Autotrasporto in Francia, il Parlamento elimina definitivamente l’Ecotassa

Scritto da WebmasterDeslab il . Pubblicato in Dal Mondo, Economia

Gli autotrasportatori francesi sono tornati nei giorni scorsi ad alzare la voce contro il Governo per la questione Ecotassa, e lo fanno dopo che il Consiglio di Stato ha fatto notare che il provvedimento non è stato in realtà ancora abrogato, a seguito dell’esposto presentato dall’associazione ecologista “Alsazia Natura”. La tassa ambientale, applicata a tutti i mezzi di trasporto merci superiori a 3,5 tonnellate, ha sempre rappresentato una questione sospesa negli ultimi due anni, per la quale gli autotrasportatori francesi attendevano sviluppi da tempo.

L’attuazione della tassa era stata sempre rinviata nel corso degli ultimi anni fino ad essere sospesa a tempo indeterminato nell’ottobre 2014 per volere del Ministro dell’Ambiente Ségolène Royal.

Questo aveva fatto scattare le proteste da parte delle associazioni di categoria contro l’immobilismo del Governo francese, in particolare da parte di OTRE (l’Organizzazione degli autotrasportatori europei) e FNTR (la Federazione nazionale francese degli autotrasportatori), che accusavano l’Esecutivo di non aver rispettato gli impegni presi e che per questo si dichiaravano pronte a dare battaglia nei prossimi mesi.

Ma nei giorni scorsi c’è stata finalmente la svolta. Un emendamento socialista alla Legge Finanziaria 2017, votata dall’Assemblea Nazionale nella notte tra il 17 e il 18 novembre, ha di fatto sancito l’abbandono definitivo del balzello.

L’Ecotassa, approvata dal governo Sarkozy nel 2009, aveva come duplice obiettivo quello di ridurre l’impatto ambientale del trasporto su strada delle merci, compreso ovviamente il trasporto auto con bisarca, e ottenere le risorse necessarie per la creazione di nuove infrastrutture stradali, e la manutenzione di quelle già esistenti.

Tags: , ,