Archivio per 2 ottobre 2017

Daniele Barsotti Chiara

Scritto da Giulio Berghella il . Pubblicato in Musica

In radio il singolo del  cantante lucchese  

In promozione radiofonica il singolo Chiara con cui Daniele Barsotti esprime tutta la sua voglia di cantare e di trasmettere emozioni. Un brano che scorre, arriva e crea emozioni, pronto per il pubblico radiofonico italiano alla ricerca di fresche novità.

Il brano è stato presentato in anteprima nel prestigioso salotto del caffè Versilia,di Pietrasanta (Lu), dove tra l’altro Daniele e stato l’unico cantautore ad esibirsi in 37 anni di gestione, in occasione di un incontro sul tema di come impostare un percorso professionale nel campo della musica, indipendentemente o parallelamente a talent e social . Sul palco il produttore Giovanni Balduini, il discografico e talent scout David Marchetti che ha lanciato tra le altre Anna Tatangelo, Leopoldo Lombardi , tra i principali esperti in Italia e nel mondo di diritti d’autore e Maurizio Bolognesi di Radio Bruno.

Quella di Daniele Barsotti per il canto è una passione iniziata a sei anni e trasformata poi crescendo anche in amore per la musica, con l’obiettivo di raggiungere l’anima del suo pubblico in una continua ed attente ricerca vocale, portata avanti grazie all’incontro con numerosi professionisti del settore. La finale di AreaSanremo, la semifinale di Castrocaro a Napoli, le tappe di X Factor sono solo alcune delle esperienze del giovane Daniele Barsotti. La svolta arriva però nel 2016 grazie a Giovanni Balduini, produttore del disco “Dimenticherò”. La comune passione per la musica si trasforma da parte di Balduini in una vera e propria scommessa su Barsotti e sulle sue potenzialità. I primi risultati di questi mesi danno ragione a Balduini: ultimo dell’anno a Milano con Giovanna, numerose apparizioni su TV2000, ospite d’onore del Carnevale di Viareggio, live in tutta Italia.

Ora, si continua con “Chiara”, una produzione Ghiro Records di David Marchetti e Leopoldo Lombardi, per una nuovo ed affascinante percorso alla ricerca di consensi, e nuove esperienze.

http://www.danielebarsotti.it
https://www.facebook.com/DanieleBarsottiOfficial/
https://itunes.apple.com/it/album/chiara-single/id1279229442

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play
promoradio@dcodcommunication.it
promostampa@dcodcommunication.it

REMISE EN FORME D’AUTUNNO: PER IL CAMBIO DI STAGIONE SI SPENDE MEDIAMENTE IL 7% IN PIÙ RISPETTO AL RESTO DELL’ANNO

Scritto da Federica Tordi il . Pubblicato in Beauty & Wellness, Lifestyle

È arrivato l’autunno e insieme alla stagione cambiano anche le coccole di bellezza da riservare al proprio corpo. Uala.it (www.uala.it), il sito e applicazione leader in Italia dedicato al mondo beauty, ha analizzato i trend dei trattamenti di bellezza durante il cambio di stagione, fotografando quali siano quelli irrinunciabili e quanto dovremo spendere per preparare il corpo all’arrivo del freddo.

Autunno: quanto ci costi?

Per farsi belle nel 2016 le donne hanno speso mediamente 475 euro contro gli appena 203 degli uomini, cifra che segna comunque un aumento del 6% sulla spesa complessiva rispetto all’anno precedente. Nei periodi di cambio stagione si spende mediamente il 7% in più rispetto al resto dell’anno. Per prepararsi ai rigori dell’inverno e per riparare ai danni dell’estate, il portale ha stimato che in media si spenderanno 30 euro per i capelli, 60 euro per il viso, 15 euro per mani o piedi e 70 euro per corpo. 175 euro complessivi per salutare belli e in ordine l’arrivo della nuova stagione. Ma quali sono i trattamenti che rientrano in queste spese extra?

Viso e capelli: il protagonista dell’autunno è l’argan

Definitivamente chiusa la stagione del sole e della salsedine, la parola d’ordine è ristrutturare. Per i capelli i trattamenti preferiti sono quelli al collagene e all’argan. Quest’ultimo, in particolare, segna un +17% di richieste rispetto all’anno scorso. Per il viso i preferiti d’autunno sono i trattamenti a base di acido ialuronico e vitamina E che favoriscono la formazione di collagene, soprattutto per ovviare al problema delle labbra screpolate. Per l’idratazione della pelle invece, la fanno da padroni ceramidi, glicerina e c’era d’api. Come per i capelli, anche per il viso il vero protagonista del cambio di stagione è l’argan. L’olio di questa pianta portentosa fa concorrenza ai tradizionali trattamenti a base di oli vegetali, burri di karité e joboba e registra un aumento sia nei servizi che nelle richieste.

Scrub sì, ma con i sali dell’Himalaya

Per quanto riguarda il corpo, dopo la flessione registrata a settembre, a ottobre è picco di richieste per scrub e peeling. Nel dettaglio sono molto richiesti quelli agli ultrasuoni (+8% rispetto allo scorso anno) e con acido mandelico (+12%). Tendenza dell’autunno 2017 anche lo scrub corpo con bagno di vapore, oltre a un ritorno di moda dello scrub con i sali rosa dell’Himalaya. Per mani e piedi tra i preferiti degli italiani, oltre ai trattamenti alla paraffina, stanno aumentando le richieste di quelli a base di acido ialuronico, proteine della seta, calendula e iperico.

Chicche di stagione: i trattamenti all’uva

L’autunno è la stagione della vendemmia, ma come approfittare a pieno dei benefici dell’uva? Si chiama ampeloterapia il trattamento che sfrutta le proprietà di questo frutto per eliminare le tossine, rimuovendo gli eccessi di radicali liberi e proteggendo il corpo dall’arrivo del freddo. Sono le SPA più esclusive a offrire questi trattamenti decisamente autunnali. Chi desidera togliersi qualche sfizio e regalarsi una coccola rigenerante prima del grande freddo può provare il bagno alle vinacce. Distesi sulla pietra calda, ci si gode un peeling con i vinaccioli. Oppure l’avvolgimento nel mosto: un impacco che dona alla pelle una sensazione di morbidezza e rinascita. Il costo per queste chicche di stagione varia in base alla città e alla durata del trattamento: in media si parte da 70 euro per quelli di un’ora fino ad arrivare agli oltre 150 euro per quelli di due ore e mezza.

“L’obiettivo di Uala.it è aiutare gli utenti a prenotare il proprio trattamento in modo semplice e veloce, avendo la sicurezza di trovare sul portale un portfolio dei migliori professionisti” racconta Alessandro Bruzzi, CEO di Uala.itChe la necessità sia quella di prenotare un trattamento che fa parte della propria beauty routine o, come nel caso dei massaggi al vino, si tratti di uno sfizio di stagione, con Uala si ha la garanzia di poter riservare la propria coccola di bellezza 24/7, in completa autonomia e in tempo reale.”

Tecnoformazione è la piattaforma per seguire i tuoi corsi online sulla sicurezza

Scritto da mybookmarkservice il . Pubblicato in Istruzione, Nuovo Sito Web

Cerchi dei corsi di formazione sulla sicurezza sul lavoro? Scegli Tecnoformazione, la piattaforma intuitiva di Tecnologie d’Impresa per un apprendimento completo

Tecnologie d’Impresa presenta Tecnoformazione, la piattaforma online che ti offre un’interfaccia semplice e intuitiva per un apprendimento completo nel settore della sicurezza sul lavoro.
Scopri cosa ti riserva Tecnoformazione,scegli i suoi corsi di formazione online.

corsi sicurezza sul lavoro

I corsi sulla sicurezza sul lavoro comodamente a casa tua

Tecnoformazione ti offre una formazione completa con i corsi online sulla sicurezza ideati da Tecnologie d’Impresa.
I corsi della piattaforma di e-learning possono essere seguiti comodamente da casa o dove vuoi, scegliendo il momento più adatto in base agli impegni.
Tecnoformazione propone corsi caratterizzati da grafica intuitiva e interattiva, che permettono di riascoltare, rivedere e ritornare sui moduli già completati per comprendere gli errori commessi e poterli correggere.
Avrai l’appoggio di un esperto tutor online che attraverso la chat di Tecnoformazione potrà offrirti un valido sostegno, rispondere a domande e soddisfare le tue esigenze.

Corsi di formazione online e molto altro: la sicurezza di Tecnoformazione

Tecnoformazione è la piattaforma messa a disposizione da Tecnologie d’Impresa, un’azienda di Cabiate facente di un gruppo specializzato in servizi per la sicurezza sul lavoro, l’ ambiente e l’igiene alimentare.
La missione di Tecnologie d’Impresa è formare team di tecnici esperti nei settori trattati che sappiano soddisfare le esigenze operative di imprese e organizzazioni in modo tempestivo, professionale ed efficiente.
Grazie alla distribuzione di corsi di formazione sulla sicurezza, Tecnologie d’Impresa ha stretto partnership con la rete imprenditoriale su territorio italiano e all’estero.
I progetti formativi vengono ideati secondo le necessità delle diverse realtà a cui sono dedicati.
E possibile seguire corsi indirizzati ai formatori con lo scopo di creare squadre di persone in grado di formare esperti collaboratori che operino in settori come ambiente, sicurezza, qualità, ecc.
Vuoi saperne di più sui corsi di Tecnoformazione? Contatta Tecnologie d’Impresa, un operatore risponderà a tutte le tue domande.

Rai: CDA, Orfeo illustra dati ascolto

Scritto da Elena Todisco il . Pubblicato in TV

Da inizio periodo di garanzia Rai unica a crescere rispetto a 2016. Rai cresce al 35,1% di share sull’intera giornata (+0,7%), al 36,2% sul daytime (+1,6) e al 36,6% sulla prima serata (+0,1). Forte il traino di Rai1 con il daytime che sale di quasi un punto con i programmi tradizionali della mattina e la nuova formula di Vita in diretta.

Il Consiglio di Amministrazione della Rai si è riunito a Milano, nella sede di corso Sempione, sotto la Presidenza di Monica Maggioni e alla presenza del Direttore Generale Mario Orfeo. In apertura di seduta il DG ha illustrato al Consiglio gli ottimi risultati delle prime due settimane di ascolti nel cosiddetto periodo di garanzia (dal 10 settembre): dati che evidenziano come Rai sia l’unica tv generalista a incrementare gli ascolti rispetto a un anno fa. Rai cresce al 35,1% di share sull’intera giornata (+0,7%), al 36,2% sul daytime (+1,6) e al 36,6% sulla prima serata (+0,1).

A trainare questi risultati è soprattutto Rai1 con il daytime che sale di quasi un punto (+0,8%) con i programmi tradizionali della mattina e la nuova formula di Vita in diretta, e con i successi dei grandi protagonisti della prima serata: Carlo Conti, Fabio Fazio, Fiorella Mannoia e poi Elio Germano nell’omaggio a Nino Manfredi.

Molto positivi anche i numeri dei programmi di approfondimento giornalistico e di reportage su tutti i canali Rai.

Il Cda, su proposta del Direttore Generale, ha approvato la designazione di Roberto Nepote, attualmente direttore del Centro di Produzione Tv Rai di Torino, alla presidenza di Rai Com. Come amministratore delegato viene confermato Gian Paolo Tagliavia, così come i consiglieri Pier Forleo ed Eleonora Andreatta, ai quali si aggiunge la direttrice di Rai Cultura Silvia Calandrelli.

Nel corso della stessa seduta, il direttore di Radio Rai Roberto Sergio ha illustrato al Consiglio le linee guida dei canali della Radiofonia per la stagione 2017 – 2018.

FONTERai

Solidarietà: Gregorio Fogliani sostiene l’Emporio di Cesano Boscone con “Pasto Buono”

Scritto da articoli news il . Pubblicato in Alimentari e Bevande, Italia

Attraverso l’iniziativa benefica “Pasto Buono”, Gregorio Fogliani e QUI Foundation consegnano al supermercato solidale di Cesano Boscone 500 tonnellate di Cibo destinate ai più bisognosi.

Gregorio Fogliani

QUI Foundation e Gregorio Fogliani: continua la lotta allo spreco alimentare

Creato dall’attuale Presidente di QUI Foundation, Gregorio Fogliani, il progetto “Pasto Buono” continua la propria azione a favore dei più bisognosi. Impegnato da diversi anni nella lotta contro lo spreco alimentare, si occupa di raccogliere i pasti, ancora consumabili e sani, rimasti invenduti in bar, tavole calde, ristoranti ed esercizi aderenti al progetto, rendendoli disponibili a favore di chi ne ha necessità. L’ultima iniziativa, in particolare, ha avuto come oggetto la collaborazione con l’emporio della solidarietà del comune di Cesano Boscone, attivo da 2 anni e frutto dell’azione di Cooperativa Ies e Caritas. In particolare, il compito di QUI Foundation, onlus messa in campo dall’imprenditore di Genova nel 2007, è stato quello di raccogliere gli alimenti e trasportarli perfettamente conservati all’emporio. La struttura, dove è possibile per i meno abbienti far la propria spesa proprio come in un supermercato, senza però dover pagare, ha ricevuto da parte dell’organizzazione solidale la consegna di 506 tonnellate di cibo, pari a un valore di 1,2 milioni di euro. Una quantità di derrate alimentari che ha potuto soddisfare i bisogni di oltre 2.000 persone e a cui Gregorio Fogliani si è detto orgoglioso di aver contribuito.

La storia professionale dell’imprenditore Gregorio Fogliani in Qui! Group

Inserito, nel 2016, nello speciale numeri 1 d’Italia da Capital, Gregorio Fogliani è un imprenditore di adozione genovese. È proprio nel capoluogo ligure che muove i suoi primi passi come proprietario d’impresa: alla giovane età di 23 anni guida il Moody, un importante locale della città. Successivamente, sul finire degli anni ’80, si lancia in una nuova avventura attraverso la fondazione di Qui! Ticket Services, società specializzata nella fornitura di servizi alle imprese. Contemporaneamente alla diversificazione dell’azienda, diventata in seguito QUI! Group e specializzatasi anche nei sistemi di pagamento, welfare aziendale e programmi di fidelizzazione a favore dei dipendenti delle imprese, Gregorio Fogliani decide di dare l’avvio a un importante progetto solidale. Nel 2007 nasce infatti la onlus QUI Foundation e l’anno successivo “Pasto Buono”, progetto attraverso il quale l’associazione benefica si occupa di ritirare e distribuire ai più poveri il cibo sano rimasto invenduto negli esercizi commerciali come bar e ristoranti. Grazie all’impegno nel mondo solidale e al rispetto dei valori di trasparenza e legalità, l’imprenditore di Genova ha conseguito nel corso degli anni diversi riconoscimenti: nel 2013 riceve il Premio Guido Carli, mentre nello stesso tempo QUI! Group è diventata una delle prime aziende in Italia a ottenere il Rating di Legalità dell’Antitrust. L’anno successivo, a luglio la società ottiene il patrocinio dall’Agenzia per l’Italia Digitale, mentre a settembre è nominata dall’European Business Award come Campione Nazionale all’interno della categoria The UKTI Award for Innovation.