Archivio per 29 Ottobre 2018

La sicurezza domestica è garantita dalle nuove telecamere IP di Avidsen

Scritto da Giorgio il . Pubblicato in Aziende, Tecnologia

La tecnologia, in termini di ricerca e innovazione, sempre di più segue il flusso degli avvenimenti e dei cambiamenti nelle società. Basta osservare per esempio le cronache italiane, anche politiche, per avere la netta percezione che le problematiche in tema di sicurezza reclamino un impegno sempre maggiore da parte dei player tecnologici. Il cosiddetto nuovo “Decreto Sicurezza”, che in questi giorni vive il suo iter parlamentare, ha le sembianze di un perfetto assist per i produttori di sistemi e soluzioni dedicate alla videosorveglianza e alla sicurezza della casa.

Particolarmente puntuale, dunque, è la nuova proposta di Avidsen, azienda specializzata nello sviluppo di sistemi elettronici e digitali innovativi di utilizzo per la casa, che lancia sul mercato la nuova gamma di telecamere IP WiFI 720p Iris composta da tre modelli. Questi sono in vendita separatamente e sono tutti compatibili con nuovo il Kit allarme Iris senza fili.

Abbinato a una o più telecamere IP della gamma Iris, il kit consente la visualizzazione in diretta e le registrazioni video. Viene installato utilizzando l’app dedicata disponibile per smartphone o tablet Android o iOS. Il dialogo tra i diversi accessori del kit è wireless al 100%. Una volta completata la messa in servizio, con attivazione Plug and Play, si disporrà di un sistema di allarme collegato controllato anche da remoto grazie all’app dedicata.

Tra le caratteristiche spicca, come punto centrale dell’installazione, la sirena integrata che garantisce l’interfaccia tra i vari accessori wireless dell’allarme e la comunicazione WiFi per l’accesso a Internet. I due telecomandi permettono l’armamento e il disarmamento della protezione, mentre i due sensori di apertura magnetici per porte o finestre consentono di proteggere l’accesso e di attivare l’allarme in caso di intrusione.
Il costo del kit d’allarme IRIS è di euro 99,90 euro.

I tre modelli di telecamere della gamma IRIS (due per uso interno e una da esterno) godono delle medesime caratteristiche Plug & Play di agile installazione e dialogo con i dispositivi mobili, unitamente ad altre importanti feature comuni:
– Le telecamere, collegate a Internet, consentono di monitorare facilmente la propria abitazione o altri luoghi di interesse;
– Ovunque ci si trovi, è possibile visualizzare video a distanza, scattare una foto in diretta o attivare una registrazione video dal proprio smartphone o tablet (iOS, Android);

I nuovi prodotti di Avidsen della gamma IRIS sono disponibili sul sito di e-commerce http://www.avidsenstore.it e presso i migliori negozi dedicati all’elettronica, al bricolage e al fai da te, e sono coperti da garanzia di 2 anni.

Miriam Galanti ha incantato il red carpet della Festa del Cinema di Roma sfoggiando tre look molto accattivanti

Scritto da uff stampa il . Pubblicato in Lifestyle, Moda

Miriam Galanti è stata tra le attrici che ha riscosso maggiore successo, tra i fotografi e non solo, sul red carpet della Festa del Cinema di Roma sfoggiando tre look perfetti per l’occasione.

Dall’abito lungo di pizzo nero trasparente con effetto vedo non vedo (KUEA), a quello di seta verde corto (Celeste Pisenti) concludendo con un vestito principesco azzurro con corpetto nero trasparente con motivi floreali (KUEA).

Prossimamente l’attrice sarà protagonista del film “Scarlett” diretto da Luigi Boccia ed interpretato anche da Ivan Castiglione e Loredana Cannata. Il film prodotto dalla DreamWorld Movies di Luigi De Filippis, racconta la storia di Giulia, una scrittrice di successo che decide di intraprendere un viaggio per risolvere un problema che le sta molto a cuore. Durante il lungo tragitto in macchina capiamo che questa giovane donna ha un passato difficile, è fondamentalmente sola e con questa partenza improvvisa sta mettendo a repentaglio tutto ciò che nella propria vita, con grandi sacrifici, ha costruito.

All’improvviso qualcosa accade: la macchina sembra prendere il controllo su Giulia obbligandola a commettere azioni folli e pericolose. Realtà o immaginazione?  La macchina è viva, come sostiene Giulia, o la giovane è vittima della propria pazzia?

I pannelli Fibo per il rivestimento di pareti interne e per abitazioni, hotel, uffici, negozi

Scritto da pivari il . Pubblicato in Aziende, Industria

Storica azienda norvegese leader nella realizzazione di pannelli per il rivestimento di pareti di abitazioni, hotel, uffici e negozi, FIBO AS presenta per la prima volta in italia la produzione frutto della partnership con Drexim azienda commerciale padovana che da anni operante nel settore dei semilavorati a base legnosa per il settore dell’arredamento con specializzazione nel mobile che distribuirà in esclusiva per il mercato italiano i prodotti Fibo.

Di grandi dimensioni e molto leggeri, i pannelli consentono la realizzazione di pareti secondo i più attuali trend dell’interior design e sono costruiti con multistrato fenolico di betulla accoppiato al laminato Hpl che permette di ottenere una vastissima gamma di finiture effetto legno, cemento, resina, colori lucidi e opachi, con la possibilità di scegliere effetti di “fuga” di varie dimensioni. Sono disponibili a partire da 2,4 metri di altezza per 60 centimetri di larghezza, per la creazione di boiseries attraverso l’esclusivo sistema di giunzione invisibile: i pannelli vengono infatti posati senza l’ausilio di colle o cementi su qualsiasi superficie sottostante senza la necessità di preparazione e/o demolizione delle finiture preesistenti. Le caratteristiche meccaniche del multistrato di betulla li rendono ideali per la costruzione di tramezze interne in sostituzione del cartongesso, il sistema Fibo assicura infatti tempi di posa molto rapiti per una parete finita, senza altri interventi. Ecologici, raffinati, di facile installazione e waterproof da molti anni sono scelti come soluzione più adatta per il rivestimento di bagni e cabine doccia: grazie al sistema aqualock infatti i pannelli garantiscono la perfetta tenuta dell’umidità e all’acqua con risultati estetici e funzionali di altissimo livello. I pannelli Fibo rappresentano l’evoluzione costruttiva che coniuga la tecnologia nordeuropea al gusto italiano.

www.drexim.it

Quando un aggiornamento del software CAD conviene – Un aiuto decisionale

Scritto da gtebart il . Pubblicato in Aziende, Informatica

Milano, Italia – 29 Ottobre 2018: Per semplificare e supportare l’IT administrator durante la decisione in merito al possibile aggiornamento, è possibile utilizzare queste istruzioni per effettuare una valutazione ottimale e prendere una decisione corretta.

Integrazione nell’infrastruttura esistente
L’infrastruttura di sistema di un’azienda è costituita da molte soluzioni spesso integrate, come ERP, PLM, sistemi di backup o intranet. Ogni azienda ha un ambiente software in crescita in cui la nuova versione deve adattarsi. Quindi, se si desidera lavorare in modo efficace con il nuovo aggiornamento, sarebbe necessario sapere come la nuova versione si inserisce nel quadro generale dell’azienda.

La Fase di Prova

Prima di tutto, l’IT administrator dovrebbe eseguire una serie di test sulla nuova versione del software. Se l’azienda ha stipulato un contratto di manutenzione software, essa riceverà l’aggiornamento automaticamente. In caso contrario, l’IT administrator dovrebbe prendere in considerazione i seguenti consigli per testare la nuova versione in modo conveniente:

• Uso di una versione di prova
• Partecipazione a programmi di beta test
• Richiesta al fornitore software di una licenza a noleggio per un tempo limitato

Vantaggi su richiesta

Un nuovo aggiornamento può offrire una serie di vantaggi, a partire da una maggiore produttività attraverso processi di progettazione ottimizzati. Questo permette ai collaboratori di fare di più in meno tempo. A ciò si aggiunge il risparmio sulla mano d’opera dovuto ai nuovi strumenti presenti. Migliori prestazioni finanziarie, perché i disegni potranno essere ancora più precisi prevenendo così errori di produzione. Riduzione dei costi di manutenzione, perché viene eliminata la manutenzione dei programmi obsoleti con un conseguente miglioramento dei risultati. Creare processi end-to-end attraverso l’automazione, eliminando completamente alcuni costi.

Lasciate che i numeri parlino da soli

La questione dell’efficienza economica e del reale vantaggio di un aggiornamento del software è il fattore principale che spinge gli l’IT administrator delle aziende, i quali vogliono che il loro denaro venga investito in modo redditizio. Per questo motivo si guarda a ciò che esiste nella gestione aziendale da molto tempo: il ritorno sull’investimento (ROI). In altre parole, il rapporto tra capitale investito e utile della società. In questo contesto intervengono diversi fattori in termini di contenuti, tecnologia e logistica.

La Decisione: Si oppure No

Dotati di tutti i vostri dati e del calcolo del ROI, è ora giunto il momento per l’IT administrator di sottomettere le argomentazioni necessarie al direttivo e al responsabile amministrativo per richiedere il finanziamento. L’esperienza ha dimostrato che solo in questo modo gli aggiornamenti possono essere finanziati. L’IT administrator dovrebbe basare la sua decisione su fatti, analisi e sul ROI. Prendere decisioni intelligenti sull’aggiornamento significa analizzare in parti uguali il software, far fare i test agli utenti e calcolare i costi. Grazie a questi fattori, un IT administrator può prendere le decisioni giuste in modo sereno.

>> Aggiorna subito il tuo software CAD o aspetta
https://www.cad-schroer.it/novita/articoli/quando-un-aggiornamento-del-software-cad-conviene/

Riguardo CAD Schroer

Specializzata nello sviluppo di software e nella fornitura di soluzioni d´ingegneria, CAD Schroer è un’azienda di calibro mondiale che aiuta ad aumentare la produttività e la competitività dei clienti specializzati nei settori della produzione e della progettazione di impianti, inclusi il settore automobilistico ed il suo indotto, il settore energetico ed i servizi pubblici. CAD Schroer ha uffici e filiali indipendenti in Europa e negli Stati Uniti.

Il ventaglio dei prodotti di CAD Schroer include soluzioni CAD 2D/3D, per l’impiantistica, per la progettazione di impianti e per la gestione dei dati. I clienti in più di 39 paesi si affidano a MEDUSA®, MPDS™, M4 ISO e M4 P&ID FX per avere un ambiente di progettazione integrato, efficiente e flessibile per tutte le fasi della progettazione dei prodotti e degli impianti, in modo tale da tagliare i costi e migliorare la qualità.

Il portfolio di prodotti e servizi di CAD Schroer comprende inoltre soluzioni AR e VR basate su dati CAD. CAD Schroer sviluppa insieme ai suoi clienti soluzioni AR/VR basate su dati CAD 3D già esistenti. I risultati sono applicazioni AR e VR coinvolgenti con le quali i prodotti possono essere presentati in modo chiaro e interattivo. Le applicazioni CAD Schroer vengono inoltre utilizzate anche per workshop e riunioni durante le fasi di pianificazione per visualizzare i dati in dettaglio. Le applicazioni AR/VR facilitano l’assistenza nelle fasi di manutenzione e permettono di aumentare la produttività.

CAD Schroer attribuisce una grande importanza alla stretta collaborazione con i propri clienti e supporta gli obiettivi della sua clientela mediante un ampio ventaglio di servizi di consulenza, formazione, sviluppo, supporto software e manutenzione.

Contatti
Marco Destefani
CAD Schroer GmbH
Fritz-Peters-Straße 11
47447 Moers
Germania

Sito web: www.cad-schroer.it
Email: marketing@cad-schroer.com

Telefono:

Italia: +39 02 49798666
Germania: +49 2841 9184 0
Svizzera: +41 43 495 32 92
Regno Unito: +44 1223 850 942
Francia: +33 141 94 51 40

USA: +1 866-SCHROER (866-724-7637)

Salvatore Leggiero, un imprenditore del real estate al servizio del cliente

Scritto da articoli news il . Pubblicato in Aziende

LEGGIERO Real Estate è il fiore all’occhiello dell’imprenditore Salvatore Leggiero, il quale, già creatore di altre solide realtà imprenditoriali, attraverso questa agenzia di investimenti immobiliari è riuscito a rivitalizzare commercialmente edifici storici delle principali città d’arte dello Stivale.

Salvatore Leggiero

Salvatore Leggiero e il suo business immobiliare

Nato 53 anni fa a Napoli, Salvatore Leggiero è quello che gli americani definiscono un self made man, ovvero un uomo d’affari che è riuscito nell’impresa di creare realtà strutturate di business partendo da zero. L’esempio più significativo è la LEGGIERO Real Estate, società di investimenti nel campo immobiliare che lo stesso imprenditore mette in piedi mentre si trova a Firenze nel 2000: l’obiettivo è quello di restituire valore economico e commerciale a edifici ormai in disuso del centro storico, attraverso piani redditizi di affitto oppure vendite vantaggiose. Grazie a strategie mirate e a investimenti oculati, il portafoglio della LEGGIERO Real Estate è diventato negli anni sempre più consistente, tanto che oggi la società di Salvatore Leggiero si configura come leader nel suo settore, occupandosi dall’inizio alla fine del processo di ristrutturazione e compravendita ed avendo esteso il suo raggio d’azione anche a Milano, dove ha oggi sede, e a Roma. Una delle più recenti operazioni relative al centro storico fiorentino, degna di nota, è l’acquisizione nel 2013 del ristorante Alfredo, diventato poi il nuovo wine bar della catena Signorvino.

Non solo real estate: gli altri traguardi professionali di Salvatore Leggiero

Soprattutto agli inizi del proprio percorso lavorativo, Salvatore Leggiero è stato impiegato presso realtà media fortemente strutturate e ha fondato diverse aziende che hanno poi conosciuto fama e notorietà, tra le quali Grandiscuole e Radio Kiss Kiss. Da sempre grande sostenitore dell’importanza e della centralità dell’utente finale all’interno delle dinamiche aziendali, Leggiero ne ha persino fatto l’argomento principale del suo libro, uscito nel 2002, intitolato “Il cliente ha sempre ragione”: l’opera, infatti, illustra l’approccio orientato al cliente e ai suoi bisogni come fondamentale per la buona riuscita dell’attività imprenditoriale. È altresì degno di nota l’impegno profuso da Salvatore Leggiero in ambito didattico: è da tempo anche professore del corso di Media planning & Buying, da lui tenuto presso la Art&Business School di Firenze, incentrato su tematiche commerciali e occasione di condividere con gli studenti la propria decennale expertise.

Salvatore Leggiero

La voce di One Express risuona in radio e tv con lo spot d’autunno

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende

Nuovo flight, stesso spirito: la rete di trasportatori oggi diffusa anche in Europa si racconta su La7, dal 17 al 27 ottobre, e sulle più seguite emittenti radiofoniche nazionali dal 28 ottobre al 10 novembre.

L’obiettivo è chiaro, e lo sono anche il messaggio e il forte afflato espressivo che spingono One Express ad una comunicazione sempre più sincera e d’impatto. Il Pallet Network – che riunisce oltre 120 aziende trasportatrici di tutto il territorio nazionale e che mira, con i propri servizi, alla copertura totale del continente europeo – torna ad affidare il suo rappresentativo spot pubblicitario alle programmazioni di radio e tv, dimostrando di credere fermamente nella potenza di questi mezzi e di voler raggiungere il grande pubblico dando voce ai valori che da 10 anni guidano l’intera rete sulle strade d’Italia e d’Europa.

Si parte con il palinsesto di La7, costellato da frequenti messe in onda dello spot per un periodo di dieci giorni, dal 17 fino al 27 ottobre.

Dieci secondi di narrazione per una Rete che quest’anno festeggia dieci anni di attività: la decisione di comprimere il contenuto promozionale in una durata ridotta ha consentito al Network di veicolare un messaggio ad alto tasso emozionale, capace di sintetizzare in pochi istanti la vision e gli obiettivi della Rete. “In una manciata di istanti abbiamo voluto condensare parte dei valori che ci rendono un punto di riferimento del settore logistico a livello internazionale – spiega Roberto Taliani, Responsabile Marketing di One Express, che conclude – Sono questi i capisaldi che ci guideranno nel 2019, anno per cui abbiamo già chiara in mente la rotta. A catalizzare il nostro interesse ci saranno innovazione, connessione, sinergia, velocità, precisione, servizio, sviluppo e controllo dell’Hub. Non rappresentano gli unici motori di crescita, ma sono senza dubbio i pilastri ai quali sorreggersi per crescere sempre di più”.

Al termine della campagna televisiva, sarà la volta del mezzo radiofonico. Lo spot targato One Express raggiungerà, dal 28 ottobre al 10 novembre, gli ascoltatori di molte radio diffuse su scala nazionale, tra cui Radio 1, Radio 2, Radio 3, Radio 24, circuito Team Radio, Radio Deejay, Radio Capital, Radio Bruno, Radio Capital e RDS. Precisa Taliani: “Che si tratti di radio o tv, il focus della comunicazione resta sul valore aggiunto delle persone che ogni giorno cooperano per accelerare l’ascesa della rete e garantire delle prestazioni di altissimo livelli. Questo sogno ci accomuna tutti, a qualsiasi livello. Sono convinto che il nostro spot sarà in grado di dar voce a questa profonda e sincera convinzione”.

www.oneexpress.it

Al Museo Emilio Greco la mostra bipersonale “Contesti espressivi” di Serena Capizzello e di Antonella Serratore.

Scritto da Accademia Federiciana il . Pubblicato in Arte, Cultura

Fino al 28 ottobre 2018 al Museo Emilio Greco di Catania  è visibile la mostra bipersonale “Contesti espressivi” di Serena Capizzello (brava disegnatrice attiva nell’ambito del realismo-verismo nata a Catania nel 1990) e Antonella Serratore (pittrice, nata a Lentini nel 1948, che nel corso della sua attività ha approfondito, al fine di approdare a un proprio linguaggio pittorico impregnato da un’originale ricerca di libertà espressiva, vari stili che richiamano fortemente movimenti artistici quali il surrealismo, l’astrattismo, l’espressionismo e il realismo) curata dal noto critico d’arte Fortunato Orazio Signorello e promossa dall’Accademia Federiciana.

Promossa per il VII “Festival siciliano della Cultura”, la mostra -propone 41 opere di medio e grande formato.

Di Serena Capizzello il critico d’arte Fortunato Orazio Signorello – curatore anche della pubblicazione a colori editata per l’occasione dalla Kritios Edizioni – ha scritto, tra l’altro, che «guardando la produzione di Serena Capizzello è evidente che la tematica sociale – che continua a rappresentare in molte sue opere perché “l’artista, vivendo nella società e percependo i cambiamenti, deve dar voce e testimonianza alla realtà che cambia giorno dopo giorno” – e i paesaggi hanno una centralità assoluta nei soggetti da lei raffigurati, che si caratterizzano particolarmente per una indovinata applicazione delle leggi prospettiche e per l’elevata qualità esecutiva».

Di Antonella Serratore hanno scritto, tra gli altri, Fortunato Orazio Signorello (che all’artista ha dedicato una pubblicazione monografica, editata nel 2012 dalla Kritios Edizioni, dal titolo “Antonella Serratore. Dinamismo stilistico”), Giorgio Falossi e Massimo Catalano. Di lei Signorello ha scritto, tra l’altro, che ella «eccelle soprattutto per le capacità di armonizzare gli stili e le esperienze eterogenee “che fanno parte del suo vissuto”, ne è consapevole e rifugge da ogni catalogazione. Il suo stile pittorico, in grado di entusiasmare anche il fruitore meno attento, rimane però ben riconoscibile».

La mostra è visitabile gratuitamente da lunedì a sabato dalle 9 alle 18.30, domenica dalle 9 alle 12.30.

SANREMO MUSIC AWARDS E’ DI SCENA ALL’IPOGEO DI TERAMO DAL 2 AL 4 NOVEMBRE

Scritto da Nicola Convertino il . Pubblicato in Cultura, Spettacolo

Selezioni, Workshop, Ospiti e Dirette Radio/Televisive caratterizzeranno l’evento sanremese a Teramo.

Tutto è pronto per il Sanremo Music Awards, l’evento radio televisivo che coinvolgerà Teramo il 2-3-4 novembre.
L’Ipogeo
si trasformerà per tre giorni nel set della competizione canora completamente gratuita che porterà i ragazzi sui palchi dei grandi della musica.
La conduzione dell’evento, affidata a Nancy Fazzini e Paola Chiaramonte, coppia radiofonica ormai consolidata, sarà trasmesso in tre lingue (italiano, inglese e spagnolo), in diretta e differita su 160 stazioni radio fm e 60 reti televisive internazionali.
La Nicola Convertino Management, Umbi Maggi ( bassista dei nomadi), Newman ( chitarrista e compositore dei big), Stefano Arganni ( Presidente Regionale del CAD Sociale), Abruzzo Magazine, Catenacci (direttore del circuito 7va.fm), Valerio Morelli ( direttore di radio 103), il Senatore Razzi, Chiarini, Mario Greco, Rudy Di Stefano, il Comune di Teramo, i LED BACK, GEISHA e molti altri interverranno istituzionalmente all’evento.
Per i ragazzi masterclass gratuite e la possibilità di esibirsi, anche in serale, in uno dei pub storici di Teramo il ‘James Joyce’ che venerdi’ 2, con Messaggeria e Karaoke e sabato 3 con una Jam Session in diretta/differita radio televisiva con il supporto tecnico e artistico dei Kataklisma, darà voce ai ragazzi.
Per chi passa la selezione è prevista la finale che si terrà a Venezia e la possibilità ai di esibirsi agli European Latin Awards al fianco di artisti come I Toto, Gipsy Kings, Cocciante, Anggun, Britti e molti altri e che permetterà, al vincitore, di essere nella kermesse dei cantanti a Miami, nel 2020, per festeggiare il ventesimo anno della Manifestazione .
Il programma delle giornate
VENERDI’ 2 NOVEMBRE

8.00-10.50:          planning staff
11.00-14.00: ACCOGLIENZA RITIRO DOCUMENTI E FILE SU CHIAVETTA O CD
15.00-19.00: diretta. CASTING – Musica ”mainstream LIVE” E MASTERCLASS
Carletti Orsini: etichette ed editori
D’amore: giornalismo televisivo
Graduato: la musica emergente
19.00-20.00: registrato. Musica, rubriche e commenti. PAOLA CHIARAMONTE E NANCY FAZZINI

21.00-24.00: registrato/diretta. Programmazione musicale ricercata
dirette da JAMES JOICE PUB- KARAOKADO –

SABATO 3 NOVEMBRE
8.00-10.50:          planning staff
11.00-14.00: diretta. CASTING – Musica mainstream LIVE E MASTERCLASS
15.00-19.00: diretta. CASTING – Musica mainstream LIVE E MASTERCLASS
Catenacci: la radio e i suoi dettami
Naturelle : il ki e il respiro
Fazzini e Chiaramonte: il musical theatre
Newman: l’accordatura Verdiana

19.00-20.00: registrato. Musica, rubriche e commenti. PAOLA CHIARAMONTE E NANCY FAZZINI

21.00-24.00: registrato/diretta. Programmazione musicale ricercata
dirette da JAME JOICE PUB – Jam-Session per tutti i ragazzi del contest con supporto tecnico e strumentale se necessario dei KATAKLISMA

DOMENICA 4 NOVEMBRE
16.00-18.00 Staff
18.00-19.00 MASTERCLASS NICOLA CONVERTINO : Management, Discografia, Esoterismo e musicalità

Lo Studio Legale e l’ Evoluzione delle Indagini Difensive

Scritto da studiolegalefirenze il . Pubblicato in Aziende, Legale

Lo studio legale è un’attività che con il tempo ha assunto un ruolo molto più ampio, l’evoluzione sia dell’ordinamento che delle prove scientifiche ha reso necessario per uno studio legale penale ampliare in modo sostanziale le proprie competenze per onorare al meglio il mandato del proprio assistito.
Alla luce di questo lo studio legale deve spesso rivolgersi a consulenti esterni specializzati in vari ambiti che a seconda delle necessità della linea difensiva adottata forniscano il materiale necessario a sostenere la tesi di difesa.
Oggi i consulenti che collaborano con gli avvocati sono figure professionali di grande rilevanza in quanto eseguono tutte le attività necessarie alla strategia dello studio legale che non possono essere intraprese da chi non ha le competenze necessarie in ambiti specifici.
Lo studio legale solitamente sceglie di volta in volta i propri consulenti che eseguiranno tutte le analisi e le verifiche utili all’ottenimento delle prove che saranno dibattute in ambito processuale.
Non tutti i casi che uno studio legale segue necessitano delle analisi e delle verifiche, per questo motivo spesso gli avvocati cambiano spesso i propri consulenti di riferimento.
Per riuscire ad ottenere buoni risultati i legali ed i consulenti devono lavorare in modo affiatato, come per tutti gli ambiti la conoscenza reciproca delle parti è fondamentale, questa si può ottenere solo lavorando insieme per anni in modo da affinare l’intesa.
In questo ambito lo Studio Legale Stefani a Firenze da decenni si occupa di indagini difensive investigative per mezzo di un team di professionisti affiatati e perfettamente coordinati dall’avvocato Eraldo Stefani.
L’esperienza accumulata in decenni di lavoro per casi di cronaca, alcuni dei quali molto noti, ha perfezionato le metodologie di lavoro e affinato l’intesa tra gli avvocati dello studio e i consulenti divenendo così uno dei più affidabili studi legali nell’ambito delle indagini difensive investigative.
In riferimento a questa esperienza acquisita in decenni di studio, ricerca e pratica sul campo nell’ambito della difesa investigativa lo Studio Stefani ha istituito il Nucleo Difesa Penale Investigativa ufficializzato dal Marchio N.D.P.I.
Per mezzo della licenza e del marchio N.D.P.I. qualsiasi avvocato potrà usufruire di tali metodologie di difesa investigativa dinamica atta a sostenere in sede di processo strategia difensiva scelta.