Archivio per 12 febbraio 2018

Anselmo Galbusera: l’esperienza imprenditoriale dai servizi di catering alla finanza

Scritto da articoli news il . Pubblicato in Aziende

Anselmo Galbusera , imprenditore e manager d’azienda lombardo, ricopre oggi incarichi dirigenziali nel CdA di alcune delle imprese che fanno parte dell’azionariato di FERA, holding creata nel 2009.

Anselmo Galbusera, le prime esperienze professionali

Monzese d’origine, classe 1958, Anselmo Galbusera comincia a distinguersi in ambito imprenditoriale agli inizi degli anni ’90. Fonda infatti, nel 1990, Delta S.p.A., realtà attiva nel ramo delle telecomunicazioni e dei sistemi informatici, di cui ricopre il ruolo di Amministratore Delegato e azionista sino al 2004. Diventato nell’anno precedente Corporate Clients e Chief Strategic Officer di Wind e Telecomunicazioni S.p.A., cede il controllo della sua società all’importante compagnia telefonica. Nel 2005 Anselmo Galbusera approda in Italgo come azionista e Chief Financial Officer, azienda con la quale collabora sino al 2010. Nel frattempo, nel 2009, arriva la svolta professionale grazie alla fondazione della holding FERA. Consigliere d’Amministrazione del CdA della Banca di Credito Cooperativo PMI del Gruppo ICCREA (2010 – 2011), è in possesso del diploma tecnico industriale, formazione a cui hanno fatto seguito i corsi in “Analisi dei bilanci” e “Gestione delle Risorse Umane “, organizzati rispettivamente dall’ Associazione Industriali di Monza e Brianza e dalla scuola IPSOA di Milano.

Anselmo Galbusera: la storia e le attività di FERA

La Holding FERA nasce nel 2009, frutto dell’esperienza e delle competenze di Anselmo Galbusera in campo manageriale e imprenditoriale. Negli anni espande il proprio raggio d’azione grazie agli investimenti effettuati in numerosi settori merceologici: la società è presente infatti nell’azionariato di diverse aziende. Tra queste rientrano Interforgia, specializzata nell’ambito dei forgiati di qualità in acciaio, Multicatering, impresa capace di fornire un servizio di catering a distanza anche nelle zone attanagliate da crisi di natura geo-politica, nonché Chiara Boni & Sons, società di alta moda, Osra Special Parts, Genius Energy, Stamperia Segrino e Progetto Investimenti. Il suo fondatore, Anselmo Galbusera, riveste oggi per alcune di queste realtà ruoli dirigenziali. Svolge attualmente l’incarico di Vice Presidente di Gastronomia Somasca e Genius Energy, Chief Strategic Officer di Multicatering e Consigliere di Amministrazione di Interforgia S.r.l.

Cybersicurezza: quanta paura bisogna avere della macchina del caffè?

Scritto da Andrea Bianchi il . Pubblicato in Aziende, Economia, Industria, Informatica, Internet, Tecnologia

Il caffè è il carburante quotidiano dell’occidentale medio, come vivere senza? Proprio questa abitudine è risultata fatale ad un’industria petrolchimica che si è trovata ad affrontare le conseguenze di un’infezione da ransomware.

Nel luglio dello scorso anno, l’IT manager di una società petrolchimica con diverse fabbriche in Europa gestite sia in locale sia da remoto, fu contattato perché la sala di controllo locale di uno dei siti produttivi risultava fuori servizio. Una breve descrizione dell’accaduto fu sufficiente per capire che si trattava di un’infezione da ransomware (proprio uno dei tanti in circolo a metà dell’anno scorso). Per debellare il virus, l’IT manager decise inizialmente di reinizializzare tutti i sistemi formattandoli e reinstallando tutto, ma malgrado ciò poco tempo dopo i computer risultavano ancora infetti, sebbene nessuno fosse direttamente collegato alla sala di controllo locale.

Come ha fatto un semplice ransomware non targettizzato a colpire la rete di un’azienda che collabora con molti fornitori ed esperti di cybersicurezza? Sono diverse le strategie applicabili per limitare l’estensione della superficie vulnerabile. Un’attenta analisi fece luce sul rebus informatico: un paio di settimane prima era stata installata in azienda una nuova macchina del caffè di ultima generazione.

Dotata di collegamento Internet, la nuova macchina era in grado di inviare automaticamente gli ordini di rifornimento alla casa madre. Si dà il caso che per tale attività si collegasse alla stessa rete della sala di controllo locale anziché appoggiarsi a una rete wifi isolata, aprendo involontariamente le porte al malware. Fortunatamente questo incidente non ha avuto un impatto di maggiore entità sulla produttività aziendale, ma risulta molto istruttivo.

La superficie di attacco consta della somma delle potenziali aree esposte, sfruttabili per garantirsi un accesso non autorizzato a determinate risorse dell’ambiente digitale. Queste aree includono anche l’hardware di rete (tra cui i firewall), i server Web, le applicazioni esterne, i servizi di rifornimento e i dispositivi mobili che possono accedere a informazioni o servizi di valore.

Rappresentazione schematica dell’azienda al momento dell’infezione.

Qui di seguito le strategie di protezione raccomandate da Stormshield, noto produttore di soluzioni di sicurezza per reti industriali, al fine di evitare situazioni analoghe.

Soluzione numero 1: dotarsi di una soluzione per la protezione degli endpoint

Con “Endpoint Protection” ci si riferisce a software di sicurezza di consuetudine installati sulla maggior parte dei dispositivi. Il software di sicurezza può includere anche un antivirus, un firewall personale, un software antiintrusioni e altri programmi di protezione. Se i computer della sala di controllo locale fossero stati dotati di tale protezione, il ransomware non avrebbe avuto modo di diffondersi.

Soluzione numero 2: Creare una rete segmentata

La segmentazione della rete consta nel separare in sottoreti dispositivi, cablaggio e applicazioni che connettono, trasportano, trasmettono, monitorano o salvaguardano i dati. Ciò garantisce una maggior discrezionalità nel trattamento di ogni singolo segmento, permettendo di applicare soluzioni di sicurezza più forti laddove fosse necessario e limitando l’impatto di una possibile infezione malware o qualsiasi altro comportamento malevolo ad un singolo frammento della rete.Con una rete di questo tipo due segmenti separati non possono comunicare tra di loro, il virus non avrebbe quindi potuto raggiungere i computer della sala di controllo locale e la macchina del caffè avrebbe potuto fare solo ciò che le riesce meglio: il caffè.

Soluzione numero 3: implementare una migliore protezione perimetrale e attivare un’ispezione profonda dei pacchetti

La Deep Packet Inspection o DPI monitora e filtra pacchetti di dati all’interno della rete aziendale non appena passano il punto di controllo. Ne esamina possibilmente anche lo header al fine di rilevare discordanze con il protocollo, virus, spam o intrusioni, utilizzando anche criteri aggiuntivi per stabilire se il pacchetto è legittimo o meno.Tale meccanismo di filtro del firewall avrebbe evitato ogni tipo di connessione tra la sala di controllo centrale e la macchina del caffè. Anche qualora fosse stato necessario collegare le due, tale connessione sarebbe stata monitorata tramite Deep Packet Inspection. In entrambi i casi il virus sarebbe stato scartato per direttissima, proprio come un caffè dal sapore terribile.

Soluzione numero 4: implementare il controllo della comunicazione tra le applicazioni di rete

Il controllo della comunicazine tra le applicazioni di rete consente di autorizzare esclusivamente il passaggio di un set di comandi o messaggi predefiniti, anche nel caso in cui gli altri non vengano bloccati dal filtro DPI perché legittimi a livello di protocollo. Questo doppio controllo avrebbe bloccato la trasmissione del ransomware ai sistemi della sala di controllo locale.

Soluzione numero 5: smettere di bere caffè

Questa soluzione è facile, e si può riferire anche a chi beve te. Se però venissero messi in pratica i consigli sopracitati, non dovrebbe essere necessario arrivare fino a questo punto… Caffè con o senza zucchero?Conclusione: come proteggere la propria azienda dalla macchina del caffè?

Stormshield raccomanda di implementare tutte le soluzioni di difesa possibili. Più strategie di tutela vengono applicate, più si limita la superficie di attacco e si riduce il potenziale impatto di una minaccia informatica.

Chi è Stormshieldwww.stormshield.eu

Stormshield sviluppa soluzioni di sicurezza end-to-end innovative per la tutela di reti (Stormshield Network Security), workstation (Stormshield Endpoint Security), e dati (Stormshield Data Security). Certificate ai più alti livelli in Europa (EU RESTRICTED, NATO, e ANSSI EAL4+), queste soluzioni affidabili di nuova generazione assicurano la massima protezione delle informazioni strategiche. Le soluzioni Stormshield sono commercializzate attraverso una rete commerciale costituita da distributori, integratori e operatori di canale o telco e sono implementate presso aziende di qualsiasi dimensione, istituzioni governative e organizzazioni preposte alla difesa in tutto il mondo

Andrea Agostinone, i successi in ambito sportivo e professionale

Scritto da articoli news il . Pubblicato in Aziende, Economia

Andrea Agostinone, esperto nel settore finanza e real estate, ha fondato nel corso della propria carriera numerose società. Tra queste anche il gruppo bancario estone INBANK As, di cui è attualmente azionista.

Andrea Agostinone

Andrea Agostinone: le esperienze professionali da Monaco a Tallin

Oggi operativo soprattutto su scala internazionale, Andrea Agostinone inizia il suo percorso professionale con la società maltese DAFISA EUROTRUST. Junior Consultant a partire dal 1992, quattro anni più tardi diventa Partner e Responsabile dell’International Tax Planning Department. Sino al 2002 riveste questo ruolo, incaricato di seguire lo sviluppo e il coordinamento delle attività in Svizzera, Francia e Italia. Conclusa l’esperienza in DAFISA, avvia in qualità di co-fondatore e manager CMP & Partners, società con sede nella capitale inglese e specializzata in ambito finanziario. Nel corso degli anni successivi seguono diverse operazioni imprenditoriali: fonda, nel 2007, Jasis Brokers and Consultants, mentre tra il 2009 e 2013 è co-fondatore della società estone Colonna Group, del fondo d’investimento francese UCITS 4, nonché della società finanziaria Cofi A/S e dell’impresa operativa nel campo del mercato delle imbarcazioni di lusso, The Shoreline Charter Co. Merchand des biens immobiliers a Monaco, dal 2014 al 2015, Andrea Agostinone ha ricoperto la posizione di Managing Director per Mesen Associated DWC LLC, di cui è fondatore. Nel 2015 si è reso nuovamente protagonista come co-fondatore del gruppo bancario estone INBANK As, attivo nel settore di credito al consumo e azionista al 25% delle quote di KREDIDIPANK A/S.

Dallo sport alla scrittura: gli interessi di Andrea Agostinone

Laureatosi in Economia presso l’Università Luigi Bocconi di Milano con il massimo dei voti, Andrea Agostinone ha portato avanti la propria passione in materia finanziaria ed economica sia attraverso l’attività professionale, sia attraverso la scrittura. Grazie alla stretta collaborazione con diverse testate giornalistiche, ha prodotto in totale oltre 100 articoli, pubblicati su Il Sole 24 Ore, Milano Finanza, Ipsoa, Class Editori e Italia Oggi. A questi si vanno ad aggiungere i diversi volumi pubblicati nel corso della carriera: Luna rossa in campo bianco, 1992, Trusts e fondazioni, 1993, e Il bilancio in forma abbreviata, 1994. Appassionato di sport in generale, Andrea Agostinone è stato un atleta di successo nel nuoto, detentore ancora oggi di diversi record a livello europeo e mondiale. Si è distinto in particolare nei campionati del mondo master del 2006, a Stanford, e del 2008, a Perth, dove ha conseguito, rispettivamente, la vittoria nella specialità 50 metri rana e staffetta 4×50 metri. Sciatore esperto e grande appassionato di guida, Andrea Agostinone possiede il brevetto di pilota di elicotteri e di aerei commerciali.

Benvenuti alla nuova alternativa in Instagram

Scritto da Joseph Brown il . Pubblicato in Aziende, Internet, Tecnologia

Perdere il tempo cercando nuovi modi per aumentare il vostro numero di followers su Instagram è una situazione del passato. Oggi, gli influenzatori di social media hanno bisogno della rete di Instagram, più che mai, per condividere e far crescere il loro marchio. Ma con tutto ciò che gli influenzatori dei social media devono fare per far andare avanti il loro marchio, a volte dimenticano l’importanza dello sviluppo dei numeri di followers. Comprare Followers Instagram, ha la soluzione più ottimale per questo.

Il mercato del futuro si sta creando secondo per secondo su Internet e le piattaforme sociale dei media sono il luogo emergente per gli influenzatori, ma questo mercato si sta saturando ogni giorno. A volte è difficile per le persone che iniziano su Instagram raggiungere i numeri di followers che desiderano.Questo sentimento non è solo sperimentato dai nuovi arrivati, ma anche da marchi già esistenti.In un mondo influenzato dai mezzi di comunicazione sociale a volte può essere difficile da mettere se stesso e il vostro marchio là fuori.Questo è uno dei tanti motivi per cui l’utilizzo di Comprare Followers Instagram può aiutare a sviluppare il vostro profilo di Instagram e il vostro business.

A differenza di altri, Comprafollowers.net ha cinque anni di esperienza nel mercato di comprare followers su Instagram, ovvero più della metà degli anni in cui Instagram è esistito. Compra Followers Instagram offre una maggiore visibilità per il account in Instagram e anche promuove l’aumento di followers su Instagram.

Usando questo metodo per guadagnare followers può essere un grande vantaggio per voi e la vostra attività nella piattaforma di Instagram. Comprare followers Instagram è la nuova alternativa: facile ed efficace per ottenere la visibilità e il riconoscimento che desideri dagli altri sui social media.

Il ruolo di un’agenzia marketing

Scritto da rgtreg il . Pubblicato in Aziende

Di cosa si occupa un’agenzia marketing? Quale ruolo ha?  Quali sono le figure che intervengono al suo interno? Come viene gestita? Quali sono i suoi obiettivi? Interviene secondo strategie? Quando viene in ‘’soccorso’’?

Un valido aiuto

Hai di recente iniziato un’attività di marketing online o un negozio? Vorresti aprirne uno? La tua attività non da i frutti aspettati! Un’ agenzia di marketing è nutrimento per la tua attività! Scopriamo insieme perché!

Un’agenzia marketing in tre parole: comunicazione, promozione e visibilità.

Pone enfasi sul messaggio che vuoi comunicare. Promuove i tuoi prodotti o servizi che la tua attività offre. Rende la tua attività più in vista di altri (competitors).

Cosa significa fare marketing? Significa vendere o meglio saper vendere! Cosa vende un agenzia marketing? Un pacchetto ricco di informazioni nuove, suggerimenti, consigli. Inoltre, questa in costante comunicazione con il cliente (negozio o attività) suggerisce una strategia da seguire (personalizzata, studiata secondo le necessità o il caso in particolare), per raggiungere l’obiettivo o gli obiettivi: promozione, ottimizzazione, vendita. Ricerca, analisi e studio in team sono i punti di forza di un’ agenzia marketing che collabora e lavora per rendere più visibile la tua attività e  incrementare le vendite.

Di cosa si occupa? Un’ agenzia marketing è composta al suo interno da un team esperto in comunicazione , sia testuale che grafica. Per quanto riguarda la parte testuale,  la figura del Copywriter o del SEO Specialist che si occuperanno di redigere, scrivere e ottimizzare i contenuti che descrivono e informano il mondo online dei tuoi prodotti o servizi. I loro testi sono creativi e originali, hanno uno scopo quello di persuadere e convincere il cliente ad acquistare.

Cosa è la SEO? E’ un acronimo Search Engin Optimization. Cosa significa? E’ un’attività che svolge il Copywriter, che ottimizza i contenuti e rende un’attività o un negozio tra le prime pagine o addirittura tra i primi posti sui motori di ricerca.  La parte grafica è curata dall’Art Director che insieme, Copywriter e Art Director collaborano per creare un’idea; il primo cura la parte testuale esprimendo il concetto o messaggio con le parole, il secondo la parte visuale, curando dunque le immagini.

Fondamentale è il  costante dialogo e collaborazione tra agenzia marketing (il team) e cliente (azienda, impresa, negozio).  Una volta analizzato il caso, i punti deboli dell’azienda, l’ agenzia marketing potrà suggerire la strategia al proprio cliente e insieme potranno collaborare per arrivare all’obiettivo finale.

Come vendere? A chi vendere?

La tecnologia avanza e insieme a lei anche l’agenzia marketing cresce e si sviluppa stando al passo con i tempi, le nuove tecnologie.

La comunicazione si arricchisce di mezzi rapidi che giungono subito al pubblico, meglio dire al target di riferimento. Questi sono :

–          Social Media (Facebook, Twitter)

–          Pubblicità sui motori di ricerca

–          SEO

–          Email

–          Newsletter

Un’ agenzia marketing è business.

L’obiettivo è rendere il cliente visibile e aiutarlo ad incrementare prodotti e/o servizi.

Sei stai per aprire un’attività, se i tuoi clienti non comprano più o la tua azienda non è più così richiesta in entrambi i casi necessiti un team di supporto o di soccorso!

Lombardia Lettura Libri: i lombardi leggono più della media degli italiani

Scritto da DailyFocus il . Pubblicato in Libri

Libri scolastici, per ragazzi, gialli, testi religiosi e di letteratura: la Lombardia si conferma la prima regione d’Italia per la produzione di opere con 24.296 titoli pubblicati nel 2016, pari a circa il 28 per cento del totale nazionale. Ancora più importanti i numeri relativi alla tiratura: la Lombardia rappresenta oltre il 50 per cento del totale nazionale con 72.751.000 copie su 128.825.000 a livello nazionale. Al secondo posto, sia per titoli sia per tiratura, si posiziona il Piemonte (rispettivamente 6mila e 20 milioni) e il Lazio (7.800 titoli e 9milioni di tiratura).  

lombardia-speciale-case-editrici-lombardia-prima-regione-ditalia

E’ quanto emerge dai dati Istat per l’anno 2016. Per quanto riguarda i generi più pubblicati in Lombardia al primo posto ci sono le opere per adulti (20.145), seguiti da quelle per ragazzi (2.309) e quelle dedicate alla scuola (1.843).

Le province più attive sono Milano con 21.874 titoli prodotti e 67 milioni di tiratura, Roma (7.522 titoli e 8,8 milioni di copie) e Torino (4.856 titoli e 17 milioni di copie).

CASE EDITRICI: LOMBARDIA PRIMA REGIONE D’ITALIA

La Lombardia ha il numero più elevato degli editori: 373 su 1.775. La maggior parte sono piccole realtà editoriali (143), seguite dagli editori medi (101) e dai grandi (66), mentre 63 non hanno prodotto alcun testo nel 2016. Al secondo posto della classifica nazionale c’è il Lazio (300 case editrici) seguita dal Piemonte (157). La provincia più attiva d’Italia è Milano (246) seguita da Roma (278) da Torino (111).

I LOMBARDI LEGGONO PIÙ DELLA MEDIA DEGLI ITALIANI

La Lombardia tiene anche dal punto di vista dei lettori, che nel 2016 sono calati a livello nazionale passando dal 42 per cento della popolazione di 6 anni e più del 2015 al 40,5 per cento nel 2016. La prima regione per numero di abitanti è ben al di sopra della media nazionale con il 48,9 per cento della popolazione che ha letto almeno un libro negli ultimi dodici mesi, il 38,8 che ne ha letto da 1 a 3 e il 17,1 per cento che ne ha letto più di 12 nell’ultimo anno. La fotografia scattata dall’Istat evidenzia, inoltre, che i maggiori lettori sono donne e ragazzi tra gli 11 e i 14 anni e che nella propensione alla lettura incide molto il livello di istruzione: il 73,6 per cento dei laureati legge contro il 48,9 per cento dei diplomati. Anche l’esempio dei genitori è importante: il 69,7 per cento dei ragazzi tra i 6 e i 18 anni con entrambi i genitori lettori ha dichiarato di aver letto almeno un libro negli ultimi 12 mesi, contro il 30,8 per cento dei figli di genitori che non leggono.

L’amore per la lettura si traduce anche in un più ampio desiderio di cultura attraverso visite a mostre, musei, e siti archeologici, frequentazioni di teatri e cinema. Dal report dell’Istat emerge, per esempio, che soltanto il 10,2 per cento dei “non lettori” è andato a teatro almeno una volta nel corso dell’anno contro il 34,7 dei lettori. Differenze ancora più importanti per chi ha visitato mostre e musei: soltanto il 15,8 dei “non lettori” contro il 54,1 dei lettori.

FonteLombardia Speciale

Comprare visualizzazioni per ottenere visualizzazioni

Scritto da Joseph Brown il . Pubblicato in Aziende, Internet, Tecnologia

Il tuo canale su YouTube non riceve visualizzazioni o non raggiunge i numeri che speravi? La soluzione è semplice: comprali. Comprare visualizzazioni per ottenere visualizzazioni. La compra di visualizzazioni non è più considerato una pratica rara sulla piattaforma di video sociale, al contrario è ormai una pratica comune.

La compra di visualizzazioni su YouTube è diventato un passaggio necessario per molti per ottenere i risultati desiderati dai propri followers.

Comprare Visualizzazioni Youtube ha cinque anni di esperienza nel mercato degli acquisti di visualizzazioni. Compravisualizzazioni.com, serve alle persone che vogliono aumentare i suoi numeri su YouTube. Il nostro metodo offre un’esperienza garantita quando si tratta di acquistare visualizzazioni su YouTube. Comprare Visualizzazioni YouTube raggiunge rapidamente visualizzazioni e come effetto dalla nostra crescita, noi abbiamo la capacità di offrire bassi costi per un ottimo servizio.

Nella piattaforma sociale di YouTube, nuovo contenuto viene riprodotto ogni secondo, questo significa che ci sono troppe informazioni e alcune fughe dallo spettatore. Comprare visualizzazioni YouTube è la soluzione perfetta per questo. Utilizzando compravisualizzazioni.com, tu puoi attirare l’attrazione del pubblico al tuo canale e nei tuoi video. Comprare visualizzazioni su YouTube è una azione che le persone devono fare non solo per ottenere più numeri ma per sviluppare il loro marchio.Questo atto è un’inversione.

Comprare Visualizzazioni YouTube offre la opportunità di mettere in risalto video specifici, questo significa che tu hai il potere di scegliere ciò che vuoi promosso sul tuo canale di YouTube.Servizi come questo sono una strategia popolare per ottenere seguaci, mi piace e nuove persone nel tuo canale. Se hai ancora dei dubbi, dovresti provare a utilizzare il servizio su uno dei tuoi video e vedere come funziona.In questo modo vedrai la funzione che comprare visualizzazioni YouTube può fornire.

Ma alla fine la vera alternativa è questa: Comprare visualizzazioni per ottenere visualizzazioni!