Archivio per 18 settembre 2018

Perché si Dovrebbe Scegliere uno Stand Espositivo Portatile?

Scritto da antoniomoret il . Pubblicato in Aziende

stand
Se si è nel settore della vendita al dettaglio, allora si ha la necessità di attirare l’attenzione del cliente per aumentare la vendita dei prodotti. È possibile migliorare le operazioni di business utilizzando uno stand espositore portatile per la pubblicità dei propri prodotti. È inoltre possibile scegliere stand espositivi con struttura portatile per mostre e fiere, veloci da montare e durevoli nel tempo proprio perché si tratta di un sistema modulare. È possibile utilizzare questo tipo di stand espositivo ancora e ancora senza alcuna riparazione o manutenzione. Tutti questi espositori sono costruiti con una gamma di componenti di altissima qualità, affidabili, dal peso leggero e facili da montare.

Si consiglia, pertanto, di utilizzare strutture in alluminio per stand rivestite. Ecco qui diversi vantaggi che consentono di utilizzare uno stand espositivo in alluminio. I dettagli sono illustrati qui di seguito:

  • Convenienza per il Cliente

Coloro che rendono il processo di vendita facile per i loro clienti, avranno un tasso di vendita migliore. L’alluminio è leggero, le strutture sono solide e eleganti perché rivestite, inoltre possono essere ricoperte dalla grafica scelta, in modo che non si veda la struttura se lo si desidera. Poi, questi stand in alluminio si ripongono in poco spazio e si montano facilmente e senza attrezzi quando si decide di assemblarli per un evento. Per finire sono ampliabili: aggiungere e togliere elementi è facile e consente il massimo della creatività. Più convenienti di così…!

  • Si Può Personalizzare l’Espositore del Brand

Gli stand espositivi sono personalizzabili e aiutano a rendere lo stand più attraente e coerente a ciascuna manifestazione. Si può personalizzare la stampa, il formato e le dimensioni dello stand, la disposizione degli elementi e si può decidere di retroilluminare, di applicare schermi o di mettere a disposizione tablet e monitor.

  • Basso costo

Spendere meno non significa per forza qualità. In questo caso, le strutture modulari di qualità costano “il giusto”. Ma il risparmio vero dipende dal fatto che vengono utilizzate più e più volte, ammortizzando il costo in un battibaleno. Basta stand che si usano solo una volta. Basta stand in affitto.

Pertanto, è possibile utilizzare lo stand espositivo al dettaglio come strumento di marketing per aumentare il tasso di vendita del prodotto, senza sottovalutare lo stand di certo più economico, ecologico e versatile: lo stand modulare in alluminio.

CRM per call center. È come cucire un abito su misura

Scritto da Easy4Cloud il . Pubblicato in Aziende, Tecnologia

Un Crm per call center deve poter offrire gli strumenti necessari per entrare in contatto con clienti e agenti, costruendo un’interazione complessa cucita intorno al cliente.

Chi considera una piattaforma Crm per call center unicamente sotto l’aspetto organizzativo compie forse un errore di valutazione;  i call center non sono istituti di sondaggio, sebbene possano offrire servizi per tali istituti, ma nascono dalla necessità di abbattere le distanze tra produttore e consumatore, fidelizzando il cliente o producendone dei nuovi.

Un buon crm per call center offre differenti soluzioni adatte per la gestione degli aspetti aziendali, come moduli separati per la gestione commerciale, amministrativa e logistica del call center. Ma tutti hanno un unico obiettivo: arrivare con efficacia al cliente finale.

Dall’altra parte del filo

D’accordo, non esiste più il filo. Il contatto tra azienda e consumatore corre ormai su molteplici dispositivi, dai social network al mail marketing, dalle videochiamate su protocollo internet Voip alla voce ascoltata in cuffia in fibra ottica.

Ma ciò che resta immutato è il rapporto con ciò che accade dall’altra parte del “filo”, ed è in quell’”altrove” che si gioca la partita.

Un Crm per call center deve cercare di annullare questa distanza, offrendo tutti gli elementi possibili per trovarsi il più vicino possibile al cliente; contatti pregressi, segnalazioni di interessamento, storico del cliente. Insomma un pezzetto di vita sul quale si costruisce il rapporto tra un’azienda ed un interlocutore.

Dimenticarlo, nella valutazione e nell’utilizzo di un Crm per call center, sarebbe un errore.

Personalizzare l’offerta per rendersi differenti da tutti gli altri

Un rapporto che mira a costruire un buon margine di personalizzazione, in modo tale che il cliente possa sentirsi accolto, e non semplicemente “raccolto” da un’offerta pubblicitaria.

Molto più di una semplice piattaforma logistica; più di una strategia d’impresa. Un Crm per call center deve poter offrire gli strumenti utili per tradurre una visione aziendale in mercato.

Rendere il consumatore un client intorno al quale costruire e mediare la propria offerta, diversa da quella di tutti gli altri competitors e quindi, unica.

Soltanto a questo punto entrano in ballo le discussioni tecniche e tecnologiche di un CRM per call center, necessarie, ma opportunamente orientate e focalizzate su quello che è un customer relationship management; ovvero il sistema nervoso di ogni call center.

Laicità CINEMA giovedì 20 la prima proiezione

Scritto da Muni CYTRON il . Pubblicato in Arte, Cultura, Film, Società, Spettacolo

#LaicitàCinema2018
Rassegna cinematografica nell’ambito del Festival mediterraneo della Laicità a cura dell’Associazione A.C.M.A.

Pescara: giovedì 20, 27 settembre e 4 ottobre 2018. AURUM e Museo Colonna

Al via giovedì 20 settembre, alle ore 17.30. la rassegna cinematografica “Verso Il Festival Laicità CINEMA”
La rassegna avrà tre appuntamenti: giovedì 20, 27 settembre e 4 ottobre 2018.
I primi due – 20, 27 settembre – presso l’AURUM e l’ultimo – quello di giovedì 4 ottobre – presso il Museo Vittoria Colonna, sempre alle ore 17,30

Alle proiezioni presenti i registi

L’A.C.M.A., Associazione Cinematografica Abruzzese è stata chiamata anche quest’anno a collaborare all’undicesima edizione del Festival mediterraneo della laicità che si terrà a Pescara dal 15 settembre al 21 ottobre 2018.
Le tre giornate centrali del Festival mediterraneo della laicità, organizzate dall’Associazione “Itinerari Laici”, 19, 20 e 21 ottobre 2018, sono precedute dai cicli di incontri: Laicità ARTE 15 e 29 settembre 2018 e Laicità CINEMA 20, 27 settembre e 4 ottobre.
L’A.C.M.A. curerà la Rassegna Laicità CINEMA. e oltre alla presentazione dei lavori selezionati prima di ciascuna proiezione, curerà il dibattito che seguirà anche con la partecipazione dei registi.

Verso Il Festival Laicità Cinema giovedì 20, 27 settembre e 4 ottobre 2018

**Aurum, sala Francesco Paolo Tosti, Largo Gardone Riviera, Pescara piano terra
**Museo d’arte moderna Vittoria Colonna, Via Gramsci, 1, Pescara, piano terra

INFO schede, sinossi, trailer, articoli webacma.it/fml-2018

giovedì 20 settembre ore 17,30 Aurum sala Tosti
FIÈRES D’ÊTRE PUTES di Irene Dionisio, 2010, 32’
sarà presente la regista

In Francia successivamente al terzo “Pute Pride” finanziato da una prostituta parigina con i guadagni di una nottata di sesso sadomaso con un ministro, un gruppo di prostituti composto da trans, lesbiche, travestiti, etero tra i più noti del panorama parigino, hanno creato un sindacato in difesa dei diritti dei lavoratori del sesso, lo Strass. Un viaggio grottesco e toccante tra le minoranze che rispondono con fierezza e ombrelli rossi all’ipocrisia. Cinque personaggi per abbattere il tabù che sottende alla morale corrente.

Irene Dionisio nata a Torino, nel 1986. Laureata in filosofia estetica e sociale all’Università di Torino, ha frequentato il Master in documentarismo diretto da Daniele Segre e Marco Bellocchio, e il Master IED diretto da Alina Marazzi. Attraverso l’associazione Fluxlab, di cui è socia fondatrice, cura progetti culturali e artistici su tematiche quali l’integrazione, le politiche culturali e le questioni di genere. La sua produzione artistica include videoinstallazioni e documentari, fra cui Sponde. Nel sicuro sole del nord (2015) e La fabbrica è piena. Tragicommedia in otto atti (2011). Le ultime cose è il suo primo lungometraggio di finzione

seguiranno

giovedì 27 settembre ore 17,30
Aurum sala Tosti
A CASA NON SI TORNA – storie di donne che svolgono lavori maschili
di Giangiacomo De Stefano e Lara Rongoni

giovedì 4 ottobre ore 17,30
Museo Vittoria Colonna
L’AMORE E BASTA di Stefano Consiglio, presente il regista

Eventi per l’undicesima edizione
Laicità CINEMA goo.gl/uDEx9o
Festival goo.gl/un1Zkf

Web per l’undicesima edizione
Sito itinerarilaici.it
Sito laicofestival.it

per Laicità CINEMA Info, schede, sinossi, trailer, articoli goo.gl/3kjVV6

L’A.C.M.A. (Associazione Cinematografica Multimediale Abruzzese) è un’associazione senza scopo di lucro fondata nel 2000 che ha, tra le sue finalità, quelle di diffondere la cultura cinematografica ed audiovisiva. Si propone in particolare di accrescere – ampliandola – la fruizione delle molte attività multimediali esistenti nel territorio, promuovendo anche attività produttive cinematografiche e audiovisive di soggetto abruzzese.
Dal 2007 l’ACMA realizza a Pescara il Festival del documentario d’Abruzzo – Premio Internazionale Emilio Lopez, uno dei pochi Festival in Italia dedicati esclusivamente al genere documentario.

ACMA – Associazione Cinematografica Multimediale Abruzzese
Via Firenze 99 – 65122 Pescara
Telefono: +39 085 4210031

Email: info@webacma.it

ACMA in internet: www.webacma.it/
Festival in internet: abruzzodocfest.org/

ACMA su Facebook: /AssociazioneACMA
Festival su Facebook: /Abruzzodocfest

ANDREA GIOE’ “BALLA AMORE” è il nuovo singolo del cantautore palermitano

Scritto da Laura Ruggeri il . Pubblicato in Musica

Il brano preannuncia l’album in uscita a settembre 2018 intitolato “L’Ottimista!”.

Andrea Gioè con “Balla amore” racconta in musica l’unicità, la fedeltà e la sicurezza del suo amore.

La canzone è corredata da altri due importanti brani (“Premura”, pezzo presentato alle selezioni di Sanremo Giovani e Musicultura 2018 e “Papà”, brano presentato alle selezioni di Musicultura 2018).

GUARDA IL VIDEO SU YOUTUBE:

ETICHETTA: Pirames International s.r.l.

Radio date: 6 luglio 2018

BIO

Andrea Gioè, cantautore palermitano. Scrive canzoni dal 1994. Compone la sua prima canzone a 10 anni. Dal 2003 da autodidatta suona la chitarra e dal 2011 suona anche l’ukulele.

Le sue radici musicali provengono da Claudio Baglioni, Moses, Litfiba, Umberto Maria Giardini (ex Moltheni), Ligabue, Simona Molinari, Mark Knopfler, Johnny Hallyday, Iz’Kamakawiwo’ole e Fabrizio Moro.

Nel 2004 studia canto con Tosca, Fabiana Rosciglione, Maria Grazia Fontana e Gabriella Scalise presso Cinecittà Campus.

Nel 2007 con “Stringerti di più” partecipa al Festival di Castrocaro.

Il 13 giugno 2009 pubblica il suo 1°album “A testa alta!” (Distribuzione digitale Pirames International s.r.l. Il 18 Ottobre 2010, per la prima volta Andrea Gioè entra nell’importante classifica di Youtube “#92 – I più visti (in assoluto) – Partner”. Il 24 Marzo 2011 L’EP “La mia unica follia” è tra gli album consigliati da Mondadori e si mantiene al 10°posto degli album più venduti per più di un mese. Il 4 Gennaio 2012 – Il canale ufficiale Youtube di Andrea Gioè supera le 100000 visualizzazioni. Amore, vita, religione ed attualità sono alcuni dei temi che raccontano, il secondo lavoro discografico di Andrea Gioè, “Tempo al tempo” (2012) distribuzione digitale Pirames International s.r.l. che entra a fare parte della prestigiosa cerchia degli “Album più scaricati di TV Sorrisi e Canzoni Music Shop” piazzandosi al 14°Posto in classifica.

Il 16 Giugno 2013 esce “Andrea Gioè & Friends – Istinto paterno” un triplo disco che racchiude nuove canzoni, bootleg e brani del cantautore palermitano ricantati da altri artisti emergenti tra Francia, Costa Rica, Russia e Italia. Dal 16 al 19 Ottobre 2014 Andrea per la prima volta partecipa alla prestigiosa Accademia di “Area Sanremo”. Il 12 Novembre 2014 presso il Palafiori di Sanremo, Andrea esegue per la prima volta “Ritrovarsi o Retroversi” davanti l’attenta giuria di Area Sanremo composta da Roby Facchinetti, Giusy Ferreri e Dargen D’Amico.

“Ritrovarsi o Retroversi” è anche il quinto lavoro discografico di un Andrea Gioè molto introspettivo, duro e diretto.

Il 24 Dicembre 2015 esce SENZA TE (canzone presentata a Sanremo Giovani 2016) scritta insieme ad Angelo Avarello dei Teppisti dei Sogni.

L’11 Novembre 2016 esce il “BEST OF Andrea Gioè”. Il 30 Ottobre 2017 col brano “Premura” ha partecipato alle selezioni di Sanremo Giovani 2018. L’11 Gennaio 2018 – Con i brani “Papà” e “Premura” ha partecipato alle selezioni di Musicultura 2018. Andrea ha l’onore di esibirsi per l’RDS Music Marathon di Milano presso i Giardini Indro Montanelli. Il 5 Aprile “Nel bene e nel male” entra alla 159°posizione su INDIE MUSIC LIKE. Il 19 Aprile, in anteprima esclusiva per il MEI, esce il relativo videoclip prodotto da Marco Bianchetti per A.G. Production.

Il 23 Maggio, in occasione della commemorazione della morte di Giovanni Falcone, Andrea è stato presente in veste di Speaker per Radio Cento Passi, affiancando Danilo Sulis. Il servizio è stato trasmesso dal TG1 in diretta dall’aula Bunker dell’Ucciardone di Palermo. Il 16 Giugno festeggia il suo compleanno suonando per il MEI a Piazza S. Domenico a Palermo in occasione della Festa della Musica insieme alla Teccà Band.

Il 21 Giugno. Nel bene e nel male entra alla 54°posizione su INDIE MUSIC LIKE.

Adesso Andrea sta lavorando in studio per finalizzare il suo nuovo album “L’Ottimista!” che uscirà a Settembre 2018.

Contatti e social

Sito: www.andreagioe.it

Facebook: www.facebook.com/andreagioe – www.facebook.com/AndreaGioeCantautorePalermoLourdes/

Youtube: www.youtube.com/user/andreagioe?feature=mhee

Instagram: www.instagram.com/andrea.gioe/

Twitter: https://twitter.com/andreagioe

Google+: https://plus.google.com/+AndreaGioeCantautorePalermitano

Shazam: www.shazam.com/it/artist/40575638/andrea-gioe%CC%80

Spotify: https://open.spotify.com/artist/6k9yMJV47Kg01heORpVVKt

iTunes: https://www.facebook.com/andreagioe