Archivio per 14 giugno 2017

Promozione Sala Slot Venice Experience

Scritto da Clickandplay.it il . Pubblicato in Giochi

E’ in arrivo una settimana favolosa su clickandplay.it!!! Dal 19 al 25 giugno 2017 Casinò di Venezia regala un bonus pari al 100% della prima ricarica, fino ad un massimo di 50€, a tutti coloro che giocheranno con le slot della Sala Venice Experience e faranno almeno una ricarica nel periodo della promozione (il bonus verrà riconosciuto solo una volta nel periodo).

E inoltre, per festeggiare l’inizio dell’estate, il 21 giugno una giornata SPECIAL SUMMER DAY: per tutti 1€ di bonus per il primo gioco effettuato nella giornata ed eccezionale raddoppio dei punti VIP per scalare le classifiche di clickandplay.it!!!

Le slot machine sono senza dubbio il più semplice oltre che il più divertente fra tutti i giochi presenti all’interno di un casinò e grazie a www.clickandplay.it giocare è divertente e allo stesso tempo sicuro, sia da pc che da mobile: titolare della licenza di gioco AAMS n. 15100, la piattaforma del Casinò di Venezia garantisce ai propri clienti il pieno rispetto della regolamentazione italiana. Innovazione, professionalità e una vasta offerta di giochi per soddisfare i diversi gusti degli utenti nonché tutela del gioco responsabile sono le caratteristiche fondamentali che fanno di clickandplay.it uno dei casinò online più sicuri e apprezzati.

Per info: tel. 0415297375 – e-mail: infogiocoadistanza@casinovenezia.it

Cortex, “Bblues” è il secondo singolo

Scritto da Laura Ruggeri il . Pubblicato in Arte, Cultura, Musica

“BBLUES” È IL NUOVO SINGOLO ESTRATTO DALL’ALBUM “MI SENTO INDIE”

Con la partecipazione del cantautore Bianco (nei cori) e di Riccardo Parravicini (nel mixaggio), il musicista triestino presenta un brano provocatorio in chiave blues.

Bblues è un gioco di parole una visione dei vizi, costumi ed usanze degli italiani all’italiana interpretati da Cortex in chiave blues.  “Mi sento indie” è l’ultimo lavoro in studio di Cortex registrato a Trieste con l’aiuto di Abba-Zabba e mixato a Torino presso M.a.m. studio da Riccardo Parravicini. Nel disco, dove tutti gli strumenti sono suonati dallo stesso cantautore, si evidenzia un interessante featuring con Alberto Bianco che sbuca come ospite nella prima canzone del disco.

ETICHETTA: IRAMRECORDS E RADIOCOOP

BIO

Il progetto CORTEX nasce nel 2007 con l’uscita del primo disco omonimo per l’etichettaudinese Arab Sheep. Nel 2008, suonando al Piper di Roma, alla finale del Tour Music

Fest, viene notato da MOGOL che lo premia per i testi, assegnandogli una borsa di studio al C.E.T. Nel 2010 – 2011 si dedica ad auto-produzioni sul web e a suonare dal vivo. Nel 2013 esce Cinico Romantico per Maninalto! Records di Milano, viene definito cantatore blues Lo-Fi ottenendo buone critiche dalla stampa dal web e dalle radio, ad ottobre 2013 viene scelto come artista della settimana da MTV New Generation.

Nel 2014 apre i concerti di Tonino Carotone e suona all’After party del concerto di Manu Chao. A Settembre riceve il premio Superstage al Mei di Faenza come miglior artista emergente dell’anno. Nel 2015 registra il suo terzo album che viene scelto assieme agli elaborati di altri 10 artisti italiani da IRMA Records, in collaborazione con Radio COOP, per far parte della collana “mi sento indie” distribuita in tutta Italia in esclusiva per le librerie Coop. L’album esce ad aprile 2016. Nel 2016 è impegnato in più di 50 live in tutta Italia; a Giugno viene premiato come artista emergente dell’anno in occasione dell’anteprima della festa della musica tenutasi a Mantova e riceve nuovamente una borsa di studio da parte di MOGOL. Vince il premio miglior cover al “Premio Bruno Lauzi Anacapri” per il pezzo il Poeta, alla finale canta con Ron, Fasano e tutti gli ospiti della serata Johnny il Bassotto di Bruno Lauzi. A Settembre apre il concerto di Daniele Silvestri al nuovo MEI 2016. A Novembre vieni invitato da Radio ohm ed il comune di Trino Vc al teatro comunale per tenere un concerto di ludo musica con i bambini. A Febbraio 2017 frequenta il C.E.T. di MOGOL specializzandosi ulteriormente nel campo della composizione.

CONTATTI & SOCIAL:

Sito: www.cortex-music.com

Facebook: www.facebook.com/Cortex-482564491754748/

Youtube: www.youtube.com/user/enricocortex

Soundcloud: soundcloud.com/enricocortex

L’Uomo Gatto con “Samba”. Il remake di un brano di Don Backy

Scritto da Giulio Berghella il . Pubblicato in Musica, Spettacolo, TV

In radio la scanzonata ed estiva interpretazione del volto più famoso di “Sarabanda” , il quiz musicale condotto da Enrico Papi

Chi non conosce L’uomo Gatto, all’anagrafe Gabriele Sbattella. Il 12 Novembre 2002 è il giorno del suo approdo televisivo nel fortunato programma di Enrico Papi dove, riesce ad arrivare alla finalissima contro il campione mascherato Max (al secolo Giulio De Pascale). Mantiene il suo titolo fino al 19 Febbraio 2003 quando viene spodestato da Diego Canciani da Sabaudia (Latina)  meglio conosciuto  come Tiramisù.
“Sarabanda” per Gabriele è stato un vero e proprio trampolino di lancio. Successivamente sarà ospite in altre trasmissioni televisive RAI, Mediaset, La7, MTV Italia e Sky. Ultimamente concorrente di Caduta Libera, il fortunato gioco preserale di Gerry Scotti e lo abbiamo visto protagonista di uno scherzo non molto “dolce” organizzato dalle Iene.
Grande intenditore di musica, si è voluto cimentare, con simpatia e senza prendersi troppo sul serio, nell’interpretazione di un brano in versione fresca ed estiva che presenta ai sui ammiratori e al pubblico radiofonico di cui è stato realizzato  anche un coloratissimo videoclip.
I ritmi latino americani (la musica brasiliana in particolare) gli sono sempre piaciuti in quanto gli danno una grande carica e mettono tanta allegria rispecchiando il carattere delle popolazioni di quell’area geografica del mondo.
Un pomeriggio d’estate Gabriele era nei di dintorni di Cento (dove ha vissuto per tre anni e mezzo) insieme alla compagna di allora, Myra. Nell’autoradio della sua automobile girava un cd di Don Backy (Myra è appassionata così come lo è lui della musica “datata” sia italiana che straniera). Rimase affascinato da uno di questi brani, “Samba”, soprattutto per il ritmo. Tutte le volte che saliva sulla macchina di Myra una delle canzoni più gettonate era proprio “Samba”.
Qualche tempo dopo, prima di fare ritorno a Porto San Giorgio, la sua città di origine, trova, al mercatino del riuso di Cento, questo 45 giri e logicamente lo compra.
A febbraio, inviato al Festival di Sanremo come giornalista, durante il tragitto percorso a piedi  dall’appartamento al Pala-Fiori, “Samba” era il brano che amava canticchiare e poi del resto se uno va a Sanremo e non canta è come se si va a Monaco di Baviera e non  beve la birra non trovate ? Poi arriva il giorno dell’incontro con  David Marchetti della Ghiro Records, già produttore di Anna Tatangelo che gli propone e lo convince  a realizzarne una  personalissima versione del brano di Don Backy.
Questa esperienza per  L’Uomo Gatto  è come vivere in un sogno, la base della canzone che arriva e la deve studiare, la sala di registrazione con la cuffia e il microfono (aveva utilizzato cuffia e microfono inizialmente durante il periodo “sarabandiano” e poi come speaker radiofonico) e la sessione di registrazione della canzone ed infine la realizzazione del videoclip.
Ad essere sinceri non è il primo videoclip in cui compare.
La prima apparizione è stata in quello della canzone “Le viole” interpretata dalla cantante Lighea, sua conterranea, poi, qualche mese fa è apparso nel video di “Mooseca” (la canzone di Enrico Papi) fino ad arrivare al video di “Samba”, tutto suo, solo con la splendida protagonista femminile.

https://www.facebook.com/LuomoGatto/

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play

promoradio@dcodcommunication.it
promostampa@dcocommunication.it

RAI 1 Angela, “Stanotte a Venezia” in onda stasera alle 21.20

Scritto da Elena Todisco il . Pubblicato in Cultura, Spettacolo, TV

Stasera in onda su Rai 1 nuovo viaggio notturno di Alberto Angela: “Niente Venezia da cartolina raccontiamo i suoi silenzi”

Ospiti Uto Ughi, Giannini, Parmitano “per coglierne tutta l’unicità”

Uto Ughi racconta Vivaldi dalla platea del teatro La Fenice, Giancarlo Giannini vestito come Carlo Goldoni attraversa la città e la commenta, l’astronauta Luca Parmitano la osserva dall’alto, svelandola nella sua unicità e fragilità. Stanotte a Venezia – quasi una citazione di Una notte a Venezia, fiabesca ed erotica operetta di Johann Strauss – è dopo le puntate dedicate al Museo Egizio di Torino, a Firenze, al Vaticano, la nuova tappa del viaggio televisivo di Alberto Angela, in onda stasera su Rai 1 alle 21.20. L’autore l’ha presentata nella più splendida tra tutte le sedi RAI: a Palazzo Labia, nel salone affrescato da Giambattista Tiepolo.

Quale periodo storico copre la vostra ricostruzione?

“Dalla fondazione della città, mostrando dei reperti archeologici conservati a Torcello, fino al Settecento di Casanova e Goldoni”.

Che muoiono tutti e due non a Venezia, di cui è ormai iniziata la decadenza: nel Settecento finisce la millenaria storia della Serenissima Repubblica.

La contemporaneità e i suoi problemi – l’eccesso del flusso turistico, l’inquinamento della Laguna, il rischio rappresentato dalle Grandi Navi – come vengono affrontati?

“Non spetta a me affrontarli, non è il mio mestiere. Abbiamo scelto la notte perché di notte si può rintracciare il vero e misterioso significato di Venezia e ancora di più appare la sua unicità, il suo essere un bene da tutelare, un lascito senza eguali da consegnare a chi verrà dopo di noi”.

Che cosa distingue il vostro programma da una cartolina illustrata, o da un trailer promozionale di cui la città non sembra avere bisogno?

“Il linguaggio del silenzio. Gli scorci segreti. La calma notturna che passeggiando – preziosa caratteristica veneziana – ti permette di ritrovare te stesso”.

Parsifal a Venezia” è il titolo di un romanzo, lui lo chiamava “un diario dell’anima”, del direttore d’orchestra veneziano Giuseppe Sinopoli. Anche in questo caso, un racconto tutto notturno, dominato dal piacere di perdersi nel labirinto senza uscita delle calli, dei campielli, delle fondamenta, dove Oriente e Occidente si incontrano di continuo. Dopo questa esperienza quale la sua impressione della città?

“Venezia è stata una sfida. Creare una città tra il mare e la laguna, piccola e indifesa, e farla diventare uno Stato, potente e temuto. Quali leggi la governavano, quale strategia aveva la sua classe dirigente? Il coraggio dei mercanti e degli esploratori, la nobiltà degli uomini e delle donne che l’hanno creata a fatta prosperare, la sua arte e la sua economia. Sono queste le traiettorie del nostro racconto, proposte anche con immagini spettacolari, realizzate dal personale RAI”.

Perché la scelta di far apparire Marco Polo, vecchio, al momento di fare testamento?

“E’ stato un uomo di un’audacia incredibile, spesso incompreso, anche se aveva vinto la sfida impossibile del viaggio di andata e ritorno in Cina. E’ un episodio commovente del nostro programma: lui, ormai morente, vuole lasciare degna memoria di sé”.

Venezia, città decadente o città splendente? Passato o futuro?

“Tutelare il passato per costruire il futuro. La grandezza di Venezia, credo, è stata resa possibile perché ha sempre giocato come una squadra, a vantaggio della comunità e non dei singoli”.

Fonte: La Stampa

ZuiN, “Fantasmi” è il singolo d’esordio

Scritto da Laura Ruggeri il . Pubblicato in Arte, Comunicati Stampa, Cultura, Musica, Spettacolo

“FANTASMI” È IL DIROMPENTE SINGOLO DI LANCIO DEL CANTAUTORE ROCK MILANESE

La canzone è un incoraggiamento a seguire i propri istinti, le proprie passioni a dispetto di chi cerca di convincerti che il giusto sia altrove.

“Fantasmi” è un viaggio dentro e fuori se stessi: i FANTASMI sono tutto ciò contro il quale siamo costretti a lottare ogni giorno, sono le persone che siamo costretti ad assecondare, sono le paure con le quali dobbiamo imparare a convivere. L’uomo in quanto tale è un essere insicuro di natura e ricerca nelle persone delle conferme per capire se la strada che sta percorrendo è quella giusta.

«Il FANSTASMA di questa canzone è quello che dà importanza solo al lavoro, quello che subdolamente cerca di convincerti che il giusto è in quello che lui crede sia meglio per te. Sorridi al fantasma ma ascolta la tua voglia». ZuiN

Radio date: 19 maggio 2017

Etichetta: Volume! Discografia moderna

BIO

ZuiN è un progetto nato nel maggio 2016 da un’idea dell’ex frontman della band indie rock Ninfeanera. ZuiN è nato con la voglia di raccontare storie, sentimenti e sensazioni che parlassero in prima persona. Fin da subito per ZuiN inizia un never-endig tour, chitarra e voce, che lo porta a suonare su palchi come Carroponte, Parco Tittoni Desio, Santeria Social Club come supporter di artisti punta della scena musicale indipendente italiana (Umberto Maria Giardini, Alessandro Fiori, Daniele Celona, L’orso ecc.).

Dopo qualche mese di attività live e di intensa scrittura inizia la collaborazione artistica con Claudio Cupelli che inizierà a seguire ZuiN come produttore artistico e co-arrangiatore dei brani. Un cantautorato italiano graffiante, ricco di pathos ed energia emotiva si fonde con arrangiamenti moderni, una forte ricerca dei suoni tipica di produzioni anglo-americane. Nell’aprile 2017 partecipa alla finale di Special Stage in Santeria Social Club a Milano, un form di OFFICINE BUONE – associazione che porta musica e cucina negli ospedali di tutta Italia -, ricevendo il Premio Social per il secondo classificato assegnato dalla giuria di qualità composta da Caterina Caselli, Mara Maionchi, Alberto Salerno, Fortunato Zampaglione.

Sempre ad aprile partecipa alla finale della prima edizione del contest per emergenti “MEMO Live” ideato dalla Direzione Artistica del locale nella persona di Antonio Vandoni e da Mescal, L’AltopArlAnte, All Music Italia, MEI. Il brano “Fantasmi” farà parte della compilation digitale che raccoglie tutti i pezzi in gara dei finalisti del concorso e che sarà prodotta dalla Mescal.

Contatti e social

Facebook: www.facebook.com/massimozuin?fref=ts

Instagram: @zuin_zuin

Twitter: twitter.com/massyninfea

Sennheiser annuncia la compatibilità dei propri prodotti e la partnership con 3CX

Scritto da Andrea Bianchi il . Pubblicato in Aziende, Tecnologia

Ballerup, DK e Londra, UK – Sennheiser, leader nella produzione di cuffie e altoparlanti di fascia alta, è lieta di annunciare la compatibilità dei prodotti e la propria partnership con 3CX, produttore di soluzioni UC software-based di nuova generazione.

Il portafoglio di prodotti UC di Sennheiser è ora completamente compatibile con il sistema telefonico di 3CX. Inoltre, con il rilascio della versione 15.5 della soluzione 3CX, la gamma di prodotti UC di Sennheiser assicura la fruibilità delle funzionalità avanzate integrate nella nuova release di 3CX. I due produttori hanno condotto test congiunti di ampia portata per verificare l’interoperabilità tra le soluzioni Sennheiser e 3CX, garantita con tutti i tipi di licenza della piattaforma UC di 3CX Phone System.

Andreas Bach, presidente di Sennheiser Communications A/S, ha dichiarato:” Siamo lieti di iniziare la nostra collaborazione con 3CX. L’interoperabilità consente di impiegare senza problemi cuffie Sennheiser UC con i soft client 3CX, assicurando ai nostri comuni clienti un’esperienza utente e e una qualità audio d’eccellenza”.

Nick Galea, CEO di 3CX afferma: ”Siamo lieti che Sennheiser sia partner tecnologico di 3CX. I prodotti Sennheiser sono rinomati per la qualità audio di livello superiore. Grazie alle cuffie Sennheiser UC, i clienti 3CX beneficieranno appieno dei vantaggi della nostra soluzione per le Unified Communications.”

A proposito di Sennheiser / www.sennheiser.com

Lo specialista audio Sennheiser è un produttore leader a livello mondiale di cuffie, microfoni e sistemi di trasmissione wireless. Con sede a Wedemark nei pressi di Hannover, in Germania, Sennheiser dispone di impianti produttivi in Germania, Irlanda e Stati Uniti ed è attivo in oltre  50 Paesi. Con 19 filiali commerciali e partner commerciali di lunga data, l’azienda fornisce prodotti innovativi e soluzioni audio all’avanguardia, ideati e prodotti secondo le esigenze dei propri clienti. Sennheiser, azienda a conduzione familiare fondata nel 1945, impega oggi oltre 2.750 dipendenti in tutto il mondo che condividono la passione per la tecnologia audio. Dal 2013, Sennheiser è diretta da Daniel Sennheiser e dal Dr. Andreas Sennheiser che rappresentano la terza generazione al comando della compagnia di famiglia. Nell’ambito del gruppo Sennheiser, la joint venture Sennheiser Communications A/S è specializzata nella produzione di cuffie e sistemi vivavoce sia wireless sia cablati per call-center, uffici e ambienti in cui si impiega la comunicazione unificata, nonché cuffie per il gaming e per dispositivi mobili. Nel 2015, il giro d’affari del gruppo Sennheiser è stato pari a 682 milioni di euro.

 

A proposito di 3CX (www.3cx.it)

3CX sviluppa un centralino telefonico IP software e open standard in grado di rinnovare le telecomunicazioni e di rimpiazzare i centralini proprietari. 3CX taglia i costi telefonici ed aumenta la produttività e la mobilità aziendale. Le soluzioni 3CX sono commercializzate esclusivamente attraverso il canale.

Grazie alla webconference basata su WebRTC integrata nella soluzione, ai client per Mac e Windows ed alle app per Android, iOS e Windows phone, 3CX offre alle aziende una piattaforma completa per le Unified Communications pronta all’uso.

Oltre 50.000 clienti nel mondo hanno scelto 3CX, compresi, Boeing, McDonalds, Hugo Boss, Ramada Plaza Antwerp, Harley Davidson, Wilson Sporting Goods e Pepsi. Presente su scala globale tramite la sua rete di partner certificati, 3CX ha sedi in U.S.A., Inghilterra, Germania, Hong Kong, Italia, Sud Africa, Russia e Australia.

Scopri di più su 3CX su FacebookTwitter e Google+.

Contatti per la stampa

SAB Communications snc
PR and Media Relations for 3CX
(e) press@sab-mcs.com
(t) +41 (91) 2342 397

Verifica impianto di terra locali medici: pubblicata la guida Inail

Scritto da WebmasterDeslab il . Pubblicato in Aziende

L’importanza di rendere un luogo di lavoro sicuro mediante una verifica impianto messa a terra al fine della salvaguardia dei lavoratori dai rischi di natura elettrica è, come più volte ricordato, un principio fondamentale che ciascun datore di lavoro è tenuto ad osservare nel rispetto del Testo Unico di Sicurezza (D.lgs 81/2008). Un principio che si rafforza ulteriormente anche quando ci si riferisce agli ambienti lavorativi di natura medico-sanitaria. Per questo l’Inail ha pubblicato nei mesi scorsi la Guida “Impianti elettrici nei locali medici: verifiche”.

Una sorta di memorandum di 10 capitoli contenente disposizioni normative specifiche per questo tipo di impianti, nonché indicazioni per la loro realizzazione e lo svolgimento delle verifiche periodiche. In altri termini, la guida è un documento che affronta la disciplina del DPR 462/01 per gli impianti di messa a terra e quelli di protezione contro le scariche atmosferiche estesa ai locali medici, per i quali rimane l’obbligo del datore di lavoro di garantire lo stato di sicurezza delle apparecchiature mediante un’accurata e costante manutenzione.

Assicurare la sicurezza degli impianti elettrici all’interno di una struttura medica, inoltre, è per certi aspetti un obbligo ancor più importante rispetto a quello previsto per un qualsiasi altro tipo di cantiere lavorativo, e la ragione è semplice da individuare. Nei locali medici, infatti, oltre al personale medico-infermieristico presente, bisogna considerare la presenza dei pazienti, per i quali è indispensabile garantire le migliori condizioni di salute e sicurezza. L’Inail ha voluto rimarcare questo aspetto, spiegando che i pazienti a causa del loro stato e della presenza di elettrodi all’interno o a contatto con il corpo, sono soggetti a pericoli anche quando si hanno valori dei parametri elettrici che per un essere umano in condizioni normali non rappresentano un pericolo.

In altri termini, nei locali medici eventuali incidenti di natura elettrica potrebbero avere conseguenze ben più pesanti rispetto ad altri luoghi di lavoro proprio per la presenza dei pazienti, le cui condizioni di salute sono decisamente più precarie di una persona in condizioni normali. Insomma, la guida pubblicata dall’Inail rappresenta indubbiamente un punto di riferimento essenziale quando si effettuano verifiche impianti di terra all’interno di una qualsivoglia struttura medica (ospedale, ambulatorio, studio privato ecc), la cui osservanza delle disposizioni in essa contenute è una prerogativa fondamentale per garantire livelli di sicurezza assolutamente adeguati.

Rosmy, il nuovo singolo è “Ho scelto di essere libera”

Scritto da Laura Ruggeri il . Pubblicato in Musica

“HO SCELTO DI ESSERE LIBERA” È IL NUOVO SINGOLO DELLA VINCITRICE DEL PREMIO MIA MARTINI

Dopo averla vista in prima posizione nella classifica Airplay della musica emergente italiana, la cantautrice torna con un brano che racconta la volontà di continuare sempre a migliorarsi, accettando il cambiamento inevitabile e scegliendo infine la libertà.

«E’ tutto scritto in un soffio. La musica è come un vento che soffia, continua a passare, a fluire tra colori intensi. E finché c’è vento, c’è respiro e ci sono nuove canzoni». Rosmy

Il pezzo racconta la forza di volontà di chi vuole raggiungere i propri obiettivi affrontando le diverse difficoltà. Il passare degli anni porta a diventare più forti e ad acquistare maggiore consapevolezza di sé, tanto da capire che il sorriso è indispensabile e che quella rabbia che ci si portava dentro era solo passione che doveva venir fuori.

«La libertà non si può spiegare. Si può soltanto respirare, è come quando manca l’aria, ne capisci il valore irrinunciabile. La libertà è la possibilità di sbagliare, di cercare, di sperimentare, di dire no, ai condizionamenti, alle convenzioni e alle mode, avere il coraggio delle proprie idee senza temerne le conseguenze.

Bisogna ritornare sui passi già fatti, per ripeterli, e per tracciarvi a fianco nuovi cammini. Bisogna ricominciare il viaggio. Sempre. Saranno i piccoli passi a coprire lunghe distanze. Non bisogna avere fretta, perché passo dopo passo arriveremo ovunque…C’è sempre un posto dove possiamo arrivare se crediamo fino in fondo in quello che facciamo». Rosmy

A breve l’uscita del relativo videoclip che lancerà un messaggio di incoraggiamento ai ragazzi, invitandoli a non sottovalutarsi, a riprovare sempre, anche dove e quando tutto sembra faticoso e difficile.

Autori: Giulio Iozzi, Rosamaria Tempone

Produzione Artistica e arrangiamento: Enrico Kikko Palmosi

Edizioni: Rosso al tramonto – UpMusic

BIO

Rosamaria Tempone in arte Rosmy è una cantante e attrice teatrale. Da anni si occupa di musica e prevalentemente del recupero e rielaborazione di vecchie melodie tradizionali. È erede della famiglia Trinchitella, musici e girovaghi di arpa e violino che hanno portato a New York e Parigi la tradizione “dell’arpa Viggianese”. È vocalist del gruppo musicale “The music Family” dei fratelli Tempone, che unisce tre fratelli nella passione per la musica. La sua voce è presente anche in vari spettacoli teatrali portati in scena in diverse città italiane. Nel 2005 è semifinalista alle selezioni del Festival di Sanremo e semifinalista come attrice e cantante musical ad ACT-Italy festival di Teatro con Fioretta Mari. Ha partecipato come comparsa nel video musicale “Parole in circolo” prodotto dalla Sony con il cantante Marco Mengoni. Prosegue il suo percorso musicale come cantautrice con un singolo inedito “Tra nuvole e sole” apprezzato per la sua originalità musicale e valenza sociale. Con il singolo successivo, “Un istante di noi” si aggiudica il primo posto al “Premio Mia Martini 2016” ed è anche vincitrice del premio speciale: “Miglior Brano Radiofonico”.

Rosmy a gennaio 2017 propone il nuovo singolo “Trema pure la città” e il 7 febbraio vola a Sanremo 2017 come ospite di rilevanza tra i “Grandi Eventi”, nella prestigiosa sala Mango di Casa Sanremo Official. Ad aprile abbiamo visto Rosmy al primo posto della classifica AirPlay della Musica Emergente Italiana, con “Trema pure la città”, classifica dei brani più ascoltati nelle radio.

CONTATTI & SOCIAL

Facebook: www.facebook.com/Rosmy-200352766976140/

Sito: www.rosmy.net