Archivio per 15 febbraio 2017

I disturbi della menopausa, la sindrome genito-urinaria

Scritto da kristin il . Pubblicato in Salute

Per molte donne, nella fase della menopausa che segue la scomparsa del ciclo mestruale, si possono avvertire i sintomi del disturbo genito-urinario e della atrofia vulvovaginale.

Si tratta di disturbi determinati dal progressivo deterioramento delle cellule che costituiscono i tessuti vaginali e della vulva, i quali coinvolgono anche quelli della vescica e dell’uretra.
A causa della scomparsa degli ormoni, estrogeni e testosterone, nella menopausa l’organismo accusa alcuni sintomi a carico dell’apparato urinario e genitale.

  • Sintomi vaginali: irritazione, bruciore, perdite vaginali biancastre odorose.
  • Sintomi urinari: urgenza nella minzione, incontinenza, bruciori, infezioni con cistiti.
  • Sintomi sessuali: mancanza di lubrificazione vaginale e dolore durante i rapporti sessuali completi.

Per la cura di tali disturbi, Artemedica Tor Vergata propone un trattamento che utilizza l’innovativa tecnologia Vagy Combi.
Questo dispositivo di ultima generazione, supporta il trattamento della sindrome genito-urinaria abbinando l’elettroporazione e la radiofrequenza, e contrastando il rilassamento cutaneo.

L’elettroporazione consente di veicolare l’acido ialuronico o prodotti ad azione idratante nella zona interessata, aumentando la permeabilità e tonificando i tessuti genitali.
La radiofrequenza somministra calore nella zona interessata, determinando un innalzamento del potenziale energetico delle membrane cellulari.

Per i mesi di Febbraio e Marzo 2017

TRATTAMENTO VAGY COMBI

in promozione al costo di 70 euro per seduta

L’offerta prevede anche una prima visita gratuita, comprensiva di:

  • counselling
  • valutazione del VHI (Vaginal Health Index) e del numero di sedute necessarie
  • eventuale prescrizione di esami propedeutici come pap test e tampone vaginale (esclusi).

Per informazioni e prenotazioni sulla visita e il trattamento Vagy Combi per la sindrome genito-urinaria, chiama il poliambulatorio presso i numeri 06 72 32 045 – 366 43 01 471 oppure scrivi a segreteria@artemedicatorvergata.it

Solidarietà e speranza al motto di “Qualcosa si puo’ fare”

Scritto da Sandro Matini il . Pubblicato in Religione

I Ministri Volontari di Scientology in aiuto a Posta e ai comuni del Centro Italia.

Roma 14 Febbraio 2017. E’ comprensibile che ora come nel momento delle scosse di terreomoto che hanno colpito il centro Italia, i comuni del luogo hanno bisogno di supporto e solidarietà.

Rispondendo alle richieste delle istituzione di Posta, nelle vicinanze di Amatrice, un gruppo di Ministri Volontari della Chiesa di Scientology sta dando supporto logistico di organizzazione degli aiuti accatastati in una ex-palestra e sta portando anche viveri e quanto occorre ai residente per superare i difficili momenti in cui bisogna ricominciare la vita civile.

Portando la loro esperienza nell’organizzazione, le abilità di comunicazione, nello spirito del loro motto Qualcosa si può fare al riguardo, i Ministri Volontari della Chiesa di Scienotlogy di Roma hanno dedicato giornate alle richieste portando ordine e fruibilità degli aiuti che sono giunti grazie al sentimento di soldarietà che anima gli italiani.

Continuando con il loro impegno, per il 25 Febbraio 2017 è prevista una riunione di volontari presso la locale sede della Chiesa di Scienotlogy di Roma in via della Maglianella. Saranno invitati tutti coloro che si vogliono unire in questo progetto di solidarietà per i comuni del centro Italia, molti dei quali hanno donato, grazie alle loro tradizioni ristoro ai residenti delle città che vi si recano in vacanza per l’estate. La necessità di una veloce ricostruzione è quindi vitale in questo momento.