Archivio per 23 Agosto 2018

Mutui: in Lombardia erogato in aumento del 3,63% nel primo semestre 2018

Scritto da Andrea Polo il . Pubblicato in Aziende, Casa e Giardino, Economia

In Lombardia si chiedono mutui di importo inferiore rispetto al passato, ma è aumentato il valore medio dei finanziamenti concessi dalle banche; è questo il bilancio emerso dell’osservatorio congiunto Facile.it – Mutui.it realizzato su un campione di oltre 17.000 domande di mutuo raccolte nella regione nell’ultimo anno*. Se nel primo semestre 2018 la richiesta media presentata dagli aspiranti mutuatari lombardi, pari a 138.862 euro, è diminuita dell’1,8% rispetto ai primi sei mesi del 2017, nello stesso periodo l’importo medio effettivamente erogato dagli istituti di credito è aumentato del 3,63%, arrivando a 135.800 euro.

L’aumento degli importi medi erogati, si legge nell’analisi realizzata dai due portali, ha influito sul Loan To Value, ossia la percentuale di immobile finanziata tramite mutuo, salito al 65,6%, era poco più del 63% nei primi sei mesi del 2017.

Contestualmente si sono allungati i piani di ammortamento, che sono passati da una media di 21 anni e 11 mesi a 22 anni e 5 mesi.

Interessante notare come, spinti da un atteggiamento di maggior prudenza e dalla volontà di garantirsi per tutta la durata del finanziamento gli attuali tassi ancora ai minimi storici, sempre più aspiranti mutuatari lombardi abbiano chiesto un mutuo a tasso fisso; erano il 69,1% del totale nel primo semestre del 2017, sono saliti al 75,9% nei primi sei mesi del 2018.

Le condizioni favorevoli offerte dalle banche, inoltre, hanno favorito l’accesso al mercato dei mutui anche ai più giovani. Analizzando le domande di finanziamento presentate nella regione emerge un aumento del peso percentuale dei richiedenti under 35 sul totale richiedenti mutuo; erano il 33,1% nel primo semestre 2017, sono saliti al 38,4% nei primi sei mesi del 2018.

L’andamento provinciale

Analizzando le domande di mutuo a livello provinciale emerge che nel primo semestre 2018 gli importi medi più alti sono stati richiesti a Milano (151.631 euro), Como (145.117 euro), Monza e Brianza (133.405 euro) e Brescia (132.760 euro); i più bassi a Mantova (106.780 euro), Lodi (112.620 euro) e Pavia (114.722 euro). Rispetto al valore LTV delle richieste di mutuo, invece, la forbice varia tra il 64,1% registrato a Sondrio e il 73,5% di Lodi.

Guardando alla scelta del tasso, seppur quello fisso rimane di gran lunga il preferito dai lombardi, non mancano le differenze territoriali. A Sondrio, ad esempio, hanno prediletto il fisso l’83,8% dei richiedenti, valore più alto di tutta la regione; più di 8 richiedenti su 10 anche per Lecco e Pavia (rispettivamente 81,4% e 80,1%), mentre le percentuali più basse sono quelle di Varese (73%), Cremona (73,5%) e Monza e Brianza (75,0%).

Mutui prima casa

Restringendo l’analisi alle sole domande di mutuo prima casa raccolte in tutta la regione, emerge che l’importo medio richiesto nel corso del primo semestre 2018 è stato pari a 148.615 euro, necessario a coprire, sempre in media, il 76,2% del valore dell’immobile da acquistare.

Chi ha chiesto un mutuo per l’acquisto dell’abitazione principale nel corso del primo semestre aveva, in media, 37 anni e 8 mesi e intendeva restituire il finanziamento in poco più di 24 anni e mezzo.

* L’analisi è stata realizzata su un campione di oltre 17.000 domande di mutuo presentate da richiedenti residenti in Lombardia tramite i portali Facile.it e Mutui.it dall’1 gennaio 2017 al 30 giugno 2017 e dall’1 gennaio 2018 al 30 giugno 2018.

ULE, lo standard affidabile per la casa intelligente, si presenta a IFA 2018

Scritto da Andrea Bianchi il . Pubblicato in Aziende, Casa e Giardino, Tecnologia

La ULE Alliance espone una vasta gamma di prodotti IoT.

Berna/Berlino –  La ULE Alliance, organizzazione no-profit impegnata nello sviluppo del pieno potenziale della tecnologia wireless ULE (Ultra Low Energy) per l’IoT (Internet of Things) con l’intento di favorirne l’adozione su scala mondiale, ha il piacere di annunciare la sua presenza a IFA 2018 dal 31 agosto al 5 settembre 2018 (padiglione 6.2, stand 134), occasione in cui presenterà i nuovi sviluppi per la domotica e l’IoT.

La ULE Alliance e i membri sponsor Crow, DSP Group, Gigaset, Intel, Jazz Hipster e Vtech Telecommunications esporranno ai visitatori una vasta gamma di prodotti certificati ULE per la casa intelligente e l’internet delle cose, basati sui più diversi chipset. Tra le varie innovazioni spiccano:

  • Un gateway che funge da tramite tra ULE e la “IoTivity” via OCS (Open Connectivity Foundation application layer protocol), che connette i dispositivi attraverso differenti reti wireless.
  • Un dispositivo certificato Amazon che integra DECT e ULE nella conversazione a due vie con Amazon Alexa. Anche SGW Global presenterà al proprio stand un ulteriore prodotto Amazon-Alexa che beneficia di DECT ULE (Padiglione 26, stand 239).

Sicurezza certificata e stabilità a lunga distanza

La ULE Alliance promuove la tecnologia ULE come infrastruttura e standard affidabile per le reti wireless domestiche. La tecnologia ULE è la soluzione di rete a lunga distanza più sicura e stabile attualmente sul mercato. Non solo supporta lo scambio bidirezionale di messaggi vocali e immagini su frequenze dedicate e prive di interferenze ma consente di implementare soluzioni di automazione domestica complete con il minimo investimento. ULE Alliance assiste i suoi membri nello sviluppo di soluzioni IoT che puntano sulla superiorità tecnologica di ULE e sui suoi vantaggi.

La Certificazione ULE è un programma di conformità allo standard, che definisce il livello base di interoperabilità dei dispositivi e requisiti di alta qualità in termini di funzionamento dei prodotti, onde assicurare agli utenti una fruibilità coerente delle diverse soluzioni. L’elenco dei prodotti attualmente certificati ULE è reperibile sul sito.


ULE Alliance

La ULE Alliance, con sede in Svizzera, promuove da tempo l’adozione dello standard DECT ULE e conta già su numerosi produttori di chip, dispositivi domotici e operatori internet in tutto il mondo. Tra i membri attuali della ULE Alliance figurano tra gli altri Aastra, Arcadyan, AVM, Crow, Dekra, Deutsche Telekom, Dialog Semiconductor, DSP Group, DT, Cisco, Ericsson, Gigaset, Howden’s Jonery, Huawei, Intel, Netgear, Ooma NEC, Panasonic, RTZ, Sercomm, SGW Global, Quby, VTech, Zyxel.
Per ulteriori informazioni: http://www.ulealliance.org

Trovare la perfetta illuminazione esterna per ville

Scritto da fsdf il . Pubblicato in Aziende, Casa e Giardino

Più una casa è grande, più è difficile arredarla e rendere ogni spazio armonico ed organico con tutti gli altri.  Come non ci si mette i calzini di un colore diverso, allo stesso modo non si può arredare ad esempio la cucina con un design minimal avendo il salotto decorato con uno stile classico, altrimenti l’effetto complessivo dell’arredo viene molto ridotto. Questa cura per la decorazione del mobilio è particolarmente complicata per coloro che hanno una villa; oltre a spazi più grandi da arredare e da riempire questi hanno solitamente anche un intero giardino a cui pensare. Un tocco di verde in verità si abbina a qualsiasi stile, solo che se si vuole sfruttare un minimo il proprio spazio esterno non si può semplicemente lasciarlo a sé stesso. I giardini inglesi ad esempio sono famosi per ricordare uno spazio totalmente naturale, ma in verità questa spontaneità è solo apparente e si è potuta manifestare solo grazie ad un lungo ed artificioso lavoro di messa a punto. Per lo stesso motivo è necessario provvedere all’illuminazione esterna di una villa, altrimenti tutto questo spazio verde non sarebbe sfruttabile fino in fondo durante le notti.

Tipologie di lampade per l’illuminazione esterna di ville

Nella stessa maniera delle loro controparti per interni, anche le lampade da esterni sono disponibili in diverse tipologie che si differenziano principalmente la posizione in cui appicarle.

Le lampade da parete possono essere attaccate solo in prossimità di un muro, questo significa che non sono adatte a illuminare spazi interni al giardino  ma possono dare luce ai balconi che si affacciano all’esterno o a dei sentieri che costeggiano la villa. Di questa tipologia esistono anche le lampade chiamate “segnapassi” che servono a illuminare ad livello del terreno e sono comode soprattutto per dissipare le tenebre dalle scale evitando così che qualcuno si faccia male.

In alternativa alla lampade da parete si può optare per dei lampioncini. Questi è possibile posizionarli dove meglio si preferisce potendo così creare degli stupendi giochi di luce, o mettendo in risalto un punto particolare del giardino. Oltre a dei lampioncini delle dimensioni di una paletto è possibile trovarne alcuni alti come un lampione vero e proprio nel caso serva illuminare un’area più ampia.

I diversi stili dell’illuminazione esterna di ville

Sono disponibili lampade da esterno e lampioni dei più diversi stili, in modo che ciascuno possa scegliere quello che meglio si abbini alla propria villa. Anche in questo caso vale il discorso fatto in precedenza sull’abbinamento delle varie parti di una casa, di conseguenza sarà una cattiva scelta optare per dei lampioni classici, dello stile di quelli che si possono trovare a Parigi, qualora si abbia una villa ultramoderna con tutti i decori fatti con le moderne linee essenziali.

In conclusione illuminare il proprio giardino nel caso si abbia una villa non è un lusso ma una necessità. Solo così è possibile utilizzare veramente quello spazio verde ad esempio per feste o cene e non renderlo un’area del tutto sprecata. Le regole del buon design si applicano anche in questo caso ed è importante riuscire a scegliere lo stile giusto per le diverse lampade e lampioncini.

SEO: il segreto per migliorare il posizionamento sui motori di ricerca

Scritto da rgtreg il . Pubblicato in Aziende, Internet

Internet cresce continuamente e la rete ci aggroviglia sempre di più nelle sue spirali. I motivi sono molto semplici: il web è una realtà incredibilmente dinamica, ormai molto pervasiva e permette la diffusione di informazioni a velocità inimmaginabili in precedenza. Il fatto che colleghi tutti è il suo punto di forza e la maggior potenzialità della frontiera digitale, soprattutto se si possiede qualche tipo di business e si cerca un modo comodo per ampliarlo oltre le attuali misure. Questo vantaggio si può rapidamente trasformare in uno svantaggio; la concorrenza su internet è molto più spietata e molte aziende sono fallite perché avevano fatto il passo più lungo della gamba. Del resto anche una società che è bene organizzata e pronta ad incrementare la sua offerta rischia di non passare un buon tempo su internet, per il semplice motivo che poche persone visitano la pagina.  Per questo sono necessarie una serie di pratiche effettuate dalle buone compagnie di digital marketing che vanno sotto il nome di SEO.

Come la SEO migliora il posizionamento sui motori di ricerca

La maggior parte delle attività di digital marketing sono direttamente interessate a rendere la pagina del loro cliente maggiormente rilevante nei risultati dei motori di ricerca quando uno ricerchi parole chiave che possiedono una affinità con i prodotti in offerta. Il motivo di ciò è facilmente intuibile,  infatti la maggioranza dei potenziali clienti online interessati ad un prodotto specifico non fa altro che cercarlo in vendita sui motori di ricerca ed è chiaro che i primi risultati saranno i siti più visitati. Per questo l’ideale di una campagna SEO è riuscire a portare il proprio cliente proprio come primo risultato o quantomeno nella prima pagina dei risultati.

Le strategie vere e proprie con cui le agenzie di digital marketing ottengono questi risultati sono un segreto nei loro dettagli, ma in generale consistono nella modifica delle pagine dei clienti oppure nella creazione di contenuti aggiuntivi per spingere l’algoritmo dei motori di ricerca a considerare più rilevante la pagine quando un utente digiti certe parole chiave.

La tracciabilità delle campagne SEO e del posizionamento

Gli strumenti di cui dispongono le aziende di Digital Marketing per poter attuare il loro scopo sono molto variegati, ma al di là della diversità delle strategie il punto interessante di questo settore è la sua tracciabilità.

Infatti i risultati delle campagne sono totalmente visibili, sono letteralmente sotto gli occhi di tutti e questo è un’incredibile vantaggio per le compagnie interamente dedicate al digital marketing. Queste dispongono  così di un immediato riscontro degli effetti delle loro strategie; in questo modo possono riflettere sul loro operare e trovare sempre nuovi modi per essere più efficienti, oppure capire in che modo implementare tra loro varie strategie per ottenere  la massima efficacia.  Inoltre queste agenzie possono pattuire i risultati da ottenere con il cliente in estrema facilità e questo può sapere dunque verso che obiettivo i soldi investiti nella campagna puntano.

In conclusione, per chi abbia un sito di commercio o qualche altro business online, una campagna SEO è essenziale per poter ricavare un maggior introito e per attuarla è preferibile assumere un’agenzia esterna dato che solitamente coloro che operano in questo settore sono veramente degli esperti e possono garantire un miglioramento nel posizionamento nei motori di ricerca considerevole.

Prima filiale a Treviso per Banca Valsabbina

Scritto da articoli news il . Pubblicato in Aziende, Economia

Importante operazione per Banca Valsabbina: l’istituto di credito bresciano apre la prima filiale a Treviso, inserendo un altro tassello nel percorso di consolidamento e rafforzamento all’interno della comunità economico-finanziaria.

Banca Valsabbina

Banca Valsabbina: prima filiale dell’istituto di credito bresciano a Treviso

Principale istituto di credito bresciano, Banca Valsabbina arriva a Treviso con la sua prima filiale, operativa in viale Monte Grappa. Un’apertura che si inserisce in un quadro strategico ben definito: espandersi e accreditarsi a livello nazionale e consolidare il proprio posizionamento all’interno della comunità economico-finanziaria. La banca conta, attualmente, più di 70 filiali, distribuite tra le province di Brescia (50), Verona (8), Milano, Bergamo, Trento, Vicenza, Mantova, Modena, Monza Brianza e Padova. Una distribuzione capillare, alla quale va ad aggiungersi la nuova collocazione trevigiana, che consente all’istituto di avvalersi della collaborazione di oltre 560 dipendenti, vantando più di 8 miliardi di masse gestite e un patrimonio solido superiore ai 380 milioni di euro, con un CET 1 che va oltre al 15%.

Tonino Fornari, DG di Banca Valsabbina: “Treviso grande opportunità per lo sviluppo del nostro business”

“Un’area strategica e una grande opportunità per lo sviluppo del nostro business”: con queste parole Tonino Fornari, Direttore Generale di Banca Valsabbina, ha salutato l’inaugurazione della prima filiale dell’istituto a Treviso. Grazie alla presenza di notevoli poli industriali e ad una clientela sempre sensibile ai servizi finanziari più evoluti, l’apertura della sede nella città “rappresenta un valore aggiunto per la comunità in cui andremo ad operare, che potrà beneficiare della nostra consulenza e dell’affidabilità dei nostri servizi”. La nuova filiale, già operativa in viale Monte Grappa 1, è “un ulteriore passo avanti verso il consolidamento della nostra presenza sul territorio”. Le esigenze dei nuovi clienti, siano essi privati o imprese, che si affideranno alla gamma di prodotti e di servizi di Banca Valsabbina, saranno pronte ad essere accolte e soddisfatte.

Flos: illuminazione di design made in Italy

Scritto da ElisaRossi il . Pubblicato in Aziende, Casa e Giardino

Arredare una stanza è un compito difficile, bisogna infatti assicurarsi che ogni dettagli sia pianificato appositamente. Uno di quelli che può influire di più sull’atmosfera è la scelta dell’illuminazione. A riguardi di questa bisogna considerare prima di tutto come la posizione in cui sistemare le lampade sia essenziale, in quanto stabilisce gli equilibri di luce all’interno della stanza.  In generale si può cercare di ottenere una luminosità abbastanza uniforme con un posizionamento strategico delle lampade, ma esse possono essere usata anche per dare più luce e risalto a certi punti specifici.  In secondo luogo lo stile delle diverse lampade non è un dettaglio indifferente, soprattutto se si opta per una illuminazione di design essa può diventare una parte integrante della decorazione della stanza. Nel caso si voglia scegliere uno stile moderno, si possono trovare delle lampade con un design molto innovativo e peculiare, oppure altre che si possono pensare come delle rivisitazioni di forme di lampada classiche. Un Brand particolarmente affermato nel settore e con esperienza in entrambi gli stili moderni di illuminazione  è Flos.

Stili di illuminazione di Flos

Flos è una azienda italiana con una storia illustre nel campo dell’illuminazione. Essa è stata fondata nel lontano 1960 e da allora le sue creazioni illuminano e decorano le case.  I modelli di lampade Flos sono delle vere e proprie opere d’arte, tanto che alcune sono state addirittura mostrate in musei di arte moderna tra i più celebri, come il MoMa di New York.  Questa compagnia offre molti tipologie diverse di lampade: lampadari, applique e lampade da tavolo. Qualsiasi modello si scelga dell’offerta Flos si è sicuri di acquistare un prodotto unico realizzato con cura artigianale.  Consultando qualsiasi catalogo anche online o andando in un negozio è facile realizzare perché Flos sia una azienda leader nel settore dell’illuminazione di design. Infatti offrono delle lampade dalle forme del tutto innovative e uniche. Si veda ad esempio Taraxacum con la sua forma a “bozzolo”.  Inoltre non disdegnano di usare anche design classici e collaudati come quello di una tipica lampada con l’abat-jour. Anche in questi casi sono in grado di dare il proprio stile alla loro opera riuscendo così nell’impresa di svecchiare un design collaudato e donarli un’aura di modernità.

Come posizionare l’illuminazione Flos

Flos offre veramente molti tipi diversi di lampade e lampadari, per questo è possibile trovare il modo perfetto per illuminare la propria stanza. Un po’ come per tutte le lampade, arrivare a decidersi su un modello vero e proprio è sempre difficile. Il modo più semplice per ovviare a questo inconveniente è l’informazione. Guardando tutti i diversi tipi di lampade Flos disponibili permette di farsi un idea su cosa aspettarsi e individuare i design che si preferiscono e si adatto di più alle proprie esigenze. Si può anche pensare all’opzione di acquistare direttamente online i prodotti, in quanto alcuni siti hanno davvero una ampia scelta di lampade Flos e dispongono di immagini di buona qualità che permettono di farsi un’idea del design anche in remoto.

Una volta effettuata l’ardua scelta, acquistando una lampada Flos si è sicuri di portarsi a casa un prodotto elegante di vero design.

Adesivi murali ad albero: stile verde per le pareti

Scritto da Erica Bezze il . Pubblicato in Aziende, Casa e Giardino

L’uomo è da sempre in un rapporto contraddittorio con la natura. Se da un lato è innegabile che essa è la nostra origine, dall’altro l’intero sviluppo della civiltà è dettato dall’esigenza di creare un mondo antropomorfico, che segua i ritmi e le esigenze dell’uomo. Ciò non toglie che la natura rimanga un qualcosa di molto ammirato e rispettato, soprattutto per la sua bellezza e spontaneità. Per questo in molte situazioni si cerca di ritagliare nella propria abitazione un angolo di verde, sia possedendo e curando un intero giardino, oppure più modestamente qualche vaso di fiori.  Esistono però altri modi di portare un po’ di natura dentro casa, alcuni dei quali non richiedono nessun tipo di cura dopo che sono stati applicati. Uno di questi è decorare le proprie pareti con degli adesivi murali a forma d’albero.

Adesivi a forma d’albero e non solo: varietà di stickers naturali

Nel caso si voglia portare un po’ di natura sulle mura ci sono diverse opzioni tra cui scegliere. Prima di tutto bisogna pensare al soggetto che si pensi possa dare un miglior effetto. In generale la scelta cade tra un albero intero, un ramo, oppure molti tipi diversi di fiore. I primi due solitamente hanno uno stile più realistico rappresentando interamente le loro controparti naturali, mentre nel caso dei fiori è possibile trovare anche delle decorazioni floreali di uno stile più astratto.  È importante ricordare che nella maggioranza dei casi gli adesivi sono disponibili in diversi toni cromatici tra cui scegliere. Si può quindi optare per dei colori più realistici per un effetto naturale, oppure tinte più vivaci  che possono dare un po’ di personalità alle pareti.

Su alcuni siti si possono trovare veramente tanti tipi diversi di fiori ed alberi; si può ad esempio decorare il proprio muro con piante tra le più disparate, che vanno dalle piante grasse del deserto del Nevada ai fiori di ciliegio del paese del sol levante.

La praticità degli adesivi a forma d’albero

Un indubbio vantaggio degli adesivi murali rispetto ad altri modi di decorare le proprie pareti è la comodità d’uso.  Essi sono sicuramente il modo più pratico di rendere le proprie mura più belle. Prima di tutto infatti sono  molto semplici da applicare; se si ha presente la procedura, l’intero processo può durare anche pochi minuti.  Solitamente il loro lato adesivo è piuttosto potente, assicurando così una tenuta che può durare anche per qualche anno e inoltre la possibilità di appiccicarli alle superfici più diverse come plastica, vetro, intonaco o legno. In questo modo si possono posizionare in innumerevoli posti e non solo le pareti, come ad esempio le testiere di un letto. Inoltre gli adesivi murali sono altrettanto comodi nel essere rimossi e non provocano danni nelle pareti in cui sono posizionati rendendoli più comodi dei quadri per cui bisogna fare un buco alle mura, seppur piccolo.

Inoltre gli stickers solitamente sono disponibili in diverse dimensioni, in questo modo chiunque è in grado di trovarne uno che riempia perfettamente lo spazio sul muro.

In conclusione gli adesivi murali sono un modo molto semplice e pratico per decorare le proprie pareti e in particolare quelli con un tema naturale permettono di portare un po’ di verde in casa senza che sia necessario averne cura.

Parte il contest NON SONO SOLO CANZONETTE per i 40 anni di BURATTINO SENZA FILI

Scritto da Laura Ruggeri il . Pubblicato in Musica

“Non sono solo canzonette” è il contest che il M.E.I. – Meeting delle Etichette Indipendenti (che torna per la sua ventitreesima edizione a Faenza, dal 28 al 30 settembre 2018) dedica alle canzoni di Edoardo Bennato, il cantautore partenopeo che recentemente ha pubblicato l’edizione rivisitata dello storico disco “Burattino senza fili”, a quarant’anni dalla sua uscita.

Per celebrare questo importante evento solisti e band potranno inviare la loro cover di un brano di tutta la carriera musicale di Edoardo Bennato, con particolare riferimento agli ultimi 20 anni della sua carriera.

Saranno nominati la miglior cover in assoluto, il miglior arrangiamento e la migliore interpretazione.

Una giuria, presieduta dallo stesso cantautore partenopeo, assegnerà i premi, consegnati in occasione del M.E.I. – Meeting delle Etichette Indipendenti, 

I brani dovranno pervenire entro il prossimo 20 settembre tramite link wetransfer all’indirizzo mail ufficiale del M.E.I. mei@materialimusicali.it, con l’oggetto “Non sono solo canzonette”.

Oltre al brano dovranno essere forniti tutti i contatti utili: nome e cognome, indirizzo postale completo, numero di telefono e mail, le biografie e le foto dei solisti e band partecipanti.

Le 12 migliori canzoni faranno parte di una compilation promossa dall’ufficio stampa L’AltopArlAnte, scaricabile gratuitamente dal sito del M.E.I. e presente come playlist su Spotify.

INFO: Mei – Meeting delle Etichette Indipendenti: mei@materialimusicali.it / meiweb.it

Un piacere cristallino con i vibratori in vetro

Scritto da hdgh il . Pubblicato in Lifestyle

Anche le persone che non hanno mai provato un sex toy conoscono i vibratori. Del resto questi giocattoli erotici sono stati tra i primi ad essere sviluppati e hanno avuto una fortunata storia, tanto da poter ora essere considerati dei classici tra i sex toys.  Come tutti i classici questo successo è dovuto al fatto che hanno saputo evolversi ed innovarsi con il passare del tempo. Infatti guardando su qualsiasi catalogo di sexy shop online si può notare come al giorno d’oggi esistano molti tipi diversi di vibratori, per soddisfare tipi diversi di gusti. Una delle differenze più rilevanti tra queste tipologie è il materiale di cui è fatto il sex toy. Il differente materiale cambia infatti il feel del vibratore utilizzato. Si può scegliere per un design classico molto liscio e comodo per un uso ripetuto, oppure si può optare tra i vibratori fatti di un materiale più realistico che sono modellati per rappresentare perfettamente le fattezze di un membro, con un glande sagomato e venature in rilievo. Una scelta molto sottovaluta ma che può portare ad un piacere ancora più grande è optare per un vibratore in vetro.

I vantaggi dei vibratori in vetro

I vibratori in vetro sono composti di questo duro e infrangibile materiale. Questo significa che prima di tutto si contraddistinguono dagli altri sex toys per un aspetto più esteticamente appagante, quasi artisticamente composto, che può far dimenticare che si tratti di un giocattolo erotico. Ciò li rende perfetti se si vuole pensare ad un regalo; si possono veramente considerare i gioielli tra i sex toys.

Inoltre il vetro offre il vantaggio di essere un materiale molto resistente, di conseguenza, se sono trattati con cura, i vibratori in vetro sono dei sex toys che possono durare anche per interi decenni; comprarne uno significa trovare un fidato amico sempre al proprio fianco e pronto a fare godere.

Questi sex toy poi sono composti di un materiale totalmente idrorepellente, per questo il loro uso non è limitato alla camera da letto, ma si può portarli anche in bagno e dare così quel tocco di piccante in più ad una pausa doccia.

L’utilizzo dei vibratori in vetro

Il vetro è un materiale con molti vantaggi, come si è visto, ma forse quello più importante nel caso dei vibratori è la sua reazione con il calore. Il vetro è un materiale conduttore e può diventare velocemente caldo o freddo. Questo significa che si può ad esempio provare sensazioni nuove usando un vibratore gelido, per una sensazione simile ad una stalattite di ghiaccio, oppure scaldarlo prima per un piacere che ricorda molto da vicino un rapporto sessuale vero e proprio. Bisogna anche ricordare che il calore dilata i materiali e ciò avviene anche in questo caso.

In conclusione i vibratori in vetro sono un sex toy molto resistente e prezioso, perfetto per chi vuole regalarsi un piacere estatico di cui poter godere per molto tempo a venire.

Nel caso si sia interessati ma si abbia remore ad andare in un sexy shop locale, è importante ricordare che molti di questi offrono una vendita di articoli online. Inoltre propongono una consegna a domicilio con un pacco senza nessun contrassegno in modo che nemmeno il corriere sappia cosa stia trasportando. Con questo tipo di opzioni chiunque può acquistare un sex toy senza paure e riscoprire così il lato piccante della vita.