Bruno Bassetto, chirurgo estetico e plastico, in visita all’esposizione dedicata a Cezanne e agli artisti italiani del ‘900

Scritto da ufficio-stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura, Opinioni / Editoriale

Una mostra eterogenea e ricca di grandi personalità italiane è stata recentemente ospitata al Vittoriano a Roma. “Cezanne e gli artisti italiani del 900” ripercorre un Secolo di storia dell’arte sulle orme del grande maestro del cubismo e della sperimentazione pittorica volta alla riduzione della realtà alle sue forme essenziali.

Il rinomato chirurgo estetico Dott. Bruno Bassetto, specialista della Clinica Marostica Salus, ha colto l’occasione di visitare l’imperdibile esposizione, della quale ha affermato: “è stato interessante scoprire i profondi legami tra i grandi artisti italiani contemporanei e successivi Cezanne; ho molto gradito l’accurato lavoro che è stato fatto per riunire personalità così differenti, e rintracciarne il filo conduttore che li accomuna e che rimanda irrimediabilmente a Cezanne.”

La prestigiosità dell’esposizione è stata garantita dall’intervento e dalla collaborazione di molteplici Enti nazionali, critici d’arte, Gallerie e Musei di tutto il mondo.

Un centinaio di opere che raccontano l’arte novecentesca Italiana da un punto di vista nuovo; il celebre Dott. Bassetto ha colto questa innovazione dichiarando che “ogni arista presentato a questa mostra, da Morandi a Boccioni, da De Pisis a Casorati, Carrà, Sironi e Capogrossi, hanno una forte unicità di stile e di linguaggio; ognuno di loro ha svolto un lavoro e una sperimentazione straordinari e indelebili della storia dell’arte d’Italia. Assimilare le loro opere a Cezanne è un indiscusso valore aggiunto”.