Archivio per 15 marzo 2018

DAVIDE BUZZI “ROMANESCHI” è il secondo singolo estratto dall’album “NON ASCOLTARE IN CASO D’INCENDIO”

Scritto da Laura Ruggeri il . Pubblicato in Cultura, Musica

Intense sonorità tipiche del rock italiano accolgono una magica reinterpretazione di un suo stesso brano pubblicato 19 anni fa.

“Romaneschi” è una canzone dedicata all’aviatore e acrobata volante Plinio Romaneschi, che fu uno fra più famosi piloti e paracadutisti della prima metà del secolo scorso. A 68 anni di distanza dalla sua morte e a 20 dalla prima uscita di questa canzone che ne rievoca le gesta – una delle più amate dai fans di Davide Buzzi – il cantautore svizzero/italiano offre una rinnovata versione del brano che nel 1998 diede il titolo al suo secondo album. Le atmosfere e le influenze sonore sono quelle tipiche del rock italiano, dove a dettare il ritmo sono batteria, basso e chitarra e voce su una solida e densa base rock.

“Non ascoltare in caso d’incendio” è il titolo del nuovo album di Davide Buzzi, giunto al suo quarto disco sebbene alle spalla abbia ben venticinque anni di carriera passati ad esibirsi in diverse parti d’Europa e a scrivere canzoni anche per altri artisti.

Questo suo nuovo lavoro è però parte di un progetto ben più articolato: “Non ascoltare in caso d’incendio” è infatti la prima parte di una trilogia che vedrà la luce a scadenze regolari fra il 2017 e il 2019.

Il progetto, realizzato a cavallo fra Ticino e Milano, si avvale della collaborazione di una band di apprezzati musicisti italiani e di tutta una serie di ospiti speciali come Massimo Priviero, Dario Gay e il songwriter australiano Jason Kemp.

Davide Buzzi è sempre stato profondamente legato alla sua terra d’origine, Valle di Blenio e Ticino in generale, ed è proprio per questo motivo che anche in questo disco egli ha voluto segnare con delle impronte molto profonde questo suo legame.

Dicono di Davide Buzzi

«Davide Buzzi sa come dosare il bello del classico ascolto leggero italiano alla personalità di un cantautore che racchiude se stesso e poi il mondo che lo circonda». Full Song

«Un disco assolutamente valido dal punto di vista tecnico, così come da quello lirico». Audio Follia

«Di Davide Buzzi scopro con gran piacere il bello di sapere che il rock, quello antico, quello accademico, non è mai sparito, neanche per un solo istante dalle vene dei cantautori della nuova scena italiana». Just Kids Magazine

«Un disco che prende dal pop e dal rock storico degli anni antichi di enormi miti e leggende e lo fa italiano, a modo suo». 100 Decibel

BIO

Davide Buzzi nasce ad Acquarossa (Svizzera) il 31 dicembre 1968, a pochi minuti da mezzanotte.

Nel 1993 pubblica il suo primo CD “Da grande”, completamente auto prodotto ed in seguito è un susseguirsi di esibizioni, concerti e concorsi, tra i quali il “Festival Internacional de l’Isla de Margarita”, “Una voce per Sanremo”, Sanremo Nuovi Talenti”, “A Voice for Europe”, ecc. Nel 1997 si classifica secondo al Festival di Lissone con la canzone “Vuröss”, dove si aggiudica pure il premio speciale per il miglior testo. Nel 1998 esce il suo secondo CD “Il Diavolo Rosso: Romaneschi”, realizzato con la partecipazione di alcuni musicisti di fama internazionale. Nello stesso anno Davide vince il “Festival di Lissone: Cantem Insemma” con la canzone “Ul Vegèt di Mariunètt”.

Nel 2001 viene invitato ad esibirsi all’ARISTON CAFÈ, nell’ambito delle manifestazioni collaterali al Festival di Sanremo. Per alcuni anni il cantautore ticinese porta le sue canzoni in giro per l’Europa, esibendosi in concerto in Svezia, Svizzera, Italia, Francia, ecc.

Nel 2006, Davide Buzzi si presenta al pubblico con il suo nuovo album, dal titolo “Perdo pezzi”, un lavoro al quale hanno partecipato numerosi artisti internazionali (fra i quali il cantautore italiano Leandro Barsotti ed il Country Man australiano Jason Kemp). Il suo “Perdo i pezzi Tour” (durante il quale è stato accompagnato dalla Band cunense degli Almaplena) ha registrato diverse date fra Italia e Svizzera, riscuotendo un ottimo successo di pubblico e di critica.

Sempre nel 2006 la sua canzone “Vuröss”, tratta dall’album “Perdo i pezzi”, viene inserita nella KAM Compilation 2006 della casa discografica Kid Antrim Music di Ronkonkoma, NY (USA) e nelle playlist di diverse radio in Australia e USA, dove scala le classifiche delle richieste.

Nel 2009 partecipa al Vannulo Festival di Capaccio (Salerno), dove si esibisce con l’orchestra AGRO, diretta dal m° Matteo Franza, composta da 11 elementi e conosciuta ed apprezzata per le svariate apparizioni sui diversi canali Mediaset.

Nel 2012 è stato candidato agli ISMA Award di di Milwakee (USA), ricevendo due nomination per la canzone “The She Wolf”, scritta per il cantante americano Jimmy Lee Young (canzone Pop dell’anno e canzone Folk dell’anno).

Nel 2013 ha invece ricevuto una nomination per i NAMMY Award di Niagara Falls (NY/USA), sempre per la canzone “The She Wolf” (canzone Folk dell’anno).

Sempre nel 2013, in Albania, è stato il protagonista della XIII edizione della Settimana della Lingua Italiana nel Mondo, tenendo 2 concerti ufficiali a Tirana e Scutari (Teatro Mijeni).

Purtroppo, a causa di seri problemi di salute, negli ultimi anni Davide ha dovuto rallentare la sua attività musicale, per arrivare infine sospendere le sue esibizioni Live a partire dal mese di gennaio del 2014.

A settembre 2017 esce il primo album del suo nuovo progetto discografico La Trilogia, dal titolo emblematico “Non ascoltare in caso d’incendio” e supportato dal nuovo singolo “Te ne vai”.

La Trilogia, prodotto in collaborazione con Alex Cambise, vedrà la luce in tre fasi, con la pubblicazione dei tre album che la compongono a partire dal 2017 fino al 2019.

Fotografo di formazione, Davide Buzzi è attivo pure nel campo del giornalismo in qualità di membro di redazione del mensile Voce di Blenio e, da diversi anni, come inviato speciale di Radio Fiume Ticino al Festival di Sanremo. Ha scritto diversi racconti brevi, alcuni dei quali sono stati pubblicati in raccolte o sul mensile Voce di Blenio. Nel 2013 ha pubblicato il suo primo libro “Il mio nome è Leponte… Johnny Leponte” (ed. Albatros il Filo / Viterbo, Italy) ed attualmente sta lavorando a tre nuovi romanzi.

Contatti e social

SITO www.davidebuzzi.com

FACEBOOK www.facebook.com/davidebuzzi68

SOUNDCLOUD soundcloud.com/davidebuzzi

PAGINA FB LIBRO www.facebook.com/JohnnyLeponte

CANALE YOUTUBE www.youtube.com/user/PonyRecord

Prosecco Colli Euganei: Made Rural e Terre Gaie fra tradizione ed evoluzione

Scritto da 20TaskForceItaly il . Pubblicato in Alimentari e Bevande, Aziende

Innovare non è solo creare qualcosa di nuovo, ma anche rendere attuali valori e tradizioni di un tempo. Hanno reinventato una tradizionale azienda agricola trasformandola in una fucina di idee e progetti dove sviluppare percorsi per far conoscere il vino e il territorio.

Osservare il mercato ascoltando i nostri clienti” sintetizza in modo eloquente la strategia messa in atto dall’ azienda Terre Gaie di Vò Euganeo, esempio di efficienza e innovazione i cui punti di forza sono dati dalla sua esperienza nel rispondere alle esigenze del mercato in tempi rapidi ed investire molto in tecnologia e idee.

L’azienda Terre Gaie è caratterizzata da tre parole chiave: evoluzione, crescita e successo, imprescindibili dalla qualità dei suoi vini, certamente il territorio da il suo importante contributo. I vigneti dell’azienda si estendono su una zona collinare ben esposta al sole, il cui terreno fertile.

Il progetto Terre Gaie nasce prima di tutto nella mente di Salvatore Lovo nell’autunno del 2002 e la moglie Rita, enologo diplomato alla scuola di Conegliano e già consulente per diverse aziende toscane, marchigiane, abruzzesi e venete, ha atteso Silvia, la figlia, che terminasse la laurea e dal 2014, nascita dell’azienda, la tradizione continua, grazie alla dedizione e alla passione.

In un mondo agguerrito come quello del vino, il coraggio, la gioventù e la voglia di fare, E’ questa la filosofia di Terre Gaie, innovazione, determinazione e forza, che ha portato l’azienda in pochissimo tempo a conquistare il mercato europeo e gli Stati Uniti.

L’azienda di oggi rimane una realtà a conduzione familiare e, vuole rendere il loro vino specchio del territorio, del terreno e degli uomini che ne sono artefici. Desiderano curare direttamente e meticolosamente ogni fase della produzione dalla pianta alla bottiglia, finanche all’ultima tappa della commercializzazione, selezionando personalmente la nostra clientela, che prima di accogliere il nostro prodotto, deve comprendere il nostro spirito e quanto riponiamo in esso.

Potremmo definirla un’azienda storica eppure giovane, legata alla tradizione eppure percorsa da un continuo fermento di idee. Un fermento che può nascere solo dalla passione per quel che si fa, che porta a mettersi in gioco, a imparare dal passato per generare nuove idee che potrebbero diventare grandi nel futuro.

Oggi, grazie ad una solida unione ed una forte cooperazione tra Salvatore e sua figlia Silvia, Terre Gaie prosegue il suo viaggio verso un successo tutto spumeggiante.

Link e Indirizzi utili
http://www.terregaie.it
Mail: info@terregaie.it
Via Mattiette, 550 –
35030 VO’ (PD) – ITALY
Telefono: +39 049 9940462

FonteMade Rural

Allevi Mobili realizza mobili su misura a Como (Carimate) da oltre 70 anni. Scegli la qualità Made in Italy

Scritto da mybookmarkservice il . Pubblicato in Aziende, Casa e Giardino, Nuovo Sito Web

Per arredare la tua casa con complementi d’arredo di assoluta qualità e design, affidati ad Allevi Mobili, l’azienda di Carimate (Como) che realizza cucine contemporanee e tradizionali, armadi, credenze, sedie e tavoli moderni e molto altro. Esperienza dal 1949.

La qualità del Made in Italy è famosa nel mondo, che si tratti di gastronomia o prodotti in pelle, ceramica e legno.
Dal 1949 Allevi Mobili è leader nella produzione di complementi d’arredo di assoluta qualità, realizzati con materiali pregiati e impiegando cura e passione in ogni fase della produzione: cucine, armadi, tavoli moderni e tradizionali, sedie, credenze, realizzati su misura secondo precise indicazioni del cliente con il prezioso supporto di esperti progettisti e designer.

cucine country

Cucine country e contemporanee, scegli quella che più si addice allo stile della tua casa

Allevi Mobili realizza cucine country e cucine contemporanee dalla solidità, durata, praticità e bellezza incredibili, grazie all’esperienza di ebanisti specializzati che utilizzano esclusivamente materiali pregiati e tecniche tradizionali, per donare ad ogni prodotto un’inconfondibile impronta artigianale.
Sono disponibili vari laccati dai colori unici della natura da applicare al massello di noce e di rovere e diverse finiture realizzate con vernici ecologiche.
Allevi Mobili propone anche tavoli e sedie coordinati così da creare suggestivi ambienti apprezzati da chi ama la casa classica, funzionale e pratica, e panche angolari con vani contenitori posti sotto la seduta, utili per mantenere ordine.
Vetrine, credenze, piattaie, angolari e porta tv sono progettati per arricchire l’ambiente cucina-pranzo, mentre le ghiacciaie rappresentano quel tocco di gusto per la casa rendendola classica e funzionale con una nuova interpretazione della tradizionale colonna frigorifero e forno.

Hai un’idea suoi tuoi mobili su misura? A Como c’è Allevi, raccontala ai suoi professionisti

Allevi Mobili è in grado di risolvere ogni richiesta di arredamento, interpretando spazi e valorizzando stili; il calore e l’accoglienza del legno rendono intramontabile la modernità di ciò che è naturale.
Allevi Mobili collabora con importanti punti vendita, arredatori, architetti e designer provenienti da tutto il mondo per trovare soluzioni eleganti e funzionali. La qualità del Made in Italy di Allevi Mobili permette di creare ambienti su misura con l’utilizzo di materiali pregiati e rispettando le esigenze della clientela.
Se hai un’idea contatta Allevi Mobili, racconta al suo team di esperti lo stile e le misure del locale e componi l’arredamento dei tuoi sogni.

PROSEGUONO LE ISCRIZIONI al Master Class in Finanziamenti UE ed Europrogettazione, dal 10 al 13 Aprile a Bruxelles!

Scritto da IDPbruxelles il . Pubblicato in Aziende, Istruzione

IDP lancia la 47° edizione del Masterclass in FINANZIAMENTI EUROPEI ed EUROPROGETTAZIONE.

Il MasterClass, organizzato in collaborazione con l’Ufficio di Bruxelles dell’Agenzia per la Promozione all’Estero e lnternazionalizzazione delle Imprese Italiane (ICE), trasferisce nozioni e pratica sulla metodologia di progettazione basata su oltre venti anni di esperienza, con un approccio pratico e diretto.
I partecipanti avranno l’occasione di approfondire i principi di funzionamento dei programmi europei e le regole per sviluppare una proposta di successo.

Il Master Class prevede un workshop di progettazione durante il quale i partecipanti sono guidati nello sviluppo di una proposta progettuale. Il training è completato da materiale didattico aggiornato, guide ai finanziamenti europei e un servizio di assistenza on-line nelle settimane successive al corso.
IDP European Consultants è una società italiana presente a Bruxelles dal 1991, esperta in progettazione e finanziamenti europei e nella gestione di progetti finanziati dai vari programmi europei quali Horizon 2020, Life, Erasmus Plus, COSME.

docenti sono professionisti con oltre 25 anni di esperienza internazionale ed esperti valutatori presso diversi organi esecutivi della Commissione Europea.

Il programma della 47a edizione del MasterClass è disponibile qui: Programma MasterClass

Per maggiori dettagli sul Master Class, sugli eventi, gli altri progetti e tutti i servizi offerti, contattaci:
bruxelles@idpeuropa.com o vai sul sito: http://idpeuropa.com/master-class/

Il Formulario di Iscrizione alla 47a edizione del MasterClass è disponibile qui

ANDREA MAESTRELLI: “NON È VERO” arriva in radio il brano vincitore di Area Sanremo 2018

Scritto da Laura Ruggeri il . Pubblicato in Musica

Il giovane cantautore toscano, già vincitore del Premio Lunezia e portiere della Nazionale Italiana Cantanti, è in lizza per Sanremo Giovani con un singolo che omaggia il cantautorato pop italiano di nuova leva.

“NON È VERO” è una mappa che attraversa i momenti di solitudine che hanno portato l’autore alla riflessione sui gesti e sulle abitudini del suo quotidiano. Il treno è il viaggio metaforico che avanza fra le immagini del percorso di vita che lo hanno accompagnato da sempre. Un’apologia dell’amore inteso come punto di partenza e non di arrivo.

Etichetta: Rusty Records

BIO

Andrea Maestrelli è un cantautore empolese classe 1991. A 13 anni inizia a suonare la chitarra e a comporre i primi brani musicali, mostrando un precoce talento per la scrittura. Nel 2011 inizia il suo percorso artistico importante raggiungendo i 60 finalisti del Festival di Sanremo nella sezione “Nuove Proposte” per tre anni consecutivi fino al 2014. Nell’estate del 2014 si è fatto notare per aver vinto il Premio Lunezia con il brano “Holden”. Nel 2015 esce il suo primo album “E’ Arrivato Remo” (Rusty Records) prodotto da Davide Maggioni e candidato ai 40 dischi opera prima del premio Tenco. In forza con la Nazionale Italiana Cantanti, ha recentemente vinto il Premio Inedito di Torino. Nel 2017 ha intrapreso un lungo tour benefico nei teatri toscani, perla popolazione di Amatrice colpita dal terremoto il 24 Agosto 2016. A Maggio 2017 firma il nuovo inno dell’Empoli Fc.

Contatti e social

iTunes: itunes.apple.com/it/album/non-%C3%A8-vero/1321876897?i=1321877240
Facebook www.facebook.com/AndreaMaestrelliOfficial/

Sito www.andreamaestrelli.net

Fb Rusty Records www.facebook.com/RustyRecordsItaly/

Etichetta Rusty Records: artisti@rustyrecords.net

Promo Radio: L’AltopArlAnte – Cristina Poletti cristina@laltoparlante.it Tel. 3385224133

Prestiti: aumenta il ricorso al consolidamento debiti (+5,5%)

Scritto da Andrea Polo il . Pubblicato in Economia

Il 2017 è stato un anno di crescita per il credito al consumo e, secondo l’osservatorio di Facile.it e Prestiti.it, nel corso dei 12 mesi la richiesta media presentata alle finanziarie è aumentata del 2,3% rispetto al 2016, raggiungendo i 10.790 euro; chi si è rivolto ad una società del credito, dichiarando la finalità, lo ha fatto soprattutto per sostenere spese legate alla casa o all’auto, ma quella che, percentualmente, è aumentata di più rispetto al totale richieste è il consolidamento debiti (+5,5%). Sono questi alcuni dei dati emersi dall’analisi realizzata dai due portali, che hanno esaminato un campione di oltre 50.000 richieste di prestito personale ricevute tra l’1 gennaio il 31 dicembre 2017*.

«L’aumento della percentuale di richieste di prestito per il consolidamento debiti è legato alla diminuzione del costo del denaro e alla sempre più intensa competizione tra le società del credito, che insieme hanno determinato un generale abbassamento dei tassi di interesse applicati dalle finanziarie», spiega Andrea Bordigone, responsabile BU prestiti di Facile.it.  «Oggi un prestito personale costa meno rispetto a qualche anno fa; scegliere di consolidare finanziamenti già in corso può essere quindi una soluzione concreta per risparmiare sugli interessi, accorpando tutte le rate in una unica mensile più leggera.».

Analizzando il profilo dei richiedenti emerge che, rispetto al 2016, è diminuita l’età media di chi ha presentato domanda, scesa da 41 anni e 11 mesi a 40 anni e 9 mesi, mentre sono rimasti sostanzialmente stabili la durata dei prestiti (circa 60 rate) e lo stipendio medio del richiedente, pari a 1.670 euro.

Nel 71% dei casi a presentare domanda di finanziamento è stato un uomo ma rispetto al 2016 è aumentata di quasi 1 punto la percentuale delle donne che si sono rivolte ad un’azienda del credito. Permangono le differenze tra gli importi richiesti dai due sessi; gli uomini hanno cercato di ottenere in media circa 11.100 euro, l’11% in più rispetto alle donne (circa 9.900 euro), distanza da leggere anche in rapporto agli stipendi medi dichiarati (1.470 euro per le donne contro i 1.750 euro degli uomini).

La categoria professionale che si rivolge maggiormente alle finanziarie è quella dei dipendenti privati a tempo indeterminato (66,1% delle richieste); seguono i lavoratori autonomi (11,1%) e i pensionati (6,3%).

Aumentano i giovani e gli importi richiesti

A dare un contributo importante alla riduzione dell’età media dei richiedenti sono stati, in particolare, gli under 30, che nel 2017 aumentano il proprio peso di quasi 4 punti percentuali sul totale richiedenti, arrivando a rappresentare il 19%. Guardando alle altre fasce, le due più rappresentative restano comunque quella tra i 30 e i 39 anni di età, (30%) e quella tra i 40 e i 49 anni (27%). Chiudono la classifica coloro che hanno tra i 50 e i 59 anni (14%) e gli over 60 (8%).

Da notare che, nonostante l’età dei richiedenti sia diminuita e la percentuale di giovani cresciuta, l’importo medio richiesto non solo non si è ridotto ma è addirittura aumentato, sia guardando al totale prestiti, sia nel segmento under 30, categoria che nel 2017 ha chiesto alle società del credito somme più alte del 6,7% rispetto al 2016.

Casa e auto le prime finalità

Fra le richieste di prestito personale 2017 per le quali il firmatario ha specificato la finalità di utilizzo, quelle destinate alla “casa” rappresentano ancora una volta la voce più consistente; poco più del 34% delle domande di finanziamento erano destinate a spese legate all’abitazione. Tra queste, la fetta più grossa è rappresentata dai prestiti per ristrutturazione (24%), seguiti da quelli per l’acquisto di arredamento (7%) o di un immobile (3%). Le auto, invece, rappresentano, con circa il 27%, la seconda ragione che spinge gli italiani a rivolgersi ad una finanziaria; compongono questa categoria i prestiti per l’acquisto di auto usate (21%) o nuove (6%).

Seguono in classifica le richieste di prestito personale mirate all’ottenimento di liquidità (circa il 13%) e quelle per il consolidamento debiti (circa l’11% e, come detto, in aumento di 5,5 punti percentuali rispetto al 2016).

kit videosorveglianza esterno: la sicurezza al primo posto!

Scritto da ElisaRossi il . Pubblicato in Aziende, Casa e Giardino

Il kit videosorveglianza esterno, è un sistema di sicurezza di cui non poter fare a meno. E’ adattabile a qualunque tipo di ambiente esterno, giardino, cortile o balcone.

Garantiscono protezione e sicurezza agli ambienti che vivi tu e la tua famiglia! La sicurezza al primo posto!

La sicurezza prima di tutto!

Il kit videosorveglianza esterno, garantisce sicurezza e protezione!

Quali sono gli elementi imprescindibili per un kit videosorveglianza per esterni? Telecamere, supporti di memorizzazione, videoregistratore. Per quello che riguarda l’installazione servono cavi, staffe e alimentatori.

In commercio si trovano diverse tipologie di apparecchiatura per kit videosorveglianza.  Tra gli elementi di base, le telecamere sono fondamentali. Grazie a queste puoi ‘’avere il controllo della situazione’’. Inoltre, è possibile scegliere il kit secondo il numero di telecamere potrai effettuare l’accesso e seguire la zona che desideri. Potrai scegliere tra telecamere tradizionali via cavo o telecamere wireless (senza fili).

Permettono di registrare in assenza di luce. Molte tra le telecamere sono dotato di infrarossi. Il materiale delle telecamere per esterni deve essere resistente alle intemperie o alle variazioni di temperatura. Devono essere resistenti agli agenti atmosferici come pioggia o neve. Inoltre, è possibile richiedere le versioni fisse o quelle motorizzate. 

Con queste ultime puoi gestire i comandi da consolle, interfaccia software o dvr con interfaccia seriale.

Le telecamere IP senza fili, funzionano in ambienti esterni o legati al sistema centrale.

Inoltre, le telecamere possono essere wireless cioè con connessione internet che permette di vedere tramite specifiche App quello che succede in casa tua quando ti trovi in vacanza o distante da casa. Potrai avere il controllo da remoto, semplicemente collegandosi da smartphone, pc o tablet. Le immagini possono essere registrate su pc in memorie esterne.

Giardini, balconi, cortili interni come  monitorare gli ambienti esterni? Le telecamere IP wireless, sono studiate specificamente per ambienti esterni; possono riprendere e registrare le immagini oppure vederle in diretta. Le  telecamere HD, hanno un alta definizione, le immagini sono chiare e limpide. Alcune dispongono di LED. Questo permette una videoregistrazione notturna, al buio.

Le telecamere per esterni  hanno un alta definizione e  grazie al sistema infrarossi a LED possono riprendere e registrare immagini al buio. Potrai collegarti da remoto tramite App che ti permetteranno di monitorare gli ambienti esterni come giardini, parcheggi e cortili.

Un kit completo!

Il kit videosorveglianza protegge la tua casa!

Funzionano in autonomia o associate a sistema centrale. Questo sistema è pratico perché potrai avere sempre la situazione sotto controllo. Potrai vedere immagini registrate dalle telecamere su pc, smartphone o tablet. Inoltre, le immagini sono registrate sul oc o in apposite memorie esterne o registratori video (DVR).

Il kit videosorveglianza è un pacchetto completo, che contiene telecamere, memoria esterna, tutto l’occorrente per montarlo in autonomia, risparmiando così sui costi di montaggio.

Sono moltissimi i tipi di apparecchiatura in commercio! Basta scegliere quella più adatta a te o meglio all’ambiente esterno in cui desideri collocarla!

Con il  kit videosorveglianza per  esterno la protezione e la sicurezza sono garantite!

Dormi sogni tranquilli scegli un kit videosorveglianza per esterni!