Archivio per 9 Gennaio 2019

Daiichi Sankyo Europe: accordo per la commercializzazione in Europa di acido bempedoico/ezetimibe

Scritto da Mario Mauri il . Pubblicato in Aziende, Salute

Daiichi Sankyo Europe commercializzerà le formulazioni orali di acido bempedoico e della associazione acido bempedoico/ezetimibe in Europa e Svizzera.

Roma, 8 gennaio 2019 – Daiichi Sankyo Europe ha stretto un accordo di licenza esclusiva con Esperion Therapeutics (NASDAQ: ESPR) per la commercializzazione delle compresse di acido bempedoico e della associazione fissa acido bempedoico/ezetimibe, nell’area economica europea e in Svizzera. Daiichi Sankyo Europe si occuperà della commercializzazione in questi territori, mentre Esperion sarà responsabile della produzione e dello sviluppo di questo inibitore orale dell’adenosina trifosfato (ATP) citrato liasi (ACL) in monosomministrazione giornaliera che riduce il colesterolo e la sintesi degli acidi grassi nel fegato. L’accordo rafforzerà il portfolio cardiovascolare di Daiichi Sankyo in Europa e sfrutterà le sinergie create nella commercializzazione dell’anticoagulante orale in monosomministrazione giornaliera LIXIANA® (edoxaban) e dell’antiaggregante in monosomministrazione giornaliera Efient® (prasugrel).

Vi è una significativa necessità di ulteriori opzioni di trattamento per l’elevato numero di pazienti in Europa con ipercolesterolemia che non raggiungono il livello ottimale di colesterolo LDL. Anche nei pazienti ad altissimo rischio, solo il 32% raggiunge il livello target di C-LDL, e ciò è particolarmente vero per i pazienti che sperimentano reazioni avverse ai farmaci a base di statine e sono così costretti ad assumerne solo alla massima dose tollerata o addirittura a non prenderne affatto. L’acido bempedoico è un profarmaco che richiede l’attivazione da parte della acil-CoA sintetasi-1, enzima assente nel tessuto muscolare, e quindi non presenta il rischio potenziale di reazioni avverse a carico dei muscoli associato alla terapia con statine. L’acido bempedoico può essere usato in associazione con altri farmaci ipolipemizzanti e offrirà un’opzione orale, in monosomministrazione giornaliera, per i pazienti che non raggiungono il target di C-LDL.

Il robusto programma di sviluppo che ha valutato l’efficacia e la sicurezza dell’acido bempedoico è stato completato nell’ottobre 2018. Gli studi di fase 2 e di fase 3 sono stati condotti su quasi 4.800 pazienti; circa 3.100 sono stati trattati con acido bempedoico e hanno ottenuto una riduzione di C-LDL fino al 30% se utilizzato in monoterapia e fino al 48% se in associazione con ezetimibe. I risultati dimostrano che l’acido bempedoico è ben tollerato e ne confermano l’efficacia su un lungo periodo di tempo. La frequenza di eventi avversi osservati durante il trattamento, di eventi avversi a carico dei muscoli e di interruzioni della terapia, è risultata sovrapponibile nel gruppo trattato con acido bempedoico e in quello trattato con placebo.

“Siamo molto lieti di annunciare questo accordo di licenza commerciale per l’acido bempedoico, un trattamento innovativo che affronterà un importante bisogno insoddisfatto per i pazienti che non raggiungono il livello ottimale di colesterolo LDL ed hanno opzioni terapeutiche limitate” dichiara Rodney Smith, ricercatore e capo del Medical Affairs di Daiichi Sankyo Europe. “Il team di Esperion ha condotto un programma di sviluppo robusto e di alta qualità su 4.000 pazienti dimostrando che l’acido bempedoico è un’opzione terapeutica efficace e ben tollerata. Ciò supporta la nostra grande fiducia in questo prodotto che completa e rafforza il nostro attuale portfolio cardiovascolare, costruito sul successo di LIXIANA®”, aggiunge Benoit Creveau, capo del dipartimento del Marketing Cardiovascolare di Daiichi Sankyo Europe.

Secondo i termini dell’accordo, Daiichi Sankyo Europe verserà a Esperion un anticipo di 150 milioni di dollari, a cui aggiungerà versamenti successivi, inclusi 150 milioni di dollari sulle prime vendite commerciali e royalties. Il totale di queste tranche potrebbe potenzialmente arrivare fino a 900 milioni di dollari.

“Siamo molto felici di collaborare con Daiichi Sankyo Europe per rendere l’acido bempedoico l’opzione di trattamento ipolipemizzante preferita dopo le statine, sia per i pazienti che per i medici europei. Daiichi Sankyo Europe, con la sua organizzazione commerciale composta da 1000 dipendenti dedicati all’area cardiovascolare, vanta una serie di successi nella vendita di farmaci, incluso quello del suo anticoagulante orale LIXIANA®, che hanno come target gli stessi specialisti a cui è rivolto l’acido bempedoico”, dichiara Tim Mayleben, presidente e CEO di Esperion. “Questo accordo rappresenta il primo passo nell’evoluzione di Esperion, da pioniera ad azienda commerciale di successo”.

Esperion ha completato il suo programma di sviluppo di Fase III di acido bempedoico in monosomministrazione ed associato ad ezetimibe nell’ottobre 2018. La società prevede di presentare le domande di autorizzazione all’immissione in commercio alla Food and Drug Administration (FDA) durante il primo trimestre del 2019 e all’Agenzia europea per i medicinali (EMA) durante il secondo trimestre del 2019. Le decisioni sull’ approvazione da parte della FDA e dell’EMA sono attese nella prima metà del 2020. CLEAR Outcomes, il trial globale sull’acido bempedoico e gli eventi cardiovascolari, è attualmente in corso e i dati sulla riduzione del rischio cardiovascolare sono attesi nel 2022.

————————————————-

Associazione Acido Bempedoico / Ezetimibe
L’associazione di acido bempedoico e ezetimibe è una terapia non-statinica, disponibile per via orale (compresse), in monosomministrazione giornaliera, per ridurre i livelli di C-LDL, mediante i meccanismi di azione complementari di inibizione della sintesi del colesterolo (acido bempedoico) e inibizione dell’assorbimento del colesterolo (ezetimibe). L’inibizione dell’adenosina trifosfato (ATP) citrato liasi (ACL) da parte dell’acido bempedoico riduce la biosintesi del colesterolo e riduce il C-LDL agendo sul recettore LDL. L’inibizione del gene NPC1L1 (Niemann-Pick C1-Like 1), grazie a ezetimibe, si traduce in un ridotto assorbimento del colesterolo dal tratto gastrointestinale che, di conseguenza, riduce l’apporto di colesterolo al fegato, con effetti conseguenti sui recettori LDL. I dati di Fase III hanno dimostrato che questa associazione ben tollerata determina una riduzione del 35% del C-LDL quando utilizzato con statine alla massima dose tollerata, una riduzione del 43% del C-LDL quando usato in monoterapia, e una riduzione del 34% della proteina C-reattiva ad alta sensibilità (hsCRP). La frequenza di eventi avversi osservati durante il trattamento, di eventi avversi a carico dei muscoli e di interruzioni del trattamento, è risultata sovrapponibile nel gruppo trattato con acido bempedoico e in quello trattato con placebo.

Acido Bempedoico
Con un meccanismo d’azione mirato, l’acido bempedoico è il primo farmaco appartenente alla classe degli inibitori dell’(ATP) citrato liasi (ACL), orale, in monosomministrazione giornaliera, che riduce la biosintesi del colesterolo e degli acidi grassi e riduce il C-LDL agendo sul recettore LDL. Come le statine, l’acido bempedoico riduce anche la proteina C-reattiva ad alta sensibilità (hs-CRP), un marcatore chiave dell’infiammazione associato alla malattia cardiovascolare.5 L’acido bempedoico è un profarmaco che è attivato dalla acil-CoA sintetasi a catena molto lunga-1 (ACSVL1). Inoltre, è stato dimostrato che l’assenza di ACSVL1 nel muscolo scheletrico permette all’acido bempedoico di non provocare la miotossicità associata alla terapia con le statine.Destinazione non trovata! Gli studi di fase II e di fase III condotti su quasi 4.800 pazienti, con circa 3.100 pazienti trattati con acido bempedoico, hanno messo in evidenza una ulteriore riduzione del colesterolo LDL del 20% quando utilizzato con statine alla massima dose tollerata, fino al 30% quando utilizzato in monoterapia, e una riduzione del 35% in associazione ad ezetimibe se usato con statine alla massima dose tollerata, e fino al 48% di C-LDL in associazione ad ezetimibe senza somministrazione concomitante di statine.5

L’effetto dell’acido bempedoico sulla morbilità e mortalità cardiovascolare non è stato ancora determinato. Esperion ha avviato uno studio globale sugli eventi cardiovascolari, al fine di valutare gli effetti dell’acido bempedoico sulla frequenza di eventi cardiovascolari maggiori in pazienti con malattia cardiovascolare o ad alto rischio, che non tollerano neanche la più bassa dose giornaliera di statine approvata, e dunque sono considerati “statino-intolleranti”. Il trial – noto come CLEAR Outcomes – è uno studio event-driven, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo che prevede l’arruolamento di circa 12.600 pazienti con ipercolesterolemia ad elevato rischio di malattia cardiovascolare, in oltre 1.000 centri distribuiti in circa 30 Paesi.

FonteDaiichi Sankyo Europe

Cerca tubi acqua

Scritto da letizia wd il . Pubblicato in Aziende

Carlesi Strumenti

Carlesi strumenti è una azienda che da molti anni si occupa della distribuzione, vendita e noleggio di articoli per professionisti nel campo delle misurazioni. Questi dispositivi sono fondamentali per garantire la sicurezza dei lavoratori e il rispetto delle normative di legge. Carlesi Strumenti è garanzia di qualità. Ogni prodotto che potrete trovare nel catalogo di vendita dell’azienda è di facile utilizzo e perfetto anche per chi approccia per la prima volta una professione e ha bisogno di sicurezza e facilità di uso.

Cerca tubi acqua

Tra i numerosi attrezzi di misurazione fondamentali per la professione ci sono i cerca tubi. Un dispositivo cerca tubi acqua è fondamentale per ogni lavoratore professionista che si occupa lavorazioni edili e ristrutturazioni di ogni genere. La possibilità di monitorare la presenza di tubi o meno nella parete da forare o da demolire rappresenta un bel vantaggio ed evita di commettere errori che comporterebbero dei gravi danni. Infatti un danno alle tubature dell’acqua durante un lavoro di muratura può risultare molto costoso e non facile da riparare. Per non parlare della conseguente perdita di tempo che la riparazione comporterebbe. Ecco quindi spiegato il motivo per cui questo strumento è fondamentale per molti professionisti.

Presso il punto vendita Carlesi Strumenti, e sul sito web possiamo trovare numerosi modelli che possono soddisfare le esigenze più diverse. Tecnologie laser a banda larga consentono grandi prestazioni e precisione millimetrica. Gli strumenti sono in grado di distinguere i vari materiali e il loro spessore, fino ad indicare con precisione la profondità nel quale si trovano nella parete.

Alcuni cerca tubi sono in grado di memorizzare i dati ottenuti e importarli e condividerli con altri dispositivi. Tramite porta USB o tecnologia Bluetooth infatti è possibile conservare i dati raccolti per tenere traccia delle misurazioni.

Per avere maggiori informazioni riguardo i prodotti della Carlesi Strumenti vi invito a contattarci o visualizzare i prodotti sul sito web.

D385: il nuovo top di gamma della serie D3xx di Snom

Scritto da Andrea Bianchi il . Pubblicato in Aziende, Tecnologia

Berlino – Snom, specialista berlinese della telefonia IP, presenta il D385, nuovo telefono IP di punta della serie D3xx, iniziando il 2019 all’insegna dell’innovazione. Il raffinato terminale IP premium da tavolo dispone di un display a colori di 4,3 pollici ad alta risoluzione inclinabile, che consente di visualizzare immagini e informazioni predefinite come il logo aziendale e l’utente che utilizza il terminale in quel momento. Il D385 integra altresì uno schermo paperless che mostra diverse opzioni e lo status dei 12 tasti funzione configurabili attraverso indicatori bicolore.

Concepito per uffici direzionali, l’elegante D385, ultima novità della serie D3xx di Snom, presenta tutte le caratteristiche avanzate di un telefono IP aziendale, combinandole ad un design all’ultimo grido. Dotato di una tastiera di stile europeo leggermente inclinata, permette di comporre qualsiasi numero in modo semplice e rapido. Inoltre, il terminale dispone di un pulsante di navigazione quadridirezionale di ultima generazione e piacevole al tatto per un utilizzo efficace del menu.

Dodici sono i tasti funzione fisici con etichettatura automatica utilizzabili in 4 diverse modalità (quindi in totale 48), che offrono rapido accesso a funzioni di uso comune tra cui la selezione di un contatto specifico, la composizione rapida e la  ricomposizione di un recapito telefonico, l’inoltro di chiamata e lo stato di presenza dell’utente (ad esempio “non disturbare”). Il telefono IP D385 è espandibile con il modulo di estensione D3 tramite porta USB, che non solo aggiunge al terminale ulteriori 18 tasti LED configurabili e un ulteriore display ad alta risoluzione retroilluminato ma contribuisce anche al favoloso design del nuovo modello top di Snom grazie al profilo inclinato.

Lo Snom D385 con display da 4,3” in alta risoluzione e secondo schermo paperless

Numerose le caratteristiche che fanno del D385 un prodotto particolarmente versatile: lo switch Gigabit a due porte (IEEE 802.3) permette la connessione contemporanea di più dispositivi e la porta USB ad alta velocità consente l’utilizzo di un adattatore Wi-Fi per una maggiore flessibilità di collocazione del dispositivo. Inoltre, tramite presa USB, l’utente può avvalersi di adattatori DECT come lo Snom A230, combinati ad auricolari DECT, come lo Snom A170. Grazie al Bluetooth integrato anche collegare cuffie wireless di terzi risulta molto semplice.

Il processore di segnale digitale (DPS) assicura una qualità audio cristallina in altissima definizione (HD wideband), anche in modalità vivavoce.

Oltre a fruire dello standard di alimentazione elettrica tramite ethernet (PoE ISEE 802.3af, Class 3), che riduce il numero di cavi utilizzati semplificando l’installazione, il nuovo terminale di Snom è conforme ai più moderni standard di sicurezza come TLS & SRTP, Dual Stack IPv4/IPv6 e supporta la connessione tramite VPN.

Lo Snom D385 è disponibile in Italia a partire da subito al prezzo di listino raccomandato di € 270 IVA esclusa.


Chi è Snom 

Leader su scala mondiale e marchio premium di innovativi telefoni VoIP professionali di livello enterprise, Snom fu fondata nel 1997 e ha sede a Berlino. Pioniere del VoIP, Snom lancia il primo telefono IP al mondo nel 2001. Oggi, il portafoglio di prodotti Snom è in grado di soddisfare qualsiasi esigenza di comunicazione presso aziende di ogni ordine e grado, call center, nonché in ambienti industriali con particolari requisiti di sicurezza.
Sussidiaria di VTech Holdings Limited dal 2016, Snom conta uffici commerciali dislocati in Italia, Regno Unito, Francia e Taiwan, vantando altresì una reputazione internazionale eccellente nel mercato del Voice-over-IP. L’innovazione tecnologica, l’estetica del design, la semplicità d’uso e un’eccezionale qualità audio sono solo alcune delle caratteristiche che distinguono i rinomati prodotti Snom. L’attuale gamma di prodotti Snom è universalmente compatibile con tutte le principali piattaforme PBX ed è stata insignita di numerosi premi in tutto il mondo da esperti indipendenti.
Ingegnerizzate in Germania, le soluzioni IP di Snom rappresentano la scelta perfetta nei mercati verticali, come la sanità e l’istruzione, dove sono richieste soluzioni specializzate nella comunicazione business, nell’IoT e nelle tecnologie intelligenti.
Per maggiori informazioni su Snom Technology GmbH, si prega di visitare il sito www.snom.com
Per maggiori informazioni su VTech  www.vtech.com

Specchio in ferro battuto artigianale

Scritto da letizia wd il . Pubblicato in Aziende, Casa e Giardino

MARTELLI ferro battuto si occupa da molti anni di disegnare oggetti di arredamento di ogni genere e forma, anche partendo da un disegno originale. La ditta Martelli produce ogni tipo di complemento d’arredo, dai letti ai cancelli, dalle cornici per gli specchi ai tavoli.

Desideri da sempre un oggetto del tutto unico per arredare la tua casa? Il ferro battuto è il materiale ideale per conferire a interni di ogni tipo un carattere retrò e nostalgico. Questo prezioso materiale inoltre porta con sé le caratteristiche del più antico artigianato, e degli artisti che ne forgiano le diverso forme, dando origine ad oggetti sempre unici e particolarissimi. Gli artigiani di MARTELLI ferro battuto sapranno donare forma ad ogni tua idea.

Specchi in ferro battuto

Lo specchio è un elemento fondamentale in ogni casa, sia per funzionalità che per elemento di arredo. Se vuoi che diventi l’elemento centrale di  una stanza devi optare per una forma particolare e originale. Qualsiasi sia il tuo stile e lo stile della tua casa c’è uno specchio giusto per le tue esigenze e il tuo gusto. Un grande vanto dell’azienda sono i suoi bellissimi specchi. Qualsiasi sia la forma che più desiderate, tondo e elaborato o rettangolare e minimale, i professionisti artigiani sapranno consigliarvi il meglio.Molti sono i disegni già disponibili all’interno del catalogo dell’azienda, ma non c’è limite alla fantasia. Ogni oggetto conserva l’unicità di un prodotto forgiato appositamente per il cliente che lo commissiona.

La scelta non è solo nelle forme ma anche nella eventuale colorazione, la scelta delle vernici può essere davvero molto vasta. Con un oggetto disegnato e forgiato appositamente per la tua casa e che segue totalmente il tuo gusto sarai sicuro di possedere un oggetto davvero originale.

Qualsiasi sia la vostra idea, Martelli ferro battuto sarà in grado di realizzarla. Potrete contare su un servizio veloce e affidabile che esaudirà tutte le vostre richieste. Per maggiori informazioni contattate i nostri professionisti e visitate il sito nel quale potrete visionare le nostre creazioni già realizzate in precedenza.

Spray peperoncino: da strumento di autodifesa a prodotto mediatico

Scritto da WebmasterDeslab il . Pubblicato in Società

Lo spray peperoncino è sempre più al centro dell’attenzione mediatica nel nostro Paese, specialmente negli ultimi mesi. Se ne parla spesso (forse troppo) nei salotti della Tv, sui siti online di numerose testate giornalistiche, in radio e, ovviamente, sui social. Improvvisamente, l’informazione pubblica si occupa quotidianamente di questo strumento di difesa personale, analizzandone aspetti negativi e positivi, nonché i fenomeni sociali ad esso correlati.

Sono bastati alcuni episodi di cronaca negli ultimi mesi (l’ultimo la tragedia della discoteca di Corinaldo) a far scatenare un dibattito acceso circa la sua validità e utilità, e nell’opinione pubblica, e sui media. Insomma, ne parlano tutti. Eppure, appena qualche mese fa la parola “spray peperoncino” non era tra quelle più ricercate sul web, contrariamente a quanto accade oggi, dove commenti e discussioni si spendono facilmente: dai casi di cronaca che parlano di un utilizzo improprio delle bombolette OC nei luoghi pubblici, alle polemiche sulla necessità di commercializzarlo.

Talvolta, si ha come l’impressione che ad essere in atto negli ultimi mesi sia una vera e propria campagna di demonizzazione di questo dispositivo, divenuto anche oggetto di contrapposizione politica, tra chi ne difende la sua utilità sociale e chi lo identifica come mezzo che incita alla violenza. In altri termini, si è persa la concezione dello spray OC come un valido strumento atto a tutelare l’integrità fisica della persona in caso di aggressione.

Certamente, una riflessione seria sulle possibili conseguenze sociali che lo spray antiaggressione comporta soprattutto tra i giovani va fatta, così come sulla legalità e provenienza di alcuni di essi. Per questi motivi, si rende necessario oggi più che mai un intervento normativo concreto da parte delle istituzioni, allo scopo di regolamentare e rendere più restrittiva la vendita al dettaglio. Allo stesso tempo, è importante che anche l’informazione faccia la sua parte, disciplinando i cittadini a un utilizzo appropriato e necessario.

“One Guitar”. La musica dei Mardi Gras a sostegno della ricerca sul Parkinson

Scritto da Mardi Gras il . Pubblicato in Musica

La Light of Day Foundation da anni sostiene la lotta al morbo di Parkinson grazie al potere “benefico” della musica.
Anche i romani Mardi Gras hanno deciso di partecipare a questa insolita raccolta fondi con una cover di un brano di Wille Nile, cult rocker americano da sempre legato alla Light of Day Foundation. Gli stessi Mardi Gras suonarono al Forum di Roma proprio per la Foundation affiancando i musicisti di Bruce Springsteen.
Anche Bruce Springsteen sostiene la Foundation che prende il nome da un suo brano e spesso Springsteen suona questo brano proprio con il suo autore.,
One Guitar” è da oggi disponibile su tutti gli stores digitali e il ricavato dalle vendite andrà tutto in beneficienza.
Un video diretto da Marco Gallo con le video grafiche di Marco Castellani fa da corredo al brano.
In questo stesso periodo, una carovana di musicisti americani è in attesa della WInterfest che si terrà nel New Jersey a Gennaio.
Da più di dieci anni attivi sulla scena romana e internazionale i Mardi Gras in passato hanno già legato la loro musica ad Amnesty International, la “Drop the Debt Campaign“, e altre associazioni realizzando tre dischi con un ampia visione internazionale che li ha anche portati sui palchi irlandesi e negli studi di Abbey Road per terminare il loro terzo album. Neil Young ha scelto due dei loro brani per la sua speciale classifica “Songs of the times” dove il rocker canadese sceglieva le canzoni di protesta e di pace. I singoli “Shoes” e “Tried” li hanno visti protagonisti nel 2018 facendo da apripista a questo terzo singolo.
 

RC Auto: 145.000 laziali pagheranno di più nel 2019

Scritto da Andrea Polo il . Pubblicato in Automobili, Economia

Il nuovo anno si apre con una brutta notizia per quasi 145.000 laziali; tanti sono gli automobilisti che, secondo l’analisi fatta da Facile.it, avendo denunciato alle assicurazioni un sinistro con colpa avvenuto nel 2018, vedranno aumentare la propria classe di merito e, insieme ad essa, il costo dell’RC auto.

Il dato è stato calcolato da Facile.it che, esaminando oltre 85.000 preventivi di rinnovo RC auto richiesti tramite il sito da automobilisti residenti nel Lazio, ha evidenziato come il 4,95% degli utenti della regione abbia dichiarato di essere stato responsabile di un incidente nel corso del 2018, il che farà scattare l’aumento del costo dell’assicurazione. Il dato risulta superiore di oltre un punto percentuale rispetto alla media nazionale (3,83%); la buona notizia, però, è che il valore regionale risulta in calo rispetto all’anno precedente, quando la percentuale di automobilisti laziali che erano ricorsi all’assicurazione per un sinistro con colpa era pari al 5,36%.

Guardando all’andamento del premio medio* RC auto nel Lazio, emerge che a dicembre 2018 per assicurare un veicolo in regione occorrevano, in media, 609,40 euro, valore in aumento del 4,95% rispetto allo stesso mese del 2017.

L’andamento provinciale dei sinistri denunciati

Facile.it ha poi analizzato i dati su base territoriale scoprendo che, in regione, la provincia che ha registrato la percentuale più alta di automobilisti che hanno denunciato all’assicurazione un sinistro con colpa è quella di Rieti (5,88%); oltre a questo primato, la provincia risulta essere quella della regione dove la percentuale è cresciuta maggiormente rispetto all’anno precedente (quando era pari a 4,50%). Per percentuale di denuncianti nel 2018 a Rieti seguono, in classifica, gli automobilisti di Roma (5,11%) e Viterbo (4,30%). L’area con i valori più bassi è invece Frosinone, dove solo il 3,75% degli automobilisti ha denunciato un incidente con colpa, appena di più a Latina, dove a cambiare classe di merito sarà il 3,99% degli assicurati.

Chi cambierà classe

Guardando alle caratteristiche sociodemografiche del campione laziale, emerge che fra gli uomini hanno denunciato sinistri con colpa il 4,48% del campione, mentre tra le donne la percentuale è più alta, pari al 5,72%.

Dati interessanti arrivano anche esaminando le professioni dichiarate in fase di preventivo di rinnovo; i medici e gli operatori sanitari sono la categoria professionale che in percentuale maggiore ha denunciato sinistri con colpa e, tra loro, il 5,87% vedrà un peggioramento della classe di merito. Seguono nella classifica, ma con valori appena inferiori, i pensionati (5,86%) e gli agenti di commercio (5,84%). Guardando la graduatoria regionale nel senso opposto, invece, sono gli ecclesiastici e gli studenti ad aver denunciato, in percentuale, meno sinistri con colpa, rispettivamente l’1,45% e il 2,22%.

* L’Osservatorio auto di Facile.it calcola il premio di assicurazione RC auto medio a livello nazionale, regionale e provinciale e le sue variazioni negli ultimi 12 mesi. Per calcolare tali dati, Facile.it si è avvalso di un campione di 7.449.494 preventivi effettuati in Italia dai suoi utenti tra l’1 dicembre 2017 e il 31 dicembre 2018. Per quanto riguarda il Lazio, la ricerca è basata su 1.390.754 preventivi effettuati in Lazio su Facile.it nel medesimo periodo. Le tariffe indicate nell’Osservatorio sui costi RC auto di Facile.it prendono in considerazione come campione tutti i preventivi effettuati sul sito e relativi risultati di quotazione prodotti. Facile.it confronta le compagnie assicurative elencate a questa pagina: https://www.facile.it/come-funziona.html#compagnie_confrontate

Alla Fiera TSW di Varsavia le eccellenze made in Geoplant

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende

L’azienda vivaistica romagnola sceglie la nona edizione della celebre fiera internazionale per presentare agli operatori del settore le cultivar di punta del suo comparto fragolicolo.

Aprono oggi, 9 gennaio, al Ptak Warsaw Expo i lavori della due giorni di manifestazione fieristica TSW – Salone del settore ortofrutticolo dell’Europa centrale e orientale giunta quest’anno alla sua nona edizione – attestatasi nella precedente tornata su un bilancio di 16.000 visitatori e 330 espositori provenienti da tutto il mondo.

Accanto alle aziende produttrici di macchinari e trattori e alle realtà leader nello smistamento, nel confezionamento e nello stoccaggio, giocheranno un ruolo fondamentale le imprese vivaistiche, parte integrante dell’Esposizione e sinonimo di ricerca e innovazione nel panorama dell’industria dell’ortofrutta.

Tra queste ultime vi sarà in prima linea (presso lo stand B11) Geoplant Vivai, player italiano di punta nel campo dell’innovazione varietale e del miglioramento genetico con sede a Savarna, nel ravennate. Ai visitatori giunti da ogni angolo d’Europa e non solo (Polonia, Bielorussia, Ucraina, Estornia, Paesi Bassi, Germania, Gran Bretagna, Austria e Italia sono solo alcuni dei principali esempi), la Società agricola romagnola illustrerà le plusvalenze delle sue storiche varietà di fragola, come Alba, Asia, Roxana e Syria, ma anche le eccellenti caratteristiche sensoriali e organolettiche delle più recenti Tea, Olympia, Fragolaurea, Malga e Scala, abbondantemente richieste in ragione dell’elevato standard qualitativo dei loro frutti, ma anche della considerevole resistenza alle malattie e alla notevole capacità produttiva delle rispettive piante. A riscuotere l’interesse dei produttori concorrono poi le elevate pezzature e il colore rosso brillante, in particolare di Tea e Olympia, riconoscibili per l’aspetto conico e la significativa consistenza.

Un’attenzione particolare verrà riservata da Michele Montanari – tecnico commerciale e breeder della Geoplant Vivai – e dal team presente in stand agli aspetti connessi alla lavorazione e al confezionamento delle piante di fragola, grazie alla disponibilità in fiera di campioni di piantine frigoconservate.

Come fu in primavera per Tea, varietà tardiva che vanta già ottimi riscontri non solo in Italia, ma anche negli areali di Bordeaux e della Nuova Aquitania, la TSW rappresenta per Geoplant Vivai l’occasione ideale per incontrare gli stakeholders dell’Europa centro-orientale e indagare le esigenze di questo mercato in rapida e costante ascesa, così da proporre cultivar di fragola adatte alle condizioni climatiche e commerciali dei Paesi interlocutori.

www.geoplantvivai.com

RC Auto: oltre 35.000 liguri pagheranno di più nel 2019

Scritto da Andrea Polo il . Pubblicato in Automobili, Economia

Il nuovo anno si apre con una brutta notizia per oltre 35.000 liguri; tanti sono gli automobilisti che, secondo l’analisi fatta da Facile.it, avendo denunciato alle assicurazioni un sinistro con colpa avvenuto nel 2018, vedranno aumentare la propria classe di merito e, insieme ad essa, il costo dell’RC auto.

Il dato è stato calcolato da Facile.it che, esaminando oltre 10.250 preventivi di rinnovo RC auto richiesti tramite il sito da automobilisti residenti in Liguria, ha evidenziato come il 5,09% degli utenti della regione abbia dichiarato di essere stato responsabile di un incidente nel corso del 2018 che farà scattare l’aumento del costo dell’assicurazione. Il dato non solo risulta notevolmente superiore alla media nazionale (3,83%), ma è addirittura il più alto di tutta Italia.

La buona notizia, però, è che il valore regionale risulta in calo rispetto all’anno precedente, quando la percentuale di automobilisti liguri che erano ricorsi all’assicurazione per un sinistro con colpa era pari al 5,67%.

Guardando all’andamento del premio medio* RC auto in Liguria, emerge che a dicembre 2018 per assicurare un veicolo in regione occorrevano, in media, 601,50 euro, valore in aumento dell’1,78% rispetto allo stesso mese del 2017.

L’andamento provinciale dei sinistri denunciati

Facile.it ha poi analizzato i dati su base territoriale scoprendo che, in regione, la provincia che ha registrato la percentuale più alta di automobilisti che hanno denunciato all’assicurazione un sinistro con colpa è quella di Genova (5,66%); seguono in classifica gli automobilisti di La Spezia (5,64%) e Savona (4,42%). L’area con i valori più bassi è invece Imperia, dove solo il 2,05% degli automobilisti ha denunciato un incidente con colpa; oltre a questo primato, la provincia risulta essere quella della regione dove la percentuale è diminuita maggiormente rispetto all’anno precedente (quando era pari al 4,37%).

Chi cambierà classe

Guardando alle caratteristiche sociodemografiche del campione ligure, emerge che fra gli uomini hanno denunciato sinistri con colpa il 4,47% del campione, mentre tra le donne la percentuale è più alta, pari al 6,17%.

Dati interessanti arrivano anche esaminando le professioni dichiarate in fase di preventivo di rinnovo; gli insegnanti sono la categoria professionale che in percentuale maggiore ha denunciato sinistri con colpa e, tra loro, l’8,49% vedrà un peggioramento della classe di merito. Seguono nella classifica, ma con valori sensibilmente inferiori, i commercianti (7,16%) e i liberi professionisti (6,19%). Guardando la graduatoria regionale nel senso opposto, invece, sono le forze armate e gli agenti di commercio ad aver denunciato, in percentuale, meno sinistri con colpa, rispettivamente l’1,39% e il 2,82%.

Di seguito le classifiche regionali e provinciali degli automobilisti che hanno denunciato un sinistro con colpa nel periodo di tempo considerato.

L’Osservatorio auto di Facile.it calcola il premio di assicurazione RC auto medio a livello nazionale, regionale e provinciale e le sue variazioni negli ultimi 12 mesi. Per calcolare tali dati, Facile.it si è avvalso di un campione di 7.449.494 preventivi effettuati in Italia dai suoi utenti tra l’1 dicembre 2017 e il 31 dicembre 2018. Per quanto riguarda la Liguria, la ricerca è basata su 147.349 preventivi effettuati in Liguria su Facile.it nel medesimo periodo. Le tariffe indicate nell’Osservatorio sui costi RC auto di Facile.it prendono in considerazione come campione tutti i preventivi effettuati sul sito e relativi risultati di quotazione prodotti. Facile.it confronta le compagnie assicurative elencate a questa pagina: https://www.facile.it/come-funziona.html#compagnie_confrontate

Volontari a Castelplanio per augurare un buon 2019 con un codice morale basato unicamente sul buon senso – La via della felicità di L. Ron Hubbard.

Scritto da Tiziana Bonazza il . Pubblicato in Religione

Per augurare un buon 2019 all’insegna dei valori e del buon senso, che storicamente hanno delineato gli argini della via verso una vita migliore per tutti, i volontari della Missione di Senigallia sabato saranno presenti al centro commerciale di Castelplanio, paese medievale marchigiano detto Castello, presentando le opere di L. Ron Hubbard e distribuendo gratuitamente copie de La via della felicità augurando a tutti pace e felicità per il nuovo anno!

Ma L. Ron Hubbard, chi era veramente? E ancora: perché scrisse questo codice privo di connotazioni religiose, la cui punta di diamante è probabilmente un libretto intitolato La Via Della Felicità?

Un’analisi quantitativa riportata nella rivista dello Smithsonian Institution  colloca il Fondatore di Scientology tra le figure religiose più importanti della storia degli Stati Uniti.

Nella sua edizione 2015 per collezionisti, la rivista dello Smithsonian Institution ha posizionato L. Ron Hubbard, fondatore della religione di Scientology, tra i 100 americani più influenti di tutti i tempi.
La rivista lo ha inoltre incluso tra le 11 personalità più importanti della storia americana in ambito religioso, menzionando il suo storico bestseller, Dianetics, la forza del pensiero sul corpo, e la conseguente nascita di Scientology, una religione che oggi conta 11.000 chiese, missioni e gruppi in 167 nazioni.

E’ curioso che per descrivere l’immenso lavoro, i campi d’interesse e le opere di L. Ron Hubbard, il fondatore di Scientology, sia stato necessario un immenso lavoro di ricerca.

A colmare questa lacuna ha provveduto la recente pubblicazione di una sua biografia, molto estesa e sui generis al punto da essere chiamata “enciclopedia biografica”. Sono ben 16 volumi, corredati da foto e da suoi scritti originali, alcuni inediti.

A differenza di altre biografie di personaggi famosi, che si dilungano a volte morbosamente su dettagli spesso riportati da terze persone, questa invece dà la parola alle opere del protagonista, mettendo in primo piano il suo pensiero e le varie diramazioni dei suoi interessi e attività.

Alcuni dei volumi, ad esempio, rivelano che nell’arco della sua vita Hubbard aveva portato avanti una serie di ricerche nel sociale, toccando vari settori chiave quali l’istruzione, il recupero dalla droga e la riabilitazione dei criminali. Ricerche che sono sfociate in una serie di pubblicazioni e di metodologie usate oggi con successo in scuole, centri di riabilitazione e istituti carcerari di vari paesi.

È un filone a sé stante rispetto a Scientology, privo di connotazioni religiose, la cui punta di diamante è probabilmente un libretto intitolato La Via Della Felicità, un codice morale basato unicamente sul buon senso. Tra tutte le opere di Hubbard, vanta in assoluto il maggior numero di ristampe, avendo superato i 100 milioni di copie pubblicate in 97 lingue. In una ipotetica classifica dei libri più venduti di sempre, il cui podio è occupato dalla Bibbia, dalle Citazioni di Mao e dal Corano, si piazzerebbe subito dopo i primi dieci. Niente male per un libro che ha poco più di trent’anni di vita (è stato scritto da Hubbard nel 1980 e pubblicato per la prima volta nel 1981).

Uno dei motivi di una così rapida diffusione è stato il suo utilizzo da parte di varie istituzioni, associazioni ed enti in zone di forti tensioni o ad alto tasso di criminalità, come strumento di educazione e di prevenzione. Attualmente ne stanno facendo ampio uso i corpi di polizia di Ecuador e Colombia, distribuendolo in modo massiccio tra la popolazione delle aree più esposte al crimine. Potrà sembrare strano, ma si possono ottenere risultati inaspettati parlando alle persone di onestà, valori morali e integrità personale senza minacce o bacchettate, ma facendo leva sul buon senso e sul potere di scelta individuale.

La libertà di scelta è un motivo conduttore in molte opere di Hubbard, un ingrediente essenziale secondo lui per la crescita di individui e nazioni. Uno dei volumi biografici riporta suoi articoli e saggi sul ruolo della giustizia e sugli effetti negativi della punizione, oltre ai retroscena della nascita del libretto La Via Della Felicità.

Per conoscere veramente la figura e le opere di L. Ron Hubbard visita il sito www.lronhubbard.it.