Archivio per 13 Marzo 2018

Calimero, La vita è tua

Scritto da Giulio Berghella il . Pubblicato in Musica

in radio il singolo d’esordio dell’artista bolognese 

Il brano si intitola La vita è tua e a cantarlo è Calimero.  Il suo repertorio è un pop-rock sia italiano che inglese molto grintoso, unito ad una naturale predisposizione al palcoscenico e ad un timbro vocale da tenore, senza disdegnare qualche nota sporca.

Gabriele Zagnoni in arte Calimero ,entra nel mondo della musica un po’ in ritardo rispetto al consueto, all’età di 16 anni. Figlio d’arte, il nonno materno fisarmonicista e madre cantante.
Comincia a cantare in alcune formazioni locali, confrontandosi con i più svariati generi musicali, dal pop al rock, dall’heavy metal al punk, che lo accompagneranno per diversi anni.
Comincia a prendere lezioni di canto all’età di 19 anni, presso il Maestro Roberto Scaltriti, con il quale intraprenderà un percorso di un anno dentro il quale muoverà i primi passi nel mondo della tecnica vocale e del canto lirico.
A 20 anni inizia a suonare il basso elettrico. Cambia insegnante  e passa sotto l’ala della Maestra Alessandra Venturi, con la quale inaugura una ricerca vocale che continua tutt’oggi, che ha toccato vari aspetti, dalle diplofonie agli ipertimbri, che lo hanno portato a raffinare il suo stile vocale.
A 24 anni partecipa ad una Master Class di canto moderno condotto da Silvia Mezzanotte, all’interno della quale lavorerà alla preparazione di due brani con cui esibirsi.
Frequenta il corso biennale per Attori di teatro presso la Scuola di Teatro di Bologna “Alessandra Galante Garrone”. All’interno della quale parteciperà a diverse lezioni di canto, con accento sulla parte corale, del Maestro Fabrizio Milani. Finito questo biennio, tutti i suoi studi futuri sono improntati al perfezionamento della propria cifra stilistica.
A 25 anni fonda un collettivo musicale, con il quale si è esibito in diversi contesti e situazioni all’interno della scena musicale bolognese . Ad oggi, è in corso la preparazione per diplomarsi in solfeggio.

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play
promoradio@dcodcommunication.it
promostampa@dcodcommunication.it

New York International Art Expo: Spoleto Arte conquista la Grande Mela con il contributo di grandi vip

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Si è inaugurata domenica 11 marzo la New York International Art Expo, un appuntamento internazionale di Spoleto Arte, che cade in concomitanza con la rinomata fiera d’arte Armory Show. Il via all’esposizione è stato dato ieri alle 10 di mattina (ora locale) all’Hotel Michelangelo in 152 West 51st Street, nel cuore della Grande Mela, il Times Square.

L’evento è stato organizzato dal presidente di Spoleto Arte, il manager della cultura Salvo Nugnes. A offrire il loro prezioso contributo per la New York International Art Expo una lunga lista di nomi d’eccezione: il professor Vittorio Sgarbi, il direttore del museo Modigliani Alberto D’Atanasio, Veronica Ferretti del museo Buonarroti e José Dalì, figlio del celebre artista Salvador Dalì.

In esposizione le opere che rappresentano un quadro molto chiaro ed esemplificativo del panorama artistico contemporaneo nazionale e non. Qui di seguito l’elenco dei partecipanti alla New York International Art Expo: l’Associazione monsignor Fusaro, Corrado Avanzi, Ivana Barsciglié, Liana Brinzas, Ester Campese, Anna Maria Campus, Alessandra Candriella, Antonio Canova, Luca Cappai, Enrico Carazzato, Margherita Casadei, Sergio Cavallerin, Sergio Ceccarani, Mauro Cesarini, Mariesa Ciullo, Domenica Cosoleto, Germano Costa, Nicola Costanzo, Letizia Cucciarelli, Alberto Curtolo, Roberta De Marco, Daniela Delle Fratte, Giovanna Demegni, Amalia Di Domenico, Maria Teresa Eleuteri, Mimmo Emanuele, Francesca Falli, Giuseppe Fanfoni, Errais Farouk, Giuseppe Fazio, Gaetana Forte, Giuliana Maddalena Fusari, Jacqueline Gallicot, Olando Gatti, Paolo Ghilarducci, Amalia Gil-Merino, Angela Giovanetti, Rosangela Giusti, Irene Nunzia Grieco, Romina Hyka, Anna Izzo, Astrid Jacobs, Tashi Khan, Marcello La Neve, Nadia Latilla, Giovanna Magugliani, Vincenzo Maio, Guido Mannini, Silvana Mascioli, Raffaele Mazza, Marilena Mele, Renate Merzinger-Pleban, Rita Monaco, Roberta Moresco, Alvaro Moroni, Susanna Nagy, Amanda Nebiolo, Stefania Onidi, Antonio Pamato, Fausto Panichi, Katiuscia Papaleo, Francesco Passero, Giuseppe Pasqualetto, Vincenzo Pazzi, Silvano Persoglia, Rudik Petrosyan, Sara Pezzoni, Daria Picardi, Stefano Pignato, Silvia Polizzi, Emanuela Raneri, Sylwia Rausch, Maria Grazia Ruggiu, Antonio Simoncini, Rosa Soravito, Giacomo Susco, Federico Tamburri, Lucia Tomasi, Emel Vardar, Lucia Ida Viganò, Carmen Voicu, Alberto Volpin e Riccardo Zancano.

Per maggiori informazioni è possibile chiamare lo 0424 525190 o scrivere all’indirizzo info@spoletoarte.it oppure visitare il sito www.spoletoarte.it.

Arte delle donne: la Milano Art Gallery inaugura la mostra con due grandi donne del mondo dell’informazione

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Milano, 8 marzo – È stata inaugurata alle 18.00, tra i festeggiamenti della giornata internazionale della donna, la collettiva L’arte delle donne. Alla Milano Art Gallery, storica sede della metropoli lombarda in via G. Alessi, 11 che ospiterà i lavori di numerosi artisti fino al 29 marzo, le giornaliste Silvana Giacobini, direttrice di «Chi» e di «Diva e Donna», e Vanna Ugolini de «Il Messaggero» hanno prestato la loro voce per parlare proprio del tema caldo del giorno: le donne.

Alternandosi nella presentazione dei loro ultimi lavori, rispettivamente Albertone – Alberto Sordi, una leggenda italiana e Non è colpa mia – Voci di uomini che hanno ucciso le donne, le giornaliste sono state una delle prime sorprese della splendida serata. Oltre a loro erano presenti anche il fotografo di fama internazionale Roberto Villa, amico di Dario Fo e di Pier Paolo Pasolini, il direttore dell’Editoriale Giorgio Mondadori Carlo Motta, Daniela Iavarone, presidente del club Amici della Lirica e l’ex magistrato del pool Mani pulite Gherardo Colombo.

L’imperdibile evento, organizzato dal manager della cultura Salvo Nugnes, direttore della Milano Art Gallery, è stato allestito tra le significative opere di Michal Ashkenasi, Gianni Balzanella, Andrea Biffi, Margherita Blonska Ciardi, Aurora Bonanno Conti, Nadia Buroni, Loredana Caretti, Sergio Cavallerin, Mariesa Ciullo, Vincenzo Cossari, Simona Costa, Daniela Delle Fratte, Giovanna Demegni, Roberto Giacco, Rosangela Giusti, Margaretha Gubernale, Stephanie Holznecht, Antonella Laganà, Giovanni Lamberti, Nadia Latilla, Mauro Martin, Gabriella Martino, Silvana Mascioli, Mario Mattei, Rachel Mohawege, Karin Monschauer, Oliva Giuseppe, Paola Paesano, Giovanni Pascoli, Nino Perrone, Sylwia Anna Rausch, Valentina Roma, Biagio Schembari, Elettra Spalla Pizzorno, Giacomo Susco, Fedor Kuz’mic Suskov, Luciano Tonello, Barbara Trani e Susi Zucchi.

L’esposizione, aperta gratuitamente al pubblico fino a giovedì 29, ha come tema centrale, ovviamente, tutto ciò che riguarda il mondo femminile. Indipendentemente dal genere dell’autore, L’arte delle donne celebra la creatività dedicata a quest’universo, a dimostrazione che queste opere non solo comunicano quanto sta accadendo oggi, ma affrontano prima fatti, situazioni, sensazioni, problematiche e soluzioni che si devono ancora pienamente esplicitare.

Per maggiori informazioni è possibile chiamare lo 0424525190, scrivere all’indirizzo info@milanoartgallery.it oppure visitare il sito www.milanoartgallery.it.

Dai giovani talenti, nuove energie per il futuro turistico dei territori

Scritto da Fausto Faggioli il . Pubblicato in Turismo

Organizzato dalla Fondazione I.T.S. “Turismo e Benessere” di Rimini, composta da Scuole, Università, Imprese, Enti locali e di Formazione per garantire uno stretto legame con il mondo produttivo e della ricerca, è in svolgimento il percorso formativo I.T.S. “Tecnico Superiore per la gestione di strutture turistico ricettive” con l’obiettivo di creare profili professionali con competenze tecniche adeguate alle esigenze del settore turistico ricettivo, pronti a operare anche a livello internazionale.

“Un momento importante nell’ambito del percorso formativo – rileva Fausto Faggioli, docente di marketing territoriale – è costituito dall’incontro con professionisti del settore turistico e con gli amministratori locali che permetterà ai futuri manager di relazionarsi con il contesto socio-economico del territorio per creare una proposta fatta di emozioni ed esperienze, quali valore aggiunto per la scelta di una destinazione.”

Incontrando i giovani, Luciana Garbuglia, sindaco del comune di San Mauro Pascoli (FC), ha presentato i due progetti di Villa Torlonia e di Casa Pascoli come esempi vincenti di riqualificazione di tesori nascosti della Romagna, oggi baluardi del nostro territorio.

”Sono temi – sottolinea Luciana Garbuglia – che possono rendere le nostre Comunità luoghi vivi e interessanti, per chi li abita, per chi vuole conoscerli per pochi giorni o tornarci nel tempo per qualche giorno e grazie alla tematica di ispirazione prettamente pascoliana si parlerà, oltre che di musica, di un territorio, di un paese, radici e luoghi dove nascono storie e racconti.”

Un secondo incontro ha coinvolto Ilia Varo, presidente del G.A.L. Valli Marecchia e Conca (RN), che ha spiegato come fondamentale sia l’unione di intenti tra i piccoli Comuni dell’entroterra che oggi offrono concretamente all’ospite un’esperienza alternativa alla tradizionale vacanza al mare.

“Una delle operazioni portate avanti dal G.A.L. – continua la Varo, rivolta ai giovani  – consiste nel finanziamento concesso a quelle start-up che presenteranno progetti realizzabili in concreto per lo sviluppo economico e occupazionale nel territorio. E’ fondamentale che i giovani concentrino le proprie conoscenze, esperienze e abilità in questa direzione.”

“Nell’arco del biennio – aggiunge Monica Masotti, coordinatrice del percorso formativo – si affrontano materie di studio pensate per le nuove esigenze del settore, con 1200 ore di lezione frontale, 800 ore di stage in aziende e si concludono con l’elaborazione di un project work.”

Termina il gruppo dei futuri manager: “Siamo “le nuove energie del Turismo”, un gruppo di giovani con l’ambizione di portare innovazione nel settore turistico, per il quale l’equilibrio tra la nostra tradizione romagnola e l’offerta di esperienze emozionali sono garanzia di successo. Una maggiore cooperazione tra le imprese del settore ricettivo, un prodotto turistico di alta qualità e l’intenzione di offrire un servizio “a misura dell’ospite”, sono i pilastri fondamentali di un turismo all’avanguardia e in sintonia con i nuovi mercati. Questi sono gli obiettivi che vogliamo raggiungere e nei quali crediamo fortemente.”

Il gruppo di lavoro: Monica Masotti, Marco Piva, Fausto Faggioli, Bianco Marzia, Bucci Letizia, Casalboni Giulia, Casella Francesca, Cloroformio Martin, Del Monaco Loredana, Di Liddo Andrea, Di Virgilio Doriana, Ercoli Beatrice, Hannoun Nervana, Lopez Michael, Pecci Alice, Pozzi Alberto, Rossi Giacomo, Santarini Elena, Savini Giulia, Scardovi Maria Giulia, Scivoli Gaetano, Vitale Cosimo Emanuele, Bregasi Arselda, Bucci Gaia.

 

Verifiche attrezzature a pressione: norma UNI 11325-12:2018

Scritto da WebmasterDeslab il . Pubblicato in Aziende, Industria

Un importante aggiornamento del quadro normativo si segnala nel settore verifiche periodiche attrezzature di lavoro, con particolare riferimento alle attrezzature a pressione: dallo scorso 11 gennaio 2018, infatti, è in vigore la norma UNI 11325-12:2018 intitolata “Attrezzature a pressione – Messa in servizio ed utilizzazione delle attrezzature e degli insiemi a pressione – Parte 12: Verifiche periodiche delle attrezzature e degli insiemi a pressione”.

Elaborata dal CTI – Comitato Termotecnico Italiano – ente federato UNI, questa norma rappresenta un notevole riferimento normativo allo scopo di prevenire ed evitare il rischio esplosione di qualsiasi attrezzatura a pressione, in quanto impartisce quelle che sono le procedure generali per le verifiche periodiche o di riqualificazione periodica di attrezzature e insiemi a pressione.

Nel dettaglio, la norma suddivide le verifiche periodiche alle quali sono sottoposte questo tipo di attrezzature in tre tipologie, ovvero verifica di funzionamento, verifica di integrità, verifica interna (limitatamente ai generatori di vapore d’acqua e/o surriscaldata).

Il testo della norma, inoltre, cita una serie di riferimenti normativi tra i quali ricordiamo la UNI/TS 11325 “Attrezzature a pressione – Messa in servizio ed utilizzazione attrezzature e insiemi a pressione” (nelle parti 1,2,4,6,11), la UNI EN ISO 9712 Prove non distruttive – Qualificazione e certificazione del personale addetto alle prove non distruttive, la UNI EN ISO 11623 inerente prove e verifiche attrezzature di lavoro periodiche di recipienti a pressione identificati come bombole a gas e bombole materiale composito.