Archivio per 5 ottobre 2018

Chiese storiche: i tarli del legno tra gli artefici del loro degrado

Scritto da WebmasterDeslab il . Pubblicato in Aziende

Una ricchezza storico-culturale inestimabile ed ineguagliabile nel mondo ma per la quale cura e prevenzione sono quasi inesistenti: stiamo parlando dell’immenso patrimonio artistico italiano, lasciato spesso e volentieri in completo stato di degrado. Il crollo del tetto della Chiesa San Giuseppe dei Falegnami a Roma, per fortuna senza vittime, è solo la punta dell’iceberg. Sarebbe forse bastato un trattamento antitarlo preventivo ad evitare il collasso della volta di questa chiesa risalente al XVII secolo.

E in effetti, sarebbero stati con molta probabilità proprio gli insetti xilofagi a provocare il deterioramento di un singolo elemento di una capriata, stando all’analisi effettuata da Francesco Scoppola, dirigente a capo della Direzione Generale Educazione e Ricerca del MIBAC. Ma i tarli non sono i principali responsabili del crollo: c’è da chiedersi infatti in che modo abbia operato la Sovraintendenza in questi anni e quali siano le sue responsabilità.

Non a caso, lo stesso ministro dei Beni Culturali – Alberto Bonisoli – ha sottolineato il compito degli enti preposti alla vigilanza del patrimonio artistico di monitorare i beni sotto tutela al fine di salvaguardare soprattutto l’incolumità dei cittadini. E in attesa che venga accertata la responsabilità del crollo del tetto della Chiesa di San Giuseppe dei Falegnami, il ministro ha annunciato che presto sarà adottato un piano di monitoraggio di tutti i beni, anche di quelli che non appartengono allo Stato, e non solo della Capitale.

Come noto, i tarli del legno non rappresentano solo un pericolo domestico, ma la loro presenza risulta essere estremamente dannosa per la stessa solidità strutturale di edifici di interesse storico-culturale e delle opere d’arte custodite al loro interno. Un processo mirato ed ecologico di disinfestazione tarli, associato ad interventi strutturali preventivi, potrebbero essere la ricetta giusta per garantire al nostro infinito patrimonio artistico una condizione di salute degna della sua fama e grandezza.

Aprilia screening gratuiti per la Giornata Mondiale del Cuore

Scritto da Mario Mauri il . Pubblicato in Salute

Ad Aprilia il 6 ottobre si effettuano screening gratuiti della Fibrillazione Atriale e rischio ictus presso la Casa di Cura Città di Aprilia

Aprilia, 3 ottobre 2018 – Anche Aprilia quest’anno celebra la Giornata Mondiale del Cuore con l’evento “Ictus cardio-embolico: conoscerlo per prevenirlo”, l’iniziativa di sensibilizzazione che si svolgerà il 6 ottobre dalle ore 9.00 presso la Casa di Cura Città di Aprilia, e che consentirà a tutti i cittadini dai 40 anni in su di effettuare una visita cardiologica gratuita e ricevere maggiori informazioni su fattori di rischio, sintomi, conseguenze e prevenzione di ictus e fibrillazione atriale. L’evento è organizzato dall’Associazione Farmacisti Online con il contributo di Daiichi Sankyo Italia.

Fibrillazione Atriale e Ictus
La fibrillazione atriale (FA) è la forma più diffusa di alterazione del ritmo cardiaco, è spesso asintomatica ma aumenta in maniera significativa il rischio di ictus cerebrale. Si stima che dei 200 mila casi di ictus diagnosticati in media ogni anno in Italia circa 36 mila siano imputabili alla Fibrillazione Atriale, e che nel corso della vita circa 1 persona su 3 affetta da FA vada incontro ad un ictus cerebrale, un evento grave che si può evitare scoprendo in tempo la presenza di questa aritmia, adeguandosi ad uno stile di vita sano e iniziando il trattamento con una terapia anticoagulante appropriata. Esistono forti evidenze scientifiche sul ruolo degli anticoagulanti orali nel ridurre di oltre il 70% il rischio di ictus nei soggetti colpiti da questa aritmia cardiaca eppure, secondo i più recenti studi del Centro Controllo Malattie del Ministero della Salute, più di 157.000 pazienti non seguono diligentemente le indicazioni del proprio medico e non aderiscono alla terapia in modo ottimale, con conseguenze gravi e invalidanti per la loro vita. E’ provato, infatti, che gli ictus che si verificano dopo un’interruzione della terapia antitrombotica sono associati a maggiori mortalità e morbilità rispetto agli ictus che si verificano mentre un paziente è in trattamento antitrombotico.

“Abbiamo deciso di promuovere questa iniziativa perché nella nostra esperienza ci siamo resi conto che non c’è ancora un’adeguata percezione da parte degli utenti dei pericoli di queste patologie cardiache, e che spesso pure i pazienti già diagnosticati non comprendono appieno l’importanza di essere costanti e attenti nel seguire le terapie prescritte. Con questo evento desideriamo offrire ai cittadini di Aprilia non solo la possibilità di effettuare un controllo cardiologico gratuito con degli specialisti ma anche di informarsi direttamente su ciò che possono fare per prevenirle o gestirle”, ha spiegato Rocco Forte Presidente dell’Associazione Farmacisti Online

Programma della giornata

Ore 9.00-11.00 Controllo cardiologico gratuito con visita ed elettrocardiogramma
Ore 11.30-12.30 Incontro informativo-educazionale sulla prevenzione delle patologie cardio-emboliche a cura del Team cardiologico diretto dal Dott Marco Giovagnoni
Presentazione della patologia e dei suoi fattori predisponenti, I medici rispondono alle domande dei cittadini
Ore 12.30-14.00 Consegna referti

FonteDaiichi Sankyo

I falli con ventosa che piacciono a tutti, specialmente alle donne

Scritto da Erica Vesi il . Pubblicato in Lifestyle

Tutti sanno cosa sono e dove si acquistano, ma nessuno ne parla apertamente. Chi sono? I sex toys! Il sesso, lo sappiamo, è quella cosa a cui è difficile rinunciare ma di cui non sempre ci sentiamo liberi di parlare. Capita spesso, ad esempio, che vogliamo aggiungere un po’ di pepe alla nostra vita sessuale ma… Come comunicarlo al nostro partner? Come svelare le nostre fantasie più nascoste? Come dirgli che vorremmo introdurre un sex toy nell’atto sessuale? E soprattutto, chi se la sente di uscire a comprarlo? Il magico mondo del web non risolverà i vostri problemi di comunicazione di coppia, ma di sicuro vi offre un’infinita varietà di negozi online in cui acquistare i prodotti e leggere tutte le descrizioni con tranquillità, da casa e col vostro pc. Lo scettro per il re dei tabù infatti, oltre alla masturbazione femminile, va proprio all’utilizzo di sex toys. I falli con ventosa, in particolare, sono assolutamente pratici e versatili.

I falli con ventosa: il nuovo fai da te

Non si tratta di vibratori. Sono per lo più falli realistici adatti a tutti, principianti e non, perché facilissimi da usare. Infatti alla base hanno una ventosa e quindi si attaccano molto bene ad ogni superficie e sono perfetti sia per essere usati da soli che in coppia. I falli con ventosa sono disponibili in diverse varianti per forme – di solito realistiche – colori, e materiali (sono molto diffusi dildo in PVC e TPR). La loro estrema versatilità e semplicità di utilizzo fanno sì che essi siano adatti sia alla penetrazione anale che a quella vaginale.

I falli con ventosa che migliorano nettamente la vostra vita sessuale

I falli con ventosa, e più in generale i sex toys, possono davvero migliorare qualitativamente la vostra vita di coppia, renderla più intrigante e meno scontata. Dove c’è bisogno aiutano a riaccendere la passione, dove non c’è più niente da riaccendere, sono il massimo che potrete chiedere, oltre a un nuovo partner, s’intende. Riscoprirete così il piacere della masturbazione. Se siete fra coloro che hanno intenzione di acquistarne uno sappiate che non siete i soli. Il mercato dei sexy shop non conosce crisi, anzi, ogni anno il fatturato in questo settore è in costente crescita. La vendita di sex toys ha subito un forte rialzo soprattutto grazie alla diffusione di punti vendita online, che garantiscono il massimo della privacy e dell’accessibilità. L’importante è rivolgersi a store affidbili, sia online che offline.

Trasporto merci Brennero: dall’Austria in arrivo un altro stop

Scritto da WebmasterDeslab il . Pubblicato in Aziende

L’Austria è pronta ad infliggere l’ennesimo duro colpo all’autotrasporto italiano. In questi giorni, infatti, il Parlamento del Tirolo varerà ulteriori provvedimenti di limitazione alla circolazione dei mezzi pesanti in transito sull’asse del Brennero, seguendo un cronoprogramma che limiterebbe in maniera considerevole il flusso di veicoli e merci da e per l’Italia a partire dall’estate 2019. Facile immaginare quali conseguenze negative per le imprese italiane.

In effetti, l’inasprimento di divieti e limitazioni interesserebbe diverse tematiche: l’ estensione del divieto settoriale ad altre merci (legno, prodotti della chimica-plastica; metalli, macchinari e apparecchiature), i divieti di sabato nei mesi di gennaio e febbraio, le restrizioni del divieto notturno per merci deperibili ed intensificazione del sistema contagocce in particolari giornate; ma l’aspetto più contraddittorio è quello che riguarda le limitazioni di traffico anche per i veicoli Euro VI, ovvero quelli di ultima generazione con minimo impatto ambientale.

L’ennesima iniziativa unilaterale dell’Austria sembrerebbe quindi indirizzata a colpire la competitività delle aziende esportatrici italiane e non solo dei nostri autotrasportatori. Dal Brennero, corridoio principale per raggiungere i mercati del Centro e Nord Europa, passa il 70% dell’export nazionale: un aspetto questo che non va assolutamente sottovalutato, considerando che l’attuale infrastruttura ferroviaria non consente di incrementare lo shift modale.

Ad alzare la voce è soprattutto ANITA, che chiede un urgente e deciso intervento sull’Austria e sulla Commissione Ue da parte del ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Toninelli affinché venga scongiurata l’adozione di simili provvedimenti.

Sextortion: la minaccia che arriva per mail

Scritto da Andrea Bianchi il . Pubblicato in Aziende, Informatica, Internet, Tecnologia

logo-gdataNel corso dell’estate la Polizia Postale italiana ha diramato un avviso agli utenti: tra le solite mail con offerte di medicinali a basso prezzo provenienti da shop online dubbi e presunte fatture, spiccava un messaggio minatorio di natura sessuale. Una truffa ancora attiva ai danni di utenti sprovveduti.

Bochum – La mail che dall’inizio dell’estate affolla le caselle di moltissimi utenti italiani e non solo ha lasciato parecchi utenti esterrefatti. Si tratta di un messaggio minatorio avente come oggetto “Ti ho filmato..”. Apparentemente qualcuno avrebbe utilizzato la videocamera del notebook per registrare un filmato compromettente dell’utente. Video che il mittente minaccia di pubblicare, qualora non riceva il pagamento di una somma di 250 dollari / 300 Euro in Bitcoin entro i 5 giorni successivi (in alcuni casi addirittura entro soli due giorni) dall’invio del messaggio. Esempio tipico di “sextortion”,  la mail a sfondo pornografico non è altro che una frode: non esistono infatti video compromettenti che potrebbero essere pubblicati da chicchessia.

 “Keep calm e.. rifletti”

Sicuramente nel leggere questo messaggio a qualche lettore sarà gelato il sangue e in molti si saranno chiesti se quanto indicato fosse vero. Ed è proprio in questa fase che il rischio di cadere nella trappola o di cedere al presunto ricatto è esponenziale. La paura porta gli individui ad agire in modo istintivo, spingendoci a fuggire o attaccare senza riflettere per difenderci da danni fisici diretti. Un meccanismo indubbiamente noto anche ai criminali.

Come per tutti gli attacchi perpetrati via mail, occorre ricordarsi che non esiste alcun rischio imminente per la propria vita o incolumità che richieda un’azione diretta e immediata.

Ops! La telecamera può filmarmi di nascosto?

Questa domanda tormenta sicuramente la maggior parte dei destinatari di tali messaggi. In teoria è possibile, con l’aiuto di un software dannoso, attivare una videocamera a distanza passando inosservati. In questo caso specifico però, i criminali fanno semplicemente affidamento sul fatto che il loro messaggio venga reputato vero. Ma anche qualora il PC portatile sia per lo più chiuso e collegato a monitor e tastiera tramite apposita docking station, o il PC non disponga di una videocamera, in primo acchito ci si spaventa.

Le mail forniscono un indirizzo bitcoin dove versare l’importo necessario a comprare il silenzio del mittente. Una rapida ricerca sul web ha tuttavia evidenziato che lo specifico portafoglio bitcoin indicato nel messaggio minatorio non contenesse alcuna transazione attiva, se non un unico versamento di circa 300 Euro. Su un sito web (ad esempio www.bitcoinwhoswho.com) il portafoglio viene persino etichettato come “sospetto in concomitanza con casi di truffa”. Un altro indizio sicuro che non ci si possa fidare.

Segnali chiari: attention please!

  • Anomalie lessicali:

Il lessico delle mail minatorie è migliorato molto nel corso degli ultimi anni. Nonostante ciò si ripresentano casi in cui il programma di traduzione automatica non centra propriamente il bersaglio.

  • Indirizzo Bitcoin:

Spesso per perpetrare una truffa i cybercriminali creano portafogli “usa e getta” utilizzabili solo per un periodo di tempo limitato. Una ricerca appropriata degli indirizzi di tali wallet Bitcoin può fornire ulteriori chiarimenti. Infatti, quelli contenuti in questo tipo di messaggi minatori vengono rapidamente segnalati come fraudolenti. E non c’è da preoccuparsi, perché i criminali non hanno modo di tracciare le attività di ricerca condotte da qualsivoglia utente.

  • Scenario soverchiante:

Per far sì che la paura prenda il sopravvento, è necessario che la vittima si senta assolutamente impotente. Per questo motivo in questo tipo di mail si sottolinea la superiorità del mittente, in grado da un lato di monitorare ogni singolo movimento dell’utente, specialmente eventuali richieste di aiuto, e dall’altro di rendersi irrintracciabile per la sua capacità di non commettere “mai” errori.

Conclusioni

La perfidia di questa mail sta nel voler ottenere il pagamento di somme di denaro attraverso la messa in scena di una situazione particolarmente ansiogena. Una truffa i cui costi, come il rischio di essere smascherati, sono bassissimi per i cybercriminali. Ecco perché è necessario che l’utente resti vigile!

Per tutti i messaggi di questo tipo, il cui obiettivo è estorcere somme di denaro, valgono le seguenti regole:

  1. Mantenere la calma
  2. Non effettuare alcun pagamento
  3. Eliminare la mail.

GDATA

Fondata nel 1985 a Bochum, G DATA vanta una storia di oltre trent’anni nella lotta e prevenzione contro le minacce informatiche ed è uno dei principali fornitori al mondo di soluzioni per la sicurezza IT, insignite di numerosi riconoscimenti per la qualità della protezione fornita e l’intuitività d’uso.
G DATA produce e commercializza soluzioni di sicurezza totalmente aderenti alle normative europee sulla protezione dei dati. Il portafoglio prodotti G DATA comprende soluzioni di sicurezza per le imprese, dalle micro alle grandi aziende, e applicazioni rivolte all’utenza consumer.
Partner tecnico di Ducati Corse per la MotoGP, G DATA ha il compito di proteggere i sistemi IT di pista del team Ducati. L’azienda patrocina altresì il Teatro Comunale di Bologna e diversi eventi volti all’accrescimento culturale e all’aggregazione sociale tra cui mostre e corsi presso istituti scolastici per favorire un uso consapevole del web e dei social media.
Ulteriori informazioni su G DATA e sulle soluzioni di sicurezza sono consultabili sul sito www.gdata.it

Avvitatore 8849 Chicago Pneumatic: grande potenza ed elevata durabilità a batteria

Scritto da WebmasterDeslab il . Pubblicato in Aziende

Per migliorare il livello di produttività della tua officina, Tecnopuglia.it si affida solo ai migliori brand internazionali dedicati alle macchine per officina che sono sinonimo di garanzia, qualità e durata nel tempo. Uno di questi si chiama Chicago Pneumatic, leader mondiale nella produzione di avvitatori a massa battente e non solo, di cui Tecnopuglia torna a parlare presentando un prodotto davvero esclusivo per le sue eccezionali performance in termini di potenza e resistenza: l’avvitatore CP 8849 ad impulsi ½ “ a batteria.

Frutto di ricerca e innovazione in campo meccanico, questo avvitatore è il prodotto giusto per chi chiede alle proprie prestazioni elevata durabilità e potenza senza rinunciare alla comodità. Grande potenza è appunto uno dei suoi principali punti di forza: grazie a una coppia massima di 1150 Nm in svitatura, esso risulta essere l’alternativa perfetta al modello pneumatico, con il notevole vantaggio di essere un utensile a batteria libero dei tubi di aria compressa.

Resistenza e durabilità sono poi gli altri punti di forza di questo prodotto: il merito è di un motore brushless senza spazzole e delle batterie da 4 Ah che garantiscono una notevole durata di utilizzo per singola carica. Non manca, inoltre, praticità e comfort. Oltre alle quattro impostazioni in avvitatura (modalità lenta, fast, power e max), CP 8849 è facile da usare grazie al funzionamento avanti/dietro con una sola mano più posizione di blocco di sicurezza, e alla presenza di un impugnatura in gomma termoplastica morbida.

L’avvitatore CP 8849 a batteria è infine dotato di paracolpi in gomma in grado di proteggere l’utensile da urti e impatti accidentali, garantendo la massima affidabilità anche negli ambienti di lavoro più gravosi.

Scopri nel dettaglio tutte le altre sue caratteristiche visitando la pagina all’interno del sito Tecnopuglia.it

Mutui: erogato in aumento nei grandi centri, ma in provincia si riduce

Scritto da Andrea Polo il . Pubblicato in Casa e Giardino, Economia

Il mercato immobiliare italiano sta vivendo un momento molto particolare; in alcuni comuni i prezzi hanno ripreso salire, in altri sono ancora stabili e in tutti, complici i tassi favorevoli applicati dalle banche, gli italiani cercano di comprare casa. Ma come si differenzia il settore dei mutui fra grandi e piccoli centri? Per rispondere alla domanda Facile.it e Mutui.it hanno analizzato oltre 25.000 richieste di finanziamento e relative erogazioni presentate fra il 1 gennaio 2017 ed il 30 giugno 2018, evidenziando come nei comuni con più di 250.000* abitanti gli importi medi erogati siano aumentati del 7% arrivando, nel primo semestre 2018, a 150.923 euro, ma nei piccoli centri siano diminuiti dell’1,5% (importo medio 116.388 euro).

In provincia si sogna, ma poi ci si scontra con la realtà

L’analisi è partita dalle richieste di finanziamento e ha potuto mettere in luce come, sia in provincia sia in città, nel corso dell’ultimo anno il desiderio di acquistare casa non sia cambiato.

Nel primo semestre del 2017 la richiesta media presentata agli istituti da chi voleva comprare un immobile sito in un comune con meno di 250.000 abitanti era pari a poco più di 120.000 euro, 146.000 nei grandi centri; importi rimasti pressoché identici anche nel primo semestre dell’anno in corso.

Complice la riduzione media dei valori immobiliari, pari a circa 10.000 euro tanto in provincia quanto in città, ad aumentare in entrambi i casi è l’LTV, ovvero la percentuale di valore della casa che si è provato a finanziare tramite il mutuo; nei piccoli comuni è passata dal 65% al 68%; dal 65% al 67% nei grandi.

Da notare, però, come cambi sostanzialmente la proporzione grandi – piccoli centri sul totale mutui quando si passa dalle richieste agli erogati. Nel primo caso, fatto 100 l’insieme delle domande di finanziamento, quelle legate ad immobili che si trovano in piccoli centri rappresentano il 74% del totale, ma quando dalle domande si passa alle erogazioni la percentuale scende notevolmente e si ferma poco sopra al 68%.

Il problema della perizia

«Negli ultimi dieci anni gli immobili hanno perso buona parte del loro valore; soprattutto in alcune province», spiega Ivano Cresto, responsabile BU Mutui di Facile.it. «Una discesa così marcata genera differenza fra le aspettative di chi compra o vende e i reali valori di mercato. In virtù della normativa vigente, inoltre, per le stime peritali le banche si avvalgono di società certificate che devono necessariamente basare le loro valutazioni sui valori indicati dall’Agenzia del Territorio o altre fonti istituzionali. Il risultato è che, a volte, le perizie possono essere molto distanti dall’idea di valore che si erano fatti gli aspiranti mutuatari e ciò si traduce nella concreta possibilità di ottenere cifre inferiori alle aspettative o, per alcuni, addirittura nel non poter far fronte all’acquisto».

I valori degli immobili, però, in molti comuni hanno smesso di scendere e in alcuni stanno addirittura tornando a crescere, sia pur lentamente. Questa è una buona notizia, anche se gli incrementi odierni saranno riscontrabili nelle perizie solo l’anno prossimo in quanto le tabelle in uso oggi fanno riferimento al 2° semestre 2017.

Le parole di Cresto trovano riscontro nelle cifre delle erogazioni. Se per immobili siti in comuni con meno di 250.000 abitanti, a fronte di una richiesta pari a 120.189 euro, nel primo semestre del 2017 le banche hanno erogato mediamente 118.107 euro, nel primo semestre del 2018 la cifra è scesa a 116.388 euro (richiesta media 120.009 euro). Di contro a fronte di una domanda pari a 146.792 euro, nelle grandi città sono stati erogati 140.955 euro nel primo semestre 2017 e 150.923 euro nei primi sei mesi del 2018 (richiesta media pari a 146.540 euro)

* Sono stati considerati come comuni con oltre 250.000 abitanti i seguenti centri: Roma, Milano, Napoli, Torino, Palermo, Bologna, Genova, Firenze, Bari, Catania, Venezia, Verona.

Questo visualizzatore di Realtà Virtuale porta il progetto ad un livello superiore

Scritto da gtebart il . Pubblicato in Aziende, Industria, Tecnologia

Milano, Italia – 2 Ottobre 2018: Con il nuovo Viewer M4 VIRTUAL REVIEW i progettisti possono vivere i loro progetti CAD 3D immergendosi al loro interno con l’aiuto della realtà virtuale.

Progettisti, ingegneri e project manager hanno spesso il problema di non ricevere feedback su nuovi componenti, macchine o sistemi finché non sono stati fatti gli investimenti per la costruzione di un prototipo. Nel caso di un impianto, questo avviene solo quando è stato completamente installato. Errori e migliorie sono identificati in ritardo e causano enormi costi aggiuntivi. Riconoscere le possibili migliorie in fase di progettazione farebbe risparmiare al progettista e ai suoi clienti tempo e sforzi aggiuntivi.

Feedback già dalla fase iniziale con M4 VIRTUAL REVIEW
Il visualizzatore di realtà virtuale (VR) consente di caricare dati CAD in un ambiente VR. Attraverso questo strumento i progetti 3D possono essere visualizzati con l’aiuto di occhiali VR. I progettisti possono così visualizzare i loro progetti in un ambiente reale già nella fase iniziale. Con l’utilizzo della tecnologia VR i progetti 3D possono essere controllati dai colleghi dei reparti di montaggio o di assistenza, questo permette di intercettare gli errori o effettuare ottimizzazioni prima del montaggio o della manutenzione. Attraverso la tecnologia resa disponibile dal software M4 VIRTUAL REVIEW si ottiene un vantaggio inestimabile, si riducono gli errori e gli eventuali costi di modifica che aumenterebbero notevolmente con l’avanzamento del progetto.

Impressiva presentazione dei prodotti con M4 VIRTUAL REVIEW
La realtà virtuale apre un mondo completamente nuovo per presentare i propri prodotti, sia nella fase di vendita che nel marketing. Con l’utilizzo di questa nuova tecnologia i clienti possono immergersi nel loro progetto. Essa consente inoltre di presentare rapidamente i vantaggi dei prodotti che richiedono spiegazioni e di impressionare ancora di più i clienti. Nel marketing, il visualizzatore può essere utilizzato in occasione di eventi per la presentazione dei prodotti e dei progetti. I responsabili commerciali possono portare con sé tutte le macchine presenti nel loro catalogo e presentarle direttamente ai clienti con l’aiuto di un computer portatile e di occhiali VR. Con M4 VIRTUAL REVIEW si possono creare e raggiungere preziosi vantaggi competitivi.

Veloce e intuitivo da usare
Il visualizzatore VR-Viewer, M4 VIRTUAL REVIEW può essere acquistato direttamente da CAD Schroer ed è subito pronto all’uso nell’ambiente Windows10 VR standard. Con i moderni occhiali Mixed Reality, i dati CAD possono essere caricati direttamente nel VR. Il visualizzatore può caricare diversi modelli ed è quindi adatto per confrontare diverse alternative al progetto. Durante lo sviluppo è stata prestata grande attenzione alla facilità d’uso, in modo che i nuovi utenti possano trovarsi da subito a loro agio con il software. Questo rende particolarmente facile l’utilizzo del Viewer in occasione di eventi o la presentazioni ai clienti.

M4 VIRTUAL REVIEW è già disponibile
Se si desidera testare il visualizzatore VR-Viewer, è possibile contattare direttamente CAD Schroer. Oltre al VR-Viewer, l’azienda offre la possibilità di personalizzare il software in base alla esigenze della propria azienda. CAD Schroer sviluppa applicazioni individuali per la presentazione di dati ingegneristici in realtà aumentata o virtuale (AR e VR). Con un visualizzatore per la realtà virtuale di nuova concezione, i progettisti possono ora immergersi nei loro progetti CAD anche prima della loro realizzazione. Ciò consente di riconoscere tempestivamente i potenziali errori, di effettuare migliorie e di far risparmiare all’azienda enormi costi aggiuntivi nella fase avanzata del progetto.

> Per saperne di più sul VR-Viewer M4 VIRTUAL REVIEW

Riguardo CAD Schroer
Specializzata nello sviluppo di software e nella fornitura di soluzioni d´ingegneria, CAD Schroer è un’azienda di calibro mondiale che aiuta ad aumentare la produttività e la competitività dei clienti specializzati nei settori della produzione e della progettazione di impianti, inclusi il settore automobilistico ed il suo indotto, il settore energetico ed i servizi pubblici. CAD Schroer ha uffici e filiali indipendenti in Europa e negli Stati Uniti.

Il ventaglio dei prodotti di CAD Schroer include soluzioni CAD 2D/3D, per l’impiantistica, per la progettazione di impianti e per la gestione dei dati. I clienti in più di 39 paesi si affidano a MEDUSA®, MPDS™, M4 ISO e M4 P&ID FX per avere un ambiente di progettazione integrato, efficiente e flessibile per tutte le fasi della progettazione dei prodotti e degli impianti, in modo tale da tagliare i costi e migliorare la qualità.

Il portfolio di prodotti e servizi di CAD Schroer comprende inoltre soluzioni AR e VR basate su dati CAD. CAD Schroer sviluppa insieme ai suoi clienti soluzioni AR/VR basate su dati CAD 3D già esistenti. I risultati sono applicazioni AR e VR coinvolgenti con le quali i prodotti possono essere presentati in modo chiaro e interattivo. Le applicazioni CAD Schroer vengono inoltre utilizzate anche per workshop e riunioni durante le fasi di pianificazione per visualizzare i dati in dettaglio. Le applicazioni AR/VR facilitano l’assistenza nelle fasi di manutenzione e permettono di aumentare la produttività.

CAD Schroer attribuisce una grande importanza alla stretta collaborazione con i propri clienti e supporta gli obiettivi della sua clientela mediante un ampio ventaglio di servizi di consulenza, formazione, sviluppo, supporto software e manutenzione.

Contatti
Marco Destefani
CAD Schroer GmbH
Fritz-Peters-Straße 11
47447 Moers
Germania

Sito web: www.cad-schroer.it
Email: marketing@cad-schroer.com

Telefono:

Italia: +39 02 49798666
Germania: +49 2841 9184 0
Svizzera: +41 43 495 32 92
Regno Unito: +44 1223 850 942
Francia: +33 141 94 51 40
USA: +1 866-SCHROER (866-724-7637)

ROBERTA GIALLO “ASTRONAVE GIALLA WORLD TOUR”

Scritto da Laura Ruggeri il . Pubblicato in Musica

Parte l’11 ottobre da Mosca il tour mondiale di Roberta Giallo. La cantautrice, autrice, performer teatrale, pittrice e scrittrice, originaria di Senigallia si appresta a portare le sonorità del suo ultimo album “L’oscurità di Guillaume” in 8 live che toccheranno la Russia, la Cina, gli Emirati Arabi e gli Stati Uniti in esclusive location. Dopo Mosca l’”Astronave gialla world tour” arriverà a Kiev, Istanbul, Shunde (Cina), Los Angeles (California) e in altre città che saranno svelate in seguito.

Durante il Tour, realizzato grazie al sostegno di S’illumina, SIAE, il Ministero dei Beni Culturali, Corvino produzioni, Fonoprint, Visionnaire, l’AltopArlAnte ed il MEI, Roberta Giallo eseguirà i brani del suo ultimo album “L’oscurità di Guillaume” con il quale ha vinto gli All Music Italia Awards 2017 come miglior album.

«Ho voluto intitolare questo tour “Astronave gialla world tour”, perché ho sempre inteso la musica come un viaggio spazio-temporale: emotivo, psicologico, spirituale… un’occasione per raggiungere mete lontane, sconosciute, imprevedibili.

In giro per il mondo porterò me stessa, le mie visioni, la mia interiorità, e le mie canzoni, che sono la mia storia, il mio vissuto, ma anche i tanti pianeti creati dalla mia immaginazione. Ebbene, io e il mio pianoforte, che è da sempre il mio amico del cuore e il mio motore in un certo senso, stiamo per decollare! Sono grata, felice, piena d’entusiasmo, e pronta darmi completamente al pubblico che incontrerò, e a “raccogliere” tutta la bellezza e la meraviglia che ogni viaggio mi regalerà, nutrendo la mia ispirazione. Grazie infinite a tutti coloro che hanno reso possibile tutto questo, un altro sogno si è materializzato!» Roberta Giallo.

ASTRONAVE GIALLA WORLD TOUR

ASTRONAVE GIALLA WORLD TOUR 🌏A volte accadono cose Enormi. A me accadrà di girare il Mondo con le mie canzoni. Sto per partire per un TOUR MONDIALE e sono immensamente felice.Prima tappa: 11 ottobre a MOSCA. Seguiranno KIEV, INSTANBUL, SHUNDE in CINA, LOS ANGELES ed altre date che vi rivelerò presto…Con il mio pianoforte, che è un po' la mia astronave, viaggerò e farò viaggiare il pubblico con le canzoni del mio album, “L'Oscurità Di Guillaume”, che ho scritto con il potentissimo carburante dei sogni e della fantasia…Il mio percorso si arricchisce di nuove ed entusiasmanti avventure, seguitemi!Farò di tutto per mantenermi in contatto con voi, e vi aggiornerò costantemente con tutti i mezzi possibili e le vie percorribili: foto, video, dirette… E, sicuramente, raccoglierò tanta nuova vita e tanti nuovi sogni, per scrivere altre canzoni e farvene dono!Devo ringraziare coloro che hanno reso possibile tutto questo: S'illumina, SIAE, Mibac, Visionnaire Home Philosophy e i suoi showroom che ospiteranno me e i miei concerti in questo lungo viaggio, Corvino Produzioni, Fonoprint, L'Altoparlante Promoradio Ufficiostampamusicale e il MEI – Meeting Degli IndipendentiInfine, il GRAZIE più grande va a tutti VOI, che mi avete sempre sostenuto; abbracciandomi con i vostri pensieri, rallegrandomi con le parole più belle, e gratificandomi con i vostri applausi…AllacciateVI le cinture, L'ASTRONAVE GIALLA sta per decollareeeee!Vostra,Roberta Giallo 👩💛🚀🎶🤖🎤🌈🎹💫#AstronaveGiallaWorldTour#RobertaGialloTour

Pubblicato da ROBERTA GIALLO su Martedì 25 settembre 2018

“L’Oscurità di Guillaume” è un concept album che racconta di una storia d’amore travagliata vissuta tra la realtà e “il mondo virtuale”. Con la sua vocalità raffinata e suggestiva, la cantautrice, intraprende un viaggio interiore che ripercorre un capitolo della sua vita.

«”L’Oscurità di Guillaume” è un disco ispirato e senza tempo che indaga sull’amore archetipico, tuttavia ho tratto ispirazione da un’esaltante e al tempo stesso burrascosa storia d’amore che ho vissuto personalmente. Ho scritto tutte le canzoni “calandomi” in un altrove dell’animo, cercando di connettermi con le emozioni nel loro stato più puro. Lo colloco in una specie di “Medio Evo Post-Atomico”, un paesaggio dell’anima, molto oscuro, ma con una piccola luce guida». Roberta Giallo.

Prima di partire per l’”Astronave gialla world tour”, Roberta Giallo si esibirà sabato 29 settembre al MEI di Faenza, nella cornice del Teatro Masini, in qualità di ospite del “Premio dei Premi” riconoscimento con cui è stata premiata nel 2017.

BIO

Roberta Giallo (Senigallia, 1982), nome d’arte di Roberta Giallombardo, è cantautrice, autrice, performer teatrale, pittrice e scrittrice.
Durante la sua carriera ha collaborato con numerosi artisti, tra cui Lucio Dalla, nel brano “Anche se il tempo passa” per il suo ultimo disco “Questo è amore” e alla realizzazione della colonna sonora del film “Il cuore grande delle ragazze” di Pupi Avati; Samuele Bersani, nel disco “Nuvola numero nove”, nel singolo “La fortuna che abbiamo”, inoltre duettano insieme nel brano inedito “Voce al Bene” di cui Roberta è autrice; Valentino Corvino; gli Arkè String Quartet; gli Gnu Quartet; l’orchestra Musicomio; l’orchestra del teatro Massimo di Palermo; l’orchestra metropolitana di Bari; i produttori Mauro Malavasi, Marcello Corvino, Francesco Migliacci; il giornalista e saggista Federico Rampini.

Apre i concerti di Sting, Carmen Consoli, Edoardo Bennato, Alex Britti.
Ha pubblicato il disco LP “L’oscurità di Guillaume” (2017), il disco EP “Di luce propria” (2014), i singoli “Animale” (2015), “Start” (2016), “Amore amor” (2016), “In amore muoio di Frontale” (2017). Scrive testo e musica del brano “Mettici più Verve” interpretato da Simona Molinari.

Partecipa al teatro Zelig di Milano alla manifestazione “Ci vuole orecchio” presentata da Gioele Dix, rappresentando la canzone d’autore di Bologna.
Dal 2014 a seguire è ospite ai programmi di Luca Barbarossa, Serena Dandini, Carolina Di Domenico e Pierluigi Ferrantini in onda su radio Rai 2; al Roxy Bar ed al Barone Rosso di Red Ronnie; ad Edicola Fiore condotto da Rosario Fiorello, in onda su Sky.

Nel corso della sua carriera vince, tra gli altri, l’All Music Italia Award nella sezione migliore disco del 2017, il Premio dei Premi MEI 2017, il Premio Bindi 2017, il premio “Un Certain Regard” per la migliore esibizione live di Musicultura 2013, per due volte consecutive la borsa di studio per autori al CET di Mogol, il Premio Inedito – Colline di Torino 2017, la targa Cora al Premio Lauzi 2017, il Festival del Mediterraneo, il Soleada Festival, il Cornetto Free Music Festival promosso dall’Algida.

Dal 2014 è in tour con diversi spettacoli di teatro, tra cui:
– “Trip of a dreaming soul”, di cui Roberta è autrice, regista e interprete al Youth Square Y-Theatre di Hong Kong;

– “All you need is love – l’Economia spiegata con i Beatles” di e con Federico Rampini al festival “Le idee di Repubblica”, al Teatro Massimo di Palermo, etc.
– “L’età del caos”, di e con Federico Rampini, al Festival dei due mondi di Spoleto;
– “La favola della canzone Italiana” di Ernesto Assante e di Gino Castaldo, in cui reinterpreta i grandi classici della musica italiana al Théâtre des variétés di Montecarlo.
– “Roberto Roversi – Una voce r/esistenziale” in cui interpreta la versione integrale, mai eseguita prima di allora, de “La canzone di Orlando” scritta dal poeta Roberto Roversi e Lucio Dalla.
– Prende parte allo spettacolo “Caro Lucio ti scrivo” di Riccardo Marchesini, autore dell’omonimo film cinematografico, al Teatro Duse di Bologna.

Negli anni 2014 e 2017 omaggia la ricorrenza del 4 Marzo esibendosi dal vivo a casa di Lucio Dalla. Ospiti insieme a lei Ermal Meta, Brunori SAS, Dente, Antonio Maggio.
Nel 2018 invece omaggia la consueta ricorrenza del 4 Marzo esibendosi dal vivo dal Teatro Comunale di Bologna.

Nel 2017 esce il film “La ragazza dei miei sogni”, contenente alcuni brani scritti da Roberta per la colonna sonora. Dal 2017 è conduttrice su “Disco Sport”, in onda tutte le domeniche su Punto Radio, l’emittente fondata da Vasco Rossi, insieme allo speaker Marco Rossi.
Nel 2016 idea e presenta la rassegna sui cantautori intitolata “Martedì in Giallo” svolta al prestigioso Bravo Caffè di Bologna.

Sempre nel 2016 presenta al Mapei Stadium di Reggio Emilia in anteprima assoluta il singolo “Start” durante l’intervallo della partita di calcio Sassuolo vs Frosinone disputata in Serie A TIM.
Nel 2016 viene notata anche dal Club Tenco che le chiede di esibirsi sul palco di Laigueglia in occasione del “Tenco Ascolta”.
Nel 2018 porta lo show case de “L’oscurità di Guillaume” nella storica sede del Club Tenco a Sanremo invitata da L’isola che non c’era; all’anfiteatro di FICO, intervistata da Pierfrancesco Pacoda.
Prende parte alle esibizioni di Casa SIAE locata sempre nel centro di Sanremo.
Si esibisce all’Osteria delle Dame di Bologna, fondata da Francesco Guccini, invitata dal giornalista de “Il Fatto Quotidiano” Paolo Talanca per rappresentare il cantautorato emiliano.

Contatti e social

Sito web: http://www.robertagiallo.com

Facebook: http://www.facebook.com/robertagiallo.rainbow

Twitter: http://www.twitter.com/robertagiallo

Instagram: http://www.instagram.com/robertagiallo

Canale Youtube: http://www.youtube.com/robertagiallo