Archivio per 4 aprile 2018

ALESSIO MARUCCI: “UN MIGLIO DA TE” è il brano che segna il ritorno in musica del giovane cantante

Scritto da Laura Ruggeri il . Pubblicato in Musica

Dopo un breve periodo di stasi, l’artista beneventano torna più forte di prima con un singolo scritto da Marco Canigiula e Francesco Sponta.

“Un Miglio Da Te” è un brano introspettivo, che attraverso le sonorità forti del ritornello e le profonde parole delle strofe, cerca di trasmettere un messaggio forte: quello di togliere le maschere che ci imprigionano e riuscire ad accettarsi al meglio. Il testo narra della necessità di ritrovare se stessi, allo scopo di star bene con gli altri, ma soprattutto da soli, iniziando ad essere ciò che siamo realmente e non ciò che vorremmo apparire. L’arrangiamento accompagna le strofe in un crescendo che spinge le emozioni fino a farle esplodere in un ritornello quasi liberatorio.

La scrittura del testo e l’arrangiamento sono state curate da Marco Canigiula e Francesco Sponta, negli studi di Cantieri Sonori, così come la registrazione della voce.

«Questo singolo arriva dopo 3 anni di lontananza dalla mia “vita artistica”, rendendolo così molto prezioso per me. Mi ci sono rivisto dalla prima volta che l’ho ascoltato e studiato il testo. Ho cercato di immedesimare questa mia distanza dalla musica, quindi dal vero me, nel testo del brano. Non è un caso che abbia scelto questa canzone per annunciare il mio ritorno alla musica. “Un miglio da te” segna, infatti, l’inizio di un nuovo cammino, di un nuovo capitolo, che verrà svelato un passo alla volta. Il progetto è in elaborazione, ma l’intenzione è quella di metterci tutto me stesso. Sto lavorando sul futuro e il futuro parte da qui». Alessio Marucci

Etichetta: Cantieri Sonori

Radio Date: 2 marzo 2018

BIO

Nato a Benevento il 04.10.1995, ha dimostrato da subito la propria passione per la musica. Comincia lo studio del pianoforte da autodidatta e a 13 anni è già l’organista della Parrocchia di appartenenza. A 14 anni si iscrive al Conservatorio per studiare “Organo e Composizione”. Dopo poco, decide di passare allo studio del canto moderno. Comincia così a calpestare i primi palchi, ottenendo ottimi riscontri. Nel corso degli anni partecipa al Tour Music Fest, entra a far parte del programma targato Sky “Una chitarra, cento emozioni…”, ma mai andato in onda ed, infine, il 17 gennaio 2014, pubblica come artista indipendente il suo primo singolo “Ricordo”, scritto per lui da Emanuele Sciarra. Negli anni a seguire, per motivi personali e lavorativi, decide di accantonare per un po’ la vita artistica, continuando, però, sempre a studiare e migliorarsi. Nel corso di questo periodo, il suo cammino si incrocia con la musica di Marco Canigiula, autore per diversi artisti, tra cui Giada e Annalisa. Il 9 marzo 2018, a distanza di 4 anni dal precedente, pubblica così “Un miglio da te”, scritto dada Marco Canigiula e Francesco Sponta.

Sega TPC 165 TRUMPF: la soluzione giusta per il taglio dei pannelli sandwich coibentati

Scritto da WebmasterDeslab il . Pubblicato in Aziende

Una coibentazione efficiente e fatta a regola d’arte è un requisito indispensabile per le costruzioni, sia in ambito civile che industriale. Ma per un lavoro di precisione servono macchinari giusti e all’altezza di questo tipo di operazioni. Ecco perché Tecnopuglia ha deciso di presentare Panel Cutter TruTool TPC 165, la macchina per officina pensata esclusivamente per  il taglio dei pannelli sandwich di coibentazione.

Prodotto da TRUMPF – leader mondiale nella produzione di macchine utensili high-tech – questo prodotto è l’ideale non solo per gli specialisti dell’isolamento termico e acustico, ma anche per svolgere lavori in capannoni, container, copritetti e facciate esterne.

Panel Cutter TruTool 165 è un macchinario formidabile, perché consente di tagliare pannelli sandwich di spessore 165 mm di qualsiasi superficie (piana, ondulata e trapezoidale), senza la necessità di girarli e con un unico ciclo di lavorazione. Il segreto è nella lama, che può essere fissata nella posizione desiderata a seconda della profondità di taglio preferita: in questo modo è possibile ottenere una profondità di taglio uniforme e precisa senza dover ricorrere a interventi di rifinitura. Il suo meccanismo a immersione, inoltre, consente di realizzare aperture interne e intagli precisi, nonché dentellature ortogonali.

La perfezione del taglio è resa possibile anche grazie alla presenza dei contrassegni ben visibili.

La sega per pannelli sandwich Panel Cutter TruTool TPC 165, infine, oltre ad essere un macchinario di precisione all’avanguardia, è anche molto semplice da utilizzare dal punto di vista della manutenzione. Per sostituire la catena e la lama basta rimuovere la calotta di protezione, sollevare dalla corona lama e catena insieme, e inserire la nuova catena serrandola con la chiave combinata in dotazione. Nella pagina del sito che Tecnopuglia ha dedicato a questo prodotto è possibile conoscere nel dettaglio tutti i suoi dati tecnici.

Palline vaginali: provale e resterai soddisfatta

Scritto da hdgh il . Pubblicato in Lifestyle

Hai mai provato le sfere del piacere? Cosa aspetti? Esperienze nuove che regalano delicati e prolungati stimoli vaginali. Gioco erotico che rinforza la muscolatura pelvica e intensifica la tua vita sessuale, aumentando la sensibilità vaginale e regalandoti orgasmi indimenticabili. Realizzate nei più stravaganti colori, le puoi trovare in silicone, plastica, metallo o vetro. Disponibili in diverse dimensioni e pesi. Trova quelle che più rispecchiano i tuoi desideri e provale.

Stimolati con le sfere del piacere

Le sfere del piacere sono un giocattolo sessuale costituito da uno o due palline cave che a loro volta contengono all’interno un peso libero di muoversi all’interno della pallina. Sul mercato sono presenti numerosi modelli di palline vaginali, di vari forme e misure, di diverso peso e consistenza, di materiali quali silicone, per garantire l’utilizzo anche a chi soffre di allergie, plastica, metallo e per i più esigenti disponibili anche in vetro. I pesi interni hanno un diametro inferiore, solitamente in acciaio, variano di peso a seconda della preferenza e della tonicità dei muscoli pelvici. Importante scegliere le sfere del piacere più adatte e con un peso adeguato in modo da garantire una stimolazione continua. Le sfere in silicone sono perfette per ogni tipo di donna, anallergiche, resistenti all’acqua e con una perfetta aderenza alla parete vaginale. Le sfere in vetro o metallo sono rivolte ai più esperti con l’obiettivo di aumentare il piacere durante l’atto sessuale. Aumenta la tua sensibilità e non mettere limiti ai tuoi orgasmi.

Per le più insicure esistono anche modelli costituiti da una sola pallina, che, nonostante il peso sia inferiore, ti regalano sensazioni avvenenti.

Prova le palline vaginale e non te ne pentirai. La tua vita sessuale potrà solo migliorare.

Consigliate anche per le coppie che hanno voglia di intensificare la loro intimità e divertirsi con sex toys diversi dal solito.

Unire l’utile al dilettevole

Le sfere del piacere vengono realizzate per permettere un allenamento pelvico e al contempo un delicato e prolungato stimolo vaginale. E quindi perché non unire l’utile al dilettevole? Scendiamo nei dettagli. Le palline vaginali sono adatte per mantenere tonica la muscolatura pelvica, in modo da rinforzarne il pavimento pelvico e renderlo più forte. Tonificando questi muscoli migliorerai la tua vita sessuale, in quanto una muscolatura pelvica forte aumenta la capacità di contrazione e di sensibilità, regalandoti momenti indimenticabili. Potrai anche utilizzare le palline vaginali al solo scopo ludico, provocandoti un piacere maggiore.

La loro struttura è realizzata in modo da permetterne un uso prolungato e svolgendo attività normali, come ad esempio camminare. Una volta inserite nella vagina, queste due palline, collegate tra loro da un filo in nylon o silicone, saranno libere di roteare e creare piacevoli stimoli.

Regalati momenti di piacere e prova le sfere vaginali che più stimolano le tue fantasie.

ALESSANDRA BECELLI: “QUANTE VOLTE” è il singolo che anticipa il suo progetto discografico di prossima uscita

Scritto da Laura Ruggeri il . Pubblicato in Musica

Una storia agrodolce ma romantica prende vita nel brano proposto dalla raffinata interprete pop.

La cantante umbra Alessandra Becelli torna sulle scene con un nuova etichetta discografica – la milanese “La Compagnia di Donidà” – dopo aver raccolto consensi di pubblico e critica con l’EP di debutto “AliBi”. Lontana da TV e talent show Alessandra è riuscita comunque a mettersi in luce grazie al suo talento di interprete. Il nuovo singolo in uscita il 2 marzo 2018 si intitola “Quante volte” e presenta non poche novità rispetto al sound di AliBi. L’influenza del mixaggio di Matteo Caretto “italiano di Los Angeles” si fa sentire nelle sonorità made in USA asciutte su un prodotto pop italiano. Il mood dominante è quello dei sentimenti:

«Vivere ognuno la propria vita cercandosi ancora, come se ogni storia finita componga un puzzle che è poi la nostra identità». Alessandra Becelli

“Quante volte” è stato scritto per lei da Andrea Pantano, Dario Bonelli, Paolo Gianfredi ed è il primo singolo del nuovo disco che si preannuncia pieno di sorprese musicali interessanti. Gli arrangiamenti sono di Max Satta e Fabrizio Foggia. La produzione artistica Max Satta.

«Questo nuovo progetto parte dall’idea di voler tornare in campo, di vivere la mia musica da persona “nuova”, arricchita da nuove esperienze che hanno segnato un traguardo importante per la mia vita. La voglia di rimettermi in gioco e far conoscere agli altri ciò che sono o, per chi già mi conosce, farmi riscoprire. La musica per me è sempre stata la mia forza, la mia vita, la mia ancora, il mio strumento per comunicare qualcosa che a volte a parole sembra difficile dire. Questo progetto vede nuove ed interessanti collaborazioni con artisti di esperienza come Massimo Satta, autori come David Poggiolini e tanti altri che stanno credendo in me e lavorano sodo per realizzare tutto ciò. Fare musica oggi non è semplice, ma come dicono Ramazzotti e Bocelli “musica è guardare più lontano e perdersi in se stessi”. Ed è proprio questo perdersi in se stessi che mi spinge a non fermarmi nel fare musica, la mia musica». Alessandra Becelli

Etichetta discografica: La Compagnia di Donidà

Radio date: 2 marzo 2018

BIO

Umbra di nascita, Alessandra Becelli è un’interprete pop raffinata, dalle sfumature vocali calde e gradevoli. Appassionata d’Arte, si è laureata con lode in Scienze e Tecnologie della Produzione Artistica scrivendo una tesi sulla video arte. Dopo la laurea ha lavorato, come costumista, in Teatro (“Gli innamorati ‘50” dell’attore e regista Riccardo Leonelli), nel Cinema (“Lezioni di Cioccolato” con Luca Argentero) e in diverse Fiction Rai tra cui “Gente di Mare 2” e “il bene e il male”. Ma è l’amore per la Musica a prendere poi il sopravvento. Brucia le tappe facendosi notare in diverse manifestazioni nazionali. Alla sua prima partecipazione a Sanremolab nel 2009 giunge tra i primi 20 classificati con un brano piano e voce scritto per lei da David Poggiolini e suonato al pianoforte dal Maestro Giuseppe Barbera (pianista e arrangiatore di Arisa, nonché vocal-coach ad X-Factor). Risulta tra i finalisti di rassegne quali il Premio Mia Martini 2008, Premio Franco Reitano 2013 e vincitrice della tappa di Palmanova del POV Music Festival in Friuli V.G. Si diploma al CET di Mogol nel 2009 e ha modo di collaborare con autori e musicisti di rilievo. Nel 2012 apre il concerto dei Dirotta su Cuba e nel 2013 quello del cantautore Bungaro. Personalità artistica a tutto tondo, Alessandra coinvolge con la sua empatia e simpatia fuori e dentro le scene, dimostrandosi un personaggio di grande carisma. La sua pagina fan su Facebook ufficiale conta quasi 12.000 iscritti coinvolti e attenti alla sua strada musicale. Dopo l’uscita del suo primo singolo “Solo una bugia” nel 2012 sono nati altri gruppi e pagine autogestite da Fan che hanno avuto modo di apprezzarla ed affezionarsi alla sua strada musicale. Il primo singolo ottiene un riscontro di critica e di pubblico notevole, il brano è stato in rotazione in oltre 130 emittenti radiofoniche con 200.000 visualizzazioni del videoclip prodotto dalla Pennylane di Duccio Forzano (regista de “Il tempo che fa” e “Sanremo 2018”). Il suo secondo singolo, intitolato “Una meraviglia”, uscito il 21 giugno 2013 risulta nel trimestre estivo del 2013 il secondo singolo più venduto nei digital download tra gli Artisti Zimbalam Italia ed è ancora tra i brani in airplay in molte radio italiane tra cui anche a Radio Rai. “Una meraviglia” apre le porte al suo primo EP “AliBi” con 6 inediti, suonati da alcuni dei più importanti musicisti del panorama nazionale e scritti da autori come Luca Angelosanti e Francesco Morettini (già autori di Mina, Morandi, Renato Zero, Nina Zilli, Alessandra Amoroso, Emma Marrone, ecc…), in collaborazione con Maltese e con l’Artista stessa. Questo EP segna il debutto discografico dell’Artista con l’etichetta Riserva Sonora. A partecipare e sovraintendere al progetto di Alessandra c’è la firma della sua manager Amelia Milardi. Nel mese di settembre è uscito il suo terzo singolo intitolato proprio “Settembre” che ha riscontrato in pochissimi giorni un ottimo successo da parte del suo pubblico. Con la sua formazione acustica (chitarra, voce, percussioni), si è esibita in molte location proponendo le sue canzoni e cover italiane/internazionali riarrangiate e personalizzate. Dopo aver scritto nel 2016 la più bella pagina della sua vita con la nascita di sua figlia Giulia, è attualmente impegnata nella realizzazione di nuovi brani, sia come interprete che come cantautrice, per il suo prossimo progetto discografico in collaborazione con Massimo Satta, David Poggiolini e La compagnia di Donida.

Contatti e social

Facebook www.facebook.com/alessandrabecelli

Sito www.alesound.org

Canale Youtube https://www.youtube.com/c/AlessandraBecelliMusic

Instagram www.instagram.com/alessandra_becelli

Spotify https://open.spotify.com/artist/1pgVbeM8lb62Oj1To8YElE

Acquisto e vendita case? A Busto Arsizio c’è Top Casa, agenzia immobiliare con oltre 20 anni di esperienza

Scritto da mybookmarkservice il . Pubblicato in Affari, Aziende, Casa e Giardino

Top Casa si offre come supporto esperto nell’acquisto e vendita di case a Busto Arsizio, Gallarate, Legnano e comuni limitrofi nelle provincie di Varese e Milano e garantisce un servizio completo con gestione di pratiche e aste.

Vuoi cambiare casa? Non entrare nel panico!
Vendere e acquistare casa oggi sembrano operazioni molto complicate, ed effettivamente bisogna prestare molta attenzione se si vogliono evitare truffe e problemi con acquirenti e venditori.
E’ sempre meglio affidarsi ad un’agenzia seria e affidabile, con oltre 20 anni d’esperienza, che segua ogni pratica con dedizione e professionalità e che offra un servizio a 360 gradi… Dove trovarla?
Per acquisto, affitto e vendita di case, a Busto Arsizio c’è Top Casa, l’agenzia immobiliare che ti segue passo passo e realizza i tuoi sogni!

affitto case busto arsizio

Dalla ricerca dell’acquirente, alla firma del contratto: per vendita case a Busto Arsizio scegli Top Casa

Vendere il tuo immobile è una responsabilità, scegli di affidarti solo a professionisti.
Con Top Casa avrai la garanzia di massimo impegno e serietà nella vendita di case a Gallarate, Busto Arsizio, Legnano e comuni limitrofi nelle provincie di Varese e Milano.
Il sito di Top Casa è strutturato in modo da mettere in evidenza nel migliore dei modi gli immobili in vendita con tutte le loro caratteristiche. Top Casa collabora inoltre con tutti i siti immobiliari più popolari per dare ancora più visibilità agli immobili e garantire le migliori condizioni per una vendita veloce e soddisfacente.
Sarai seguito fin dalle prime fasi per valutare insieme il prezzo più adatto, con consultazione di ogni documento per individuare criticità e loro risoluzione, fino alle fasi successive al rogito di vendita.

Top Casa, il top per affitto di case a Busto Arsizio, Gallarate, Legnano

Top Casa garantisce un numero di problemi pari a… Zero!
Per l’affitto di case a Busto Arsizio e limitrofi vengono effettuati controlli sugli inquilini e sui redditi a garanzia: se il team di Top Casa non è convinto, il contratto di affitto non viene stipulato.
L’agenzia di Busto Arsizio ha abbracciato la filosofia secondo cui è meglio un contratto firmato in meno che un problema in più su un contratto stipulato in modo superficiale.
Stipula di contratti di locazione e registrazione telematica dei contratti vengono eseguiti senza costi aggiuntivi, cosa aspetti, per l’affitto, l’acquisto o la vendita dei tuoi immobili, affidati a Top Casa!

Il gelo non piega le cultivar di albicocco di Geoplant

Scritto da BorderlineAgency il . Pubblicato in Aziende, Locale, Scienze

All’indomani dell’ultima grande ondata di freddo che ha colpito l’Italia, Geoplant Vivai raccoglie gli esiti sulle sue varietà di albicocco e rileva un marginale livello di danneggiamento sui suoi marchi di punta.

Il passaggio di Burian, la rigida perturbazione che ha messo a dura prova l’agricoltura italiana ed europea, non è riuscito a inficiare la produttività del campo sperimentale di Savarna, tempio dell’attività vivaistica di Geoplant in provincia di Ravenna. L’azienda, dal 2007 naturale prosecuzione dell’impresa individuale di Secondo Danesi, si è subito attivata nell’indagine dei potenziali danni, scoprendo che una parte delle cultivar di albicocco sono riuscite a contrastare la portata del maltempo.

I primi monitoraggi si sono concentrati sulle varietà a maturazione precoce che, al momento dell’ondata di gelo di fine febbraio, si trovavano nello stadio fenologico di bottoni rosa. Se Wonder Cot, Lilly Cot e Primidi hanno mostrato alcuni danni sui fiori variabili – causati dal record sfavorevole di 12 ore decisamente sotto lo zero nelle giornate del 27 e del 28 – Pricia ha conservato inalterate le sue gemme e non ha riportato deterioramenti rilevanti.

Ci sono poi le varietà ideali per il clima continentale, per cui l’osservazione ha rappresentato una forma di controllo ma anche una riprova della profonda adattabilità alle fredde temperature. Le analisi hanno infatti messo in luce la decisa tenuta di Tsunami e Lady Cot, diffuse nell’areale Piemontese ma anche nella regione del Lago Balaton, in Ungheria. Per quanto non autofertile, Tsunami si distingue per l’elevata vigoria e la buona produttività, con un frutto di grossa pezzatura dal sapore equilibrato. Autofertile è invece Lady Cot, varietà altamente produttiva, riconoscibile per l’aspetto ovale del frutto e per il gusto dolce e aromatico della sua polpa.

Interessante è il riscontro su una delle cultivar più richieste dell’ultimo biennio, impareggiabile per caratteristiche pomologiche e qualità organolettiche. Si tratta di Farbela, del gruppo Carmingo (lo stesso di Faralia e Farbaly), che non ha accusato nemmeno l’ultima gelata di marzo, con un bilancio più che positivo: gemme quasi totalmente integre e nessuna cascola di fiori rilevata.

Conclude la rassegna Albinova, la varietà più tardiva tra quelle proposte da Geoplant, diffusa nelle zone produttive del nord Italia (Piemonte, Emilia Romagna e Trentino) e, nell’Europa Centrale, in Serbia e Ungheria: la tempistica più dilatata della fioritura e l’elevato fabbisogno di freddo – caratteristiche distintive della cultivar – l’hanno schermata dai potenziali danni.

www.geoplantvivai.com

INSCHEMICAL: “INSCHEMICAL” è l’album d’esordio della band calabrese uscito il 30 marzo

Scritto da Laura Ruggeri il . Pubblicato in Musica

Un viaggio con bussola all’interno di un labirinto i cui spazi sono riempiti da macro e micro vicende sociali (mafia, pedofilia, rivalsa emotiva solo alcuni dei temi affrontati), che traghetterà l’ascoltatore verso una via d’uscita emozionale complessa ma appagante.

L’album “Inschemical” è il primo lavoro – composto da otto brani – della omonima band alternative rock. Si tratta di un percorso ambientato in locazioni melodiche che partono dalle sonorità distorte della prima parte del disco fino a risolversi nel sound dolce coadiuvato dagli archi dell’ultimo brano.

«Il Progetto Inschemical nasce nel 2012 con l’intento di creare melodie in chiave rock a supporto di tematiche sociali di vario genere, dalle esperienze personali a quanto di spiacevole ogni giorno vediamo. Non ci definiamo compositori, e forse non lo faremo mai. Ci piace l’idea di sentirci semplici “ideatori di melodie” da associare a sonorità in continua ricerca». Inschemical

Perché Inschemical:

«Il nome Inschemical è il risultato di tre parole: Insano-Schema-Calabria. Insano è tutto ciò che ci circonda, tutto ciò che vediamo; lo Schema è il risultato dell’insieme delle idee musicali che ci accomunano; la Calabria è la nostra regione di appartenenza. Una terra bella, amara e dolce che amiamo e detestiamo». Inschemical

TRACK BY TRACK

Affine al mio tempo è un’analisi sul rapporto fra scorrere del tempo ed eventi, e su come esso influisce sulla maturità e le scelte della persona.

La Spirale senza fine è una riflessione, spesso in forma metaforica, sui punti di vista della guerra.

Un nuovo inizio è il primo singolo estratto. Il leit-motiv si sofferma sulla problematica dei padri single impossibilitati a prendersi cura dei propri figli.

Allegoria di un giorno esprime il senso di rabbia causato dagli eventi negativi di ogni giorno, rabbia che possiamo però trasformare in miele quando ci affidiamo alla positività.

Buio è un grido di dissenso verso tutto ciò che ci circonda. La necessità di riappropriarci della nostra umanità.

La favola sbagliata è il racconto, in prima persona, di una vittima di pedofilia.

Controinformazione è un brano scritto e dedicato a Giuseppe Impastato, vittima della mafia.

La Ricerca è un brano che raccoglie riflessioni in merito a ciò che realmente è la ricerca della felicità personale.

Collaborazioni artistiche: Martino Ciano (Chitarre ritmiche) – (testi tracce 4 e 5) – Arcangelo Michele Caso (Violino, viola e violoncello traccia 8)

Produttori: Enzo Russo (Spiral69 – Benzina)

Arrangiatori: Inschemical – Enzo Russo

Studi di registrazione: B STUDIO (Napoli) di Enzo Russo – TP STUDIO (Napoli) per le batterie registrate da Enzo Russo

Pubblicazione album: marzo 2018

Etichetta: “B MUSIC RECORDS”

BIO

Inschemical è il nuovo progetto alternative rock voluto da Enea Bruno-chitarra e voce, Vincenzo Mastrelia, basso, Giovanni Benvenuto, batteria.

La band nasce nel novembre 2012. Le maggiori influenze derivano dai gruppi storici del panorama italiano quali Timoria, Litfiba, Teatro degli orrori, Linea 77. I testi trattano tematiche sociali. I componenti della band non appartengono a movimenti o partiti politici, ma preferiscono l’esperienza al sentito dire.

Inschemical è il risultato di un lungo periodo di riflessione. La band nasce dalle ceneri degli Edenforce, gruppo progressive metal nato nel 2006 e con due album all’attivo: In the emptiness of my dreams e Nemesi eterna.

La svolta arriva nel febbraio 2012: Enea Bruno diventa il nuovo cantante degli Edenforce. Inaspettatamente la band inizia a battere altri territori musicali. L’heavy metal viene sostituito dall’hard rock, dalla psichedelia e dalla sperimentazione e la nuova formazione compone in pochi mesi quattro pezzi: Politically correct, D’oro benedetto, Allegoria di un giorno e I*famia, ma solo “Allegoria Di Un Giorno” entrerà a far parte della track list dell’Album di esordio della Band. Gli anni 2014 e 2015 rappresentano un periodo di transizione che ha influenzato la composizione artistica della band verso venature pop/rock come il singolo di lancio “Un Nuovo Inizio”.

Contatti e social

FacebookInstagram

Presentazione del prestigioso catalogo dell’Editoriale G. Mondadori alla Milano Art Gallery: un successo

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura, Libri

Alla Milano Art Gallery in via G. Alessi, 11, venerdì 16 marzo alle 18.00, si è tenuta la presentazione del nuovo catalogo Editoriale Giorgio Mondadori. L’evento, pensato per promuovere il prestigioso Catalogo dell’Arte Moderna – Gli artisti italiani dal primo Novecento ad oggi – n. 53 all’interno della mostra collettiva “L’arte delle donne”, ha visto presenziare molte personalità di spicco. Partendo dall’organizzatore, il manager Salvo Nugnes, hanno portato il loro prezioso contributo anche il fotografo Roberto Villa, amico di Dario Fo e Pier Paolo Pasolini, e il direttore della casa editrice, Carlo Motta.

Strumento di promozione e consultazione, il catalogo, nato negli anni Sessanta e rilevato da Editoriale Giorgio Mondadori un decennio dopo, si presenta come la più longeva pubblicazione di genere nel panorama italiano. Questo grazie al forte interesse per un settore che vede quest’anno il record assoluto di 828 presenze artistiche nella seconda sezione, quella dedicata all’arte contemporanea.

Grandi protagoniste dell’annuario le donne: Artemisia Gentileschi, Fede Galizia, Tamara de Lempicka, Frida Kahlo, Vanessa Beecroft e Marina Abramović. Si parla del loro diritto all’arte acquisito nel corso dei secoli e “L’arte delle donne”, mostra organizzata da Spoleto Arte, è stata il teatro perfetto per poterne parlare. L’esposizione, aperta gratuitamente al pubblico fino a giovedì 29 marzo, ha infatti come tema centrale la donna e tutto ciò che la concerne.

L’esibizione ha visto come sue madrine il giorno dell’inaugurazione, giovedì 8 marzo, due grandi giornaliste e scrittrici: Silvana Giacobini, direttrice di «Chi» e di «Diva e Donna», e Vanna Ugolini de «Il Messaggero».

Per maggiori informazioni è possibile chiamare lo 0424 525190, scrivere all’indirizzo info@milanoartgallery.it oppure visitare il sito www.milanoartgallery.it.

STEVE GADD in concerto sabato 14 aprile 2018 @ Druso – Ranica (BG)

Scritto da Laura Ruggeri il . Pubblicato in Musica

Lo statunitense Steve Gadd, tra i più rispettati e influenti batteristi al mondo, arriva a Bergamo per un concerto al Druso di Ranica (Bergamo)

Chick Corea Corea lo ha soprannominato “il master dei Groove Creativi”, riassumendo bene quel mix di personalità, stile e tecnica che lo ha portato negli anni a collaborare con Paul McCartney, Eric Clapton, Frank Sinatra, James Taylor, Paul Simon, Ray Charles, Barbra Streisand & Barry Gibb, Pino Daniele, Bee Gees e Joe Cocker , per citarne alcuni, fondendo nelle sue bacchette il mondo del pop e del jazz in un suono inconfondibile.

A Bergamo presenta il suo progetto accompagnato da Michael Landau (chitarra), Jimmy Johnson (basso), Kevin Hays (piano), Walt Fowler (tromba).

________________________________________________________________________

Il Druso è un progetto che nasce nel 2007 inizialmente con piccoli concerti , salvo poi diventare negli anni uno tra i migliori club di musica dal vivo italiani. Con alle spalle migliaia di live continua la sua attività culturale ed artistica portando a Bergamo artisti di fama nazionale ed internazionale. Due le rassegne in particolare IndieDruso & BlackDruso. La prima diffonde la musica indipendente e d’avanguardia nazionale ed internazionale. La seconda, Blackdruso, strizza l’ occhio ai più giovani e al mondo della musica hip-hop & rap.

Contatti e Social

Facebook

www.drusobg.it

Ufficio stampa

Astrid Serughetti – astrid@laltoparlante.it – 347.7573624

Un solo Dio per tutti? – Alessandro Meluzzi lo rivela alla Milano Art Gallery

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura, Libri

Alla Milano Art Gallery, storica location in via G. Alessi, 11 nel cuore di Milano, si terrà la presentazione dell’ultimo libro di Alessandro Meluzzi, noto personaggio televisivo spesso ospite di  trasmissioni come Quarto Grado e Matrix. Il saggio – scritto assieme a Giuseppe Romeo, analista politico, saggista e accademico – Un solo Dio per tutti? – Politica e Fede nelle Religioni del Libro (Imprimatur) farà il suo debutto martedì 10 aprile alle 18.00.

In occasione della mostra personale dell’artista Vincenzo Maio, noto fotografo e giornalista campano, dal titolo “Fotografie” – la quale verrà inaugurata giovedì 29 marzo e rimarrà aperta gratuitamente al pubblico fino a venerdì 13 aprile – Alessandro Meluzzi, in compagnia del relatore Salvo Nugnes, manager della cultura e direttore di Milano Art Gallery, nonché organizzatore dell’evento, proporrà al pubblico la sua nuova opera. A lui vanno ricondotti tutti gli spunti orientati verso la dimensione sociale del confronto tra le tre grandi religioni monoteistiche e i fatti contemporanei. A Giuseppe Romeo invece l’aspetto politico e geopolitico e le manifestazioni spirituali nel cristianesimo, nell’ebraismo e nell’islamismo.

Dalla nota degli autori: «In un momento della nostra vita di cittadini di un mondo sempre più piccolo nel quale spiritualità, fede e politica si intersecano spesso siamo tutti, nello stesso tempo, testimoni delle incertezze che i sistemi politici creano invece di risolvere e vittime di un diffondersi di violenza che si sovrappone e rende imperative le dinamiche economiche in un modello di relazioni politiche e sociali che si restringe sempre di più. Tra potere e religiosità si sono confrontati imperi e stati, oggi individui e nazioni, in una misura globalizzata di un io che vive nell’epoca della comunicazione attiva e interattiva… Una considerazione che non è solo valida per il cristianesimo. L’ebraismo prima e l’islam successivamente hanno assunto aspetti del potere ritenendosi fattori essenziali per ricercare quell’unità e quell’universalità delle rispettive comunità nella misura in cui una nuova identità riconciliata ognuna con il proprio Dio potesse far fronte alla diversità, assumendo se stessa come migliore offerta politica di creazione di un modello condiviso di potere.»

Per maggiori informazioni è possibile  chiamare lo 0424525190, scrivere a info@milanoartgallery.it oppure visitare il sito www.milanoartgallery.it.