Archivio per 20 novembre 2017

General Cessioni: recensioni sulle criticità e le prospettive di modifica delle Società di Persone

Scritto da articoli news il . Pubblicato in Aziende

Nelle recensioni di General Cessioni un’analisi del modello gestionale delle Società di Persone: attraverso lo studio dei dati raccolti in un documento specifico, le criticità e le prospettive di modifica della disciplina.

General Cessioni

Società di Persone: le opinioni di General Cessioni

Un trend di costante calo negli ultimi dieci anni: questo si evince dal documento sulle Società di Persone, una prima analisi ricognitiva che tiene conto di una serie di dati statistici raccolti in questo periodo. Come analizzato dalle recensioni e opinioni di General Cessioni, basate sulle statistiche del Registro delle Imprese, delle dichiarazioni fiscali relativamente all’invio dei Modelli Unico Società di Persone e Società di Capitali e dell’Archivio Statistico delle Imprese Attive dell’Istat, il numero della tipologia presa in esame è diminuito anche nel passaggio dal 2015 (880.097 attive) al 2016 (813.228). Ciononostante il valore è ancora piuttosto considerevole, indipendentemente dal trend in atto. Quali i motivi? Le debolezze generali delle Società di Persone vengono controbilanciate da un aspetto vantaggioso, ovvero la possibilità che ci sia un controllo diretto del proprio investimento. Negli anni questi modelli hanno perso la loro natura originaria, vale a dire il fatto di basarsi su un nucleo ristretto, e proprio l’idea di utilizzare una predisposizione dei bilanci secondo lo schema delle Società di Capitali potrebbe rappresentare una prospettiva di modifica interessante e un valido strumento per l’accesso al credito bancario.

General Cessioni, società specializzata nell’ambito dell’intermediazione aziendale

Sita a Milano, General Cessioni si è specializzata nel corso degli anni nel comparto dell’intermediazione aziendale, sviluppando una serie di servizi connessi alla rilevazione e alla cessione di società italiane e straniere, nonché alle joint venture e alle partnership. Mettendo sempre al centro il cliente e puntando in primis sulla trasparenza, General Cessioni vaglia con scrupolo le necessità dei proprietari di pubblici esercizi, negozi, immobili a reddito, complessi immobiliari e siti industriali con cui collabora. Per fare questo, si avvale di un network di professionisti e consulenti che vantano un’esperienza di oltre 30 anni nel settore. Ogni passaggio delle diverse operazioni intraprese viene gestito con la massima cura e con un’attenzione agli aspetti più delicati delle trattative. Fanno parte del team della società avvocati fiscalisti e commercialisti, coinvolti fino alla stesura dell’atto notarile. Le tipologie d’attività delle quali si è occupata negli anni pertengono all’ambito industriale, commerciale, artigianale, alberghiero e agrituristico.

Cyberbullismo – 0 in condotta, seconda edizione

Scritto da Andrea Bianchi il . Pubblicato in Informatica, Internet, Istruzione, Italia, Tecnologia

A fronte della forte richiesta di proseguire con le attività di sensibilizzazione condotte nella prima metà dell’anno 2017, G DATA ripropone da febbraio a maggio 2018 l’iniziativa “Cyberbullismo – 0 in condotta” insieme al noto specialista Mauro Ozenda, al fine di educare all’uso corretto del web e dei social network un numero sempre più elevato di allievi e insegnanti. 

Bologna -Trasmettere ai minori una sufficiente competenza nell’uso della Rete e assicurare loro maggior tutela possibile dei propri diritti sui social sono temi che entrano sempre più prepotentemente nel quotidiano delle famiglie italiane, tanto da indurre il legislatore a ben specificare con la legge Legge n. 71 del 29 maggio 2017 “disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo”. Un tema che, anche alla luce dei dati emersi dalla prima iniziativa “Cyberbullismo – 0 in condotta” condotta da G DATA insieme allo specialista Mauro Ozenda, spinge entrambi a riproporre nel periodo tra febbraio e maggio 2018 l’attività di sensibilizzazione a dieci nuovi istituti scolastici, ben integrando gli eventuali quesiti che emergono in merito all’attuazione pratica della nuova legge.

Gli incontri rivolti ai bambini, alle famiglie e ai docenti tratteranno i rischi e pericoli della Rete e le misure preventive. Sarà aperto un capitolo dedicato specificamente al cyberbullismo, come oggi identificato dal legislatore, al cyberstalking e all’adescamento online e sarà trattato il tema fake news, al fine di dotare tutti gli interessati di informazioni che consentano loro un uso legale, responsabile e tutelato dei nuovi media.

“Anche per l’anno scolastico 2017/18 la nostra attenzione va ai ragazzi”, commenta Giulio Vada, Country Manager di G DATA Italia, “con l’intento di favorire la presa di coscienza dei pericoli e l’instaurarsi del ruolo attivo di allievi, studenti e personale scolastico contro qualsiasi episodio di cyberbullismo nelle scuole, auspicato dal Ministero dell’Istruzione”.

“Dopo anni di attività svolta nelle scuole mi rendo conto che, oggi più che mai, diventa imprescindibile educare le nuove generazioni ad un utilizzo corretto di Internet e dei Social Media” – afferma il nostro consulente e formatore Mauro Ozenda – “Sono previsti anche incontri con i genitori che, in questo momento, per la maggior parte, si preoccupano ancora troppo poco delle modalità di impiego di smartphone e computer dei propri figli. Consiglio loro sin d’ora di partecipare, per apprendere le giuste nozioni finalizzate a salvaguardare i loro ragazzi, educandoli ad un uso corretto e responsabile e proteggendoli, anche grazie agli strumenti messi a disposizione dalla tecnologia stessa”.

G DATA

La sicurezza IT è nata in Germania: G DATA Software AG viene considerata a pieno titolo l’inventore dei software antivirus. L’azienda, fondata nel 1985 a Bochum, più di 28 anni fa sviluppò il primo programma contro la diffusione dei virus informatici. Oggi, G DATA è uno dei principali fornitori al mondo di soluzioni per la sicurezza IT.

Numerosi test mirati condotti sia in Germania sia da organizzazioni rinomate a livello internazionale oltre che test comparativi condotti da riviste specialistiche indipendenti hanno dimostrato che la IT security “Made in Germany” offre agli utenti di Internet la miglior protezione possibile.

In Italia la soluzione G DATA Internet Security è stata insignita nel 2016 per il quarto anno consecutivo del bollino “Miglior Acquisto” di Altroconsumo. Inoltre, per il secondo anno consecutivo, G DATA è partner tecnico di Ducati Corse per la MotoGP ed ha il compito di proteggere i sistemi IT di pista del team Ducati.

Il portafoglio prodotti G DATA comprende soluzioni di sicurezza sia per privati, sia per le aziende, dalle PMI alle grandi imprese. Le soluzioni di sicurezza di G DATA sono disponibili in oltre 90 Paesi di tutto il mondo.

Ulteriori informazioni su G DATA e sulle soluzioni di sicurezza sono consultabili sul sito www.gdata.it

Flaminio Oggioni: high-tech e finance sempre più fuse tra loro

Scritto da articoli news il . Pubblicato in Aziende, Tecnologia

L’evoluzione sperimentata dalle grandi multinazionali dell’high-tech in ambito finance e digital payement, come analizzato da Flaminio Oggioni , esperto in materia.

Flaminio Oggioni

Flaminio Oggioni e il caso Apple: le high-tech investono in finance

Le maggiori società che hanno raggiunto consumatori quali grandi multinazionali dell’alta tecnologia e del web, stanno attualmente avanzando nel mondo della finanza e dei pagamenti digitali. Un fenomeno che coinvolge grandi nomi quali Facebook, Apple, Amazon e Google. Per fare un esempio, la sola società fondata da Steve Jobs muove un patrimonio che di poco si scosta dal valore di 250 miliardi di dollari grazie ai quali opera investimenti in Treasury americani, corporate bond, nonché Abs in mutui residenziali. L’insieme di tali investimenti rappresenta il 72% del bilancio attivo del gruppo, superando notevolmente, quindi, l’indotto derivante dalla tecnologia high-tech e mobile. Numeri che non passano inosservati per esperti del settore come Flaminio Oggioni. L’anima finanziaria permea sempre più l’attività di questi colossi che potranno in futuro, grazie all’evolversi della tecnologia legata ai pagamenti e alla semplificazione normativa, proporsi come player nel mondo dell’intermediazione finanziaria.

L’esperienza maturata dal Senior Advisor Flaminio Oggioni

Attualmente Senior Advisor nell’ambito del digital payment, Flaminio Oggioni svolge una lunga carriera in ambito finanziario. Nasce a Milano nel 1964 e si laurea in Economia Aziendale presso l’Università Luigi Bocconi. Il suo percorso lavorativo lo vede collaborare con realtà e società di respiro internazionale: inizia presso DP Analisi Finanziaria e Price WaterHouse per poi passare a Sisal Sport Italia S.p.A., per cui ricopre l’incarico di Assistente del Direttore Amministrativo, Auditing Manager nonché Responsabile del Bilancio Consolidato. Lavora successivamente in qualità di Responsabile Amministrativo presso Omnitel 2000 S.p.A. e Omnifin S.p.A., entrando successivamente in United Web S.p.A. con la carica di Finance Director. Viene successivamente chiamato da Vizzavi Italia S.p.A., controllata del gruppo Vodafone, prima di entrare nel Gruppo Fiera Milano (2003) in cui opererà per tredici anni, ricoprendo diverse mansioni: Responsabile Amministrativo dal 2003 al 2007, Direttore Finanza M&A nel biennio 2007-2009 e tra il 2009 e il 2016 Direttore dell’Amministrazione per la Finanza Fiscale di Fiera Milano S.p.A. e il Gruppo Fiera Milano. In aggiunta al titolo accademico, Flaminio Oggioni ha ottenuto la specializzazione in Diritto Tributario d’Impresa, a seguito del Master tenuto dall’Università Bocconi di Milano.

IL GAL L’ALTRA ROMAGNA IN DIRETTA TELEVISIVA FIRMA UNA CONVENZIONE DI COLLABORAZIONE CON LE PRO LOCO LOCALI

Scritto da Gal L Altra Romagna il . Pubblicato in Economia, Locale, Turismo

Alla presenza dell’Assessore regionale al turismo e commercio Andrea Corsini, del Presidente dell’Unione nazionale Pro loco d’Italia Antonino La Spina, del Presidente dell’Unione Pro loco regionale, di amministratori locali, è avvenuta la sottoscrizione in diretta televisiva su Teleromagna di una convenzione di collaborazione tra il GAL-L’Altra Romagna, rappresentato dal Presidente Bruno Biserni e i Comitati provinciali delle Pro loco di Forlì-Cesena e Ravenna, rappresentati rispettivamente dai Presidenti Atos Mazzoni e Marino Moroni.

Obiettivo della convenzione non onerosa tra le parti consiste nella diffusione da parte del Gal L’Altra Romagna, in quanto ente di promozione e sviluppo territoriale, dei principali eventi che le Pro Loco locali organizzano sul territorio di competenza all’interno del Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020.

Questa azione, con le positive ricadute sul territorio, sulle Istituzioni  e sugli operatori, vuole collegarsi ed integrarsi con le attività, con gli obiettivi e con i ruoli di tutti coloro che operano nel sistema del turismo, dell’ambiente, del marketing territoriale.

Hanno assistito alla sottoscrizione, portando la propria testimonianza diretta nella realizzazione di eventi e sagre, anche numerosi Presidenti di Pro loco locali facenti parte del territorio presieduto dal Gal L’Altra Romagna all’interno del PSR 2014-2020.

La trasmissione televisiva Ping Pong “Pro loco.Una ricchezza”, condotta da Piergiorgio Valbonetti, verrà replicata sui canali di Teleromagna nelle giornate di:

  • Sabato 18/11 alle ore 14,00 sul canale 74
  • Sabato 18/11 alle ore 23,15 sul canale 14
  • Domenica 19/11 alle ore 15,15 sul canale 11

INTERVENGONO

ANDREA CORSINI, Assessore al turismo e commercio della Regione Emilia Romagna

BRUNO BISERNI, Presidente Gal L’Altra Romagna

ANTONINO LA SPINA, Presidente Unione Nazionale Pro loco d’Italia

STEFANO FERRARI, Presidente  Unione Pro loco dell’Emilia Romagna

MAURO PAZZAGLIA, Direttore Gal L’Altra Romagna

LUBIANO MONTAGUTI, Vicesindaco di Forlì con delega al marketing territoriale

MAURIZIO NATI, Vicesindaco di Casola Valsenio con delega al turismo

MAXIMILIANO FALERNI, Consigliere Nazionale e Vice Presidente Unione Pro loco dell’Emilia Romagna

ATOS MAZZONI, Presidente Comitato provinciale  Pro loco Forlì-Cesena

MARINO MORONI, Presidente Comitato provinciale Pro loco Ravenna

GABRIELE MANELLA, Docente di sociologia del turismo

TESTIMONIANZE PRO LOCO

Borghi, Brisighella, Casola Valsenio, Chiusa d’Ercole, Santa Sofia, Modigliana, Montiano, San Benedetto in Alpe.

L’ufficio stampa

GAL L’ALTRA ROMAGNA

Social Media e Digital Marketing: Valentino Macri partecipa al Master relativo

Scritto da articoli news il . Pubblicato in Aziende

Valentino Macri, giornalista pubblicista ed esperto nella realizzazione di eventi, arricchisce il proprio percorso formativo attraverso il Master di EuropaCube Innovation dedicato ai social media e al digital marketing.

Valentino Macri

Marketing e social media, Valentino Macri presente al master di EuropaCube Innovation

L’avvento dei social media ha aperto nuovi scenari per gli specialisti nella comunicazione e nel marketing. La possibilità di utilizzare piattaforme come Facebook quali canali di promozione e di contatto diretto con in cliente ha completamente trasformato il settore, rendendo tuttavia necessaria per i professionisti una costante formazione. A lungo attivo come giornalista pubblicista, prima di passare alla Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura e, successivamente a Nova Pop Communication S.r.l., il professionista Valentino Macri ha deciso di dare una risposta personale a questa sfida grazie al Master organizzato dalla Business School EuropaCube Innovation in Social Media e Digital Marketing in diverse città d’Italia. Una vera e propria full immersion di 5 giorni, dal 17 al 21 ottobre, durante la quale ha potuto approfondire ulteriormente le proprie competenze in materia di Storytelling, SEO, Adwords, Facebook Marketing, LinkedIn, Youtube, Content management e Digital strategy. Rivolto a studenti, imprenditori, consulenti, social media manager, blogger, laureati, agenzie di pr ed eventi, il Master, della durata complessiva di 30 ore, ha dato l’occasione a Valentino Macri di entrare in contatto con il know-how di alcuni tra i docenti più affermati nel settore: Luca Bove, Gianpaolo Lorusso, Rudy Bandiera, Andrea Boscaro, Veronica Gentili, Flavia Rubino, Dario Ciracì, Riccardo Scandellari, Veronica Gentili, Roberto Fuso Nerini e Maria Pia De Marzo. Valentino Macri si è detto pienamente soddisfatto di questa recente esperienza: “Ho trovato una risposta al mio desiderio di approfondire l’argomento grazie a docenti altamente preparati, capaci di mettere la propria faccia”.

L’esperienza di Valentino Macri nella comunicazione

Valentino Macri nasce in Svizzera nel 1971. Originario di Berna, si trasferisce in Piemonte in giovane età, regione dove diversi anni più tardi si laurea in Lettere Moderne presso l’Università degli Studi di Torino. Prosegue il percorso di studi con il Master in Comunicazione Pubblica di Impresa e Relazioni Industriali, formazione propedeutica al suo ingresso successivo nel mondo del giornalismo. Dopo le esperienze come collaboratore per diversi periodici locali, nel 2001 si iscrive infatti all’Albo dei Giornalisti Pubblicisti dell’Ordine Regionale del Piemonte. Incaricato nello stesso anno di seguire e curare, nel ruolo di Web Content Manager, la newsletter mensile di Telecom Italia Lab, Tilab, nel 2002 fa il suo ingresso nella Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, rivestendo l’incarico di Responsabile dell’organizzazione degli eventi, in particolare del Salone Internazionale del Libro, nonché di Responsabile dell’Ufficio Operatori Professionali. Cavaliere dell’Ordine “Al merito della Repubblica Italiana”, dal 2011, Valentino Macri lascia la Fondazione nel 2016 per approdare l’anno seguente in Nova Pop Communication, team di professionisti nel settore della comunicazione e nei nuovi media, nel ruolo di Events & Communications Manager.

Daiichi Sankyo: Edoxaban, prevenzione nei pazienti con coronaropatia concomitante

Scritto da Mario Mauri il . Pubblicato in Aziende, Salute

Fibrillazione atriale, edoxaban più sicuro del warfarin nella prevenzione degli eventi emorragici gravi e nei pazienti con coronaropatia concomitante

Roma, 15 novembre 2017 – Edoxaban (LIXIANA®), rispetto a warfarin, riduce i sanguinamenti e soprattutto quelli di maggior gravità nei pazienti con FA e riduce significativamente il numero degli eventi ischemici in pazienti con fibrillazione atriale e concomitante coronaropatia. A dimostrarlo sono due approfondite sotto-analisi del trial clinico ENGAGE AF-TIMI 48 (Effective aNticoaGulation with factor XA next GEneration in Atrial Fibrillation), presentate all’American Heart Association (AHA) Scientific Session che sta per concludersi ad Anaheim, in California.

La prima sotto-analisi ha analizzato l’incidenza degli eventi emorragici come definiti dalle quattro classificazioni più comuni, e i risultati dimostrano che, in base alla definizione utilizzata, esiste una differenza di circa quattro volte della frequenza di sanguinamenti nei pazienti con FA a rischio di ictus. Inoltre, in coloro che assumevano edoxaban, si è riscontrata una maggior riduzione del rischio di emorragia, rispetto a warfarin, nei sanguinamenti di maggior gravità. “Questi risultati dimostrano che, rispetto alla terapia standard con warfarin, edoxaban riduce sensibilmente il rischio di eventi emorragici, in particolare quelli di maggior gravità”, ha spiegato Brian A. Bergmark, autore del TIMI Study Group, Divisione di Medicina Cardiovascolare, Brigham and Women’s Hospital e Harvard Medical School di Boston.

Una ulteriore analisi post-hoc del trial ENGAGE AF-TIMI 48, fornisce informazioni su edoxaban in pazienti affetti da FA con coronaropatia conclamata, e ha evidenziato che con edoxaban (60/30 mg) rispetto a warfarin, si verifica una maggior riduzione degli eventi ischemici nei pazienti affetti da coronaropatia rispetto a quelli non affetti. I dati mostrano che nei pazienti affetti da FA e concomitante coronaropatia, coloro che hanno assunto edoxaban hanno presentato una riduzione, rispetto a warfarin, di ictus/eventi embolici sistemici (1,4 versus 2,1%) e di infarto miocardico (1,4 versus 2,0%). I sanguinamenti maggiori, infine, nei pazienti che ricevevano edoxaban sono stati significativamente più bassi rispetto a quelli osservati nei pazienti che ricevevano warfarin, a prescindere dalla presenza di coronaropatia [pazienti con coronaropatia che ricevevano edoxaban vs warfarin (3,5 versus 4,4%); pazienti senza coronaropatia che assumevano edoxaban vs warfarin (2,6 versus 3,2% )].

“Dal momento che i pazienti affetti da FA e coronaropatia concomitante corrono un rischio più alto di infarto miocardico e morte, questi risultati possono avere importanti implicazioni cliniche per gli specialisti che trattino queste frequenti patologie”, ha commentato l’altro autore del TIMI Study Group, Thomas A. Zelniker, Divisione di Medicina Cardiovascolare, Brigham and Women’s Hospital e Harvard Medical School di Boston.

Il trial ENGAGE AF-TIMI 48 è stato disegnato per valutare i profili di efficacia e sicurezza di edoxaban rispetto a warfarin in 21.105 pazienti affetti da FA e con rischio moderato e alto di ictus (CHADS2≥2) o eventi embolici sistemici.3 “I nuovi dati dell’ ENGAGE AF-TIMI 48 trial arricchiscono la mole di conoscenze provenienti dal Programma di ricerca clinico su Edoxaban che fornisce informazioni chiave sui potenziali effetti di questo nuovo anticoagulante orale nelle varie tipologie di pazienti con FA, e in questo caso specifico parliamo di coloro che soffrono anche di coronaropatia o presentano un alto rischio di sanguinamenti”, ha concluso il dottor Hans J. Lanz, Direttore Esecutivo del dipartimento Global Medical Affairs di Daiichi Sankyo.

FonteDaiichi Sankyo

Fulvio Gismondi: iter professionale e accademico

Scritto da articoli news il . Pubblicato in Aziende

Fulvio Gismondi è un professore universitario e attuario originario di Roma, fondatore di Parametrica Associazione Professionale e dal 2015 Pro-Rettore della Marconi International University di Miami.

Fulvio Gismondi

Fulvio Gismondi, formazione ed esperienze professionali

Nato a Roma, Fulvio Gismondi si laurea all’Università degli Studi La Sapienza in Scienze Statistiche Attuariali. Una volta conseguito il Dottorato di Ricerca nella materia, diventa successivamente Professore Universitario nello stesso ateneo, dove insegna Metodi Matematici dell’Economia e delle Scienze Attuariali e Finanziarie. Nel frattempo si dedica alla consulenza, collaborando con i principali intermediari finanziari. Partner di Coopers & Lybrand, diventa nel 1999 Partner e Amministratore Delegato di PriceWaterhouseCoopers. L’anno seguente è tra i fondatori di Pirola Gismondi e Associati, Associazione Professionale che nel 2003 cambia denominazione in Gismondi & Associati. Nel corso del decennio 2000-2010 riveste la carica di Consigliere d’Amministrazione per numerose società: Assicurazioni di Roma, ,Imark Srl, Borgon SpA, Fulcron SpA, Chiara Vita SpA, Immobiliare Negri SpA, Skandia Vita SpA, Sumbios Srl, Director Srl e Imp.era Srl. Nel 2007 Fulvio Gismondi dà vita a Parametrica Associazione Professionale, realtà specializzata nella consulenza finanziaria e attuariale di cui attualmente ricopre il ruolo di Presidente. Nell’anno precedente assume la cattedra di Matematica finanziaria, Facoltà di Economia presso l’Università degli Studi Guglielmo Marconi, ateneo dove è Coordinatore del Corso di Laurea in Scienze Economiche. Dal 2015 Fulvio Gismondi riveste l’incarico di Pro-Rettore della Marconi International University di Miami, Florida.

Fulvio Gismondi, l’attività divulgativa e didattica

In contemporanea alla carriera professionale in ambito didattico e consulenziale, Fulvio Gismondi porta avanti da 25 anni la propria attività di autore specializzato in materia di Teoria del Rischio, Matematica Generale, Matematica Finanziaria, Matematica Attuariale e Processi Stocastici. Grazie all’esperienza nel settore, acquisita nel corso degli anni come ricercatore, professore e consulente, ha potuto rivestire il ruolo di relatore in numerosi convegni, partecipando anche a diversi progetti di ricerca in veste di responsabile, in special modo in collaborazione con il Miur. Componente dei Collegi del dottorati di Ricerca in Matematica per le applicazioni economico-finanziarie e Scienze Attuariali dell’Università degli Studi di Roma La Sapienza, e dei dottorati in Geopolitica economica e finanziaria e Analisi dei sistemi finanziari e dei processi di gestione del rischio del Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali dell’Università degli Studi Guglielmo Marconi, tra i volumi più recenti che ha scritto vi è quello redatto nel 2017 in collaborazione con J. Janssen, R. Manca ed E. Volpe di Prignano, “Matematica Finanziaria”. Fulvio Gismondi è membro dell’Ordine Nazionale degli Attuari, della Società Italiana di Statistica, dell’Istituto Italiano degli Attuari, dell’Associazione Matematica applicata alle Scienze Economiche e Sociali, dell’Actuarial Approach for Financial Risks e degli Actuarial Studies in non-life insurance.

SERR, Hera rilancia sul riutilizzo di ingombranti e farmaci

Scritto da Eikon il . Pubblicato in Ambiente, Aziende

In occasione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, la multiutility presenta i risultati raggiunti nei primi nove mesi dell’anno dai suoi progetti per il riuso di ingombranti ancora in buono stato (pari a 429 tonnellate) e di farmaci non scaduti (pari a 413 mila euro).

Hera risponde all’appello lanciato dalla Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (18-26 novembre), illustrando i risultati che nei primi nove mesi del 2017 hanno conseguito Cambia il finale e FarmacoAmico, i progetti della multiutility realizzati in collaborazione con Last Minute Market e tante onlus del territorio servito e finalizzati, rispettivamente, ad avviare al riuso ingombranti ancora in buono stato e farmaci non scaduti, secondo i principi dell’economia circolare a cui il Gruppo orienta da tempo tutti i propri business.

Solo nel 2017 sono già 89.191, pari a quasi 637 tonnellate, gli ingombranti ritirati attraverso 3.893 interventi gratuiti a domicilio nell’ambito di Cambia il finale. Di queste tonnellate, in particolare, più di 429 sono state effettivamente avviate a recupero, cambiando così il finale a tavoli, divani e altri mobili che altrimenti sarebbero stati smaltiti. Risultati importanti, resi possibili da 21 onlus e soprattutto dal senso civico di tante persone, che sono la vera anima di questo progetto e alle quali si devono le 7.357 telefonate effettuate a Hera per segnalare la disponibilità di oggetti dismessi ma ancora utilizzabili. Ma per dare un impulso ancora maggiore all’iniziativa, da luglio Hera ha proceduto alla distribuzione, attraverso i propri sportelli clienti, di oltre 70 mila flyer illustrativi del progetto, coinvolgendo inoltre nella campagna le stesse onlus, che presso le proprie sedi hanno fatto ulteriore attività di informazione.

Quasi 32 mila, inoltre, le confezioni di farmaci non ancora scaduti che grazie a FarmacoAmico sono state messe a disposizione di chi ne ha bisogno attraverso una rete di onlus che hanno preso in carico i medicinali raccolti da 110 farmacie coinvolte nel progetto. L’operazione intende incidere positivamente a vantaggio della salute di molti ma ha anche un importante valore economico, perché per procurare la medesima quantità di medicinali nuovi si sarebbe reso necessario un esborso di 413 mila euro, risparmiati così dai beneficiari dell’iniziativa. “Raccogliamo solidarietà”, non a caso, è proprio lo slogan della nuova campagna che promuove FarmacoAmico sul territorio servito.

Assieme a tante altre iniziative come CiboAmico, il progetto per il recupero delle eccedenze alimentari nelle mense della multiutility, Cambia il finale e FarmacoAmico danno corpo e sostanza all’impegno profuso dal Gruppo Hera per favorire la transizione verso un modello di economia circolare. Basti citare, a questo proposito, il raggiungimento anticipato di importanti obiettivi UE su riciclo e gestione dei rifiuti, l’obiettivo per la riduzione del 5% dei propri consumi energetici entro il 2020, l’utilizzo di sola energia rinnovabile a partire dal 2017 per i consumi di Hera Spa, i biodigestori per la produzione di energia elettrica rinnovabile a partire dai rifiuti, l’impianto per la produzione di biometano in costruzione a Sant’Agata Bolognese, l’ingresso nel settore del riciclo della plastica con l’acquisizione della trevigiana Aliplast, i progetti di educazione ambientale rivolti ogni anno a 100 mila studenti della scuole del territorio, nonché il progetto Scart per la realizzazione di opere d’arte a partire dai rifiuti.

Anche per queste ragioni, Hera è il primo soggetto industriale italiano ad essere entrato nel CE100, programma internazionale della Fondazione Ellen MacArthur che raccoglie le 100 realtà più attive nel mondo nello sviluppo dell’economia circolare.

http://www.gruppohera.it/gruppo/attivita_servizi/business_ambiente/serr/

Il Presidente Bruno Biserni tra i relatori protagonisti dell’Agritour ad Arezzo

Scritto da Gal L Altra Romagna il . Pubblicato in Economia, Locale

In un contesto così “made in Italy” come quello di Agri@Tour, sabato 18 novembre alle ore 11 presso Arezzo fiere e congressi,  il mondo rurale e i suoi borghi autentici saranno il focus del  Workshop “Turismo, Cultura, Ospitalità nel Mondo Rurale e nei suoi Borghi Autentici”.

Il Presidente Bruno Biserni rappresenterà il Gal L’Altra Romagna illustrando le attività e bandi a sostegno dello sviluppo rurale del territorio di propria competenza all’interno del programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 e in quanto ente di promozione territoriale dell’Appennino romagnolo.

Organizzato da E.A.R.T.H. Academy (European Academy for Rural Territories Hospitality), nell’ambito di una pluriennale collaborazione con Agri@Tour, sarà uno spazio aperto al dialogo e al confronto nell’ottica di un Turismo che ricopre una grande valenza sociale: i viaggiatori, attraverso la fruizione del luogo che scelgono come meta,  ripongono molta attenzione alle emozioni che i luoghi sono in grado di suscitare e ogni Comunità che voglia svilupparsi ha bisogno di intraprendere i passi necessari al fine di posizionarsi sui mercati e di creare sviluppo sostenibile, attraverso la realizzazione di un modello per seguire ed accompagnare questo sviluppo.

L’ufficio stampa

Gal L’Altra Romagna