Archivio per 26 ottobre 2017

Giulia Pratelli, “Vento d’Estate” è la sua reinterpretazione del celebre brano di Max Gazzè e Niccolò Fabi

Scritto da Laura Ruggeri il . Pubblicato in Musica

GIULIA PRATELLI

“VENTO D’ESTATE”

Il singolo è tratto da “Tutto bene”, il nuovo disco della cantautrice toscana con la produzione artistica di Zibba.

Giulia Pratelli omaggia un pilastro del suo mondo musicale di riferimento in una cover a cui conferisce una nuova veste elettro-acustica sfumata da toni più scuri è più malinconici: «… come il ricordo dell’estate passata, come la voglia di perdersi al mare in un giorno d’inverno».

Vento d’estate, singolo in uscita il 20 ottobre, sarà accompagnato da un video diretto da Megan Stancanelli, che rappresenta alla perfezione l’atmosfera della canzone omaggio.

“Tutto bene”, pubblicato dall’etichetta Rusty Records vede la produzione artistica del cantautore Zibba. I testi sono di Giulia Pratelli e Marco Rettani, tranne che in “Vento d’estate” cover tratta dal brano cantato da Max Gazzè e Niccolò Fabi. Le musiche sono di Giulia Pratelli.

Le tracce sono state registrate da Simone Sproccati presso i Crono Sound Factory di Vimodrone (MI), mixato da Riccardo Parravicini presso MaM Recording Studio di Cavallermaggiore (Cuneo), masterizzato da Andrea de Bernardi presso Eleven Mastering Studio di Busto Arsizio (Varese). La grafica è curata da Davide Incorvaia. Foto di Giorgia Borneto. Edizioni Musicali Rusty Records/Museo dei Sognatori.

Dicono di Giulia Pratelli

«Tutto Bene è un gran bel disco pop italiano che […] in più di un’occasione ha giocato carte davvero interessanti, capaci di segnare il passo». Full Song  

«Ecco il nuovo disco di Giulia Pratelli Tutto Bene, seppur giovane la sua carriera è già ricca di soddisfazioni». Musical News

«Dolce e intimo, per molta parte assolutamente fresco e rigenerante». Blog Music

«Un bellissimo pop d’autore che si pregia della collaborazione in produzione di Zibba». Loud Vision

«Bellissimo questo nuovo disco di Giulia Pratelli […] troviamo la delicatezza del pop d’autore al femminile e qualche interessante arrangiamento diverso dal solito canone pop».  Blog Della Musica

«Un disco che ancora una volta porta in contatto lo scenario pop italiano alla dimensione cantautorale con quell’invincibile gusto per i dettagli che solo una donna sa esprimere». 100 Decibel

«Il bello di questo Tutto bene – con la produzione artistica di Zibba – restituisce bellezza nei suoni e quel certo modo di dire le cose sfruttando il potere salvifico delle assonanze». Sound Contest

«Un gioiellino intimo, delicato e complice. Undici canzoni che si dipanano morbide, su parole poetiche cantate soavemente da una voce duttile e precisa». Grandi Palle Di Fuoco

«Bellissima voce incastonata nelle melodie più sicure. I suoni sono decisi e di carattere». DeaPress

«Nessuna ambizione di innovazione ma solo tanta personalità artistica che gode anche di ottima scrittura e buon gusto». TV Numeri Uno

«Giulia Pratelli in questo disco sembra essere proprio naturale […] non a caso musica e testi sono tutti suoi, elemento da sottolineare in un Paese di interpreti dalla voce corpulenta e l’aspetto piacente». Clap Bands Blog

«Un disco onesto e sincero che parla schiettamente al cuore ed al ricordo che si cela in esso». Onda Musicale

Radiodate: 20 ottobre 2017

Etichetta: Rusty Records

BIO

Giovane cantautrice toscana, Giulia Pratelli ha più volte attirato l’attenzione di grandi artisti quali Fiorello, Marco Masini, Enrico Ruggeri. Ha vinto diversi premi e riconoscimenti: Premio Castelletto 2008, secondo posto e premio F.I.O.F.A. al Golden Disc 2008 (oltre a premio Radio Stop e il premio della critica giornalistica de “Il Tirreno”), premio della critica al Discanto 2008, premio della critica al Gran Galà Discanto 2011, primo posto al Festival di Ghedi Cover 2009, terzo posto al Festival Città del Palladio 2010. Nell’estate 2009 è in tour con Gatto Panceri come supporter. Nello stesso periodo inizia una collaborazione con il musicista, arrangiatore e produttore Valter Vincenti (Loredana Bertè, Ornella Vanoni, Paola Turci, Mogol, Mario Lavezzi), a cui affida la direzione artistica del suo primo album “Via!” (maggio 2012 – Rosso di Sera/EMI). Nell’estate 2011 vince il concorso “T Rumors” e partecipa alla compilation della manifestazione con due inediti: “Una margherita viola” e “Davanti a un caffè”, per l’occasione suonati e ri-arrangiati da Ferruccio Spinetti (Musica Nuda, Avion Travel). Nel 2013 pubblica due nuovi singoli, arrangiati da Marco Adami: “Piccole Donne”, scritto da Grazia Di Michele, e “Cartoline”. Nello stesso anno partecipa al tour “La mia storia…piano e voce” di Marco Masini, che la sceglie come ospite di ogni serata in tutta Italia. Nel Gennaio 2014 pubblica un’inedita versione di “Ah che sarà”, nella quale è accompagnata solamente dal bassista Luca Pirozzi. Nello stesso periodo approda all’EdicolaFiore, dove Fiorello la accoglie con grande entusiasmo. Giulia diventa parte del cast e da tre anni partecipa ai live show di Fiorello in diretta dall’Edicola, ora trasmessi su SkyUno e Tv8. Nel Luglio 2014 pubblica il singolo “Scegli il meglio” feat. Violapolvere (band pop-rock), che porta le firme di Enrico Ruggeri e Luigi Schiavone. Il 1° gennaio 2015 si esibisce nello spettacolo “Let It Beatles” a Lucca, che omaggia  l’Anniversario dei 50 anni del tour dei Beatles in Italia. Il 31 gennaio la replica con un fantastico tutto esaurito. Comincia poi, sul suo canale YouTube, un appuntamento settimanale con “Musica in camera…”, dove reinterpreta grandi successi della musica italiana e internazionale, con un’ottima risposta del pubblico. Il 20 Giugno 2015 si esibisce a Firenze al concerto dedicato al World Refugee Day, insieme a Elisa, Piero Pelù, Bandabardò, Brunori Sas. A luglio 2015 partecipa all’evento “Serenata per Roma” (“Roma incontra il mondo”/Villa Ada) insieme a Dolcenera, Enzo Gragnaniello, Luca Madonia, Stag, Erica Mou. In questa occasione, Giulia duetta con Zibba e da qui ha inizio una solida collaborazione: al momento è impegnata nella produzione del suo secondo album, con la partecipazione e sotto la direzione artistica dello stesso. Nel frattempo Giulia ha completato gli studi in Giurisprudenza, presso l’Università di Pisa, con il massimo dei voti. Il 13 gennaio 2017 esce il singolo “Dall’altra parte delle cose”, primo brano che preannuncia il nuovo lavoro in studio. Il 12 maggio 2017 esce l’album “TUTTO BENE”, sotto la direzione artistica di Zibba.

  • Contatti e Social
  • BLOG: giuliapratelli.wordpress.com
  • Facebook:facebook.com/giuliapratelliofficialpage/
  • Instagram: @giuliapratelli
  • Twitter: twitter.com/giuliapratelli
  • Youtube: https://www.youtube.com/GiuliaPratelli

Il Gal L’Altra Romagna in missione studio a Santiago de Compostela

Scritto da Gal L Altra Romagna il . Pubblicato in Cultura, Dal Mondo

Sono stati 3 giorni di studio approfonditi per la delegazione del Gal L’Altra Romagna, guidata dal Consigliere di Amministrazione Giorgio Sagrini e dal Direttore Mauro Pazzaglia, quelli trascorsi a Santiago de Compostela nella regione spagnola della Galizia insieme ad altri 3 Gal dell’Emilia Romagna.

Obiettivo della missione incontrare addetti ai lavori che da anni si occupano della promozione del Cammino di Santiago, comprendendone l’esperienza ai fini di incrementare competenze e conoscenze da trasferire in un possibile progetto di cooperazione regionale di valorizzazione dei cammini.

Il Cammino di Santiago, infatti, rappresenta un modello studiato da esperti di pellegrinaggio e turismo di tutto il mondo, essendo la via più frequentata in Europa. Ricevuti dal Vicesindaco del Comune di Santiago de Compostela Marta Lois, la delegazione ha incontrato il Gal spagnolo “Pontevedra Norte” per rilevare e conoscere l’esperienza maturata nella gestione e sviluppo di uno specifico cammino all’interno del Cammino di Santiago, oltre che comprenderne le attività indirizzate allo sviluppo del territorio e del comparto turistico.

Contestualmente si è avuto un colloquio anche con il Responsabile dell’Autorità di gestione regionale.

Si sono avuti importanti confronti anche con l’ufficio del Turismo che si occupa delle azioni promozionali internazionali della città, e con referenti della società “Turismo de Galicia” che gestisce le attività di promozione della regione galiziana.

La missione è proseguita con la visita ad alcune strutture ricettive e ostelli che quotidianamente ospitano e gestiscono in maniera efficace un elevato numero di pellegrini.

Momento rilevante e conclusivo della missione l’escursione lungo un tratto del Cammino, nel quale si è potuto apprezzare la qualità della segnaletica, della manutenzione sentieristica, la presenza di numerose strutture di accoglienza, oltre che un elevato numero di pellegrini incontrati.

L’ufficio stampa Gal L’Altra Romagna

Menopausa e stanchezza un binomio che influisce sul lavoro

Scritto da Rossana Amarelli il . Pubblicato in Salute

La menopausa è una condizione che tutte le donne devono attraversare ed affrontare, ovviamente non è un periodo semplice, poiché sia la menopausa che la premenopausa comportano diversi disturbi come ciclo irregolare, vampate di calore, aumento del peso corporeo e sbalzi d’umore.

Nel corso di questa fase si forma un binomio, menopausa e stanchezza, che colpisce la maggior parte delle donne. Il senso di affaticamento e spossatezza comporta diversi sintomi come stanchezza mentale o fisica, in questo caso la maggior parte delle volte si può avvertire, durante la menopausa, stanchezza alle gambe o stanchezza muscolare.

Nel corso del climaterio, il corpo della donna deve trovare un nuovo equilibrio come conseguenza dei cambiamenti che avvengono ovvero dei livelli più bassi negli ormoni estrogenici, progestinici, tiroidei e surrenali apportano cambiamenti che interferiscono con il sonno.  Questa è la principale causa della stanchezza e debolezza in menopausa.

Stanchezza dovuta alla menopausa: come conviverci?

Durante l’arco temporale che segna l’inizio e la fine della menopausa i sintomi relativi alla stanchezza sono maggiormente accentuati causando numerosi fastidi che accompagnano le donne durante tutta la loro giornata. Non per questo bisogna perdersi d’animo o rassegnarsi alla propria condizione poiché grazie a piccoli accorgimenti questi sintomi si possono combattere.

Il periodo della menopausa, com’è noto va dai 45 ai 55 anni, ha un profondo effetto a livello ormonale e porta con sé diversi sintomi a livello fisico che a livello psichico, comportando vampate di calore, aumento di peso, stanchezza, insonnia e difficoltà di concentrazione.

Tutti questi sintomi hanno un impatto fortemente negativo sia sulla sfera privata con il proprio partner sia sulla sfera professionale. Nella sfera privata, se avete un partner comprensivo e che cerca di capire il problema questa situazione può essere attenuata, ma nella sfera professionale potrebbe essere più difficile da tenere sotto controllo. Una soluzione, però, esiste basta seguire dei piccoli accorgimenti che magari fino a quel momento sono stati trascurati.

Lavoratrici in menopausa:

Come abbiamo detto arginare i sintomi della menopausa non è semplice poiché possono influenzare anche il comportamento e la situazione diventa più spinosa se dovessimo trovarci sul luogo di lavoro, dove è necessario adottare un comportamento consono e trovarsi sempre a contatto con capi e colleghi.

Degli studi condotti su un campione di donne – lavoratrici in menopausa ha messo in evidenza che i sintomi, come la stanchezza, possono ripercuotersi negativamente sul proprio lavoro poiché aumentano le assenze per le cure e allo stesso tempo diminuisce la capacità lavorativa per via della stanchezza, sonnolenza e perdita di concentrazione.

La qualità della vita e del lavoro durante la menopausa può essere sicuramente migliorata grazie ad alcuni piccoli accorgimenti sia a livello alimentare sia a livello fisico, tutto questo deve accompagnare i consigli del vostro medico di fiducia.

I consigli alimentari:

seguire i principi di un’alimentazione sana ovviamente è il primo passo da effettuare per riuscire ad arginare i sintomi della stanchezza, questo non è sempre semplice. Ma quel è la alimentazione corretta da seguire, come prima cosa occorre consultare il proprio medico o effettuare una visita dal dietologo che vi saprà sicuramente indirizzare sulla giusta via.

È importante ricordare che non è necessario prendere delle decisioni drastiche togliendo tutti gli alimenti che vengono considerati grassi o ipercalorici, è opportuno procedere per gradi.

Come suggerito è fondamentale sempre chiedere prima ad un medico, ma un’alimentazione corretta da seguire se siete delle donne che stanno affrontando la menopausa e non soffrite di patologie potete informarvi sulla tipica dieta mediterranea. Questo stile di alimentazione è particolarmente ricco di frutta e verdura, che contribuiscono ad apportare fibre per il nostro organismo, altra cosa fondamentale è un abbondante consumo giornaliero di acqua, inoltre è preferibile consumare prevalentemente carni bianche rispetto a carni rosse

Attività fisica in menopausa

In menopausa il benessere sia mentale che fisico è importante e sicuramente va associato ad una dieta appropriata. L’attività fisica ha diversi pregi come:

  • Quello di protezione del proprio apparato circolatorio, poiché migliora l’attività cardiovascolare
  • Aiuta a ridurre il numero dei trigliceridi presenti nel nostro organismo
  • Influisce positivamente sul tono dell’umore grazie all’attivazione delle catecolamine e delle beta-endorfine
  • Aiuta a mantenere il peso forma
  • Aumenta i livelli dii colesterolo buono ed abbassa i livelli di colesterolo cattivo

L’attività fisica che si può svolgere in menopausa non deve essere necessariamente a livello professionistico, non deve essere particolarmente valorosa, ma a basso impatto meccanico, per questo sono indicate delle lunghe camminate, il nuoto o delle passeggiate in bicicletta. Questo fa sì che l’attività che si svolge aiuti a mantenere e migliorare l’efficienza fisica.

Le ultime tendenze Bridal con i migliori professionisti di abiti da sposa a Lecce

Scritto da Marco il . Pubblicato in Lifestyle, Moda

E’ arrivato il grande giorno, avete pianificato tutto, dal luogo dove celebrare la cerimonia, al ricevimento, alle fatidiche bomboniere. Ma manca qualcosa..cosa??? Ma l’abito da sposa, ovviamente! La scelta dell’abito da sposa è più complicata di quanto si pensi e mamme e suocere ne sapranno sicuramente qualcosa. Gli atelier sposa a Lecce ad esempio sono sempre più conquistati dal fascino e dall’eleganza del mondo Bridal.

Ma che novità ci sono per la stagione 2017-2018 in questo mondo fatto di pizzo, chiffon, organza, shantung e voile? Beh, a parte i grandi classici le novità vanno dallo scollo profondo allo spacco vertiginoso al mood anni ’70. Scopriamole insieme.

Una delle tendenze Bridal della prossima stagione è l’abito da sposa con scollo a V profondo, a volte ingentilito da un sottile strato di voile. Questo abito è perfetto per chi non è molto alta in quanto slancia la silhouette e non è adatto a chi ha molto seno. Il rischio è di essere volgari nel giorno più importante della vostra vita!

La seconda tendenza nel mondo degli abiti da sposa è lo spacco vertiginoso centrale che rende la silhouette più morbida rendendo l’abito e la sposa molto seducente. Abito da sposa adatto a chi è abbastanza alta e da indossare con una bella scarpa décolleté con tacco.

Un’altra tendenza per la prossima stagione è l’abito da sposa con grandi maniche. Maniche ampie, morbide e leggere, lunghissime, a sbuffo o tre quarti l’importante è che si facciano notare.
Per chi si sposerà in inverno la Moda Bridal propone cappe e mantelle, eleganti ma anche molto funzionali. Lunghe o corte, le mantelle avvolgeranno tipo cappotto nei periodi più freddi dell’anno e saranno leggere, in pizzo o voile, per chi sceglierà di sposarsi nei mesi più caldi.

Un altro trend di questa moda è l’abito da sposa stile anni ’70 in pizzo. Abiti ampi e morbidi, con ruches e cappello. Uno stile semplice ed essenziale ma molto elegante e raffinato.
Per chi invece vuol uscire fuori dagli schemi e magari non è più una ragazzina, la Moda Sposa propone l’abito pantalone. Le passerelle offrono diverse varianti: dal pantalone a sigaretta con una blusa ampia e romantica, alla tuta morbida e leggera da indossare anche dopo il matrimonio. Una tendenza che sta prendendo piede nel mondo della sposa, una provocazione che piace molto alle spose raffinate ed eleganti ma che vogliono distinguersi.

I grandi designer di abiti da sposa da Carolina Herrera a Madeline Gardner, dai grandi stilisti sartoriali italiani come Blumarine e Nicole Spose, ai tanti rivenditori Mori Lee Italia, hanno pensato per voi l’abito per il giorno più importante della vostra vita. Ma sicuramente è bene farvi aiutare da chi conosce meglio questo mondo e che saprà consigliarvi nel modo giusto. I negozi di abiti da sposa a Lecce come Mitica Spose sono pronti, con i loro professionisti, a realizzare il vostro sogno e farvi sentire la sposa più bella al mondo.

Inoltre, con anni di consolidata esperienza alle spalle, sapranno consigliarvi al meglio trovando l’abito giusto che metta d’accordo il vostro stile ed il vostro budget senza deludervi. Saranno lì per aiutarvi a trovare l’abito con la silhouette perfetta che metta in luce i vostri pregi. Saranno al vostro fianco e troveranno per voi l’abito dei vostri sogni lasciando che siate sempre voi stesse.