Archivio per 24 Gennaio 2018

Francesco Castiglione, Vademecum del Musicista

Scritto da Giulio Berghella il . Pubblicato in Libri, Musica

valori passati che il tempo tende a dimenticare un Vademecum, che affronta diverse tematiche sulle nostre relazioni in ambito musicale
Un Libro che in parte, vuole far riflettere su valori passati che il tempo tende a dimenticare.
I valori passati, da intendere non come ritorno al passato, ma come ricordo di esperienze passate, di valori autentici, sempre utili, recuperando il meglio dalle tradizioni musicali.
Essendo questo libro un Vademecum, si affrontano diverse tematiche riguardanti proprio le nostre relazioni in ambito musicale.

Il titolo è il Vademecum del Musicista di Francesco Castiglione, strutturato in tre parti: la prima rivolta al Benessere in generale dove vengono elaborate due tecniche di musicoterapia: l’ ascolto passivo, cioè il  solo ascolto della musica per il raggiungimento di stati di equilibrio attraverso l’auto-osservazione e la tecnica di musicoterapia attiva basata sulle vocalizzazioni.
La seconda parte del volume tocca una serie di argomentazioni dove la musica agisce per delle specifiche finalità o scopi: Musica e Sensualità, l’Iterazione per raggiungere stati di coscienza, l’essere Professionista, Musica per ridere, Musica da Film per citarne alcune.
La terza parte è, infine, rivolta ad allievi, musicisti, fruitori musicali e a tutte quelle persone che sono strumentisti e praticano lo studio di uno strumento musicale e/o svolgono attività concertistica con Consigli Pratici tesi ad aiutare a sviluppare le proprie tendenze musicali. Inoltre sono presenti delle riflessioni, riguardo alle possibili controindicazioni e deformazioni professionali nella pratica musicale.
Francesco Castiglione insegna da anni pianoforte e musica da camera nei Conservatori italiani ed è stato allievo di pianoforte di Lethea Cifarelli, allieva prediletta di E. Fisher, con il quale, tra l’altro, aveva suonato anche in concerto in duo pianistico.
Questo lavoro è il frutto di esperienze dirette e personali ed esprime valori reali, veri, assolutamente non effimeri.
Un libro indirizzato a tutti coloro che amano la musica ascoltandola oppure suonandola e/o componendola. Un volume per tutte le età.

Nota Dell’Editore
Quando propongo alla platea dei lettori un nuovo libro ho, da sempre, la sensazione che stia per nascere un nuovo “figlio” anche dopo circa mille volumi pubblicati in trenta anni di attività. Vi assicuro che è sempre una sensazione bellissima!
Poi se il volume pubblicato mi ha stimolato, piacevolmente, il gusto della lettura, ciò accresce la mia inquietudine, la mia ansia perchè comincio a riflettere e pensare su come il pubblico valuterà ed accoglierà l’opera. Se sarà di suo gradimento. Se riceverà critica favorevole. Se il mondo dei media lo accoglierà con fervore ed interesse.
Il “Vademecum del musicista”, di un ispirato Francesco Castiglione, è un momento di alta composizione artistica e, avendo i connotati basilari di opera a contenuto scientifico, ho inserito il volume nella prestigiosa collana “Geminga, diretta dal qualificato scrittore Coriolano Martirano. Questo per elevarne maggiormente il contenuto e la scientificità delle argomentazioni trattate.
Il Vademecum è disponibile in doppia veste: nel formato tradizionale cartaceo e nel formato digitale epub.

http://www.nuovasantelli.it/product/francesco-castiglione-vademecum-del-musicista/

Eugenio Santelli
Nuova Santelli Edizioni
http://www.nuovasantelli.it

Press Agency
DCOD Communication By GB Play

promostampa@dcodcommunication.it

Certificato di prevenzione incendi? Ottienilo o rinnovalo con Tecnologie d’Impresa

Scritto da mybookmarkservice il . Pubblicato in Affari, Aziende

Tecnologie d’Impresa ha a cuore la sicurezza sul lavoro, per questo mette a disposizione una squadra di esperti per eseguire la Valutazione dei Rischi, l’analisi dei rifiuti, il controllo delle emissioni in atmosfera, il rinnovo del certificato di prevenzione incendi e molto altro.

Tecnologie d’Impresa opera sul territorio nazionale e mette a disposizione di aziende, enti pubblici e privati cittadini servizi specialistici per risolvere problemi relativi alla sicurezza sul lavoro e alla gestione di questioni come l’analisi dei rifiuti, la verifica di messa a terra, medicina del lavoro, igiene industriale e molto altro.

valutazione dei rischi

Tecnologie d’Impresa e il monitoraggio delle emissioni in atmosfera

Il monitoraggio delle emissioni in atmosfera riveste un ruolo di primaria importanza per il controllo delle emissioni stesse.Ciò permette di rispettare i limiti previsti dalle normative vigenti e dalla specifiche autorizzazioni, nonché per gestire gli impianti che le generano e per misurare “in diretta e a campo” l’influenza delle variazioni di assetto sulle concentrazioni delle sostanze emesse.

Emissioni in atmosfera e gli adempimenti per le aziende

In generale, tutti i gestori di impianti soggetti ad Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) o che hanno l’obbligo di installazione di sistemi di monitoraggio in continuo a presidio delle proprie emissioni, sono tenuti a rispettare quanto previsto dalla normativa in termini di:
– scelta di analizzatori adeguati al tipo di impianto e certificati secondo quanto previsto dalla procedura denominata QAL1;
– effettuazione della taratura e verifica della variabilità dei valori misurati dall’AMS rispetto all’incertezza richiesta, attraverso l’esecuzione di misure in parallelo effettuate in campo mediante un sistema di riferimento (procedura QAL2);
– verifica della validità della funzione di taratura determinata in QAL2 e la variabilità dei valori misurati che rispetti ancora i requisiti di incertezza richiesti. La verifica è ottenuta attraverso una serie di misure in parallelo effettuate in campo mediante un sistema di riferimento (procedura annuale AST);
– redazione e aggiornamento di un manuale di gestione dello SME.

Tecnologie d’Impresa offre consulenza su tematiche specialistiche tra cui le emissioni in atmosfera, la medicina del lavoro, l’analisi dei rifiuti, la Valutazione dei Rischi e molte altre attività che trovano la soluzione più adatta tramite il lavoro specializzato dei loro team.

Elezioni FIGC, ecco i pesi elettorali dei candidati

Scritto da DailyFocus il . Pubblicato in Calcio

Il prossimo 29 gennaio si svolgerà la nuova assemblea elettorale della FIGC, che dovrebbe portare all’individuazione del nuovo presidente federale (Carlo Tavecchio è quello uscente).

candidati-elezioni-figc

Sono iscritti ufficialmente tre candidati: Damiano Tommasi, presidente dell’AIC, Cosimo Sibilia n.1 della LND e Gabriele Gravina per la Lega Pro (nella foto in primo piano).

Diventerà presidente chi conquisterà, al termine delle votazioni (possibile un ballottaggio finale dopo le prima due votazioni), il 50% più uno. Abbiamo deciso di illustrare i pesi percentuali delle sette diverse componenti sedute in Consiglio Federale: serie A, serie B, Lega Pro, LND, AIA (arbitri), AIAC (AssoAllenatori) e AIC (Assocalciatori).

Queste sette componenti non hanno però lo stesso peso specifico: si parte dal 2% degli Arbitri per arrivare al 34% della LND, in mezzo cinque componenti tutte con pesi diversi tra loro. Vediamoli insieme:

  • AIA: (Nicchi) 2%;
  • Lega B: (Balata) 5%;
  • AIAC (Ulivieri): 10%;
  • Serie A (commissario straordinario Tavecchio): 12%;
  • Lega Pro (Gabriele Gravina): 17%;
  • AIC (Damiano Tommasi): 20%;
  • LND (sen. Cosimo Sibilia): 34%.

Non è un caso se i tre candidati sono proprio quelli che, rispettivamente (da Gravina (17%) a Sibilia (34%), passando per Tommasi (20%), pesano di più. In totale il 71% dei consensi. Nessuno dei tre raggiunge da solo il 50% più uno. Solo Sibilia (LND), sommando il 29% dei consensi rimasti fuori dalla competizione (AIAC+AIA+Lega A e B) ai suoi, potrebbe raggiungere questo risultato. Ma è chiaro che parliamo di una ipotesi di scuola. La realtà delle alleanze è ben altra. Come spesso avviene, però, la componente tecnica di Ulivieri (Assoallenatori) potrebbe decidersi di unirsi a Tommasi (AIC), anche se lo scorso 6 marzo, quando fu eletto Tavecchio per la seconda volta consecutiva, avvenne proprio uno “strappo” tra Tommasi (schierato con Andrea Abodi, candidato alla presidenza) e Ulivieri (schierato a sorpresa con il presidente federale Tavecchio). La partita per la presidenza federale è ancora molto aperta e proprio nelle ultime ore, pre elezioni, potrebbero esserci delle grandi novità. Nel frattempo il quotidiano “Il Mattino” di Napoli, conferma la ricandidatura di Cosimo Sibilia, senatore di Forza Italia (sempre in Campania e sempre per il partito di Berlusconi), per il ramo più “nobile” del Parlamento.

Se Tommasi è sicuramente un personaggio molto amato dal grande pubblico, per il suo stile in campo (ai tempi della AS Roma e della Nazionale), e fuori dal rettangolo di gioco (da sempre è impegnato in ambito sociale e si impegna in campagne no-profit), il personaggio che ha le maggiori capacità di “sintesi politica” (parliamo chiaramente di politica “sportiva”) è Gabriele Gravina.

Il n.1 della Lega Pro potrebbe riunire un mondo, quello del calcio, completamente spaccato e attivare, una volta per tutte, una stagione intensa di riforme. Auspicate da molti, ma ancora non attuate, spesso per ragioni di opportunità. Gravina deve avere il coraggio di operare delle azioni di “discontinuità” rispetto al passato. I tempi sono maturi per lavorare in tal senso. E’ una occasione unica ed irripetibile. Non sprechiamola!

FONTESporteconomy.it

Appartamenti in vendita, l’Istat conferma il calo dei prezzi

Scritto da WebmasterDeslab il . Pubblicato in Casa e Giardino, Economia

Uno degli aspetti maggiormente rilevanti per il comparto immobiliare nel 2017 è certamente quello del calo generalizzato dei prezzi delle abitazioni, che ha dato un impulso notevole alla crescita della domanda. A confermarlo non è solo la convenienza dei prezzi degli appartamenti in vendita a Taranto proposti da Immobiliare Cambio Casa ma direttamente l’Istat.

Secondo le stime preliminari dell’Istituto Nazionale di Statistica, l’indice dei prezzi delle abitazioni (IPAB) acquistate dalle famiglie è sceso dello 0,5% nel terzo trimestre 2017 rispetto a quello precedente, e dello 0,8% rispetto allo stesso periodo del 2016. A giustificare l’ampliamento di questo calo, è da un lato la diminuzione dei prezzi delle abitazioni esistenti su base annua (-1,3%, da 0,5% del trimestre precedente), dall’altro i prezzi delle nuove abitazioni che crescono dallo 0,3% al 0,6%.

A questo si aggiunge la crescita del numero di immobili residenziali compravenduti che, secondo i dati dell’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate, è pari a +1,5% rispetto al terzo trimestre del 2016.

Su base congiunturale, invece, a determinare la flessione dell’IPAB è unicamente il calo dei prezzi delle abitazioni esistenti (-0,7%), a differenza di quelli delle nuove abitazioni che segnano un +0,3%. Sempre secondo l’Istat, se consideriamo i primi tre trimestri del 2017, i prezzi delle abitazioni sono diminuiti dello 0,4% rispetto allo stesso periodo del 2016, sintesi di un modesto aumento delle nuove abitazioni (+0,1%) e della diminuzione di quelli esistenti (-0,6%).

Che tu sia un venditore oppure un acquirente, fare affari sarà sempre possibile se ti rivolgi alla professionalità e alla competenza dell’agenzia immobiliare a Taranto Cambio Casa, che ti invita a scoprire le sue tantissime offerte e soluzioni interessanti.

Acronis annuncia la partnership con Plesk

Scritto da Esseci il . Pubblicato in Aziende, Tecnologia

La partnership Acronis-Plesk assicura ai provider di web hosting l’opportunità di incrementare il reddito medio per utente e di ridurre le chiamate all’assistenza, permettendo ai professionisti web e agli amministratori IT di ripristinare i propri dati.

Acronis, leader globale nella Data Protection per il cloud ibrido e nello storage, ha annunciato oggi che Plesk, piattaforma WebOps leader del settore, integra ora Acronis Backup Cloud nella propria piattaforma di gestione web e nel pannello di controllo, assicurando così ai provider di servizi di hosting e cloud un metodo semplice per eseguire il backup dei server Plesk e consentendo ai professionisti web e agli amministratori IT di ripristinare i propri dati.

Per proteggere i server Plesk, i Service Provider devono soltanto installare l’agent Acronis Backup Cloud sui propri server fisici e sulle macchine virtuali e aggiungere l’estensione Acronis Backup Cloud all’interfaccia utente Plesk.

Acronis Backup Cloud è una potente soluzione cloud ibrida di backup-as-a-service, sviluppata specificamente per i Service Provider. Assicura una protezione aziendale completa e consente agli utenti di memorizzare i dati a livello locale, nel cloud Acronis, o nel datacenter del Service Provider. Fa parte della piattaforma Acronis Data Cloud, che include anche disaster recovery, storage e servizi di sincronizzazione e condivisione dei file.

L’integrazione di Acronis Backup Cloud con Plesk apporta infiniti vantaggi ai professionisti web e ai Service Provider, come ad esempio i seguenti:

  • I Service Provider possono eseguire backup completi dell’immagine server, archiviarli nel cloud Acronis e utilizzare i file di backup per il disaster recovery o la migrazione del server.
  • I backup dei server sono visibili nella UI Plesk e consentono agli amministratori di sistema di eseguire i backup, gestire lo spazio di backup e offrire funzionalità self-service ai clienti su base tariffaria.
  • I professionisti web possono utilizzare l’interfaccia utente Plesk a cui sono abituati per ripristinare i propri ambienti server, i file, le email e i database in modo sicuro.

La sicurezza dei siti è una preoccupazione crescente I criminali informatici sfruttano infatti le vulnerabilità dei siti web per inserirvi del codice dannoso e diffondere così i malware, rendendo difficile per questi siti web liberarsi dai malware stessi.

I file possono inoltre venire eliminati involontariamente o smarriti a seguito della sospensione di un account. Ciò rende il backup l’unico metodo affidabile per garantire la disponibilità del sito ed evitare perdite permanenti di dati.

“I professionisti del web comprendono l’importanza della protezione dei loro siti, ma sono spesso spaventati dalla complessità delle soluzioni tradizionali. Acronis Backup Cloud affronta direttamente questo problema con una soluzione semplice, attivabile in un clic. Una volta abilitata, i clienti in hosting possono eseguire il ripristino granulare self-service di un sito web o di singoli file, caselle postali e database senza rivolgersi all’assistenza”, ha dichiarato John Zanni, Presidente di Acronis.

“La partnership con Acronis ci consente di offrire la migliore soluzione di backup cloud al mondo a milioni di utenti Plesk. Backup e ripristino non sono più un’opzione per i siti web ma una imprescindibile necessità”, afferma Nils Hueneke, CEO di Plesk.

Per ulteriori informazioni sull’integrazione di Acronis Backup Cloud in Plesk, visita: https://www.acronis.com/it-it/cloud/service-provider/platform/integrations/plesk/