Archivio Autore

Michelle Carpente alla conduzione di “Ben 10 – La Sfida” il nuovo Game Show in onda su Boing

Scritto da uff stampa il . Pubblicato in Spettacolo, TV

Ad ottobre arriva in esclusiva Prima TV su Boing (canale 40 del DTT), il game-show BEN 10 – LA SFIDA, una produzione internazionale targata Cartoon Network che ha visto coinvolti 8 paesi: Francia, Germania, Italia, Medio Oriente, Polonia, Spagna, Turchia e Inghilterra.

A condurre l’edizione italiana, l’attrice e presentatrice Michelle Carpente (“Scusa ma ti chiamo amore”, “Scusa ma ti voglio sposare”, “Romolo + Giuly”).

L’appuntamento è dal 9 ottobre tutti i lunedì alle 19.55 nel SUPER DUPER.

Ognuno dei 10 episodi da 22 minuti vedrà sfidarsi due squadre, la blu e la gialla, composte da un adulto e due bambini (in rappresentazione del trio Ben, Gwen e il nonno Max).

I gruppi si confronteranno in diverse prove, protagonisti saranno i ragazzi ma anche gli adulti dovranno mettersi in gioco, guidarli e supportarli.

Nel game show verranno utilizzate tecnologie come la realtà aumentata e tanti emozionanti effetti speciali. Non mancheranno, inoltri, i nemici e gli alieni iconici di BEN 10.

Nella prima prova, l’OMNIQUIZ, verrà testata la conoscenza della serie di Ben 10, con l’obiettivo di “scovare” il maggior numero di alieni in un tempo massimo di 30 secondi.

La seconda sfida, invece, l’OMNICHALLENGE, sarà composta da 4 giochi “fisici” ispirati alla serie: “Il tesoro dell’Ape Regina”, “Stregone e i Goblin”, “Lo stomaco di Slurpstack” ed “Il Calamarogio”. Questa missione testerà la forza fisica, la velocità ed il talento dei due team.

Infine, la terza sfida, chiamata l’OMNIDUELLO, prevede un insieme di giochi interattivi misti a realtà aumentata: “A tutta velocità”, “Il vulcano”, “I percorsi invisibili” ed “A caccia di cattivi”.

Una volta terminato il duello, verranno contati i punti acquisiti da ogni squadra ma il gruppo vincente non potrà ancora cantare vittoria!

Sarà chiamato, infatti, ad affrontare una missione contro il tempo: l’OMNISFERA.

BEN 10 – LA SFIDA è un game show per tutta la famiglia all’insegna dell’avventura, delle risate e delle emozioni dove vengono esaltati il coraggio, la creatività ma soprattutto il lavoro di squadra.

Ad anticipare il programma, alle 19.25, andranno in onda in esclusiva Prima TV free i nuovi episodi di BEN 10.

Tanti Vip attesi a Cinecittà World per il Party di Halloween

Scritto da uff stampa il . Pubblicato in Film, Spettacolo

Cinecittà World, il Parco divertimenti del Cinema e della Tv di Roma, si trasforma per festeggiare Halloween.

A partire dal 7 Ottobre, e per tutto il mese, i visitatori potranno scoprire le nuove attrazioni da brivido del Parco: Inferno, la montagna russa al buio immersa nei gironi dell’Inferno di Dante, la Horror House, nel Far West, un percorso con attori veri, tra i set più terribili della storia del cinema horror. Da The Ring a Nightmare, da l’Esorcista a Venerdì 13, all’antro di Lord Voldemort, ispirato dalla saga di Harry Potter, gli ospiti camminano a fianco dei loro peggiori incubi cinematografici.

Effetti speciali a piene mani in Trucchi da Paura, un live show divertente, interattivo e dal ritmo sfrenato che svela i segreti dei film horror, danzatori acrobati nello show Inferno, uno spettacolo sorprendente, sempre ispirato ai gironi danteschi, che sfidano le leggi della fisica e si muovono sciolti dai vincoli della gravità. Come le anime non hanno peso, così i ballerini volano letteralmente sul palcoscenico. Lo show, prodotto da Emiliano Pellissari, ha ottenuto numerosi riconoscimenti internazionali.

Solo per il mese di Halloween Cinecittà World aggiunge 4 Attrazioni a tema “dark”The Walking Dead una Escape Room popolata da Zombie Viventi, la foresta di Indiana Adventure che si popola di creature tribali, cannibali e indigeni stile voodoo, Bloody Lady percorso tra le vampire sexy e bad girls affamate, infine l’Horror Welcome Show in cui mostri e vampiri attendono il tramonto per circondare i visitatori del parco.

Ricco il calendario degli eventi del mese: si comincia Sabato 7 Ottobre dalle 17 a notte con il party di inaugurazione della stagione di Halloween con madrina Anna Falchi, dal 6 all’8 tre giorni di sport con la Roma Sport Experience, dall’11 al 13 le riprese, a cui il pubblico potrà assistere e partecipare, del nuovo film di e con Giorgio Tirabassi “Il grande Salto” con Ricky Memphis, Valerio Mastrandrea, Marco Giallini, Lillo e Roberta Mattei. Grande Cinema in parallelo, dall’11 al 15, con la 13° edizione del Saturno Film Festival, conclude alla grande il weekend Domenica 15 alle 16 l’anteprima nazionale del film di animazione “Monster Family”con accesso gratuito per gli ospiti del parco.

“Cammini tra personaggi famosi, puoi recitare a fianco di star come Giorgio Tirabassi o Ricky Memphis, assistere a film in anteprima. Quale esperienza migliore per i nostri visitatori?..” commenta l’Amministratore Delegato Stefano Cigarini ”…a Ottobre Cinecittà World esplode il suo DNA di Parco divertimenti del Cinema!

Tra gli ospiti confermati:  Vincenza Cacace, Euridice Axen, Gloria Guida, Elisabetta Pellini, Giovanna Rei, Chiara Tomaselli e tanti altri.

L’evento sarà organizzato in collaborazione con Tiziana Rocca Production.

Dolcetto o scherzetto? Venite a scoprirlo a Cinecittà World!

Cinecittà World è a Roma, Via di Castel Romano, uscita 26 Via Pontina a 10 minuti dal Grande Raccordo Anulare.

Orario 11-19. Per acquisto biglietti e menù online, info, aperture e orari di dettaglio www.cinecittaworld.it 06 4041.1501

Un viaggio lungo 9 secoli. I discendenti di Dante e di Cante Gabrielli finalmente si incontrano

Scritto da uff stampa il . Pubblicato in Cultura

Saranno SPERELLO DI SEREGO ALIGHIERI  e  ANTOINE  DE GABRIELLI, discendenti  dei due storici protagonisti  del Medioevo  italiano, a incontrarsi  a Gubbio. Cosa accadrà a distanza di  9  secoli da quei fatti che  videro protagonisti i loro antenati? Torneranno a vivere le vicende tormentate che sconvolsero la vita del poeta Dante Alighieri e segnarono le sorti della letteratura,  grazie alla creazione del capolavoro immortale della ‘Divina Commedia’, scritta  nei  19 anni di esilio,  lontano  da Firenze. Fu Cante Gabrielli da Gubbio a condannarlo, in veste di Podestà di Firenze,  nel 1302 all’esilio e alla confisca dei beni.  E, per la prima volta, si ritroveranno faccia a faccia i discendenti dei due illustri personaggi.

A condurre l’incontro  a Gubbio venerdì 29 settembre,  sarà la giornalista e scrittrice Anna Buoninsegni Sartori,  autrice di un testo teatrale rappresentato per la prima volta lo scorso anno  proprio durante il ‘Festival del Medioevo’.  La piece è diventata una pubblicazione  (Ali&No Editrice, 2017),  dal titolo  quanto mai allusivo:   ‘Se l’eugubino Cante Gabrielli non avesse condannato all’esilio Dante, il sommo poeta avrebbe scritto la Divina Commedia?’  Domanda destinata,  evidentemente, a rimanere senza risposta ma interessante collegamento con la stesura dei 14.223 endecasillabi delle tre Cantiche.   La scrittrice  indaga sui rapporti tra Dante e Cante,  analizza il dietro le quinte della condanna, le lotte intestine tra fazioni in mezzo a Impero e Papato e  le ragioni, politiche ed economiche,  che portarono all’esilio dell’Alighieri.

Che cosa accadrà a Gubbio, dove Cante aveva il suo nobile casato e  Dante vi soggiornò diverse volte,  tra i rappresentati di una progenie così illustre e discussa? Sicuramente un simpatico incontro, visto che entrambi sono consapevoli che non esiste merito o demerito nell’essere legati a una delle due stirpi.   Oppure chissà… potrebbe esserci un diverso e imprevisto finale!

SPERELLO DI SEREGO ALIGHIERI  vive tra Villa Aureli nei pressi di Perugia, dimora storica e nobiliare che il padre Leonardo ha riportato agli antichi splendori e aperto ai visitatori nel 1985 e Firenze, dove lavora come astrofisico  presso l’Osservatorio di  Arcetri. Come il suo antenato Dante, è affascinato  dal destino dell’universo, dallo  studio dell’inizio e dell’evoluzione, occupandosi in particolare di galassie e cosmologia.  Ha lavorato per l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) sia in Olanda che in Germania e, fra l’altro,  ha costruito il prototipo dello strumento che ha consentito all’ESA di partecipare al Telescopio Spaziale Hubble della NASA. La sua sete di conoscenza lo ha portato a viaggiare spesso in moto da Perugia a Pechino, da Valparaiso a Ushuaia, da Guayaquil a Antofagasta.

« Dante e le stelle…  Quando Dante scriveva  la ‘Commedia’  guardava le stelle  –  spiega Sperello Alighieri  –  e le vedeva sfuocate, a causa di una miopia progressiva causata dallo stare sempre chino su carte e manoscritti.  È lui stesso a dircelo, nella  ‘Vita Nova’,  le stelle gli sembravano tutte velate… Per lui l’astronomia rappresenta la più alta tra le scienze umane, lo afferma nel  ‘Convivio’, e se  è vero che non possiamo dire che  fosse un astronomo,  sicuramente era molto legato  a questa disciplina.  Con la  parola, “stelle”,  si chiudo  tutte e tre le cantiche della Commedia:  un punto di riferimento fisso della sua poetica ».

ANTOINE DE GABRIELLI  vive a Parigi.  E’ imprenditore e innovatore nell’affrontare il mondo del lavoro, alla  luce di una diversa concezione dei rapporti umani, sviluppando un impegno personale nella vita professionale e  in quella familiare.   E’  impegnato  nei  temi della  qualità della vita negli affari e  nelle varie forme di diversità,  esplorata  sotto diversi  aspetti. Dopo esperienze nel marketing,  ha  creato l’azienda ‘Companieros’,  conosciuta per i programmi di formazione circa l’integrazione economica dei disabili, l’uguaglianza professionale tra uomini e donne, e il ruolo della religione nel mondo del lavoro.  La  specialità è quella  di formare ‘coscienze consapevoli’ ed è rivolta a studenti, ma anche quadri e dirigenti.

« Sono interessato a sviluppare rapporti democratici  – puntualizza Antoine de Gabrielli –  e la creazione della mia azienda nel 1987 corrisponde ad una scelta di vita e di coppia, per una reale parità di opportunità e di disponibilità in una famiglia numerosa, con sei figli!  A ‘Companieros’  abbiamo scelto di costruire il business attorno a una logica di comunità, in un lavoro autonomia individuale e con la responsabilità di tutti i dipendenti. Nulla di più lontano dallo spirito autoritario e dispotico del mio antenato Cante… Che sia la legge del contrappasso? »

«  L’idea dell’incontro tra i due discendenti di Dante e Cante  –  spiega Anna Buoninsegni Sartori –    è maturata lo scorso anno,  durante la rappresentazione del testo teatrale e sarà un modo anche giocoso  per  pareggiare i conti con la storia …  Ho voluto porre l’accento sulla responsabilità morale, del resto giustificata dalla ferocia dei tempi e dalle guerre per il potere, della condanna di Dante, da parte di Cante Gabrielli. L’accusa principale  di baratteria,  nella sentenza conservata all’Archivio di Stato di Firenze, è impiantata su ‘pubbliche dicerie’ e non su un processo vero e proprio.  Ed è singolare che dell’omonimo reato, le attuali  corruzione e concussione, sono pieni i capitoli della deplorevole attualità politica. Sono oltre 1.000 i deputati e senatori del nostro Parlamento,  indagati per gli stessi reati per cui Dante fu condannato all’esilio. E’ un parallelo interessante … »

I migliori direttori di produzione italiani e internazionali premiati da “La pellicola d’Oro” durante la Mostra del Cinema di Venezia

Scritto da uff stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura, Film

Saranno il “Migliore direttore di Produzione Film Italiano de La Biennale di Venezia” e il “Migliore direttore di Produzione Film Internazionale de La Biennale di Venezia” i due riconoscimenti de “La Pellicola d’Oro”, che saranno consegnati a due film in concorso, venerdì 8 settembre alle ore 11 presso lo Spazio Anica/Cinecittà Luce – sala Tropicana dell’Excelsior, durante la 74. Mostra Internazionale D’Arte Cinematografica La Biennale di Venezia, tra i premi collaterali.

Il prestigioso premio cinematografico è promosso ed organizzato dall’Ass.ne Cult.le “Articolo 9 Cultura e Spettacolo” e dalla “Sas Cinema” di cui è Presidente lo scenografo e regista Enzo De Camillis. Il Comitato d’Onore che decreterà i due vincitori è formato dal Presidente di giuria Francesco Martino de Carles (produttore esecutivo) e dai giurati Paolo Masini (Mibact), Maurizio Amati (Produttore), Gianluca Leurini (Produttore Esecutivo), Fabio Benigni (AS.For.Cinema) e lo stesso Enzo De Camillis.

La Pellicola d’Oro” è un riconoscimento, giunto alla sua VIII^ edizione, che ha come obiettivo portare alla ribalta quei “mestieri” il cui ruolo è fondamentale per la realizzazione di un film ma che, allo stesso tempo, sono praticamente “sconosciuti” o non correttamente valutati dal pubblico che frequenta le sale cinematografiche o guarda i film sui canali televisivi. Accanto a questi riconoscimenti però, non mancano premi speciali che vengono assegnati ad altri esponenti del cinema, dello spettacolo e della cultura, che si sono particolarmente distinti nella loro carriera anche in relazione al positivo rapporto instaurato con le maestranze, tecnici e artigiani che operano sul set.

Dallo scorso anno, inoltre, “La Pellicola d’oro, ha varcato i nostri confini con due appuntamenti importanti a Lisbona (Portogallo) e a Sofia (Bulgaria) in cui si è tenuta la prima edizione del Premio Cinematografico.

L’ingresso al Palmarès della Pellicola d’Oro tra i premi collaterali alla 74. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica La Biennale di Venezia segna un grande traguardo per far conoscere ancora di più al pubblico un premio dedicato a chi fa il cinema ma lavora sempre dietro le quinte.

“La Pellicola d’oro” debutta alla 74.Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia

Scritto da uff stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura, Film

“La Pellicola d’Oro” di Enzo De Camillis sbarca per la prima volta alla Biennale di Venezia durante la 74. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica tra i Premi Collaterali.

Saranno il “Migliore direttore di Produzione Italiano de La Biennale di Venezia” e il “Migliore direttore di Produzione Internazionale de La Biennale di Venezia” i due riconoscimenti de “La Pellicola d’Oro”, che saranno consegnati a due film in concorso, durante la 74. Mostra Internazionale D’Arte Cinematografica La Biennale di Venezia, tra i premi collaterali.

Il prestigioso premio cinematografico è promosso ed organizzato dall’Ass.ne Cult.le “Articolo 9 Cultura e Spettacolo” e dalla “Sas Cinema” di cui è Presidente lo scenografo e regista Enzo De Camillis.

La Pellicola d’Oro” è un riconoscimento, giunto alla sua VII edizione, che ha come obiettivo portare alla ribalta quei “mestieri” il cui ruolo è fondamentale per la realizzazione di un film ma che, allo stesso tempo, sono praticamente “sconosciuti” o non correttamente valutati dal pubblico che frequenta le sale cinematografiche o guarda i film sui canali televisivi. Accanto a questi riconoscimenti però, non mancano premi speciali che vengono assegnati ad altri esponenti del cinema, dello spettacolo e della cultura, che si sono particolarmente distinti nella loro carriera anche in relazione al positivo rapporto instaurato con le maestranze, tecnici e artigiani che operano sul set.

Dallo scorso anno, inoltre, “La Pellicola d’oro, ha varcato i nostri confini con due appuntamenti importanti a Lisbona (Portogallo) e a Sofia (Bulgaria) in cui si è tenuta la prima edizione del Premio Cinematografico.

La presenza di questo premio alla 74. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica La Biennale di Venezia segna un grande traguardo per far conoscere ancora di più al pubblico un premio dedicato a chi fa il cinema ma lavora sempre dietro le quinte.

Cast stellare per l’opera prima di Dario Germani ed Enzo Russo “Ninna Nanna”

Scritto da uff stampa il . Pubblicato in Film, Musica

Con l’arrivo della bella stagione il cinema italiano indipendente non si ferma, anzi, nel mese di giugno porta ben due film nelle sale cinematografiche. Dopo l’uscita di Girotondo, distribuito da SeDici Cinema srl in uscita il 21 giugno, Tonino Abballe questa volta in veste di produttore esecutivo, porta al cinema con Plumeria Film srl “Ninna Nanna” una pellicola diretta da Dario Germani ed Enzo Russo, girata in Sicilia tra Gibellina, Castelvetrano Selinunte e Tre Fontane in uscita al cinema dal 29 giugno.

Nel cast troviamo Francesca Inaudi, Nino Frassica, Fabrizio Ferracane, Manuela Ventura, Guia Jelo, Salvatore Misticone, Maria Rosaria Omaggio, Massimiliano Buzzanca e Luca Lionello. La bellissima colonna sonora, invece, è firmata da Francesco Kekko Silvestre (Modà).

La storia di “Ninna Nanna” racconta un tema attuale: “Cosa accade spesso alle donne dopo una gravidanza, sia a livello psicologico che a livello fisico? Perché alcune volte il bambino diventa una minaccia alla propria felicità? Ce lo racconta Anita (Inaudi) una giovane enologa talentuosa, amata ed innamorata di suo marito Salvo (Ferracane). Anita aspetta una bambina che non vede l’ora di conoscere e di cantarle la ninna nanna che ha preparato appositamente per lei. Dopo il parto, però, crede di aver passato il peggio e di essere pronta per il suo nuovo ruolo di mamma ma, in realtà, la presenza della bambina incrina la sua vita serena ed equilibrata fino a diventare una “minaccia” per la sua felicità e per la sua relazione con Salvo. Questa situazione porterà Anita a riportare a galla i fantasmi del passato e a dover fare i conti con se stessa.

Erika Marconi protagonista del film “Girotondo”

Scritto da uff stampa il . Pubblicato in Cultura, Film

Si è tenuta questa mattina la presentazione del nuovo film di Tonino Abballe che, dopo l’esperienza siciliana con il film “Ninna Nanna” torna a far parlare di se con il film “Girotondo”, una storia che racconta con grande delicatezza temi e storie di tutti giorni vissute da uomini e donne come la violenza fisica e psicologica. Il percorso della vita narrato attraverso le figure di Erika e Loredana, che danno immagine alla violenza subita dal proprio partner o da uno sconosciuto per strada, alla sofferenza patita durante una separazione oppure da un tradimento, alle decisioni difficili da prendere e alle conseguenze subite. Vicende di uomini e donne comuni, ma che, nonostante tutto, ancora credono nell’amore. La figura maschile è silenziosa e senza volto per rappresentare il sesso maschile nella sua generalità e nelle sue sfaccettature: quell’uomo possessivo, violento e condotto da una passione irrazionale, lascia poi il posto a quell’uomo che subisce tradimenti e lotta per il proprio figlio.

La complessità della vita, il contrasto tra sofferenza e gioia che essa porta, ma soprattutto la molteplicità dei punti di vista e la soggettività del concetto di ragione o torto nelle relazioni sentimentali.

All’incontro stampa hanno partecipato i tre protagonisti: Erika Marconi, Massimiliano Buzzanca e Rosaria Razza. Nel film sono presenti anche Loredana Di Pentima, Antonella Ponziani, Armando De Razza, Valentina Ghetti, Simone Giaccaglia.

Prodotto e distribuito da SeDici Cinema S.r.l., uscirà nelle sale cinematografiche dal 22 giugno.

Arriva nei cinema “Girotondo” con Erika Marconi, Massimiliano Buzzanca e Rosaria Razza

Scritto da uff stampa il . Pubblicato in Film, Spettacolo

Dopo l’esperienza siciliana con il film “Ninna Nanna” Tonino Abballe torna a far parlare di se con il film “Girotondo”, una storia che racconta con grande delicatezza temi e storie di tutti giorni vissute da uomini e donne come la violenza fisica e psicologica. Il percorso della vita narrato attraverso le figure di Erika e Loredana, che danno immagine alla violenza subita dal proprio partner o da uno sconosciuto per strada, alla sofferenza patita durante una separazione oppure da un tradimento, alle decisioni difficili da prendere e alle conseguenze subite. Vicende di uomini e donne comuni, ma che, nonostante tutto, ancora credono nell’amore. La figura maschile è silenziosa e senza volto per rappresentare il sesso maschile nella sua generalità e nelle sue sfaccettature: quell’uomo possessivo, violento e condotto da una passione irrazionale, lascia poi il posto a quell’uomo che subisce tradimenti e lotta per il proprio figlio.

La complessità della vita, il contrasto tra sofferenza e gioia che essa porta, ma soprattutto la molteplicità dei punti di vista e la soggettività del concetto di ragione o torto nelle relazioni sentimentali.

Girotondo” è interpretato da Erika Marconi, Loredana Di Pentima, Massimiliano Buzzanca, Rosaria Razza, Antonella Ponziani, Armando De Razza, Valentina Ghetti,  Simone Giaccaglia. Prodotto e distribuito da SeDici Cinema S.r.l., uscirà nelle sale cinematografiche dal 22 giugno.

Decretati i vincitori del VII Concorso Nazionale di Musica San Vigilio In…Canto

Scritto da uff stampa il . Pubblicato in Arte, Cultura, Musica

Grande affluenza di pubblico per il VII Concorso Nazionale di Musica “San Vigilio In…Canto” appuntamento organizzato dall’Associazione Culturale “Sperimentiamo Arte Musica Teatro” volto a stimolare l’interesse, la pratica e la diffusione della musica tra giovani, contribuendo a favorire lo scambio di esperienze musicali maturate all’interno di realtà scolastiche e associative.

Quattro lunghe giornate di audizioni hanno visto alternarsi sul palcoscenico oltre 800 giovani interpreti ed artisti giunti da tutta Italia e divisi per varie categorie come: Solisti, Musica d’Insieme, Gruppi corali, Canto Moderno, Cantautori. I vincitori, sono stati decretati pochi giorni fa da una Commissione presieduta dal Maestro Antonio Vignera insieme agli altri altrettanto noti Maestri Mauro Marchetti, Tiziano Carone, Franco Todde, Kaori Matsui e Giulia Tucci.

Ad arricchire la giornata conclusiva di premiazione, un ospite molto speciale: Placido Domingo Jr che, dopo il successo ottenuto all’Auditorium Parco della Musica con il concerto “Volver Anima Tango”, è giunto nell’affollatissima Sala Teatro di San Vigilio per dare un grande in bocca al lupo a tutti i giovani partecipanti.

Inoltre, l’artista ha ricevuto, in occasione dei primi dieci anni di vita dell’Associazione Sperimentiamo, il primo “Premio Mousikè” conferitogli dal Presidente dell’Associazione Loredana Ripepi, per i meriti eccezionali nel mondo dell’Arte e della Cultura.

Tanti ospiti presenti ad applaudire il bravo Placido Domingo Jr

Scritto da uff stampa il . Pubblicato in Cultura, Musica, Teatro

Debutto assoluto italiano per Placido Domingo Jr che ha tenuto a Roma all’Auditorium Parco della Musica il 20 maggio il concerto-spettacolo “Volver – Anima Tango” di Silvia Bergamini e Annalisa Biancofiore, prodotto da Melos International di Dante Mariti, uno spettacolo multiforme fatto di musica, momenti teatrali e danza, basato sulle atmosfere e sulla tradizione del tango argentino.

Placido Domingo Jr cantante, compositore e produttore, figlio del celebre tenore, è stato accompagnato dal Buenos Aires Cafè Sextet, guidato dal fisarmonicista e bandoneonista Cristiano Lui, che ha curato gli arrangiamenti originali dello spettacolo, da Annalisa Biancofiore, attrice-cantante che ne ha curato la regia, e dai ballerini di tango argentino Pablo Moyano e Roberta Beccarini reduci dal successo di Ballando con le Stelle, autori delle coreografie, che hanno guidato anche cinque coppie di loro allievi, regalando al pubblico l’atmosfera di una “milonga dei ricordi”.

“Volver – Anima Tango” è uno spettacolo oltre il concerto che parla di un ritorno: in una atmosfera suggestiva, fatta di ombre, colori e rievocazioni, la voce di Domingo conduce il pubblico nel suo viaggio segreto, in cui l’intensità della musica, gli abbracci struggenti dei corpi che danzano e la profondità delle parole si fondono in un racconto unico, una emozione che si fa battito, come quando si torna a casa dopo un lungo viaggio e ci si ritrova.

Lo stato d’animo del tango è la condizione esistenziale del protagonista, che guarda con nuovi occhi tutto ciò che lo circonda: tutto si trasforma, tutto diventa “Tango”, in un singolare viaggio musicale e umano che va da Gardel a Piazzolla, passando per Bacalov, Modugno, Tenco e tanti altri, e che, accanto a celebri tangos tradizionali, ha regalato una nuova veste a brani altrettanto importanti e conosciuti al grande pubblico. Nel suo ricco repertorio, tra gli altri brani interpretati, Domingo ha fatto ascoltare al suo pubblico un nuovo arrangiamento di Vecchio Frack di Domenico Modugno, “Vedrai Vedrai” di Luigi Tenco e “La voce del Silenzio”.

Tra i vari bis che il pubblico ha richiesto prima del termine del concerto, Domingo Jr ha introdotto sul palco un’esibizione speciale di Tango svolta da Roberto Nicchiotti e Cinzia David della scuola L’Oltre Tango che nasce nell’ambito delle attività proposte dall’Associazone Diaphora di Latina e che vede coinvolti ragazzi con disabilità di diversa natura

Un ricco parterre di fans e ospiti hanno accolto Placido Domingo jr nella sala Sinopoli dell’Auditorium. Tra i presenti: Milly Carlucci con il marito Angelo Donati, il rugbista Martin Castrogiovanni accompagnato da alcuni amici, l’attrice Michelle Carpente, Enzo De Camillis, Luis Molteni e tanti altri.

Al termine del concerto Domingo Jr si è recato nella libreria accanto all’Auditorium per firmare le copie del suo ultimo disco “Volver Anima Tango” e per scattare foto ricordo con i suoi numerosi fans. L’artista ha, inoltre, ricevuto l’importante premio “Mousikè Sperimentiamo 2017” per i meriti eccezionali nel mondo dell’arte e della cultura.