Archivio per 6 aprile 2018

Gli infestanti del legno: Hesperophanes Sericeus

Scritto da WebmasterDeslab il . Pubblicato in Aziende, Casa e Giardino

Torniamo ad approfondire l’argomento nemici del legno e trattamento antitarlo ecocompatibile, e lo facciamo parlando di “Hesperophanes Sericeus”, ovvero di un coleottero saproxilico sicuramente poco conosciuto, ma tra quelli maggiormente diffusi nel nostro Paese. Appartenente alla famiglia dei Cerambicidi, questo insetto è definito circum-mediterraneo a causa della sua presenza massiccia in tutta l’Europa Meridionale: Spagna, Portogallo, Francia del Sud, Turchia Occidentale, aree del Medio-Oriente (Israele) e Nord Africa (Tunisia, Algeria, Marocco), ma soprattutto Italia.

E sì, la nostra penisola è indubbiamente una delle sue mete preferite. In quanto amante del calore, esso è considerato un termofilo, e questo giustificherebbe la sua presenza in aree geografiche europee dal clima mite: la macchia mediterranea si configura proprio come il suo habitat preferito.

Le sue larve xilofaghe, infatti, si sviluppano nel legno di diverse specie arboree (quercia, platano ecc) ma anche vigneti, e più in generale nelle foreste di latifoglie. Questo coleottero vive prevalentemente in estate (giugno-ottobre), è lungo circa 3 cm ed è caratterizzato da un colore marrone chiaro, macchie nere sulle elitre e lunghe antenne composte da ben 11 parti di lunghezza differente. Il suo ciclo larvale, inoltre, dura al massimo 3 anni. Altra particolarità è quella di avere abitudini notturne e di essere attratto dalle luci artificiali.

Pur rappresentando un esemplare molto bello in natura, questo insetto è tuttavia un pericolo concreto, non solo per le piante del nostro giardino, ma anche per il legno presente all’interno di ambienti domestici (specie per quelli situati in spazi aperti) indipendentemente dalla sua appartenenza alla tipologia di latifoglia o conifera. Anche in questo caso, ricorrere a una disinfestazione tarli efficace ed ecologica come quella che propone Trattamentoantitarlo.net, è l’unica soluzione idonea ad evitare di compromettere l’integrità delle nostre costruzioni.

Chi ha ucciso il fiume Sarno? è il progetto vincitore di Facile.it per la scuola

Scritto da Andrea Polo il . Pubblicato in Istruzione, Locale

È stato l’Istituto Comprensivo 2 Panzini di Castellammare di Stabia, con il progetto “Chi ha ucciso il fiume Sarno?”, a vincere la seconda edizione di Facile.it per la scuola, il concorso promosso dalla web company per premiare l’eccellenza nella scuola primaria pubblica italiana.
L’istituto si è aggiudicato una donazione da 5.000 euro e 10 postazioni PC complete, dotazione che consentirà alla scuola di avere tutta la strumentazione necessaria per portare a compimento il progetto “Chi ha ucciso il fiume Sarno?” rivolto agli alunni delle classi IV e V, che diventeranno veri e propri investigatori chiamati a indagare sul disastro ambientale che ha inquinato il fiume campano.
Grazie ai fondi, la scuola potrà allestire un vero e proprio laboratorio scientifico, dove i ragazzi, insieme agli esperti della Lega Navale e di Legambiente, analizzeranno alcuni campioni raccolti dalla foce del corso d’acqua. Un progetto multidisciplinare, che toccherà materie umanistiche, scientifiche e tecnologiche, pensato per sensibilizzare i giovani alle tematiche della sostenibilità ambientale, per riflettere sull’inquinamento e sull’importanza della tutela del territorio.
Vista la qualità di molti dei progetti giunti alla fase finale della gara, Facile.it ha deciso di ampliare il numero di scuole premiate creando due menzioni d’onore e donando 1.000 euro ad altri due Istituti ritenuti particolarmente meritevoli.
Al secondo posto si è classificato l’I.C. Senigallia Sud-Belardi con il progetto Ti Racconto Senigallia, che coinvolgerà i ragazzi della scuola primaria nella realizzazione di una guida turistica per bambini, fatta dai bambini: saranno gli alunni stessi a descrivere la città attraverso i loro occhi e le loro sensazioni. Terzo posto per l’I.C. di Ponte, comune in provincia di Benevento, che ha partecipato al bando con un progetto incentrato sui temi della legalità, dell’intercultura, dell’educazione civica e ambientale, argomenti che verranno trattati dagli alunni attraverso la drammatizzazione di fiabe e racconti storici.
«Siamo estremamente soddisfatti della straordinaria partecipazione da parte degli istituti», ha dichiarato Mauro Giacobbe, Amministratore delegato di Facile.it «l’entusiasmo e la passione dietro ognuno dei progetti candidati sono la conferma di come la scuola primaria pubblica italiana abbia grandi energie, competenza e voglia di fare, valori però spesso limitati a causa delle poche risorse economiche a disposizione. Con il progetto Facile.it per la scuola abbiamo voluto dare il nostro piccolo contributo cercando di sostenere le migliori idee in gara, a beneficio degli alunni di oggi che saranno le eccellenze di domani.».
«Ringrazio per il premio assegnatoci che ci consente di realizzare un progetto educativo interessante e al contempo di arricchire le dotazioni scolastiche di strumentazioni innovative», ha commentato Donatella Ambrosio, Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo 2 Panzini. «I temi della salvaguardia e tutela dell’ambiente, accompagnati dalla presa di coscienza delle condizioni in cui versa il territorio, stimoleranno nei giovani alunni la formazione di validi principi, senso critico, capacità propositive e una maggiore consapevolezza su uno dei grandi problemi dell’umanità. Un progetto di educazione alla cittadinanza che insegna a prendersi cura dell’ambiente nello sviluppo della legalità e di un’etica responsabile per un futuro sostenibile.».
L’impegno di Facile.it a favore dei giovani talenti continua e, in occasione della consegna dei premi, la web company ha annunciato la terza edizione del bando di concorso Facile.it per la scuola (a.s 2018-2019), ancora una volta aperto a tutti gli istituti primari pubblici d’Italia che, tramite la pagina https://www.facile.it/scuola.html, potranno candidare i progetti per il prossimo anno.

Roberto Casula: “Assicurare equità nell’accesso all’energia”

Scritto da newsrconline newsrconline il . Pubblicato in Ambiente, Aziende, Tecnologia

Trovare soluzioni innovative per produrre energia: su questo si è discusso al meeting annuale di Baker Hughes, che ha visto la partecipazione di diversi rappresentanti del settore, tra i quali anche Roberto Casula, Chief Development, Operations & Technology Officer di Eni.

Roberto Casula, manager Eni

Roberto Casula interviene al Baker Hughes

In un’epoca fortemente condizionata dalla lotta al cambiamento climatico, i rappresentanti del mondo dell’energia si confrontano sui nuovi modelli di sviluppo in occasione di eventi specifici, come ad esempio il Baker Hughes. Tenutosi il 29 e il 30 gennaio a Firenze, il meeting annuale ha avuto come tema portante la ricerca di soluzioni innovative per produrre energia. Molti i dirigenti e i quadri delle major internazionali presenti all’appuntamento e tra questi ha destato interesse l’intervento di Roberto Casula, Chief Development, Operations & Technology Officer di Eni. Focus del suo discorso l’accesso più equo all’energia, presentato da un punto di vista innovativo. Il manager è partito da un’analisi dei dati: negli ultimi decenni il 18% della popolazione ha consumato il 55% dell’energia mondiale e il 60% della domanda globale proviene da Paesi non-Ocse. Per Roberto Casula, nonostante ci si focalizzi solo su Europa, USA, Cina e India, la vera questione è l’Africa, la quale rappresenta il 16% della popolazione mondiale ma consuma solo il 5% della sua energia. “Come produttori di energia, è nostra responsabilità informare e fare chiarezza su quanto la modalità per arrivare alla transizione sia importante quasi quanto la transizione stessa”, ha dichiarato il dirigente di Eni, sottolineando anche come sia un obiettivo a portata di mano “dare all’intero pianeta un accesso all’energia più equo e più pulito”.

Roberto Casula: le tappe del percorso manageriale

Nato a Cagliari e laureatosi nel 1988 in Ingegneria Mineraria presso l’Università della città, Roberto Casula comincia il suo percorso professionale in Agip in seguito al superamento dell’Esame di Stato per l’abilitazione alla professione. In qualità di Reservoir Engineer si occupa di prove di produzione (production test) e acquisizione dati (well logging) sui pozzi. Tale incarico viene mantenuto anche nella sua successiva esperienza presso la consociata Agip Angola Ltd., all’interno della quale ricopre anche il ruolo di Petroleum Engineer. La sua carriera prende quota: divenuto Chief Development Engineer, nel 1995 rientra in Italia e assume l’incarico di Development and Production Coordinator, con mansioni connesse al coordinamento delle attività operative di business nei Paesi dell’Africa Occidentale e Centro-Asiatici. Nel 2001 si trasferisce a Teheran, in Iran, dove guida un progetto giant per la produzione di gas. Chief Executive Officer di Eni Mediterranea Idrocarburi Spa (2004-2005) e Managing Director in Libia per Eni Nord Africa BV (2005-2007), Roberto Casula arriva a ricoprire la carica di Senior Vice President e Responsabile delle attività operative in Africa subsahariana. Promosso Executive Vice President per Eni Divisione Exploration & Production nel 2011, attualmente svolge l’incarico di Chief Development, Operations & Technology Officer di Eni.

Luoghi Storici & Musica passeggiata liberty e bel canto

Scritto da Noi per Napoli il . Pubblicato in Arte, Cultura, Musica, Spettacolo, Teatro

L’Associazione Culturale Noi per Napoli  in collaborazione con Inscena Nuovo Teatro Sancarlucciopresenta un nuovo appuntamento di ” Luoghi Storici & Musica ” : un evento davvero esclusivo il 25 aprile 2018 : una ” passeggiata tra il liberty ed il bel canto, un doppio appuntamento con una passeggiata a Napoli nel borgo di Chiaia alla scoperta dei primi palazzi in stile liberty della città, tra decorazioni e architetture della Belle Epoque napoletana, quando le acque della senna “sfociavano” nel mare di Partenope, che si concluderà con concerto ed aperitivo al Teatro Sancarluccio, al piano terra del Palazzo Acquaviva Coppola, il primo edificio in stile Liberty a Napoli, in Via San Pasquale a Chiaia !

L’itinerario della passeggiata tra i palazzi liberty parte con appuntamento alle 10.45 ( inizio h.11) presso esterno stazione Metro ‘ Piazza Amedeo con la nostra guida ( autorizzata Regione Campania) e poi si conclude alle h.12 al Teatro Sancarluccio con l’ aperitivo ed il Concerto del soprano Olga De Maio, tenore Luca Lupoli, pianista accompagnatore Maurizio Iaccarino, illustrato dagli interventi storici del giornalista Giuseppe Giorgio

,con un repertorio delle più belle romanze da Salotto, operetta e canzone classica partenopea bella époque.

Un fantastico viaggio con un imperdibile doppio appuntamento con la storia, la musica ed il palato…per tutti
Infoline & prenotazioni: Nuovo Teatro Sancarluccio, Via San Pasquale a Chiaia n.49
Tel 081 4104467/0815448891
Associazione Culturale Noi per Napoli 3394545044/3277589936
Tickets point : Agenzia Every Tour Via S.Brigida n 13 Napoli 081 5518654
Edicola Piazza del Gesù a Napoli

GLORIA ZACCARIA: “EROI DIMENTICATI” è il singolo che presenta l’ep d’esordio “UNA PARTE DI ME”

Scritto da Laura Ruggeri il . Pubblicato in Musica

Un brano pop/rock dedicato al rapporto padri-figli.

Spesso la cronaca ci racconta di genitori mancanti nella vita dei figli o di uomini violenti ma altrettanto spesso si dimentica l’esistenza di “padri soli”, che pur se separati o divorziati danno tutto il loro amore ai figli, lottando contro le ostilità che la vita gli presenta. Sono uomini che prima di essere padri avevano sogni da realizzare e che dopo il fallimento di un matrimonio si “reinventano la vita”. Sono figure introspettive che raccolgono i propri sentimenti e li nascondono agli altri per non mostrare debolezza perché la nostra cultura vieta agli uomini essere deboli. Sono uomini che tra amici possono solo avere “una pacca sulla spalla” perché le esternazioni affettuose sono di esclusiva femminile.

«Questo brano è un elogio a quei padri che sono responsabili, affettuosi, amici e complici dei propri figli. E’ un punto di vista diverso dai soliti luoghi comuni che vedono i padri separati come la parte colpevole, la parte assente quando invece sono proprio loro ad “essere maltrattati”». Gloria Zaccaria

Il primo Ep di Gloria Zaccaria si intitola “Una parte di me” e ha come oggetto principale l’amore. Un amore affrontato da diversi punti di vista che non si ferma ai luoghi comuni. L’amore idealizzato o agognato, quello scaturito dalla vera amicizia, che ti porta a fare cose che non penseresti mai di poter realizzare nonostante le avversità che la vita ci impone. L’amore dei padri, a volte dato per scontato, altre volte non apprezzato fino in fondo e che spesso viene offuscato dalle tante storie di padri mancanti. L’amore per la nostra terra, maltrattata dall’umanità al pari di una donna vittima di violenza.

Arrangiamento, Registrazione e Mixaggio: Antonio Chindamo

Batteria: Giordano Colombo Basso: Antonio Chindamo

Chitarre: Andrea Gentile

Pianoforte, tastiere e programmazione: Antonio Chindamo

Studio di registrazione: Auditoria Records

Etichetta: Luisa Piscitelli

Radio date: 9 marzo 2018

BIO

Bresciana di Collebeato. A 12 anni comincia a coltivare la passione per la musica e avvia il suo percorso partecipando come voce solista al coro della scuola. A 19 anni intraprende un corso di studi presso l’Accademia Lizard di Brescia che frequenta per 3 anni partecipando nel contempo a diversi concorsi canori. Da gennaio 2014 studia tecnica e interpretazione musicale dei vari generi ma soprattutto nel pop, r&b e musica leggera. Ha partecipato a numerosi concorsi canori raggiungendo sempre un ottimo riscontro e risultato.

• “Cantatour” edizione 2011, 3 vittorie di tappa e 3^ classificata nella finalissima;

• Finalista per due anni consecutivi al concorso di canto “Mai smettere di sognare” di Castegnato;

• Finalista regionale al concorso di canto “Premio Eleonora Lavore 2014”;

• Finalista del “Premio Canzone Italiana 2014” di Sirmione e Vincitrice del Premio del Pubblico.

Nell’ agosto 2015 breve tour in alcuni locali degli Stati Uniti, in particolar modo a Los Angeles e dintorni dove ha presentato le cover di brani degli anni ‘70 e ‘80 rivisitati e reinterpretati nel suo personalissimo stile.

• 26 Ottobre 2015 ospite all’evento “La Vetrina dei Talenti” in Expo 2015;

• 13 Febbraio 2016 ospite all’Open Theatre di Sanremo;

• 19 Giugno 2016 protagonista della Festa della Musica organizzata dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali.

• 24 Settembre 2016 Concerto di beneficienza per le famiglie colpite dal terremoto di Amatrice in collaborazione con le “Alter Echo String Quartet” presso Gardaforum di Montichiari;

• 21 Ottobre 2016 vincitrice del i Premio Speciale della critica Mia Martini;

• Dicembre 2016 breve tour in Giappone per alcune date del suo spettacolo “Music Parade” omaggio alla musica internazionale degli anni ’80 da lei reinterpretati.

. Finalista nazionale Sanremo Music Contest 2018

DISCOGRAFIA

2015 Dimmi se l’uomo sei tu (Singolo)

2016 Liberi (Singolo)

2016 Lui (Premio Mia Martini)

2017 Amore Disegnato (Singolo)

2017 Jack (Singolo)

2018 Eroi dimenticati (Singolo)

2018 Una parte di me (EP)