la composizione. Le immagini, quasi sempre, arrivano “in blu” ed io non faccio altro che riprodurle. A volte provo ad integrare con altri colori, ma, quasi sempre, desisto. Sono in attesa di un periodo policromo!

D: Se dovessi fare un elenco dei tuoi 3 colori preferiti quali sceglieresti e perché?
R: Il blu perché mi infonde serenità; il giallo perché è luce, il bianco perché comprende tutti gli altri colori.

Arriva nelle strade del centro storico di Macerata la campagna informativa internazionale Mondo libero dalla droga

Scritto da Valentina Monti il . Pubblicato in Religione

Ogni giovedì sera si ripete il tradizionale incontro dei giovani e universitari in centro storico a Macerata, un momento molto “propizio” per abusare di alcol e non solo…. nella lunga notte di divertimento! Ottimo momento per creare anche un adeguata prevenzione.

Per contrastare il fenomeno e rendere i giovani consapevoli dei danni a cui possono andare in contro, anche solamente con uno sballo, sono arrivati giovedì sera nel cuore di Macerata i volontari della Chiesa di Scientology dell’Adriatico, con una distribuzione di materiale informativo di prevenzione dal titolo La verità sulla droga. Dalle 23.00 i volontari hanno letteralmente battuto a tappeto il centro con una capillare consegna di opuscoli informativi consegnati direttamente nelle mani dei giovani studenti che fino a tarda notte si ritrovano nei principali punti di aggregazione della città.

Il tutto all’insegna del motto:

“Le droghe privano la vita delle sensazioni e delle gioie, che sono, comunque, l’unica ragione di vita” di L. Ron Hubbard.

Ciò che i giovani e gli adulti non sanno sulla droga è che può ucciderli. Secondo i sondaggi, il 50% degli studenti delle scuole pubbliche già all’età di 17 anni hanno provato una droga illegale o ne sta usando ripetutamente una. I giovani consumatori soffrono di un maggior numero di malattie, mancano un maggior numero di giorni da scuola, e sono più propensi ad essere coinvolti in comportamenti criminali. La soluzione migliore è raggiungere i giovani con un’informazione efficace e basata sui fatti, prima che inizino a far uso di droga. È molto meno probabile che coloro che hanno le corrette informazioni sulla droga, inizino a farne uso.

Il fattore chiave per il successo di questo programma è la partecipazione. A nessuno, in particolare, piace sentire una predica su ciò che può o non può fare. Quindi la campagna fornisce i fatti che permettano ad una persona di prendere la decisione di rimanere libera dalla droga, basata su precise informazioni, e di unirsi ad attività che rendano popolare una vita libera dalla droga.

Per richiedere ulteriori informazioni visita il sito www.drugfreeword.org