Beni Culturali: una rinascita competitiva per i Territori

Scritto da Fausto Faggioli il . Pubblicato in Comunicati Stampa, Cultura, Istruzione

Si sta svolgendo a Forlimpopoli (FC), il Corso “Tecnico della valorizzazione dei beni e prodotti culturali”, progetto e frutto dell’impegno costante che l’Ente Formativo FIPES Group dedica da sempre al generale contesto economico ed ai significativi cambiamenti strutturali nei comportamenti di consumo.

Coordinato da Pamela Corbara, il Corso formerà  un gruppo di Tecnici con l’obiettivo di promuovere, con un nuovo linguaggio e nuove tecniche, la nostra Regione, dando risalto all’identità territoriale e creando nuove opportunità di sviluppo, mercato e turismo. Attraverso nuove formule, frutto delle attività dei Corsisti, le Comunità locali svilupperanno le proprie potenzialità facendosi conoscere anche in un mercato più vasto di quello strettamente locale. La Romagna è una terra di grande cultura caratterizzata da diverse realtà, da quella marittima a quella montana, che portano con sé un patrimonio unico e inestimabile.

“I beni culturali – sostiene Fausto Faggioli, docente nell’ambito del Corso – vanno valorizzati a fini didattici e formativi, e messi in primo piano a fini turistici per la rinascita economica del Paese. Sono il biglietto da visita dei nostri Territori che oggi, per vincere le sfide, devono essere uno spazio culturale dove relazionarsi e fare esperienze. Perché una valida e facile fruizione ai luoghi di interesse culturale è necessaria con la capacità di suscitare emozioni e, nell’era del web, sono anche indispensabili la “raggiungibilità” on line per condividere l’esperienza vissuta con la propria rete durante e dopo la visita.”

“In quest’ambito – aggiunge Antonio Pipio, presidente di Fipes – un gruppo di giovani si sta specializzando sullo sviluppo e sulla realizzazione di un ampio progetto di promozione turistica del Territorio per mettere “a frutto” la grande ricchezza artistica e architettonica che possediamo e che non ha eguali nel mondo. Il Territorio ha bisogno di imprenditori che lavorino con le dovute competenze e che affrontino la necessità di far propria una logica di responsabilità verso il Territorio in cui operano con una nuova etica della produzione, della distribuzione e della vendita.”

I tecnici della valorizzazione dei prodotti e dei beni culturali si propongono infatti di favorire la collaborazione  e la comunicazione tra Cultura e Turismo, affinché possano viaggiare nella stessa direzione, creando e mantenendo vivo il dialogo tra le piccole e grandi realtà che compongono il Territorio.

“I beni culturali e le bellezze del paesaggio – conclude il gruppo di Corsisti – non sono  sufficienti ad attrarre turisti: servono persone preparate che possano offrire una varietà di servizi e che diano una chiave di lettura originale ed emozionante del Territorio. Il nostro ruolo è quello di collaborare con chi ha interesse a promuovere e valorizzare il Territorio, coinvolgendo tutti gli aspetti della nostra Comunità: dall’enogastronomia all’artigianato locale, dal patrimonio artistico al naturale. Ogni peculiarità del nostro Territorio può essere un volano per l’economia e la Romagna, terra ricca di tradizioni e storia, merita di raggiungere la giusta visibilità. Questa è la sfida che noi, tecnici di Fipes Group,  abbiamo colto.”

Fausto Faggioli

Nell’Appennino tosco-romagnolo le FATTORIE FAGGIOLI sono un’azienda agrituristica ecosostenibile e multifunzionale, costituita da un insieme di casali rurali in pietra costruiti sulle fondamenta dell’antico “castello Basino”. E’ stata ristrutturata seguendo l'identità territoriale e l'ecocompatibilità energetica con tecnologie che permettono di "utilizzare" le energie rinnovabili e realizzare la "circolarità" dei processi (ciclo dell'acqua, dell'energia e riciclaggio dei materiali) offrendo un modello di assoluto equilibrio ambientale. Accogliente e familiare è l’ambiente ideale per vivere esperienze che riportano al benessere, seguendo corsi di cucina naturale, erbe officinali, bio ginnastica e attività all’aria aperta. L’Unione Europea le definisce “fattorie modello” per la multifunzionalità, per la qualità delle proposte e dei progetti pilota ecosostenibili. Da oltre vent’anni la famiglia Faggioli partecipa in prima persona alla divulgazione della propria esperienza con docenze e testimonianze presso Università, Enti di Formazione, Amministrazioni pubbliche e private, svolgendo Stage in Fattoria e Corsi di Management e Formazione per lo Sviluppo Rurale. Per la creazione di un sistema educativo verde, sostengono azioni in grado di conciliare, per i Territori Rurali, qualità della vita, sviluppo economico, sostenibilità, tradizione e modernità.