Archivio per Ottobre, 2018

Jabra lancia Engage 50: cuffia digitale professionale con cavo per conversazioni dal suono perfetto

Scritto da Giorgio il . Pubblicato in Aziende, Tecnologia

Jabra lancia sul mercato Engage 50, cuffia digitake professionale (Mono e Stereo) con cavo che stabilisce nuovi standard per la qualità delle chiamate e la produttività degli addetti ai contact center finalizzata alla soddisfazione dei clienti. Jabra ha progettato Engage 50 per risolvere i problemi delle società che si devono rapportare ai clienti, basandosi su studi recenti che affermano che il 73% degli addetti ritiene che il rumore abbia un effetto negativo sulla loro efficienza[1].

Progettata specificamente per ambienti in cui si adoperano softphone, con funzionalità che contrastano il rumore e le interruzioni nei contact center per favorire la customer satisfaction, Jabra Engage 50, compatibile con piattaforme softphone on-premises, basate su cloud, presenta un esclusivo sistema a 3 microfoni che filtra il rumore di sottofondo e i suoni dovuti alla respirazione per offrire agli interlocutori un’esperienza superiore. L’audio stereo e la super banda larga offrono conversazioni nitide e realistiche con livelli massimi di protezione dell’udito per gli operatori. 

Approfondita analisi delle chiamate

Jabra Engage 50 incorpora un software appositamente progettato per fornire un’accurata analisi delle chiamate al fine di potenziare le decisioni basate sui dati per migliorare l’esperienza del cliente, combattendo al tempo stesso il punto chiave delle difficoltà dell’agente: il rumore. Quando si utilizza Jabra Engage 50, l’utente riceve una guida sullo schermo in tempo reale tramite il software Jabra Direct per regolare l’archetto del microfono se questo non è collocato in una posizione ideale e deve essere sottoposto ad aggiustamento per offrire la migliore qualità di chiamata finalizzata alla customer satisfaction.

Con il software Jabra Express, la società può invece ottenere una panoramica dei dati per singoli utenti o per gruppi. Ad esempio, le misurazioni del rumore di fondo forniscono alle imprese un’indicazione di aree o periodi di tempo in cui il rumore supera una determinata soglia. Ciò consente di prendere decisioni basate sui dati per ridurre il rumore e migliorare la produttività. 

La cuffia inoltre risolve il problema delle interruzioni che influiscono sul focus del lavoro degli agenti, grazie alle luci di stato multicolore su entrambi i padiglioni auricolari. Queste luci possono essere personalizzate per le esigenze aziendali[2], garantendo che gli utenti non siano mai disturbati durante una chiamata importante. Un’efficace cancellazione del rumore passivo protegge ulteriormente dai fastidi ambientali e migliora la capacità di concentrazione.

“La nostra ricerca ha rilevato che il 90% delle società percepisce la soddisfazione del cliente come un fattore di differenziazione competitivo”, ha dichiarato Holger Reisinger, SVP Business Solutions di Jabra. “Quando si tratta di migliorare la qualità e il risultato delle chiamate, è fondamentale ascoltare gli operatori del servizio clienti, che sanno meglio di chiunque altro cosa li distrae dal fare il proprio lavoro o dal completare le chiamate in modo soddisfacente”.

“Ecco perché abbiamo progettato Jabra Engage 50 per affrontare le sfide del business orientato al customer service. Non ci sono cuffie sul mercato che forniscano gli stessi livelli di qualità audio, cancellazione del rumore e funzionalità per aiutare gli addetti dei call center a concentrarsi sul loro lavoro senza timore di interruzioni. Abbiamo anche ascoltato i proprietari di imprese, due terzi dei quali hanno pianificato investimenti strategici nelle analisi avanzate per i prossimi due anni. L’accurata analisi della chiamata nella Jabra Engage 50 consente alle aziende di prendere decisioni basate sui dati per migliorare la qualità complessiva delle chiamate” ha aggiunto Reisinger. 

Tre brevetti

La cuffia Engage 50 detiene tre brevetti per funzioni che migliorano la qualità delle chiamate: il suo sistema a 3 microfoni per ridurre i suoni indesiderati, il chip di elaborazione incorporato direttamente nell’auricolare, e i miglioramenti audio che bilanciano il suono in entrata e si adattano automaticamente alle preferenze degli utenti.

Oltre a questi brevetti, Engage 50 è dotata di un accessorio per il controllo delle chiamate, il Jabra Engage Link, che permette agli operatori di regolare i livelli del volume e di attivare e disattivare la modalità “silenziosa”, di accedere alla composizione rapida, di rispondere e terminare le chiamate e di aggiornare le spie di stato con il solo tocco di un tasto.

Al tempo stesso Jabra Engage 50 è la prima cuffia nella categoria a offrire entrata USB-C per una connessione facile a PC e dispositivi mobili con l’opzione della connettività USB-A come accessorio.

Caratteristiche principali: Jabra Engage 50 Stereo/Mono

  • Sistema a 3 microfoni con cancellazione del rumore con audio stereo e super banda larga
  • Eccellente cancellazione del rumore passivo
  • Soddisfa i requisiti di Skype for Business Open Office
  • Due luci di stato (“occupato”) integrate
  • Comoda e regolabile per lungo utilizzo quotidiano
  • Guida in diretta del microfono su schermo per gli utenti
  • Accurata analisi delle chiamate per le imprese da utilizzare
  • Connettività USB-C. Connettività USB-A tramite accessorio

 Disponibilità

Le cuffie Jabra Engage 50 Stereo/Mono sono ora disponibili presso rivenditori selezionati prezzo di vendita suggerito di: 180 euro per la versione Mono e 200 euro per la versione Stereo.

***

[1] Call centric profiles study from 2017

[2] Necessita di Jabra SDK

I Metanoia con il singolo Colombo

Scritto da Giulio Berghella il . Pubblicato in Musica

in radio  il brano  del giovane gruppo pop rock italiano 

Colombo. Ha ll nome del più famoso degli esploratori  il singolo in versione radio edit dei Metanoia e  non poteva che avere come tema centrale il viaggio.
Un Viaggio  come momento che segue  una partenza che porta ad una destinazione, ad un mutamento e ad una evoluzione, ma anche come un passaggio interiore attraverso se stessi. In ogni caso ad una crescita.
Un brano carico di freschezza che racchiude la filosofia del quello che si è fatto, di quello che si farà e di quello che sarà, insomma vivere davvero.
“non importa dove vai, l’importante è andare; per un altro mare, per un altro cielo, vivere davvero…
Con  le sue incursioni di testiere  abbraccia la scena indie-pop ma  tiene i piedi saldi in un indie-rock, con venature British, dal carattere internazionale.

Struttura efficace, così che tutti possano ricordarla, ritmo che fa venir voglia di cantare, una geniale energia e una chiara maturità compositiva.
Lampante esempio di  quando si  crede in qualcosa avendo la certezza che facendo musica  si  riesce a vedere la bellezza del mondo.

Videoclip Colombo versione integrale


I Metanoia
sono un gruppo Pop Rock nato e formatosi nel 2014 in Abruzzo.
Dopo l’uscita del loro primo EP, nel 2015, dal titolo “Metanoia”, una serie di brani cantati in italiano con influenze di carattere rock internazionale, pubblicano nel 2016 il singolo
“I Postumi del Rock”, brano strumentale della band con venature post rock e psichedeliche.
Tra la fine del 2016 e l’inizio del 2017 la band cambia volto. Viene pubblicato il secondo singolo dal titolo “Aiuto” ed escono di scena lo storico chitarrista e bassista per far spazio a due nuovi componenti: il chitarrista Giuseppe Genua ed il bassista Riccardo Pizzuti.
I Metanoia iniziano così un nuovo percorso che li porterà ad un cambio di genere, dirigendo le loro sonorità verso il Pop Rock internazionale cantato in italiano.  In dirittura d’arrivo il loro primo album che ha già un titolo, ”L’Equilibrio dei Numeri Primi”, per Artis Records Edizioni  Cramps Music.

I Metanoia sono:
Voce: Enrico Romagnoli
Basso e cori: Riccardo Pizzuti
Chitarra, cori e tastiere: Giuseppe Genua
Batteria: Federico Capuani
https://www.facebook.com/Metanoiaitalia/
https://www.instagram.com/metanoiaitalia/

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play
promoradio@dcodcommunication.it
promostampa@dcodcommunication.it

Prezzo dell’ Oro, Nuova Fase di Crescita ?

Scritto da comproorotoscana il . Pubblicato in Economia, Mercati

Il prezzo dell’oro lancia segnali di ripresa e sono diversi gli analisti che vedono un rialzo del suo valore.
I motivi di questa nuova fase di apprezzamento dell’oro possono essere molti e come sempre possono essere interpetrati a seconda della visione economica e politica dalla quale partiamo per analizzare la situazione.
Guardando le prospettive dell’oro da un punto di vista dell’attuale situazione europea è chiaro che gli ultimi anni hanno visto un deciso risveglio dell’interesse verso il prezioso bene rifugio.
Prima con la germania che in fretta e furia ha di fatto rimpatriato gran parte delle proprie riserve auree custodite all’estero, un fatto che va di pari passo con la costante crescita di investimenti in oro fisico da parte dei cittadini tedeschi.
Viene da chiedersi se il governo tedesco, che di fronte ai propri partner europei appare come il paladino dell’euro, non abbia così voluto crearsi preventivamente un piano B per un eventuale uscita dall’europa.
A spingere la germania a realizzare un piano per l’uscita dall’euro sarebbero i segnali di contrasto verso le politiche economiche di bruxelles che risultano essere utili solo ad economie come quella tedesca.e non agli altri 18 stati del continente europeo che hanno aderito alla moneta unica
Ma a fornire un ulteriore supporto agli analisti finanziari europei che vedono una nuova fase di crescita del prezzo dell’oro ci sono anche i paesi del Visegrard con in testa l’Ungheria che di fronte alle sanzioni dell’europa a causa del rifiuto di accettare le relative quote di migranti ha adottato anche essa la strategia compro oro che in pochi mesi ha decuplicato le riserve auree sovrane.
Una mossa che è chiaramente da interpretare come un’assicurazione contro un eventuale uscita dall’unione europea, anche il resto delle nazioni del gruppo di Visegrad come Polonia, Slovacchia e Repubblica Ceca stanno provvedendo ad aumentare le riserve auree con mirate strategie di acquisto dell’oro seppur in quantitativi minori rispetto all’Ungheria.
Daltronde non potrebbe essere che così visto che ad adottare le stesse strategie compro oro ci sono nazioni come germania, olanda e austria, che seppur a parole si dicono convinti dell’unione dei 19 paesi che hanno aderito all’euro.
Questi fatti da soli possono essere una delle ragioni per una nuova fase di crescita del prezzo dell’oro ma molto dipenderà comunque da altre logiche economiche e finanziarie che ormai si giocano ben lontano dalla zona euro.
Ad incidere maggiormente come sempre saranno le scelte della Fed e di altre potenze economiche come quelle appartenenti al gruppo dei BRICS e ancor più le eventuali guerre valutarie tra queste due realtà che inevitabilmente porteranno conseguenze sull’economia globale e di conseguenza sul prezzo del più sicuro dei beni rifugio.

Azienda macchine affilatrici

Scritto da letizia wd il . Pubblicato in Aziende

Azienda macchine affilatrici, Carovani e Parigi

La Carovani e Parigi è un’azienda macchine affilatrici che sin dal 1970 è a disposizione della clientela.

Il settore delle macchine affilatrici va a toccare diversi ambiti dell’industria: tessile, centri affilatura, industrie della carta e scatolifici.

Tutti questi settori necessitano di una manutenzione delle lame che sono presenti nei macchinari che utilizzano.

E’ importante che questi componenti mantengano un’affilatura di alta qualità, e questo è quello che la ditta promuove ormai da anni.

Le lame per svolgere correttamente il loro lavoro non devono essere deteriorate, altrimenti la merce che deve essere tagliata si danneggia.

Per evitare di compromettere l’integrità delle materie prime ma anche quella del macchinario stesso, è saggio affidasi ad un’azienda macchine affilatrici.

Il rischio altrimenti è quello di avere un ritardo nelle tempistiche di esecuzione e consegna, perciò una perdita economica.

Macchine affilatrici di qualità

Le macchine affilatrici consentono alle lame di un macchinario di tornare nuovamente taglienti.

Il mantenimento costante della vostra apparecchiatura vi permetterà di conservarla integra nel corso del tempo.

Un macchinario dopotutto deve funzionare nel migliore dei modi per rispettare determinati standard produttivi.

Per avere tutto questo però ci si deve affidare ad un’azienda leader nel settore, come la Carovani e Parigi.

Il suo personale è altamente qualificato, per questo sarà sempre capace di risolvere le vostre problematiche, e consigliarvi in merito al vostro specifico caso.

L’azienda sarà anche in grado di garantire la sicurezza sul luogo di lavoro.

Essa è fondamentale, per permettere ai propri dipendenti di svolgere serenamente i loro compiti.

Questo viene inevitabilmente a mancare, quando anche solo una parte di un intero macchinario si va ad usurare.

Questa azienda potrà assicurarvi attraverso la sua continua ricerca tecnologica, la risoluzione dei vostri problemi.

Per maggiori informazioni consulta il nostro sito.

Il regalo di Natale perfetto per il tuo uomo: un citizen pilot in titanio

Scritto da Caterina Rossi il . Pubblicato in Aziende, Beauty & Wellness, Lifestyle

Sei una donna a cui è toccata la grande fortuna di avere accanto a sé un uomo come si deve? Innanzi tutto, complimenti, perché gli uomini con carattere che siano allo tempo onesti e premurosi sono delle mosche bianche. Già per questo meriteresti un premio, quantomeno a quel santo di Cupido che vi ha fatti incontrare. Chiamalo destino, botta di… fortuna, o congiunzione astrale favorevole, sappi che ti trovi nell’Olimpo delle donne fortunate. Appurato questo fatto, un uomo in gamba, che sia in occasione del compleanno o per Natale, merita un regalo che si faccia notare e che lo faccia sentire amato e stimato. Cosa c’è di meglio allora di un Citizen Automatico? In particolare ce n’è uno che emerge sugli altri per bellezza e classe ed è il citizen pilot in titanio. Il tuo compagno si innamorerà del suo orologio da polso al primo sguardo, e per questo amerà te ancora di più.

Citizen pilot in titanio: chi lo sceglie

Gli orologi citizen automatici sono qualcosa di eccezionale perché rendono irresistibile chi li indossa, non importa se uomo o donna, giovane o meno. Questi orologi possono essere portati da tutti e per tutti esiste il Citizen perfetto. Ma chi sceglie Citizen? Un uomo che autonomamente si reca in gioielleria o acquista sul web un orologio citizen automatico è già una spanna sopra a tutti gli altri, uno che si distingue dalla massa, per intenderci. Lo stesso si può dire di una donna che decide di regalare un citizen pilot in titanio, o di regalarsi un Citizen. Per farti capire come funziona, ti dirò che una volta ho incontrato un uomo, indubbiamente bello, che si vantava del suo orologio Calvin Klein, che aveva strapagato. Il tipo era bello (almeno quello!) ma vantarsi di aver comprato un orologio Calvin Klein a un prezzo importante è come vantarsi di avere fatto tre ore di coda per una foto con Fedez. Se Citizen ha sempre fatto orologi e Calvin Klein ha sempre fatto moda, secondo te quale sarà l’orologio di qualità per cui ha senso spendere?

Il citizen pilot in titanio che non delude mai

Lasciamo il caso sopra descritto e concentrimoci adesso sul citizen pilot in titanio. Esso possiede tutte le caratteristiche di un orologio di altissima qualità. In primo luogo la cassa da 45 mm è in titanio TICC, materiale leggerissimo, resitente e all’avanguardia. Ha il movimento Eco-Drive radiocontrollato, la funzione di risparmio energetico, crono a 1/20 di sec, doppio fuso orario, ecc. Il cinturino è in pelle, sportivo, per rendere più casual e meno serioso l’aspetto di chi lo indossa. Allo stesso tempo il citizen pilot in titanio è sinonimo di eleganza senza tempo, ed è praticamente impossibile passare inosservati quando se ne indossa uno. Regala un citizen automatico e il tuo compagno non avrà occhi che per te. Perché un uomo di classe merita un orologio di classe e il tuo compagno ne ha da vendere. Puoi fare l’acquisto direttamente sul web, è facile e veloce e ti farà risparmiare quel tempo prezioso per organizzare la serata in sua compagnia.

Sgarbi e Josè Dalí, con Di Vizia della RAI, per la mostra Miami meets Milano

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Punta dritta a Miami Beach la prossima avventura artistica firmata Spoleto Arte. Si tratta della nota esposizione d’arte internazionale Miami meets Milano, che storicamente si svolge durante la fiera d’arte più grande del mondo, Art Basel.

La mostra infatti inaugurerà mercoledì 5 dicembre alle 18 all’Hotel Victor (1144, Ocean Drive).

L’iniziativa, organizzata dal presidente di Spoleto Arte Salvo Nugnes, gode del contributo di importanti personalità del mondo culturale come il prof. Vittorio Sgarbi, l’artista Josè Dalí, figlio di Salvador Dalì, il direttore del Premio Modigliani Alberto D’Atanasio, Roberto Villa di Casa della Fotografia e Antonietta Di Vizia della RAI.

Numerose anche le autorità istituzionali che offrono il loro appoggio alla mostra, dal direttore generale del Ministero degli Affari Esteri al console italiano a Miami, dal presidente della Regione Lombardia e dal sindaco di Milano fino al sindaco di Miami Beach. La kermesse è stata presentata alla Camera dei Deputati lo scorso novembre in un’interessante conferenza stampa. In quest’ultima, l’onorevole Ignazio La Russa, vicepresidente del Senato della Repubblica, si è complimentato perché: «Senza utilizzare nessun tipo di fondi, ma con grande spirito d’iniziativa e imprenditorialità, Miami Meets Milano porta i grandi nomi italiani all’estero, producendo un circolo virtuoso per l’arte nel nostro paese, un campo in cui non siamo certamente secondi a nessuno, nel mondo».

Salvo Nugnes spiega le motivazioni che hanno portato alla creazione di un ponte artistico che mette in comunicazione Miami e Milano: «Le due città hanno un forte legame simbolico. Sono entrambe fulcro della promozione dell’arte e della cultura a livello mondiale, dove passato e presente, antico e moderno, tradizione e innovazione si ritrovano insieme, in perfetta fusione. L’intenzione è quella di consolidare la centralità della grande arte italiana nel mondo allargando l’orizzonte del panorama contemporaneo».

Per avere maggiori informazioni sulla mostra, che rimarrà accessibile fino al 9 dicembre, è possibile chiamare lo 0424 525190 oppure il 388 7338297, scrivere a org@spoletoarte.it o visitare il sito www.spoletoarte.it.

Vantaggi pratici dei pacchetti per la progettazione di impianti 3D

Scritto da gtebart il . Pubblicato in Aziende, Industria, Tecnologia

Milano, Italia – 24 Ottobre 2018: I costruttori di impianti devono continuamente lottare contro il tempo ed i possibili cambiamenti nella concezione dei progetti. Martin Tompkins, Progettista Senior, progetta impianti di processo alla WSP CEL. Egli sa che è possibile che il cliente cambi spesso idea all’ultimo minuto. Qui di seguito spiega come un software per la progettazione 3D per impianti di grandi dimensioni possa soddisfare i propri clienti.

I clienti cambiano spesso le loro richieste
La società di Ingegneria e Project Management WSP CEL progetta impianti di processo per l’industria farmaceutica, alimentare, chimica e per i fornitori di energia. Una delle principali richieste che riguarda il software di progettazione quando i progetti devono affrontare dei cambiamenti, è la flessibilità. “I clienti aggiornano regolarmente le loro richieste, spesso nel bel mezzo di un progetto o addirittura successivamente”, dice Martin. “Quando le richieste dell’ultimo minuto arrivano sulla vostra scrivania, il software 3D per la progettazione di impianti riesce a dare il suo meglio.”

Come affrontare le modifiche di processo
Le modifiche di processo che coinvolgono, ad esempio, sezioni di tubi, valvole, pompe o macchine, hanno spesso conseguenze di più ampia portata. Nonostante le specifiche tecniche dettagliate, i requisiti e le priorità nella pianificazione degli impianti e delle fabbriche spesso cambiano solo nella fase finale del progetto. “Spesso dobbiamo ricominciare tutto da capo e modificare fino al 30% del sistema”, afferma Martin.

4 volte più veloce in 3D
Nei progetti farmaceutici, le modifiche al layout influenzano il flusso e le unità di trattamento dell’aria, richiedendo adeguamenti della canalizzazione. “I clienti pagano per le inaspettate modifiche al progetto, quindi abbiamo bisogno di farle il più velocemente possibile.” dice Martin. WSP CEL crea i propri progetti con il software impiantistico MPDS4 di CAD Schroer. Il suo catalogo, guidato e interattivo per progettare in 3D permette agli ingegneri di progettare rapidamente impianti di processo completi.

Implementare le modifiche dell’ultimo minuto in modo veloce
“Siamo in grado di rispondere immediatamente alle modifiche dell’ultimo minuto, spesso eseguendo le modifiche durante gli incontri di progetto”, dice Martin. “In 3D, è sufficiente apportare la modifica, una sola volta. Tutti i disegni in 2D da esso derivati si aggiornano automaticamente. Con il 2D invece avremmo dovuto cambiare molti più disegni, come i layout, le viste sui disegni di dettaglio, i dati isometrici dei tubi, etc… per tutto questo sarebbe necessario almeno il quadruplo del tempo, senza la possibilità di visualizzare in anteprima il risultato.“

Realizzazione veloce, Alta Qualità
La visualizzazione in 3D di MPDS4 offre la possibilità di discutere i concetti e comunica in modo efficace i cambiamenti. “Un cliente ha recentemente deciso di cambiare il tipo di albero ad una pompa dell’olio che, comportava modifiche alle tubazioni di superficie. Con MPDS4, ci sono voluti 2-3 giorni per dimostrare la fattibilità e completare le modifiche al progetto. In 2D ci sarebbero volute 2-3 settimane. “spiega Martin,” Con il controllo automatico delle interferenze possiamo evitare eventuali errori dovuti alla fretta di fare modifiche dell’ultimo minuto, riducendo al minimo il rischio di brutte sorprese in cantiere durante il montaggio.”
Non tutto avviene all’ultimo minuto, ma spesso l’impianto od i requisiti di progetto di fabbrica e le priorità spostano la fine del progetto, non importa quali siano i contenuti iniziali. Avere a disposizione un software di progettazione 3D corrisponde ad avere un atteggiamento flessibile per risparmiare sui costi e fidelizzare i clienti.
Con MPDS4, WSP CEL ha sotto controllo i cambiamenti effettuati nell’impianto, perché il software di impiantistica 3D offre flessibilità, riduce i costi di progetto e promuove la fedeltà del cliente.

> Consigli pratici per progettazione di impianti che fanno risparmiare tempo

Riguardo CAD Schroer
Specializzata nello sviluppo di software e nella fornitura di soluzioni d´ingegneria, CAD Schroer è un’azienda di calibro mondiale che aiuta ad aumentare la produttività e la competitività dei clienti specializzati nei settori della produzione e della progettazione di impianti, inclusi il settore automobilistico ed il suo indotto, il settore energetico ed i servizi pubblici. CAD Schroer ha uffici e filiali indipendenti in Europa e negli Stati Uniti.

Il ventaglio dei prodotti di CAD Schroer include soluzioni CAD 2D/3D, per l’impiantistica, per la progettazione di impianti e per la gestione dei dati. I clienti in più di 39 paesi si affidano a MEDUSA®, MPDS™, M4 ISO e M4 P&ID FX per avere un ambiente di progettazione integrato, efficiente e flessibile per tutte le fasi della progettazione dei prodotti e degli impianti, in modo tale da tagliare i costi e migliorare la qualità.

Il portfolio di prodotti e servizi di CAD Schroer comprende inoltre soluzioni AR e VR basate su dati CAD. CAD Schroer sviluppa insieme ai suoi clienti soluzioni AR/VR basate su dati CAD 3D già esistenti. I risultati sono applicazioni AR e VR coinvolgenti con le quali i prodotti possono essere presentati in modo chiaro e interattivo. Le applicazioni CAD Schroer vengono inoltre utilizzate anche per workshop e riunioni durante le fasi di pianificazione per visualizzare i dati in dettaglio. Le applicazioni AR/VR facilitano l’assistenza nelle fasi di manutenzione e permettono di aumentare la produttività.

CAD Schroer attribuisce una grande importanza alla stretta collaborazione con i propri clienti e supporta gli obiettivi della sua clientela mediante un ampio ventaglio di servizi di consulenza, formazione, sviluppo, supporto software e manutenzione.

Contatti
Marco Destefani
CAD Schroer GmbH
Fritz-Peters-Straße 11
47447 Moers
Germania

Sito web: www.cad-schroer.it
Email: marketing@cad-schroer.com

Telefono:

Italia: +39 02 49798666
Germania: +49 2841 9184 0
Svizzera: +41 43 495 32 92
Regno Unito: +44 1223 850 942
Francia: +33 141 94 51 40
USA: +1 866-SCHROER (866-724-7637)

Università: a Cagliari lezione aperta sulla comunicazione

Scritto da Andrea Polo il . Pubblicato in Istruzione, Locale

25 anni fa è partito da Cagliari, come dice lui, per inseguire la sua voglia di comunicare. Oggi Andrea Polo, Direttore Comunicazione di Facile.it, una delle aziende italiane di maggior successo e fra i primissimi italiani laureati in Scienze della Comunicazione, torna nella sua città per un’occasione speciale la open lesson organizzata dall’Università degli studi di Cagliari (Facoltà di Studi Umanistici, Dipartimento di Pedagogia, Psicologia, Filosofia e Teorie della comunicazione) che si terrà il 25 ottobre, dalle 9 alle 13 nell’aula 6 della sede di via Is Mirrionis 1.

«È un onore e un’emozione incredibile venire a Cagliari per raccontare ai ragazzi e le ragazze la professione che faccio» – spiega Polo «Quando partii per iscrivermi all’Università mi ero ripromesso di fare qualcosa di utile; la proverbiale intraprendenza (e testardaggine!) sarda sono state parti fondamentali del mio percorso e mettere la mia esperienza al servizio degli studenti di oggi è fantastico».

La lezione aperta, che si inserisce all’interno dei corsi di Marketing e Comunicazione Pubblicitaria, Semiotica dei media e Web Design e Digital Storytelling, ripercorrerà alcune delle campagne di comunicazione create da Polo negli anni, non solo per Facile.it, ma anche per altre aziende come eBay e Immobiliare.it, che gli hanno valso diversi ed importanti riconoscimenti nazionali ed internazionali fra cui ben 7 European Excellence Awards.

Il coordinamento dell’incontro è a cura dei Professori Alessandro Lovari, Elisabetta Gola e Emiliano Ilardi, docenti dei corsi di laurea di Scienze della Comunicazione e Filosofia e Teorie della Comunicazione.

L’evento è aperto a tutta la comunità studentesca e agli interessati al tema. Per info: alessando.lovari@unica.it

Noleggio camper Toscana

Scritto da letizia wd il . Pubblicato in Aziende

Noleggio camper Toscana, Florence Camper

La Florence Camper è un’azienda familiare, che si occupa di noleggio camper Toscana da oltre tre decenni.

In tutti questi anni l’azienda è stata capace di soddisfare le richieste e le problematiche dei suoi clienti.

Un veicolo adibito al noleggio deve rispettare determinati standard qualitativi, che da Florence Camper sono ogni volta mantenuti.

Noleggiare in sicurezza il vostro camper

La Florence Camper è sempre stata e continua sempre ad essere un’azienda attenta alla sicurezza dei suoi clienti.

Mantenere la stabilità strutturale di un camper è essenziale per rispettare la salute del guidatore.

Questo aspetto può far comprendere la grande affidabilità di questa azienda.

La strada è pur sempre un luogo pericoloso dove è necessario fare molta attenzione.

La Florence Camper vuole darvi la serenità necessaria per godervi a pieno la vostra vacanza, sia con la vostra famiglia che con gli amici.

Infatti la ditta vuole lasciarvi solo il piacere della guida.

Oltre al noleggio camper Toscana, la ditta si occupa anche di riparazioni, allestimenti per persone diversamente abili e della vendita sia del nuovo che dell’usato.

Questa concessionaria presente sul territorio da decenni è diventata un punto di riferimento grazie alla sua professionalità, ma anche grazie alla sua diversificazione nei servizi.

I clienti potranno contattare in qualsiasi momento l’impresa, per scoprire quali siano i modelli disponibili al noleggio.

Lo staff sarà felice di potervi aiutare concretamente, nell’esaudire il vostro desiderio di rilassarvi attraverso un viaggio in camper.

Per ulteriori informazione potete visitare il nostro sito.

Reati ostativi: la sentenza n. 174 ha come relatore Nicolò Zanon

Scritto da nzprnews il . Pubblicato in Aziende, Economia

Nicolò Zanon, giurista e docente presso l’Università degli Studi di Milano, si occupa delle detenute per “reati ostativi” con la sentenza n. 174 della Corte costituzionale, fondamentale per definire le dinamiche legate all’assistenza esterna ai figli minori di 10 anni.

Nicolò Zanon

Nicolò Zanon: la sentenza n. 174 della Corte costituzionale

La sentenza n. 174 della Corte costituzionale depositata il 23 luglio 2018 sancisce l’incostituzionalità dell’esclusione dal beneficio dell’assistenza esterna dei figli minori di 10 anni delle detenute per “reati ostativi”. La sentenza, che ha come relatore Nicolò Zanon, afferma che “subordinare il beneficio dell’assistenza esterna ai figli minori di 10 anni alla scelta di collaborare con la giustizia significa condizionare in via assoluta e presuntiva la tutela del rapporto tra madre e figlio in tenera età al ‘ravvedimento’ della condannata”. Come già riportato nella sentenza n. 239 del 2014, è possibile condizionare alla collaborazione con la giustizia l’accesso a un beneficio se quest’ultimo ha come scopo esclusivo la risocializzazione del detenuto. Questa possibilità non sussiste invece se al centro della tutela c’è un interesse “esterno”, a maggior ragione se si tratta dell’interesse del figlio minore a un rapporto quanto più possibile normale con la madre, interesse costituzionalmente garantito.

Il ritratto professionale di Nicolò Zanon

Nicolò Zanon, classe 1961, si laurea in Giurisprudenza presso l’Università di Torino con una tesi in Diritto pubblico comparato. Dopo aver conseguito il titolo di dottore in ricerca in Diritto comparato presso l’Università di Firenze, opera come ricercatore presso la Facoltà di Scienze politiche dell’Università di Torino. In questi anni, tra il 1991 e il 1996 completa il suo percorso di formazione, studiando anche all’estero, in Francia e Germania. Dal 1996 al 1997 è Assistente di Studio del giudice costituzionale prof. Valerio Onida, mentre al contempo è professore a contratto di Istituzioni di diritto pubblico presso l’Università Bocconi di Milano. La sua attività di docente prosegue in altri importanti atenei, come l’Università di Padova, l’Università Milano-Bicocca e l’Università degli Studi di Milano. Nicolò Zanon è autore di numerosi testi scientifici, nei quali si occupa principalmente della posizione costituzionale dei parlamentari e della loro tradizionale libertà da vincoli di mandato, oltre che di problematiche attinenti al diritto regionale, alla giustizia costituzionale e alla tutela dei diritti fondamentali nell’ordinamento italiano e in quelli stranieri. A seguito di elezione da parte del Parlamento in seduta comune, è stato componente del Consiglio superiore della Magistratura dal 2010 al 2014.Attualmente ricopre la carica di giudice della Corte costituzionale, su nomina del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ricevuta il 18 ottobre 2014. È Ordinario (fuori ruolo) di Diritto costituzionale nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Milano. Nel 2017 ha ricevuto il titolo di Cavaliere di gran croce dell’Ordine al merito della Repubblica italiana.