Cosa fare nel Salento: itinerario per gli amanti dell’arte

Scritto da Anna Paola il . Pubblicato in Italia, Viaggi

Il Salento è una porzione di territorio compreso fra il Mar Jonio e il mare Adriatico e che coincide con una linea immaginaria che va dal golfo di Taranto fino a raggiungere il confine con il territorio di Brindisi. Per non perdere nessuna tra le più importanti bellezze del territorio, ecco alcuni consigli per vivere questa terra in tutta la sua completezza. Senza dimenticare il suo mare cristallino, o che anche la costa presenta paesaggi rurali ricchi di storia e dimore del passato (Masserie fortificate, Torri costiere, ville e dimore del ‘700) vi indichiamo, per gli amanti dell’architettura, i più importanti centri artistici del territorio, consigliandovi di cogliere, per un turismo di qualità, la media stagione, nella quale numerosi operatori propongono, ad esempio, offerte per i ponti di pasqua e 1 maggio nel Salento.

LECCE e il suo centro storico barocco. Percorrendo via Trinchese in tutta la sua lunghezza, potrete visitare la parte nuova e commerciale della città fino ad addentrarvi nel centro storico. Passando nei pressi di piazza Sant’Oronzo con il bellissimo anfiteatro e l’incredibile maestosità della cattedrale di Santa Croce, arriverete nel centro storico, lungo corso Vittorio Emanuele, fino a raggiungere il Duomo. Inoltre da Piazza Sant’Oronzo, prima di imboccare corso Vittorio Emanuele, girate a sinistra: visiterete il cuore della movida con tantissimi  locali e  pub di cucina tipica.

OTRANTO: oltre la bellissima costa ricca di spiagge immerse nella pineta, non perdete l’antico Porto, il castello aragonese  e, infine la cattedrale, con il suo famosissimo pavimento a mosaico, il più grande in Italia. Il centro storico di Otranto, inoltre , è incorniciato da un caratteristico litorale dove passeggiare per locali e ristoranti.

GALLIPOLI: Gettonatissima meta balneare con le sue spiagge cristalline, non deve distogliere l’attenzione dal suo altrettanto meraviglioso centro storico. Gallipoli vecchia, cosi’ denominata, è un borgo incredibile che sembra galleggiare sul mar Jonio  dove numerosi palazzi e monumenti vi affascineranno  in tutto il loro splendore. Da non perdere Il castello Angioino, la Chiesa del Sacro Cuore e il rinomato mercato del pesce.

NARDO’: Il più grande agglomerato urbano dopo Lecce, vanta un centro storico tra i più caratteristici del territorio per la diversità delle contaminazioni subite nei secoli (Messapi, Bizantini, Saraceni e Borboni). Da non perdere assolutamente il Castello della famiglia Acquaviva, oggi sede del Municipio, Piazza Salandra dove sorgono il Sedile, il Palazzo del vecchio Tribunale, la fontana del Toro; infine le bellissime e numerose chiese dei vicoli.  Sulla via che porta al mare, denominata “Le Cenate”, è possibile ammirare numerosissime ville e dimore nobiliari.

SANTA MARIA DI LEUCA: E’ formata prevalentemente dal suo bellissimo porto segnalato da un faro dal quale si accede fino alla Basilica di Santa Maria de Finibus Terrae, attraverso  una scalinata di 284 gradini.  Leuca è inoltre molto conosciuta per le sue splendide Ville ottocentesche e per la sua meravigliosa costa ricca di grotte e fondali marini di rara bellezza. Conosciuta anche “Punta del Tacco”, viene spesso identificata come punto di congiunzione fra i due mari. L’incontro delle correnti, infatti, determina una linea di separazione che ha creato, nell’immaginario collettivo, l’idea che fosse il reale punto di divisione. In realtà storicamente e geograficamente, il vero confine tra i due mari è posto all’altezza del canale d’Otranto (da Punta Palacia all’Albania)

Consulta le case vacanza di clicksalento.com

Tags: , ,

Anna Paola

Affitti nel Salento per le vacanze al mare o in centro città