Conferenza “Giornalismo e corretta informazione” con Paolo Del Debbio affiancato dal manager Salvo Nugnes a San Vittore a Milano

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Cultura, TV

Si preannuncia un appuntamento di rilevante interesse e grande attualità la conferenza su “Giornalismo e corretta informazione” tenuta dal noto giornalista conduttore Paolo Del Debbio all’interno dell’istituto di reclusione carceraria di S. Vittore a Milano, in data venerdì 31 gennaio alle ore 16.30. Ad affiancarlo nel ruolo di relatore ci sarà il manager Salvo Nugnes, agente di importanti esponenti nell’ambito cultura e spettacolo. L’evento, che si terrà davanti ai detenuti, si colloca tra le corpose iniziative di solidarietà organizzate nei contesti carcerari milanesi di S. Vittore, Opera e Bollate e rientra nel programma del rinomato Festival Artistico Letterario “Cultura Milano” ideato da Salvo Nugnes con l’intento di diffondere un messaggio etico sociale di cultura accessibile a tutti e alla portata di tutti. Tra gli illustri personaggi ospitati Corrado Augias, Katia Ricciarelli, Claudio Brachino, Bruno Vespa, Francesco Alberoni, Stefano Zecchi, Roberto Gervaso, Antonino Zichichi, Mogol e molti altri.

Del Debbio, originario di Lucca, è anche docente e professore di etica della comunicazione allo IULM di Milano. Nel 2011 l’ex sindaco di Milano Gabriele Albertini lo ha nominato assessore al decentramento. Ha lavorato per diversi anni in Fininvest, prima come coordinatore del centro studi e poi come assistente personale di Fedele Confalonieri. Attualmente è impegnato nella conduzione del fortunato programma “Quinta Colonna” trasmesso su Rete 4 in fascia quotidiana e settimanale, con forte successo di ascolti.

Del Debbio spiega “L’edizione quotidiana di -Quinta Colonna- è orientata a proseguire la linea di quella settimanale in onda in prima serata. Si continua con l’obiettivo di dare voce alla gente, senza filtri, poiché le persone devono avere la possibilità di esprimersi sempre e comunque”. E aggiunge “Le puntate dell’edizione quotidiana sono più legate ai fatti quotidiani, alla stretta attualità. Che non vuol dire prendere spunto dalla prima pagina dei giornali, ma seguire quello, che interessa di più al popolo. Abbiamo una redazione in gamba, che annusa la realtà e prova a capire i fatti: il nostro pubblico è quello, che si alza alla mattina e ha tanti problemi concreti da affrontare”.

Sugli ospiti selezionati per partecipare a “Quinta Colonna” precisa “Scelgo quelli, che non si lamentano con me, perché li faccio parlare poco, perché dicono che li tratto male o che sono anticasta. Se poi questo profilo coincide con i segretari politici, quelli proprio non li voglio, perché un segretario non è più credibile di un altro esponente dello stesso partito, però, ho notato, che c’e’ una generazione di politici giovani, che hanno molta voglia di riscatto ed è un certo segno positivo. Preferisco avere loro in trasmissione. Ad esempio Alessandra Moretti del Pd l’abbiamo avuta noi per primi, -Quinta Colonna- ne ha segnato il debutto in tv a suo tempo”.

Tags: , , , , , , , , , ,