Cultura partecipativa a 360°: a Udine, Palazzo ConTemporaneo diventa realtà

Scritto da Associazione culturale ETRARTE il . Pubblicato in Arte, Comunicati Stampa, Cultura, Fotografia, Italia, Spettacolo

Dal 12 aprile al 12 maggio a Udine c’è… un futuro da immaginare adesso con “2043 qui”

Dal 12 aprile al 12 maggio 2013 il centro di Udine ospita una dichiarazione d’indipendenza culturale concreta: il progetto “Palazzo conTemporaneo, 2043 qui” diventa realtà. In un’epoca di tagli drastici, fiato corto e sfiducia generalizzata, il Comitato U.P.I.M. (acronimo che sta per “Udine Prova a Immaginarti Migliore”, un gruppo di sei trentenni friulani) ha messo in piedi una manifestazione culturale di un mese, che vede più di venti realtà culturali della regione collaborare gomito a gomito.

Uno spazio privato prima occupato da locali commerciali – il palazzo cosiddetto “Upim” di proprietà Rizzani De Eccher tra via Cavour e via Savorgnana – diventa per 30 giorni il baricentro della ricerca artistica contemporanea del nostro territorio.

Oltre ai progetti espositivi proposti dalle associazioni culturali coinvolte, che vanno da Trieste a Pordenone con il coordinamento di ETRARTE, saranno esposti i lavori di 15 artisti selezionati tra coloro che hanno partecipato al bando “2043qui”, accompagnati – nei cinque weekend di apertura del Palazzo – da altrettante performance e incontri. Il tutto in un’ottica di cultura partecipativa, finanziata dal basso, autogestita (seppur da professionisti) e completamente ad ingresso libero. Inoltre, nell’ultimo fine settimana di apertura (10- 12 maggio), l’inedita sede artistica ospiterà anche alcuni degli appuntamenti inseriti nel programma della 9^ edizione di Vicino/Lontano.

Da sottolineare l’importante contributo degli sponsor che sostengono l’iniziativa, ovvero Banca di Credito Cooperativo di Manzano, Future Factory e Gruppo Autostar, e di coloro che hanno contribuito alla realizzazione pratica dell’intera manifestazione con una partecipazione tecnica, quali: A.F.A. Azienda Friulana Antincendi, AMGA Energia & Servizi, Arteventi, Bar Savio, Italian Chair District, QBell Technology e Unipol Assicurazioni di Cervignano. Indispensabile infine l’aiuto offerto dalla Protezione Civile del Friuli Venezia Giulia e da tutte le persone che si sono tuffate nel progetto collaborando a titolo gratuito per pura voglia di fare.

Si tratta di un evento senza precedenti in Regione, caratterizzato dall’essere innanzitutto un progetto indipendente, voluto e sostenuto dalla gente attraverso il crowdfunding e ideato, dedicato e costruito da under 35. I giovani del territorio hanno risposto ad una chiamata importante che parla di futuro e di creatività, ma anche di precarietà e provvisorietà, condizioni contro cui questa generazione lotta proprio per avere un futuro migliore. La finalità dell’intera iniziativa “Palazzo conTemporaneo” è il recupero di uno spazio creativo per le realtà territoriali legate alla ricerca culturale e artistica contemporanea, ma soprattutto la possibilità di creare un concreto tavolo di lavoro e condivisione per moltissimi giovani che producono eccellenza in ambito culturale.

“2043 qui” è il filo conduttore: parliamo di una progettualità a lungo termine, di una capacità di visione oltre al nostro quotidiano. Ci si chiede cosa ci sarà qui tra trent’anni e cosa lasceremo ai trentenni del 2043. L’obiettivo di oggi è dare spazio alle realtà che si stanno distinguendo per creatività e intraprendenza e che allo stesso tempo coltivano una progettualità concreta all’interno della realtà economica locale, cercando di trasformare le proprie intuizioni in solide fondamenta per costruire il futuro nelle nostre comunità.

Le porte di “Palazzo conTemporaneo” apriranno venerdì 12 aprile per l’inaugurazione delle ore 19:30.

Il programma dettagliato e le informazioni riguardanti tutti gli artisti e le associazioni coinvolti sono disponibili sul sito web di Palazzo ConTemporaneo.

Palazzo ConTemporaneo è un’iniziativa promossa dal Comitato U.P.I.M. (Udine Prova a Immaginarti Migliore) all’interno degli spazi inutilizzati del “Palazzo UPIM” situato a Udine tra piazzetta Belloni, via Cavour e via Savorgnana. Il sito, attualmente di proprietà del gruppo Rizzani De Eccher, verrà ricostruito nell’estate 2013. In vista di tale cambiamento del panorama della città, il Comitato ha ottenuto dalla proprietà dell’immobile il permesso di accedere e sfruttare i locali del palazzo al fine di renderlo un spazio artistico temporaneo.

Tags: , , , , , , , ,

Associazione culturale ETRARTE

L’Associazione Culturale ETRARTE si occupa della promozione e del sostegno alla ricerca artistica in ambito Contemporaneo. L’Associazione è particolarmente attenta alle produzioni culturali e agli artisti legati al territorio della Regione Friuli Venezia Giulia. Sin dal 2006, le attività realizzate dal ETRARTE si sono sviluppate attorno alle produzioni artistiche, ma anche al loro contesto, cercando di creare un dialogo costruttivo e reciproco fra chi produce arte e il suo pubblico. Negli anni ETRARTE ha sviluppato importanti collaborazioni, ottenendo il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia per la celebrazione del quinquennio STICEBORIS; manifestazione che si è svolta dal 2006 al 2010 e che ha coinvolto più di sessanta giovani artisti legati al territorio regionale. ETRARTE ha inoltre curato tre edizioni della famosa manifestazione “Immaginare il tempo”, che si tiene annualmente, al cadere dell’Equinozio d’Autunno, nel bellissimo Borgo di Clauiano (UD). Dal 2009 ETRARTE sta sviluppando nuovi percorsi che legano l’attività imprenditoriale e le realtà culturali d’eccellenza. Nel 2010 ha realizzato il progetto BERNARDI MEETS ART, coinvolgendo l’azienda Bernardi Group in un'iniziativa a cadenza annuale che ha permesso la creazione di una “collezione” legata all’arte contemporanea. Nuovo input a questa interazione fra impresa e realtà creative, viene proprio dalla Comunità Europea, che intende stimolare ed implementare queste relazioni come dichiarato nelle linee guida del “libro verde” 2014-2020. Con “Business Meets Art” ETRARTE intende dunque promuovere occasioni di dialogo tra il mondo dell’imprenditoria e le eccellenze culturali del territorio. Recentemente l'associazione ha inoltre curato le esposizioni d'Arte Contemporanea in occasione della manifestazione Vicino/Lontano, Premio Tiziano Terzani ed ha ricevuto il Premio Città Impresa in occasione del Festival Città Impresa promosso da Nordest Europa e Corriere della Sera.