Archivio per 5 febbraio 2018

Inquinamento Tir, emissioni Co2 ancora in calo nel 2017

Scritto da WebmasterDeslab il . Pubblicato in Ambiente

Mentre lo scandalo dei test fumi di scarico su uomini e scimmie delle case automobilistiche Wolkswagen, Daimler e BMW sta monopolizzando in questi giorni l’attenzione di media e opinione pubblica internazionali, buone notizie arrivano invece dall’autotrasporto italiano per quanto riguarda il livello di inquinamento atmosferico prodotto dai camion nel nostro Paese.

Secondo un’analisi del Centro Ricerche Continental Autocarro condotta sulla base dei dati del Ministero dello Sviluppo Economico, le emissioni di Co2 provocate dall’utilizzo di idrocarburi dei veicoli industriali sono ulteriormente diminuite nel 2017, confermando il trend degli ultimi anni (fatta eccezione per il 2015). Rispetto al 2016, infatti, esse sono calate di quasi 2,5 milioni di tonnellate, ovvero il 2,6% in meno.

Consistente è stato il calo registrato lo scorso mese di dicembre, un periodo segnato solitamente da un maggior traffico a causa delle festività, ovvero -7,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Ad incidere in maniera significativa è stato soprattutto un maggior impiego di mezzi pesanti di ultima generazione, caratterizzati da motori e componenti ecosostenibili e a basso impatto ambientale.

Quello del continuo abbassamento del livello di inquinamento è un dato oggettivo che assume ancor più rilevanza se confrontato con il traffico in autostrada in Italia: stando ai dati elaborati da Aiscat – Associazione Italiana Società Concessionarie Autostrade e Trafori – il traffico dei veicoli pesanti, compresi quelli adibiti al trasporto autoveicoli, è aumentato da gennaio a settembre 2017 del 3,5% rispetto allo stesso periodo del 2016.

Acronis Storage velocizzato dalla Library di Intel

Scritto da Esseci il . Pubblicato in Aziende, Tecnologia

Al giorno d’oggi ogni tipologia di dati viene sottoposta a un processo di memorizzazione. Sappiamo tutto riguardo agli hard drive, ai dischi ottici, nastri e altri mezzi di archiviazione. Ma il cloud storage ed il software defined storage (SDS) sono i due più moderni metodi di archiviazione dei dati, soprattutto quando parliamo di grandi volumi. Acronis è entrata in questo mercato nel 2016, attraverso un utilizzo innovativo della tecnologia Blockchain per la verifica dei dati.

Acronis Storage è una soluzione SDS che consente a Service provider ed utenti finali di trasformare rapidamente e facilmente hardware eterogeneo in storage scalabile, protetto e di livello Enterprise , per migliorarne il Total Cost of Ownership (TCO), vale a dire il costo totale reale di gestione.

Con funzionalità quali il caching SSD,  il bilanciamento del carico automatico e il processo di replicazione dei dati in parallelo, Acronis Storage unisce l’archiviazione di file, blocchi e oggetti in un’unica soluzione scalabile per soddisfare le esigenze di un’impresa moderna. Acronis Storage è progettato per fornire una store identity univoca, attraverso due o più data center. I dati vengono duplicati attivamente in tutti i data center con replica asincrona. Questo li protegge contro il malfunzionamento di un singolo data center, fornendo al contempo i più alti livelli di protezione e disponibilità dei dati. Acronis Storage fornisce una crittografia di tutti i dati archiviati utilizzando Advanced Encryption Standard (AES) con chiave a 256 bit.

Una parte importante di Acronis Storage è CloudRAID, tecnologia che gestisce i tempi di calcolo, gli over head e che mantienel’integrità dei dati, e ne risolve  i problemi di ricostruzione e ripristino. Un’altra caratteristica peculiare è Acronis Notary – tecnologia basata sulla Blockchain che garantisce l’immutabilità dei dati immagazzinati e ne verifica l’autenticità.

Acronis è una società pioniera della Blockchain per la protezione dei dati. Infatti, il rilascio di Acronis Storage nel 2016 ha rappresentato la prima volta in cui un’applicazione Software-Defined Storage integrava una Blockchain nel processo di protezione dei dati. Acronis Notary con la Blockchain genera un’impronta digitale dei dati protetti e la archivia in Ethereum, una piattaforma basata sulla Blockchain. La Blockchain è distribuita tra centinaia di parti non correlate ed è crittografata. Ogni registrazione nella Blockchain è immutabile e indipendentemente verificabile. Confrontando due impronte digitali (256-bit SHA-2 hashes) degli stessi dati, Acronis Storage può verificare l’autenticità e l’integrità dei dati memorizzati.

 -Intel aiuta a superare le sfide del processo di archiviazione

Oltre alle sue tecnologie innovative, Acronis utilizza Intel® Intelligent Storage Acceleration Library (Intel® ISA-L) in Acronis Storage. ISA-L è una libreria contenente gli algoritmi di archiviazione, crittografia e compressione di base ottimizzati per le applicazioni in cui la capacità di trasmissione e la latenza sono i fattori più critici.

Acronis sfrutta molti degli algoritmi di ISA-L nel suo formato di archiviazione Archive 3, compreso l’utilizzo dei calcoli del CRC64, del multi-buffer SHA-1 e della funzione Rolling Hash per la duplicazione. Le funzioni CRC (Cyclic Redundancy Check) sono utilizzate per rilevare modifiche accidentali ai dati grezzi durante la trasmissione. CRC64 estende le ben note funzionalità CRC per fornire l’integrità dei dati su oggetti fino a 18 exabyte di dimensioni, che ISA-L offre senza penalizzazioni delle prestazioni rispetto a CRC32.

L’utilizzo di ISA-L ha permesso agli ingegneri Acronis maggiore efficienza nello sviluppo, nonché un incremento delle prestazioni delle Central Processing Unit di Intel, in particolare di quelle che supportano il set di istruzioni AVX-512. Acronis è stata in grado di utilizzare questi algoritmi ad alte prestazioni e di implementarli immediatamente, invece di creare e ottimizzare – in modo certamente più complesso – delle soluzioni dedicate . Oltre ai miglioramenti delle prestazioni offerte da ISA-L, Acronis è stata in grado di focalizzare lo sviluppo sulle funzionalità e sui servizi, piuttosto che perseguire ulteriori ottimizzazioni delle prestazioni.

-Combinazioni delle migliori tecnologie in-house e open-source

Per i formati e i prodotti di archiviazione, è fondamentale:

  1. essere efficienti e veloci;
  2. garantire l’integrità dei dati;
  3. fornire sicurezza tramite crittografia, compressione, deduplicazione e le altre funzionalità avanzate sopra menzionate.

Acronis Storage e Acronis Archive 3 offrono tutto questo grazie a proprie tecnologie  innovative e all’uso di librerie di servizi provenienti da leader del settore, come Intel® Intelligent Storage Acceleration Library. Per i clienti Acronis,  in definitiva si ha una riduzione dei costi, ed una maggiore produttività IT. Questo perché è possibile utilizzare hardware anche eterogeneo e non attualissimo,  con una più elevata garanzia sulla protezione e disponibilità dei propri dati. I prodotti Acronis offrono infatti una tecnologia unica, in cui l’integrità dei file viene autenticata utilizzando la Blockchain Ethereum. Ciò significa che si può essere sicuri che i dati siano immutabili ed esattamente identici a quando sono stati inseriti in Acronis Storage.

Spoleto Arte a cura di Sgarbi per la Bologna International Exhibition

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura

Ieri, giovedì primo febbraio, a Bologna è stata inaugurata la mostra Bologna International Exhibition, in concomitanza con l’Arte Fiera Bologna, per l’appuntamento di Spoleto Arte. L’evento ha avuto luogo all’Hotel Centrale Espresso, in viale A. Masini, 4/3, in centro a Bologna, vicino alla basilica di San Domenico e a pochi passi dalla stazione ferroviaria.
Accompagnando così la 42ᵃ edizione di Arte Fiera Bologna, l’esposizione, organizzata dal manager della cultura Salvo Nugnes, ha visto il prezioso contributo del celebre critico d’arte, il professor Vittorio Sgarbi.
Qui sono state esposte le opere di pittura, scultura, grafica e fotografia degli artisti: Corrado Avanzi, Elena Borboni, Giuseppe Borrello, Roberto Cavedaschi, Laura Corti, Letizia Cucciarelli, Loretta Della Bartola, Daniela Delle Fratte, Lucio Gatteschi, Maria Teresa Grisolia, Antonella Laganà, Fulvia Latini, Vincenzo Maio, Guido Mannini, Gabriella Martino, Silvana Mascioli, Maio Mattei, Raffaele Mazza, Karin Monschauer, Katiuscia Papaleo, Vincenzo Pazzi, Gabriele Pellerone, Claudia Perruso, Silvano Persoglia, Nicola Porta, Maria Petrucci, Gianfranca Ricciardelli, Giusy Rizzi, Giacomo Susco, Barbara Trani, Franco Trevisan, Emel Vardar, Pietro Venchierutti e Lorenzo Zenucchini.
Il comitato di Spoleto Arte ha, inoltre, selezionato due artisti, Guido Mannini e Corrado Avanzi, vincitori di un premio speciale. Il riconoscimento prevede, infatti, per entrambi la video esposizione di due opere alla “New York International Art Expo”, che si terrà domenica 11 marzo 2018 al The Michelangelo Hotel (152 W 51st St, 10019, New York).
Per qualsiasi informazione è possibile chiamare il numero 0424525190, visitare il sito www.spoletoarte.it oppure scrivere a org@spoletoarte.it.

Palestra è utile l’attività cardio per la massa muscolare

Scritto da palestraempoli il . Pubblicato in Sport

Allenarsi in palestra per fare massa muscolare è una tipologia di allenamento che necessita di esercizi con i pesi da eseguire seguendo alcune regole.
Fino a pochi anni fa era consuetudine per chi si allenasse in palestra per fare massa muscolare di non fare alcun genere di attività cardio, questa regola aveva trovato fondamenti in alcuni studi effettuati in passato che confermavano un calo di forza muscolare in relazione ad allenamenti cardio costanti.
Oggi alcuni studi più recenti effettuati negli Stati Uniti, la patria del body building, hanno portato alla luce risultati diversi anche se non del tutto contraddittori rispetto al passato.
Le teorie emerse dagli studi più recenti sembra che una controllata e non intensiva attività cardio possa portare dei vantaggi anche per quanto riguarda l’aumento della massa muscolare.
I vantaggi di combinare allenamenti in palestra finalizzati alla massa muscolare con una leggera attività cardio possa stimolare il metabolismo che a sua volta porta ad un aumento della forza muscolare.
Combinare in palestra esercizi per la massa muscolare con attività cardio è un programma di allenamento che porta sicuri vantaggi anche alla salute, il muscolo è un cuore al pari di qualsiasi altro e l’allenamento cardio è utile a preservarlo in buone condizioni al pari degli altri muscoli del corpo.
Allenare il fisico con attività cardio aiuta ad ossigenare meglio il sangue e conseguentemente ad aver prestazioni migliori anche durante attività muscolari che prevedano l’utilizzo della forza, che saremo in grado di migliorare avendo un cuore più allenato.
Anche andare in palestra ad allenare i muscoli è un’abitudine che migliora la salute in quanto l’esecuzione di esercizi di forza miglioralo stato di salute non solo dei muscoli ma anche delle ossa che sono stimolate a rimanere forti e a non indebolirsi.

News contabili, fiscali, lavoro GB – Settimana n. 5 anno 2018

Scritto da GBsoftware S.p.A. il . Pubblicato in Aziende, Economia

Paghe GB Web 2017: Autoliquidazione Inail (29/01/2018)

I datori di lavoro, soggetti all’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, pagano ogni anno il premio mediante l’autoliquidazione.

Entro il 16 febbraio di ogni anno il datore di lavoro deve:

calcolare il premio anticipato per l’anno in corso (rata), e il conguaglio per l’anno precedente (regolazione) sulla base delle retribuzioni effettive dell’anno precedente;

conteggiare il premio di autoliquidazione dato dalla somma algebrica della rata e della regolazione, al netto di eventuali riduzioni contributive;

pagare il premio di autoliquidazione utiizzando il “Modello di pagamento unificato – F24” o il “Modello di pagamento F24 EP (Enti Pubblici)” in caso di Enti ed Organismi pubblici indicati nelle tabelle A e B allegate alla legge 720/1984.

Entro il 28 febbraio si deve presentare la dichiarazione delle retribuzioni telematica, comprensiva dell’eventuale comunicazione del pagamento in quattro rate (leggi 449/1997 e 144/1999), nonché della domanda di riduzione del premio artigiani (legge 296/2006) in presenza dei requisiti previsti.

Caso pratico: Bilancio 2017 contabile e 2016 senza contabilità (30/01/2018)

Nel corso del 2017 si acquisisce un nuovo cliente, un’azienda con contabilità di cui si inseriscono i saldi analitici al 30/09 e la prima nota fino a dicembre. Ci accorgiamo che il bilancio 2016 che ritenevamo presentato è stato omesso. E’ possibile inserirlo solo in modalità macro-voci, in modo da sanare l’adempimento, senza dover ricaricare tutta la contabilità 2016 e 2015?

Può accadere di voler gestire nella stessa ditta, un bilancio Cee 2017 con saldi analitici, contabilità e piena integrazione, che convive con un bilancio 2016 a macro-voci, sintetico e di rapido inserimento, evitando l’uso di conti o l’analiticità che invece necessita nel 2017.

Per la ditta NEW effettuiamo l’abilitazione dell’applicazione Contabilità 2017

Comunicazione Spese Funebri 2018: rilascio applicazione (31/01/2018)

I soggetti che emettono fatture relative a spese funebri sono tenuti, a partire dall’anno di imposta 2015, alla comunicazione di questi dati all’Agenzia delle entrate in via telematica, entro il 28 febbraio di ciascun anno.

La comunicazione deve contenere:

l’ammontare delle spese funebri sostenute in dipendenza della morte di persone nell’anno precedente, con riferimento a ciascun decesso;

l’indicazione dei dati del soggetto deceduto;

i dati dei soggetti intestatari del documento fiscale.

I soggetti che emettono fatture relative a spese funebri, sostenute in dipendenza della morte di persone, devono comunicare all’Agenzia delle Entrate i dati in esse contenuti.

Dichiarazione Iva e Iva Base 2018: rilascio applicazione (01/02/2018)

L’Agenzia delle Entrate in data 15/01/2018, con il provvedimento n° 10581, ha approvato il modello e le istruzioni definitive della Dichiarazione Iva e Iva Base 2018, anno d’imposta 2017.

Sono obbligati in linea generale alla presentazione della dichiarazione annuale IVA tutti i contribuenti esercenti attività d’impresa ovvero attività artistiche o professionali, di cui agli art. 4 e 5 D.P.R. n.633/1972, titolari di partita IVA.

La dichiarazione IVA 2018 deve essere presentata, in forma autonoma, nel periodo compreso tra il 1° febbraio e il 30 aprile 2018.

Caso pratico: Verifica Percipienti, Contabilità/F24 (02/02/2018)

In prossimità della scadenza relativa all’invio di Certificazione Unica 2018, quali passaggi dovrei eseguire in Contabilità e F24 per essere pronti all’adempimento?

Entro il 7 marzo 2018, i sostituiti d’imposta che hanno corrisposto nel 2017 compensi a lavoratori autonomi e/o professionisti o corrisposto provvigioni ad agenti e rappresentati di commercio, sono obbligati ad inviare all’Agenzia delle Entrate le certificazioni delle ritenute d’acconto versate (Certificazione Unica Ordinaria). Poi, entro il 31 Marzo 2018, le stesse dovranno essere consegnate all’interessato quale certificazione dei compensi (Certificazione Unica Sintetica).

Il sostituto di imposta che vuole avere un quadro generale dei soggetti percipienti per cui dovrà gestire tale adempimento, in Contabilità e in Applicazione F24 può operare delle verifiche.

Leggi gli articoli completi sul sito ufficiale del  programma per commercialisti  INTEGRATO GB, prodotto da GBsoftware S.p.A.