Archivio per 7 settembre 2018

Spoleto Arte incontra Venezia a cura di Sgarbi: le maschere di Rina Del Bono

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Tra gli artisti che meglio si inseriscono nel panorama culturale della città sull’acqua brilla il nome di Rina Del Bono. Con la prossima mostra curata dal prof. Sgarbi e organizzata dal manager della cultura Salvo Nugnes, presidente di Spoleto Arte, che avrà inizio venerdì 28 settembre, la talentuosa pittrice diverrà una delle protagoniste assolute. In questo giorno infatti l’artista inaugurerà la sua personale alla Scuola Grande di San Teodoro,  principale sede dell’esposizione Spoleto Arte incontra Venezia. A partire dalle 16 si potranno quindi ammirare le sue splendide creazioni, tutte incentrate su un soggetto caro all’atmosfera lagunare: la maschera.

La pittrice romana, nata nel 1957, dimostra una spiccata dote artistica fin dall’infanzia. La sua formazione tuttavia non comprende studi approfonditi nel campo delle arti, tant’è che si diploma come segretaria di amministrazione e si iscrive alla facoltà di Giurisprudenza. Svariate scelte personali la portano dapprima a dedicarsi totalmente alla famiglia e, successivamente, a seguire dei corsi alla scuola CER di Roma. Qui apprende particolari tecniche per la decorazione della porcellana, alcune di stampo medievale.

La sua sete di conoscenza nei confronti di questo settore determina la decisione di iscriversi alla scuola Artes della capitale, dove dipinge con colori a olio su tela. Ormai sicura del proprio stile, partecipa a diverse mostre in Italia e all’estero. Tra le ultime ci sono appunto Spoleto Arte incontra Venezia, In mostra con Schifano, Spoleto Arte, Mondiali dell’Arte a Mosca e a San Pietroburgo e Pro Biennale.

Presenti al grande appuntamento di venerdì diversi personaggi noti. Romperà il ghiaccio l’artista José Dalí, figlio di Salvador Dalí. Seguiranno poi gli interventi del fotografo di fama internazionale Roberto Villa, amico di Pier Paolo Pasolini e di Dario Fo, del direttore dell’orchestra del Teatro La Fenice Silvia Casarin Rizzolo, dell’ex vicepresidente della Fondazione Canova Renato Manera e del Trio Concentus Venetiani. La psicopedagogista, psicoterapeuta e scrittrice Maria Rita Parsi e Carlo Motta di Editoriale Giorgio Mondadori riprenderanno il giorno successivo uno dei temi affrontati al vernissage e lo approfondiranno maggiormente: l’arteterapia.

Con due sedi, la Scuola Grande di San Teodoro (San Marco 4810) e lo Spoleto Pavilion (Calle dei Cerchieri 1270), e con queste premesse Spoleto Arte incontra Venezia si preannuncia essere un evento grandioso, in cui Rina Del Bono si iscrive perfettamente.

Dice di lei il presidente Salvo Nugnes: «I dipinti di Rina Del Bono catturano il fascino delle maschere veneziane, offrendoci un assaggio di quanto possa essere intenso uno sguardo. I colori sgargianti rapiscono in un mondo di finzione, dove la maschera nasconde, incanta e, infine, rivela l’anima del soggetto. L’arte figurativa dell’artista eccelle nella rappresentazione dei tessuti e, ovviamente, degli occhi, lasciando libero sfogo alla fantasia in combinazioni che diano risalto al carattere del personaggio».

XI° FML – Festival Mediterraneo della Laicità

Scritto da Muni CYTRON il . Pubblicato in Arte, Cultura, Film, Società

XI° FML – Festival Mediterraneo della Laicità
Sesso e società. Che genere di ingiustizie?
dal 15 settembre al 21 ottobre 2018 – Pescara

Giornate centrali  venerdì’19, sabato 20 e domenica 21 ottobre 2018 Aurum – Pescara
https://goo.gl/un1Zkf
Pagina Facebook Festival-Mediterraneo-della-Laicità

Nel giugno del 2006, dall’incontro di alcune persone mosse dall’intento di promuovere la dimensione culturale della laicità, nasce l’associazione culturale Itinerari Laici che da allora è impegnata per la piena realizzazione di uno stato laico, neutrale rispetto a tutti i culti, indipendente da tutti i cleri, libero da qualsiasi concezione teologica, che consenta l’uguaglianza di tutti di fronte alla legge attraverso l’esercizio dei diritti civili garantiti fuori da qualsiasi convincimento religioso e che consenta altresì la libertà di tutti i culti.

Itinerari laici, dal 2006, ha avviato una serie di incontri pubblici dal titolo “Verso il Festival mediterraneo della laicità”, per poi realizzare, nell’ottobre del 2007, la prima edizione del Festival Mediterraneo della Laicità che si svolge regolarmente ogni anno.
Ad ogni edizione, un tema è paradigma per un programma ricco di interventi e contributi offerti dai numerosi ospiti e relatori.
Il concetto di laicità divenuto filo conduttore del progetto di lavoro e d’impegno culturale trova una sua particolare formulazione seguendo una lettura geopolitica ed interdisciplinare.

La consapevolezza di vivere in una società sempre più interculturale e multirazziale, anima l’associazione Itinerari Laici e la motiva a proseguire nella sua attività per favorire il dialogo fra chi vive e vuol vivere nel rispetto reciproco.
Su queste basi nasce l’idea del Festival Mediterraneo della Laicità che vuole essere un’opportunità offerta a un pubblico attento al contemporaneo. Un appuntamento che mira a individuare un terreno di incontro e confronto sulla laicità, espressa nelle sue diverse declinazioni: sociale, politica, economica, vista come dimensione culturale indispensabile per lo sviluppo della convivenza pacifica e l’integrazione, nell’intero bacino del Mediterraneo.
Il festival vuole essere punto d’incontro fra studiosi, pensatori e cittadini per l’evoluzione, attraverso il confronto ed il dialogo, del pensiero e delle azioni per la libertà e l’uguaglianza.

Quest’anno il Festival è giunto alla undicesima edizione

Le tre giornate centrali del Festival Mediterraneo della Laicità, organizzate dall’Associazione “Itinerari Laici” (www.itinerarilaici.it) sono precedute dai seguenti cicli di incontri:

VERSO IL FESTIVAL
Laicità ARTE sabato 15 e sabato 29 settembre 2018
Aurum sala Tosti
https://goo.gl/VheaJx

sabato 15 settembre ore 17,30 Aurum sala Tosti
Giovanbattista Benedicenti Sessualità ed erotismo nell’arte dall’antichità all’età moderna

sabato 29 settembre ore 17,30 Aurum sala Tosti
Simone CIGLIA Sessualità ed erotismo nell’arte contemporanea.

VERSO IL FESTIVAL
Laicità CINEMA giovedì 20, 27 settembre e 4 ottobre 2018
Aurum sala Tosti / Museo Vittoria Colonna
https://goo.gl/uDEx9o

giovedì 20 settembre ore 17,30 Aurum sala Tosti
FIÈRES D’ÊTRE PUTE di Irene Dionisio, 2010, 32’   (presente la regista)

giovedì 27 settembre ore 17,30 Aurum sala Tosti
A CASA NON SI TORNA – storie di donne che svolgono lavori maschili
di Giangiacomo De Stefano e Lara Rongoni, 2012, 60′

giovedì 4 ottobre ore 17,30 Museo Vittoria Colonna
L’AMORE E BASTA di Stefano Consiglio, 2009, 75’   (presente il regista)

INGRESSO GRATUITO

Programma e notizie aggiornate sulla undicesima edizione del Festival mediterraneo della laicità 2018 sono su
www.itinerarilaici.it/undicesima-edizione-2018/
https://laicofestival.it/

Info, schede, sinossi e trailer di Laicità CINEMA sono su www.webacma.it/fml-2018/

Associazione Itinerari Laici
via dei mandorli, 7 – 65010 Spoltore (Pe)
www.itinerarilaici.itwww.laicofestival.ititinerarilaici@gmail.com

Milano Art Gallery: in arrivo la personale del Maestro Vincenzo Cossari

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Le impronte del tempo, così si chiama la prossima attesissima mostra dell’artista Vincenzo Cossari. Alla Milano Art Gallery, celebre sede nel cuore della metropoli settentrionale, dal 9 al 29 novembre avrà luogo la personale del talentuoso Maestro, organizzata dal manager di personaggi noti Salvo Nugnes, direttore di Milano Art Gallery. Il vernissage è previsto per le 18 di venerdì 9 novembre in via Alessi 11.

L’esposizione si presta perfettamente come punto di partenza per conoscere la poliedrica carriera artistica di Vincenzo Cossari, che ama definirsi calabrese di nascita ma romano d’adozione. È infatti nella capitale, verso la fine degli anni Settanta, che Cossari si avvicina all’ambiente pittorico romano e comincia a prendere parte a manifestazioni artistiche di rilievo in Italia e all’estero. Solo in questi due anni contano la sua presenza numerose grandi esibizioni, come la Biennale Milano e Spoleto Arte incontra Roma, tutte e due del 2017, oppure le più recenti il Festival dell’Arte, L’Arte delle donne, sempre organizzate da Spoleto Arte. Il concorso La Signora delle Stelle, in memoria della celebre astrofisica Margherita Hack, lo vede tra i partecipanti, segnale di un suo profondo interesse nei confronti di un’arte che premi l’operato delle donne.

Si può inoltre notare in questo percorso come il suo stile passi dall’impressionismo espressivo dinamizzante degli anni Novanta a un’esigenza materica in cui l’immagine a volte si sdoppia, prevedendo un confronto formale e non, che qui, ne Le impronte del tempo, viene a mostrarsi interamente nel suo fascino.

Cossari ha in attivo numerose esibizioni, tra le ultime si annoverano Pro Biennale e Spoleto Arte, dove gli è stato conferito un riconoscimento alla carriera, entrambe allestite da Salvo Nugnes e presentate dal noto critico Vittorio Sgarbi. Proprio in occasione di uno di questi ultimi eventi il prof. Alberto D’Atanasio di Casa Modigliani ha dichiarato sul suo conto: «Vincenzo Cossari è un artista che risente di un periodo storico preciso che ha caratterizzato chi è nato nel dopoguerra. Quest’artista ha costruito la sua poetica pittorica ispirato da due muse, una scura e arcigna, quella dei racconti di chi portava i segni del periodo bellico appena finito. L’altra musa aveva i colori del boom economico, che soprattutto dall’America stavano invadendo l’Europa. Ecco allora che nelle sue opere si riscopre la stessa malinconica narrazione di Quasimodo. E la filosofia estetica degli artisti del post modernismo, Alberto Burri, Emilio Vedova, Michelangelo Pistoletto, Carlo Levi. Le sue opere hanno l’intensità di quei ricordi, che il tempo non cancella e che solo l’arte riesce a sublimare».

Per maggiori informazioni è possibile chiamare lo 0424525190, scrivere all’indirizzo info@milanoartgallery.it oppure visitare il sito www.milanoartgallery.it.

Il GAL L’ALTRA ROMAGNA AL SALONE DEL CAMPER DI PARMA PER LA PROMOZIONE DELLA GUIDA “L’ALTRA ROMAGNA EN PLEIN AIR”

Scritto da Gal L Altra Romagna il . Pubblicato in Locale, Turismo

Sabato 8 e domenica 9 settembre 2018 il Gal L’Altra Romagna sarà presente al “Salone del Camper” di Parma (Viale delle Esposizioni 393A), il più importante evento fieristico italiano dedicato al settore.

Nella due giorni parmense verrà distribuita gratuitamente la guida “L’Altra Romagna en plein air” stampata in 100.000 copie e diffusa nelle edicole d’Italia nel giugno scorso.

Tale promozione nazionale rientra tra le attività previste dal progetto, a cui seguirà nei prossimi mesi la promozione anche a livello internazionale partecipando a fiere di settore estere.

La guida è un corposo volume di 96 pagine, che col supporto scenografico di 295 fotografie, racconta e consiglia  al visitatore in camper, caravan e tenda, dove sostare, cosa vedere, cosa fare all’aria aperta, gli eventi per tornare, le eccellenze da non perdere, tra  luoghi, borghi, parchi, miti, prodotti e sentieri della Romagna cesenate, forlivese e faentina (ben 31 i Comuni censiti). 

Altrettanto rilevante è il numero delle aree censite:40 punti sosta comunali, 15 aree attrezzate, 23 strutture rurali e 10 campeggi.

Oltre alla diffusione della guida e la promozione del territorio romagnolo come area particolarmente ricca in termini di turismo en plein air, saremo protagonisti con un importante testimonianza istituzionale.

Domenica 9 settembre, infatti,  alle ore 14,30 presso la Sala Agorà della fiera, all’interno del convegno “I percorsi di Plein Air” Il Presidente Bruno Biserni sarà tra i relatori  di rilievo nazionale ed internazionale.

La guida è consultabile e scaricabile sul nostro sito http://www.altraromagna.it/it/laltra-romagna-en-plein-air-un-territorio-per-il-turismo-itinerante-allaria-aperta/

Tutte le informazioni sulla fiera sono disponibili sul sito www.salonedelcamper.it

Il progetto “L’ Altra Romagna en plein air: un territorio per il turismo itinerante all’aria aperta(camper, caravan e tende)”rientra nelle attività previste dal Gal L’Altra Romagna all’interno del proprio Piano di Azione Locale riferito al Programma di Sviluppo Rurale della Regione Emilia Romagna 2014-2020.

Il progetto consiste nel rafforzare e strutturare l’offerta dell’entroterra romagnolo verso  il turismo itinerante e l’agriturismo verde e sostenibile attraverso realizzazione in Romagna di un grande, strutturato ed articolato percorso con punti sosta, aree attrezzate e sensibilizzazione degli operatori agrituristici per il turismo cosiddetto all’aria aperta.

L’obiettivo è contribuire a far della Romagna ancora più un “Territorio amico” per chi viaggia con camper, caravan, tenda e, soprattutto, con gli strumenti del turismo leggero come trekking e bicicletta.

L’ufficio stampa

GAL L’ALTRA ROMAGNA