Borghi Autentici: slow&cultural

Scritto da Fausto Faggioli il . Pubblicato in Cultura, Italia, Libri, Turismo

Un invito? Un suggerimento? Sicuramente un “save the date” per ritrovarci sabato 6 luglio alle ore 17:30, nella chiesa di San Bonifacio del castello di Cusercoli (FC), dove il Dipartimento di Beni Culturali dell’Università di Bologna presenterà il libro “Un esempio di koinè di un territorio: il borgo di Cusercoli”.  Cronaca di un percorso di ricerca.

Cusercoli è uno dei Borghi Autentici più suggestivi del territorio forlivese, con un coinvolgimento a 360° della sua Comunità ospitale che si propone come destinazione di turismo sostenibile in cui tutti gli elementi e gli attori locali lavorano in sinergia dando particolare importanza alla Comunità, forza vitale del Borgo.

Nonostante il trascorrere del tempo a volte ne abbia oscurato i destini, la maestosità del suo antico castello è tuttora vivacissima e grazie al lavoro della Pro Loco Chiusa d’Ercole è un emozionante palcoscenico di produzione culturale. Dalle sue mura, gli occhi possono godere di un paesaggio unico fatto di tetti, di vigneti, di ginestre giallo oro, poi delle acque del fiume Bidente e in alto, il più bel cielo trasparente che la nostra terra possa offrire.

“La storia del Castello di Cusercoli – sottolinea Fausto Faggioli, vicepresidente BAI Tour (Borghi Autentici d’Italia) – è fra le più emozionanti del territorio forlivese se la leggiamo con la lente del “tailor made” perché in questo contesto il Borgo, con le attività “su misura”, diventa fonte d’ispirazione, vero e proprio laboratorio, confermando un territorio molto vivace che riesce a coniugare emozioni e tradizioni, pienamente consapevoli che esiste una “Italia speciale” ricca di valori e di risorse spesso uniche, di un saper fare e di capacità d’innovazione diffuse e straordinarie.”

“La Comunità Ospitale  – aggiunge Alberto Capacci, presidente Pro Loco Chiusa d’Ercole –  è un modello di offerta turistica innovativo in cui il Borgo si propone come meta per una vacanza responsabile e sostenibile alla scoperta dell’anima di un luogo e della sua gente. La vacanza in una Comunità Ospitale è, prima di tutto, un’esperienza. È un mettersi in gioco, una scoperta continua del Borgo e dei suoi abitanti, del territorio che lo circonda e della sua atmosfera, attraversandolo con il desiderio di farne parte, magari per pochi giorni, ma in profondità.”

Chiuderà questa parentesi culturale pomeridiana, un aperitivo nel Giardino pensile del Castello la cui forma a prua di nave rivolta verso il fiume, rende possibile una visuale a 360° verso il mare e verso la Toscana e che, nel corso del 1700, fu considerato fra i giardini più belli della Romagna. Una “chicca” finale dell’incontro con questo magnifico maniero, anche teatro di eventi estivi organizzati dalla Pro Loco Chiusa d’Ercole, perfetti per passare qualche ora in compagnia circondati da rose, cipressi e bossi in stile “all’italiana”.

Per informazioni: info@prolocochiusadercole.it

Fausto Faggioli

Nell’Appennino tosco-romagnolo le FATTORIE FAGGIOLI sono un’azienda agrituristica ecosostenibile e multifunzionale, costituita da un insieme di casali rurali in pietra costruiti sulle fondamenta dell’antico “castello Basino”. E’ stata ristrutturata seguendo l'identità territoriale e l'ecocompatibilità energetica con tecnologie che permettono di "utilizzare" le energie rinnovabili e realizzare la "circolarità" dei processi (ciclo dell'acqua, dell'energia e riciclaggio dei materiali) offrendo un modello di assoluto equilibrio ambientale. Accogliente e familiare è l’ambiente ideale per vivere esperienze che riportano al benessere, seguendo corsi di cucina naturale, erbe officinali, bio ginnastica e attività all’aria aperta. L’Unione Europea le definisce “fattorie modello” per la multifunzionalità, per la qualità delle proposte e dei progetti pilota ecosostenibili. Da oltre vent’anni la famiglia Faggioli partecipa in prima persona alla divulgazione della propria esperienza con docenze e testimonianze presso Università, Enti di Formazione, Amministrazioni pubbliche e private, svolgendo Stage in Fattoria e Corsi di Management e Formazione per lo Sviluppo Rurale. Per la creazione di un sistema educativo verde, sostengono azioni in grado di conciliare, per i Territori Rurali, qualità della vita, sviluppo economico, sostenibilità, tradizione e modernità.