Banca Valsabbina: i primi dati relativi al 2018 evidenziano un andamento positivo

Scritto da articoli news il . Pubblicato in Aziende, Economia

Il 2018 si apre positivamente per Banca Valsabbina, l’istituto di credito leader sul territorio bresciano. Secondo le prime anticipazioni si evidenzia un incremento del 17% su base annua del margine di interesse.

Banca Valsabbina

Banca Valsabbina: i dati relativi al 2018

“Negli anni della crisi, la Valsabbina ha svolto appieno il proprio ruolo a sostegno del territorio: il 2017 è stato un anno denso di iniziative, che confermano le prospettive di sviluppo del piano varato lo scorso anno”: così il Presidente di Banca Valsabbina ha commentato i risultati dei primi mesi del 2018, sottolineando un andamento positivo per l’istituto di credito bresciano. La crescita di Banca Valsabbina è evidenziata dai dati che sono emersi durante l’Assemblea Ordinaria che si è svolta al Gran Teatro Morato, oltre che dalla volontà di assumere altri dipendenti in un prossimo futuro, nonostante negli ultimi 5 anni ne siano già entrati un centinaio. Il Direttore Generale ha anticipato i dati relativi al 2018: la banca ha un patrimonio netto di 382 milioni di euro, una raccolta diretta di 3,161 miliardi di euro e una crescita della raccolta effettiva da clientela del 7%. La raccolta indiretta di un miliardo e 691 milioni è in aumento su base annua. Gli impieghi verso la clientela registrano un incremento del 10% e hanno raggiunto i 3,040 miliardi di euro.

Banca Valsabbina: i principali argomenti emersi durante l’Assemblea Ordinaria

Il Direttore Generale Tonino Fornari, durante l’Assemblea Ordinaria, ha definito Banca Valsabbina una realtà “viva, che produce reddito”. All’intervento di Fornari ha fatto eco quello del Presidente Renato Barbieri che, soffermandosi proprio sull’andamento del primo trimestre 2018, ha sottolineato come sia stato possibile “recuperare gran parte delle perdite dell’anno prima. Le prospettive sono positive e ci attendiamo un miglioramento nel prossimo biennio”. Per rimanere competitivi la soluzione migliore è quella di puntare sul settore Fintech, oltre ad accettare il rischio d’impresa, due strategie fondamentali per fare in modo che le banche del territorio rimangano il bastione di difesa della nostra economia. Banca Valsabbina opererà su questa linea: “Abbiamo concesso credito alle Pmi e agli artigiani sostenendo l’economia locale, al contrario delle grandi banche”, ha commentato Fornari, ricordando come negli ultimi 5 anni l’istituto di credito abbia assunto 100 dipendenti e miri a nuove assunzioni nel 2018. Tutti elementi che hanno favorito la crescita dei correntisti, ben 24mila in più rispetto al 2008, e la diversificazione strategica, con l’apertura della settantesima filiale a Milano. Dati che fanno guardare con fiducia al futuro.

Tags: