Archivio per 12 ottobre 2018

“Il Libro delle Ombre”: in libreria la nuova edizione per Armenia

Scritto da Fabiola Marchet il . Pubblicato in Cultura, Libri

Una raccolta di semplici incantesimi, curiosità e riti della tradizione popolare per avvicinarsi al mondo della magia

Lady Crystal
Il Libro delle Ombre
Armenia Edizioni
Pagine: 384
Prezzo di copertina: 14,00 €
Codice ISBN: 978-88-34432570

È uscita per Armenia Edizioni la nuova edizione paperback de Il libro delle ombre della new ager Lady Crystal, un testo per neofite appassionate di magia alle prese con le norme base della stregoneria.

Il Libro delle Ombre, noto anche come grimorio, è un diario sul quale vengono registrati incantesimi, pozioni, rimedi con erbe, fasi lunari, corrispondenze e osservazioni personali, che nel tempo può essere modificato e ampliato.

Chi ha appena iniziato a muoversi nell’ambito della magia ne troverà in questo volume un modello già realizzato. Da gennaio a dicembre, per ben 365 giorni, chiunque potrà eseguire rituali estremamente semplici ed efficaci, e utilizzare candele, incensi e cristalli per far scattare la scintilla dell’amore, attirare la fortuna, risolvere problemi di lavoro, recuperare un’amicizia perduta, raggiungere un obiettivo.

Ricco di nozioni su strumenti e materiali necessari per lanciare un incantesimo, curiosità e informazioni su leggende e antiche festività pagane, Il Libro delle Ombre è un manuale pratico ed essenziale per aspiranti streghe moderne che desiderano appianare le difficoltà della vita ricorrendo a un pizzico di magia e ai consigli della tradizione popolare.

Ufficio stampa
Giro di Parole – divisione di Metaphor
Tel. 02 30910986
media@girodiparole.it


Armenia S.r.l.
Tel. 02 99762433
www.armenia.it

Enel, Francesco Starace a Vallelunga per l’E-Mobility Revolution 2018

Scritto da office fsonline il . Pubblicato in Affari, Aziende

A Vallelunga nasce il primo “Enel X e-Mobility Hub”, un polo per la progettazione di tecnologie innovative da applicare alla mobilità elettrica: la soddisfazione dell’AD Francesco Starace.

Francesco Starace

Vallelunga: Francesco Starace interviene all’E-mobility Revolution 2018

L’autodromo romano di Vallelunga ha ospitato lo scorso 21 settembre l’edizione 2018 dell’evento “E-mobility Revolution” organizzato da Enel X, società del gruppo Enel specializzata in mobilità elettrica: “Abbiamo scelto il tempio dell’auto veloce – ha spiegato l’AD Francesco Starace nel suo intervento – per sottolineare come il processo della mobilità elettrica si innesti in un fenomeno altrettanto veloce che riguarda lo spostamento del consumo di energia sull’elettricità”. Non a caso Enel è tra i più convinti sostenitori della mobilità elettrica e in occasione dell’incontro ha annunciato la nascita a Vallelunga del primo polo per lo sviluppo delle tecnologie: l’Enel X e-mobility Hub è frutto della collaborazione con Aci e, come ha evidenziato Francesco Starace, sarà affiancato da un laboratorio Enel X Lab dove si sperimenteranno e testeranno soluzioni tecnologiche innovative.

Francesco Starace: “E-mobility, la rivoluzione è in corso e l’Italia è in prima fila”

“Nei consumi di energia c’è una grande spinta all’elettrificazione, il digitale accompagna questo processo migliorando enormemente l’efficienza: la mobilità elettrica è parte di questo processo” ha affermato Francesco Starace delineando lo scenario in cui si colloca la “E-mobility Revolution 2018”. “La nostra sfida è quella di guidare la transizione energetica: l’elettricità sarà il principale vettore per realizzare una profonda decarbonizzazione di tutti i settori, primo fra tutti quello dei trasporti” ha aggiunto l’AD di Enel facendo notare come quella della mobilità elettrica sia una “rivoluzione in corso” e l’Italia parta da una posizione di vantaggio avendo una rete già completamente digitalizzata. In questa ottica il gruppo energetico ha un ruolo fondamentale. Enel è infatti impegnata da tempo nella realizzazione del Piano nazionale di infrastrutture di ricarica, che prevede l’installazione di circa 7mila colonnine entro il 2020 per arrivare a 14mila nel 2022, come ha ricordato l’AD Francesco Starace a Vallelunga: “Abbiamo già siglato accordi per circa 4.300 infrastrutture di ricarica con le amministrazioni pubbliche ma anche con realtà industriali e commerciali, che ci permetteranno di proseguire speditamente per far sì che l’auto elettrica diventi un mezzo alla portata di tutti”.

Spoleto Arte rinnova la partnership con Delvi Carpenteria per Premio Modigliani

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Mancano pochi giorni dall’inaugurazione della mostra-evento Premio Modigliani, che verrà inaugurata sabato 13 ottobre a Spoleto, a Palazzo Leti Sansi e a Casa Modigliani. L’esposizione, organizzata dal manager della cultura Salvo Nugnes, presidente di Spoleto Arte, vedrà ancora una volta Delvi Carpenteria SRL collaborare in qualità di partner.

L’azienda, già presente nell’orizzonte organizzativo di Spoleto Arte con la recente esibizione di Spoleto Arte incontra Venezia, vanta un’esperienza trentennale. Punto di riferimento nel settore del serramento, Delvi Carpenteria si premura di ricercare materiali innovativi e di qualità, anche per estetica. Il cliente rimane sempre la motivazione da cui partire e l’obiettivo a cui mirare per migliorarsi per quest’azienda che si è sviluppata a partire dalla produzione di manufatti in legno. Ad oggi il catalogo dei prodotti si è ampliato considerevolmente occupandosi di infissi, persiane, vetrate, porte interne, tettoie e altro ancora.

Forte di questa partnership, il Premio Modigliani porta al vernissage la partecipazione di Alberto D’Atanasio di Casa Modigliani, del noto fotografo di fama internazionale Roberto Villa, amico di Pier Paolo Pasolini e di Dario Fo, dell’artista José Dalí, figlio di Salvador Dalí, di Umberto De Augustinis, sindaco di Spoleto e presidente del Festival dei Due Mondi, del direttore d’orchestra del Teatro La Fenice di Venezia Silvia Casarin Rizzolo, di Antonietta di Vizia della Rai e della giornalista e scrittrice Valentina Orlando.

È inoltre previsto un contributo video con Philippe Daverio e Vittorio Sgarbi.

Per maggiori informazioni è possibile chiamare lo 0424 525190, scrivere a org@spoletoarte.it oppure visitare il sito www.spoletoarte.it.

Vito Gamberale: la Costituzione è “come lo Statuto di un’Azienda”

Scritto da articoli news il . Pubblicato in Aziende

Secondo Vito Gamberale, tra le problematiche più preoccupanti che interessano il nostro Paese vi è quella legata al debito pubblico, che rende debole la fiducia dall’estero. Il Top Manager parla anche di corruzione e di una Carta Costituzionale poco attuale.

Vito Gamberale

Vito Gamberale: le principali problematiche della Repubblica Italiana

Il Top Manager Vito Gamberale, professionista con oltre 40 anni di esperienza alla guida di società come Gruppo Eni, TIM, Autostrade e F2i, avanza delle proposte per migliorare le prospettive future del Paese. Il manager analizza alcune tra le più preoccupanti criticità della Repubblica Italiana sulla rivista “Mondoperaio”, evidenziando la loro pericolosità per il futuro di tutti. Si dichiara a favore di una revisione della Costituzione, allo scopo di attualizzarla ai tempi e alle circostanze. Vito Gamberale sostiene infatti che la Costituzione sia “come lo Statuto di un’Azienda”. Per il Paese occorre una governabilità più snella e accentrata. Un’ulteriore problematica da affrontare in tempi brevi è quella legata al debito pubblico: questo infatti mina la credibilità dell’Italia a livello internazionale, rendendo debole la fiducia dall’estero “come se il Paese vivesse su una palafitta poggiata su pilastri snelli e molto alti: un qualsiasi colpo di vento svergola il sistema e lo mette a terra.” Secondo il manager è fondamentale far capire con chiarezza che “non pagare le tasse equivale ad una rapina perpetrata verso tutta l’intera società italiana. L’evasore deve andare in carcere e deve restarci”. Infine il manager ricorda il la diffusa piaga della corruzione, presente su più fronti nel Paese: si tratta di un problema più diffuso di quanto si possa pensare.

L’esperienza professionale del Top Manager Vito Gamberale

Vito Gamberale è tra i top manager italiani che sono riusciti, durante la loro carriera, a distinguersi per indipendenza e lungimiranza, prendendo decisioni nette e che vanno al di là delle società delle quali si sono occupati. Classe 1944, laureato in Ingegneria Meccanica presso l’Università La Sapienza di Roma, ha ricevuto in seguito la laurea honoris causa in Ingegneria delle telecomunicazioni dall’Università Tor Vergata. Nel 2007 il manager ha fondato F2i – Fondi Italiani per le infrastrutture SGR, di cui si è occupato fino al 2014 in qualità di Amministratore Delegato. Ha ricoperto lo stesso ruolo per Autostrade, mentre è stato Vice Presidente di 21 Investimenti. Vito Gamberale ha svolto l’incarico di Amministratore Delegato di SIP, contribuendo in particolare alla nascita e allo sviluppo della telefonia mobile in Italia. Amministratore Delegato di Tim – Telecom Italia Mobile, dal 1984 al 1991 si è invece occupato di diverse aziende del Gruppo Eni, svolgendo l’incarico di AD. Dal 2015 al 2018 è stato Presidente di Quercus Assets Selection. Attualmente è Presidente e Azionista di Iterchimica.

Claudio Descalzi: su “Formiche.net” il caso Versalis che fa ben sperare per la chimica italiana

Scritto da Gianni Ronni il . Pubblicato in Aziende

“Una società, che fino a poco tempo fa sembrava soltanto una voce dell’elenco vendite di Eni si sta risollevando e con lei la chimica italiana” scrive Formiche.net di Versalis: un percorso in salita che si riflette nelle strategie promosse dall’AD Claudio Descalzi orientate a un futuro green del settore.

Claudio Descalzi, ad Eni

Claudio Descalzi: l’approfondimento di Formiche.net sulla crescita di Versalis

“Se vogliamo raggiungere l’obiettivo dell’accordo, dobbiamo lavorare sul mix energetico e il migliore connubio è quello tra rinnovabili e gas”: basterebbero queste parole, pronunciate da Claudio Descalzi nel suo intervento al forum della Oil and gas climate initiative il 25 settembre scorso, per capire in quale direzione sta andando il gruppo. Sostenibilità, rinnovabili e chimica green ne sono i capisaldi, come riporta anche Formiche.net in un articolo dedicato alla crescita di Versalis: “Una società, che fino a poco tempo fa sembrava soltanto una voce dell’elenco vendite di Eni, si sta risollevando e con lei la chimica italiana”. Il sito fa notare come l’intuizione di puntare su un settore innovativo come quello delle energie rinnovabili e nello specifico dei biocarburanti sia stata determinante. Ed è questa la strada che Eni sta percorrendo con grande convinzione. Lo dimostrano gli investimenti che il gruppo guidato da Claudio Descalzi ha destinato al settore: un miliardo alle attività green nei prossimi 4 anni sui 7 totali.

New York: Claudio Descalzi interviene al meeting Ogci

A New York per la settimana dedicata al cambiamento climatico, l’AD di Eni Claudio Descalzi ha preso parte al forum della Oil and Gas Climate Initiative (Ogci). Durante il meeting, che si è tenuto lo scorso 24 settembre, le aziende partecipanti hanno fissato il primo target collettivo per ridurre l’intensità delle loro emissioni di metano sulle attività Upstream di petrolio e gas aggregate portandola da 0,32% (2017) a 0,25% entro il 2025, con l’obiettivo di arrivare allo 0,20% corrispondente a una riduzione di un terzo. Oltre ad auspicare un maggior impegno nell’incentivare il connubio tra rinnovabili e gas, Claudio Descalzi ha evidenziato come occorra “aumentare la nostra collaborazione e coinvolgere altre compagnie”. Per l’AD infatti “questo è giusto un punto di partenza, ma dobbiamo essere più rapidi nel porci nuovi obiettivi”. Il primo però è piuttosto chiaro: “Dobbiamo essere trasparenti e spiegare ogni anno dove siamo arrivati. Noi dobbiamo migliorare e non fermarci compiacendoci di questo obiettivo”. E soprattutto“dobbiamo essere soddisfatti di trovare la strada per raggiungerlo”.

Tutti i servizi di logistica offerti da Frabemar Srl

Scritto da articoli news il . Pubblicato in Aziende

Frabemar Srl ha da sempre garantito un’offerta studiata per soddisfare le esigenze dei suoi clienti: la società fornisce servizi di documentazione, di trasporto urgente, di noleggio navi, di stoccaggio, di assicurazione e ispezioni pre-imbarco.

Frabemar Srl

Frabemar Srl: i servizi dedicati alla documentazione e alle pratiche doganali

Frabemar Srl, società di trasporti istituita nel 1995 da Franco Bernardini, è presente nei principali porti d’imbarco europei: si occupa di tutte le pratiche doganali sia in import che in export, fornendo i servizi necessari legati alla documentazione relativa alle spedizioni. Provvede, inoltre, alle formalità per l’emissione delle polizze di carico, seguendo le istruzioni dell’esportatore, recuperando e inviando anche gli originali. Frabemar Srl si occupa dell’ottenimento del certificato pre-imbarco per tutte le spedizioni verso Paesi dove è richiesto. Le indicazioni delle lettere di credito sono seguite attentamente, per emettere i documenti sulle specifiche istruzioni dei caricatori. Per quanto riguarda i Certificati di presa in consegna (Goods Receipt), questi sono inviati su richiesta per cessioni FOB. Anche la Ricevuta di nolo (Freight Receipt) è emessa dalla società, nei casi in cui questa venga richiesta.

La logistica di Frabemar Srl: i tipi di trasporto e le linee

I servizi di logistica offerti da Frabemar Srl sono completi e vari, in modo da soddisfare le singole esigenze del cliente garantendo sempre il miglior rapporto qualità/prezzo. La società si preoccupa di tutta la logistica del posizionamento dei container, cercando l’abbattimento dei costi attraverso l’ottimizzazione e l’integrazione dei traffici sia in import che in export (round trip). Organizza il recupero di qualsiasi prodotto da qualsiasi località del territorio nazionale, per poi curarne la riconsegna ove richiesta dal cliente, oppure presso uno dei suoi centri di raccolta. Nella sua ottica di completezza in ambito di offerta logistica, Frabemar Srl offre anche il ritiro e la riconsegna di piccoli colli tramite corrieri. In catalogo c’è inoltre il servizio legato ai trasporti eccezionali. Per quanto riguarda i trasporti marittimi, la società si avvale unicamente di Compagnie marittime di primordine per l’imbarco delle spedizioni: non utilizza compagnie preferenziali, ma ogni spedizione è negoziata in base alle priorità del cliente. Non avere Armatori preferenziali consente di dare maggiori opzioni sia in termini di partenze sia in termini di Porti d’imbarco. Le spedizioni aeree sono garantite da corrispondenti di fiducia organizzati nei diversi aeroporti, per efficienza e rapidità di imbarco. Le maggiori linee coperte da Frabemar Srl riguardano le regioni del West, Middle ed East Africa, oltre che a quelle mediorientali e Americane (Usa, Canada). Per quanto riguarda il noleggio di navi, il dipartimento di Chartering è strutturato per la ricerca e la gestione di M/N. Il Dipartimento di Trading garantisce invece la ricerca e la spedizione di diverse categorie merceologiche, il tutto impiegando risorse interne.

Premio Modigliani: Spoleto Arte riconosce così il talento

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Spoleto Arte, a cura di Vittorio Sgarbi, celebra gli artisti con la prestigiosa mostra Premio Modigliani che si terrà, dal 13 ottobre al 10 novembre, presso lo storico Palazzo Leti Sansi, struttura del Seicento, ubicato in via Arco di Druso, 37 e a Casa Modigliani presso Palazzo Montani, in piazza Fontana 3 a Spoleto.

Il vernissage e la cerimonia di premiazione sono previsti sabato 13 ottobre, alle 17 e vedranno la preziosa partecipazione di Alberto D’Atanasio di Casa Modigliani, di Roberto Villa, noto fotografo di fama internazionale, amico di Pier Paolo Pasolini e di Dario Fo, di Josè Dalì artista e figlio di Salvador Dalì, di Umberto De Augustinis sindaco di Spoleto e Presidente del Festival dei Due Mondi, di Silvia Casarin Rizzolo, direttore d’orchestra del Teatro La Fenice di Venezia, di Antonietta Di Vizia della Rai, di Valentina Orlando, giornalista e scrittrice, e del manager della cultura Salvo Nugnes, organizzatore dell’evento e presidente di Spoleto Arte. È previsto un contributo video di Philippe Daverio e Vittorio Sgarbi.

Il Prof. Alberto D’Atanasio afferma: «Il Premio Modigliani, è un riconoscimento internazionale che mira a far riscoprire un maestro importante del Novecento, un maestro italiano. Ogni pittore che vi partecipa è chiamato a scoprire l’idea stessa che ha “mosso” Amedeo Modigliani a scoprire l’anima, a dare volto al trascendente, a ciò che non può avere immagine, perché è emozione. L’artista selezionato farà sì che l’anima trovi figura, trovi colore e forma, per dar vita all’immaginario. Il Premio prende il nome dell’artista stesso. Le emozioni, le relazioni indefinibili, le percezioni, le attività psichiche, l’amore e il temperamento erano alla base della sua vita. Vibrava per le emozioni, emanava un’energia interiore».

Per maggiori informazioni è possibile chiamare lo 0424 525190, scrivere a org@spoletoarte.it oppure visitare il sito www.spoletoarte.it.

Banca Valsabbina, utile in miglioramento a 8 milioni

Scritto da articoli news il . Pubblicato in Economia

Banca Valsabbina ha chiuso la prima metà del 2018 facendo registrare un cospicuo aumento dell’utile, giunto a quota 8 milioni di euro. Dati positivi anche per la raccolta diretta complessiva, salita fino a quasi 5 miliardi.

Banca Valsabbina

Banca Valsabbina: dati positivi nei primi sei mesi del 2018

Istituto di credito fondato oltre un secolo fa, Banca Valsabbina ha archiviato nel semestre iniziale del 2018 una serie di indici estremamente positivi. Ne è la riprova l’approvazione da parte del Consiglio d’Amministrazione della situazione patrimoniale ed economica semestrale al 30 giugno 2018. Tra i traguardi più importanti da sottolineare emergono innanzitutto il deciso miglioramento del risultato netto d’esercizio, passato dal pareggio agli 8 milioni di euro attuali, e della raccolta diretta complessiva, vicina alla soglia dei 5 miliardi (in crescita di oltre quattro punti percentuali su base annua). Ulteriori voci a far registrare segnali positivi sono sia le nuove erogazioni a medio termine, salite dalla cifra complessiva di 256 a 342 milioni di euro, sia gli impieghi a clientela in bonis, cresciuti nell’ultimo anno del 5% e giunti a quota 2,683 milioni. Complici l’apertura di nuove filiali e le politiche commerciali, Banca Valsabbina conferma poi la fase di espansione sul mercato, con un aumento dei conti correnti (da 77.901 a 81.713, +5%) e dei clienti soci (da 38.574 a 38.872).

Banca Valsabbina, la storia e l’impegno sul territorio

Fondata nel lontano 1898, Banca Valsabbina è uno dei più importanti istituti di credito bresciani. Diffusa oggi sul territorio con 70 filiali, accompagna da oltre un secolo lo sviluppo del tessuto imprenditoriale ed economico locale. Punto di riferimento e interlocutore per famiglie, imprese, artigiani e piccole attività, opera sul mercato con un’offerta che trova i suoi punti di forza sia nella struttura operativa e decisionale snella, sia nella capacità di venire incontro alle reali esigenze del cliente. Per questi motivi Banca Valsabbina, specialmente negli ultimi 50 anni, ha saputo conquistarsi un ruolo da protagonista nel settore, espandendo progressivamente le proprie attività anche alle città di Milano, Modena, Padova e Treviso, nonché alle provincie di Vicenza, Verona, Monza e Brianza e Trento. Forte di 7 miliardi euro di masse gestite e 560 dipendenti (un terzo dei quali è impiegato nella sede direzionale di Brescia), l’istituto di credito originario della Valsabbia continua il proprio rafforzamento, grazie all’apertura di nuovi sportelli e ad una ricca gamma di servizi sempre più specializzati e innovativi.

Ad Arischia torna la Fiera di Ottobre

Scritto da uff stampa il . Pubblicato in Aziende, Locale

Torna dal 12 al 14 ottobre la 30^ edizione della Fiera di Arischia (L’Aquila), evento organizzato dall’Associazione Abruzzo Fiera che, riprendendo e rivitalizzando un antico mercato di bestiame locale, si è trasformato in un importante appuntamento nazionale per gli operatori del settore agricolo e dell’allevamento.

Tutti gli anni la Fiera di Ottobre si svolge su un’area di circa 20.000 metri quadrati registrando numerose presenze con visitatori provenienti da varie regioni italiane.

Quest’anno, giunta alla sua 30^ edizione la Fiera terrà il Gran Galà sotto le stelle, spettacolo equestre serale con delle attrazioni, giochi con il fuoco e molte altre sorprese introdotto da due ospiti d’eccezione: Miriana Trevisan e Roberto Ciufoli. Madrina dell’evento, invece, sarà l’attrice e conduttrice Michelle Carpente.

Tra gli appuntamenti che si alterneranno dal 12 al 14 ottobre non mancheranno gli spettacoli equestri, svolti da professionisti provenienti da tutta Italia che sono un must dell’evento e che raccoglie moltissimi appassionati di cavalli, e non solo, di tutte le età; La gara cinofila, gara amatoriale di bellezza per cani di razza e non, che ogni anno coinvolge un centinaio di esemplari, e l’esibizione di cani di utilità e difesa svolta da addestratori professionisti ENCI; Il corteo storico con abiti tipici che parte dalla piazza del paese fino ad arrivare all’area Fiera che introduce il Palio “Renzo Martellucci”,  gara ippica a squadre tra i 4 rioni di Arischia (Colle, Fossato, Centro, Villa), che vede coinvolti cavalieri e amazzoni del paese e dei paesi limitrofi in una concita giostra cavalleresca. Il Rione vincente deterrà lo stendardo fino all’anno successivo.

Da qualche anno a questa parte tra le attrazioni è stata istituita una fattoria didattica dove bambini e non possono ammirare diverse specie di animali e il battesimo della sella, piccolo giro accompagnato ed in tutta sicurezza che da la possibilità di avere un primo approccio e capire le prime sensazioni da amazzoni e cavalieri ai più piccini.

L’attività sociale dell’Associazione Abruzzo Fiera si estrinseca anche attraverso incontri con gli imprenditori dei settori di interesse, le associazioni di categoria e le Istituzioni locali e regionali al fine di affiancare le giuste e concrete aspettative di quanti vivono ed operano in un territorio che, se non sufficientemente valorizzato e sostenuto, rischia il progressivo degrado.

Come progettare i vostri impianti e fabbriche ancora più velocemente

Scritto da gtebart il . Pubblicato in Aziende, Economia, Industria, Tecnologia

Milano, Italia – 10 Ottobre 2018: Nella progettazione di impianti e fabbriche, la velocità di esecuzione e la qualità del risultato giocano un ruolo sempre più importante. Per questo motivo, la nuova versione di MPDS4 è dotata di nuovi strumenti, funzioni e interfacce per una progettazione integrata e veloce.

Il software MPDS4 per la progettazione di impianti e fabbriche ha sempre offerto la possibilità di eseguire una progettazione 3D indipendentemente dalle dimensioni dei modelli. Questo è reso possibile dalla sofisticata architettura del software, che con la nuova versione ottiene un ulteriore aumento di velocità nell’esecuzione. Il software offre ora una nuova e migliorata integrazione con i sistemi di analisi, di architettura e realtà virtuale (VR). Questo rende MPDS4 più che mai la prima scelta per una progettazione 3D veloce e di alta qualità.

Progettazione integrata attraverso interfacce versatili
Con la nuova versione, le interfacce di MPDS4 sono state ulteriormente ottimizzate ed estese. Le interfacce 3D consentono di semplificare i modelli importati, il che offre un notevole vantaggio in termini di prestazioni, soprattutto per i modelli di macchinari molto grandi. Una delle nuove interfacce disponibili da questa versione è il IFC. Attraverso questa interfaccia i progetti BIM (Building Information Modelling) di grandi dimensioni possono ora essere importati direttamente ed elaborati in MPDS4, inclusi i dati di contesto. E’ stato inoltre aggiunto il nuovo formato di esportazione FBX. Questa interfaccia fornisce l’accesso alla realtà virtuale e consente l’integrazione diretta con software di realtà virtuale come il VR-Viewer M4 VIRTUAL REVIEW.

Completamente rinnovata la creazione di layout per sistemi di trasporto complessi
Nel campo della progettazione di layout per complessi sistemi di trasporto e fabbriche, MPDS4 offre un’integrazione 2D-3D unica nel suo genere. I layout possono essere disegnati rapidamente in 2D ed il corrispondente layout 3D viene generato automaticamente dal software. Questa funzionalità è stata notevolmente migliorata e semplificata in questa nuova versione. Il caricamento di modelli 3D in un layout 2D è diventato molto più facile. Il caricamento dei componenti dei nastri trasportatori in 2D assomiglia ora ad un configuratore, dal quale è possibile selezionare i singoli pezzi e combinarli rapidamente per creare il proprio layout. Lo strumento di autorouting consente il caricamento automatico dei componenti del trasportatore tra due punti del layout, il che consente di risparmiare molto quando si devono disegnare sistemi di trasporto complessi e di grandi dimensioni.

Creazione veloce e semplice di modelli di edifici
Oltre alla possibilità di importare i dati da scansione laser, MPDS4 offre la possibilità di generare rapidamente modelli di edifici 3D da piante di edifici 2D. Con la nuova versione, gli strumenti già presenti per la modellazione di edifici sono stati ampliati. Ora è possibile creare pareti disegnando una linea come se fosse un oggetto 3D, inserire porte, finestre, cancelli o aperture. Questi nuovi strumenti consentono di realizzare ancora più rapidamente gli edifici quando non sono disponibili modelli o dati strutturati.

Integrazione orientata alla produzione nella costruzione di impianti
Uno dei grandi punti di forza di MPDS4 è la progettazione piping. Il software consente una rapida pianificazione di impianti piccoli o grandi in breve tempo. Il software offre ora un’integrazione ancora migliore con sistemi di analisi come ROHR2, in modo che la progettazione sia pronta per la produzione. I risultati ottimizzati dell’analisi possono ora essere confrontati direttamente con il progetto piping. Il percorso ottimizzato dei tubi può essere esportato automaticamente con M4 ISO, gli sketch isometrici dei tubi sono cos’ disponibili per la produzione e con le relative liste dei componenti. La nuova versione genera in automatico le tabelle di piegatura e le inserisce sul disegno accanto agli elenchi materiali. La tabella può essere inoltre inviata come file separato alla macchina piegatrice.

Presentazione chiara del progetto
Con MPDS4, la presentazione di un progetto 3D completa non richiede strumenti aggiuntivi. Il software ha un visualizzatore integrato con il quale è possibile visualizzare il progetto 3D in anteprima. Nella nuova versione, i tour virtuali negli stabilimenti o nelle fabbriche possono anche essere salvati come video. Inoltre, questi possono essere inviati a clienti o fornitori per la visualizzazione con il visualizzatore 3D gratuito MPDS4 VIEW, ora disponibile in versione 6.3. Con il nuovo VR-Viewer M4 VIRTUAL REVIEW, gli impianti o le fabbriche possono ora essere visualizzati anche in realtà virtuale.

Scoprite da soli il software MPDS4 per la progettazione di impianti e layout di fabbrica
Le persone interessate possono scaricare MDPS4 dal sito web di CAD Schroer e provarlo gratuitamente per 30 giorni. Per i nuovi utenti sono disponibili numerosi video tutorial. Le aziende possono accedere al supporto online gratuito, durante la fase di test viene fornito un supporto telefonico per permettervi di realizzare un primo progetto o layout. CAD Schroer offre ai nuovi utenti un rapido avvio alla progettazione 3D con MPDS4. Velocità e integrazione sono le parole chiave quando si tratta di progettazione 3D di impianti e fabbriche. Questo rende MPDS4 più che mai la prima scelta per una progettazione 3D veloce e di alta qualità.

> Test MPDS4 gratuito

Riguardo CAD Schroer
Specializzata nello sviluppo di software e nella fornitura di soluzioni d´ingegneria, CAD Schroer è un’azienda di calibro mondiale che aiuta ad aumentare la produttività e la competitività dei clienti specializzati nei settori della produzione e della progettazione di impianti, inclusi il settore automobilistico ed il suo indotto, il settore energetico ed i servizi pubblici. CAD Schroer ha uffici e filiali indipendenti in Europa e negli Stati Uniti.

Il ventaglio dei prodotti di CAD Schroer include soluzioni CAD 2D/3D, per l’impiantistica, per la progettazione di impianti e per la gestione dei dati. I clienti in più di 39 paesi si affidano a MEDUSA®, MPDS™, M4 ISO e M4 P&ID FX per avere un ambiente di progettazione integrato, efficiente e flessibile per tutte le fasi della progettazione dei prodotti e degli impianti, in modo tale da tagliare i costi e migliorare la qualità.

Il portfolio di prodotti e servizi di CAD Schroer comprende inoltre soluzioni AR e VR basate su dati CAD. CAD Schroer sviluppa insieme ai suoi clienti soluzioni AR/VR basate su dati CAD 3D già esistenti. I risultati sono applicazioni AR e VR coinvolgenti con le quali i prodotti possono essere presentati in modo chiaro e interattivo. Le applicazioni CAD Schroer vengono inoltre utilizzate anche per workshop e riunioni durante le fasi di pianificazione per visualizzare i dati in dettaglio. Le applicazioni AR/VR facilitano l’assistenza nelle fasi di manutenzione e permettono di aumentare la produttività.

CAD Schroer attribuisce una grande importanza alla stretta collaborazione con i propri clienti e supporta gli obiettivi della sua clientela mediante un ampio ventaglio di servizi di consulenza, formazione, sviluppo, supporto software e manutenzione.
Contatti
Marco Destefani
CAD Schroer GmbH
Fritz-Peters-Straße 11
47447 Moers
Germania

Sito web: www.cad-schroer.it
Email: marketing@cad-schroer.com

Telefono:

Italia: +39 02 49798666
Germania: +49 2841 9184 0
Svizzera: +41 43 495 32 92
Regno Unito: +44 1223 850 942
Francia: +33 141 94 51 40