Archivio Autore

TrinityCorporateServices

Trinity Corporate Services è specializzata nella registrazione di società in tutto il mondo con un focus specifico su Dubai e gli UAE e offre consulenza professionale a imprenditori, startup, entità internazionali.

I 9 programmi del Governo di Dubai: ne parliamo con i consulenti di Trinity Corporate Services

Scritto da TrinityCorporateServices il . Pubblicato in Dal Mondo, Economia

Sheikh Al Maktoum ha annunciato 9 Programmi, che sono parte della sua iniziativa ‘Fifty Year Charter’, con l’obiettivo di migliorare la vita a Dubai: dalla Zona Commerciale Virtuale, alla Silk Road, ecco le novità per il futuro spiegate dagli esperti di Trinity Corporate Services.

Il documento, che descrive in dettaglio i 9 Programmi, è stato pubblicato su Twitter da Sheikh Mohammed Al Maktoum, Vice Presidente e Primo Ministro degli Emirati Arabi Uniti e Ruler di Dubai.

“È un documento annuale che ho intitolato “The Fifty Year Charter” per celebrare il 50° anniversario del mio primo incarico ufficiale nel servire il mio Paese e nella speranza di altri 50 anni durante i quali guideremo una città governata dalla legge e vincolata allo spirito di compassione, armonia d’amore e tolleranza” ha detto il leader.

Ecco le 9 iniziative

  1. Dubai Silk Road

Dubai è un crocevia tra est e ovest e tra nord e sud, grazie, anche, al più grande aeroporto internazionale del mondo che collega più di 200 città. Nei prossimi 10 anni, oltre un miliardo di passeggeri transiterà attraverso i suoi aeroporti. Il prossimo obiettivo è quello di costruire una Silk Road in collaborazione con i paesi vicini che condividono la visione degli UAE.

  1. Una mappa geo-economica per Dubai

Si lavorerà per sviluppare una mappa geo-economica per Dubai e creare zone economiche specializzate e integrate in tutta la città. Ogni settore geografico avrà i propri obiettivi economici e di investimento.

  1. Prima città commerciale virtuale

Dubai guiderà la creazione della prima città commerciale virtuale nella regione, concedendo licenze commerciali senza dover risiedere a Dubai. La città permetterà agli investitori di aprire conti bancari e di ottenere residenze elettroniche secondo le leggi e normative internazionali, avendo come obiettivo 100.000 aziende nella città virtuale.

  1. Una banca dati centralizzata della formazione per ogni cittadino

Si svilupperà una banca dati centralizzata per documentare tutti i titoli accademici conseguiti da ogni cittadino, le lezioni e la formazione sostenute e le conferenze frequentate. Questo aiuterà l’Amministrazione a progettare piani educativi personalizzati che si adattino alle capacità specifiche di ogni cittadino.

  1. Un medico per ogni abitante

L’obiettivo è quello di fornire ai cittadini consultazioni mediche 24 ore su 24, tramite centinaia di migliaia di medici, specialisti e consulenti medici in tutto il mondo, attraverso un’applicazione governativa intelligente.

  1. Free Zones economiche e creative nelle Università

Le fondamenta di Dubai sono radicate nel commercio, per questo le Università pubbliche e private diventeranno Free Zones che consentiranno agli studenti di svolgere attività commerciali e creative.

  1. Abitazioni autosufficienti

Si svilupperà un programma integrato per realizzare un sistema completo che consenta ad almeno un decimo delle case dei cittadini di Dubai di essere autosufficienti in termini di acqua, cibo ed energia. Il raggiungimento di questo obiettivo contribuirà a cambiare lo stile di vita e alla preservazione dell’ambiente.

  1. Società cooperative in vari settori

Mira a fornire nuove fonti di reddito ai cittadini, migliorare la qualità di alcuni servizi attraverso la privatizzazione e istituire società cooperative di proprietà dei cittadini in una serie di settori vitali.

  1. Sviluppo della filantropia

Le attività e i progetti quotidiani non dovrebbero far dimenticare di dare a coloro che hanno bisogno di aiuto. Il Governo di Dubai si impegna ad aumentare le iniziative filantropiche ogni anno e a farle crescere almeno in misura uguale alla crescita economica annuale.

Questo documento programmatico dimostra come Dubai e la sua Amministrazione siano volti sempre più al benessere e al miglioramento della propria società e dell’economia.

Registrare un’azienda in questo Paese è una delle possibilità concrete per cambiare vita in meglio e costruire la propria fortuna economica. In questi anni lo sviluppo socio-economico è in assoluta espansione e molto favorevole per chi vuole aprire una nuova azienda a Dubai, semplicemente e in tempi brevi e migliorare la propria qualità di vita. I consulenti di Trinity Corporate Services sono i migliori professionisti a cui rivolgersi per internazionalizzare la propria attività a Dubai e negli Emirati Arabi Uniti.

Da gennaio 2019 Trinity Corporate Services ha aperto un nuovo ufficio a Lugano, in Svizzera, per fornire informazioni e consulenza a chi risiede in Europa e sia interessato al mercato degli UAE.

Trinity Corporate Services

Guarda il video!!

Press Office
321 Group – Patrizia Landini

Fonte: trinitycorporateservices.ch

Trinity Corporate Services apre il nuovo ufficio a Lugano per aziende negli UAE

Scritto da TrinityCorporateServices il . Pubblicato in Economia

Da gennaio 2019 sarà operativo un nuovo ufficio di Trinity Corporate Services in Svizzera, che offrirà un contatto diretto e semplificato con chi cerca informazioni per registrare la propria azienda a Dubai.

Trinity Corporate Services è specializzata, da oltre 40 anni, nella creazione e registrazione di imprese e aziende a Dubai e UAE, garantendo una consulenza professionale, adesso anche da Lugano, rivolta a imprenditorisocietà e start up che vogliano stabilirsi negli UAE.

Dubai e gli UAE sono una delle aree migliori per aprire la propria attività o registrare una filiale di una società già esistente.

Il Paese, uno dei più evoluti e accoglienti del middle east, ha da molto tempo attivato delle politiche economico–finanziarie e sociali che favoriscono l’ingresso di nuovi investitori internazionali sul proprio mercato e ha risvegliato un grande interesse in tutto il mondo.

Le agevolazioni sono molteplici:

  • nessuna imposta applicata sul profitto aziendale;
  • nessuna tassazione sul reddito delle persone fisiche;
  • nessuna tassazione sul pagamento di dividendi o interessi e royalties aziendali;
  • uno dei maggiori business hub con agevole accesso a Medio Oriente e Asia
  • nessuna barriera commerciale nei paesi del GCC grazie a una custom duty del 5%, al primo ingresso delle merci;
  • iva al 5 % applicata solo alle transazioni interne.

In più, Dubai è una smart city, multietnica e con un altissimo livello di sicurezza per chi ci vive e assicura uno stile di vita multiculturale e vivace.

Altro fondamentale punto di forza è la possibilità di ottenere il Visto di Residenza di 2/3 anni, quando si registra una nuova società negli EAU: un grande incentivo per chi voglia iniziare la propria attività a Dubai. Infatti, si ha il diritto di richiedere una residenza che varia dai 2 ai 3 anni, a seconda dell’emirato/free trade zone, quando si apre una nuova Società negli UAE e i costi di registrazione sono estremamente attrattivi e partono da meno di 10,000 USD.

Per venire incontro alle esigenze dei propri clienti internazionali, Trinity Corporate Services ha aperto una nuova sede a Lugano, nella elegante cornice di Palazzo Gargantini.

Sarà una ramificazione della sede storica di Dubai e offrirà una consulenza diretta per fornire un’assistenza immediata a chi desideri informazioni approfondite sull’internazionalizzazione, senza recarsi direttamente a Dubai, in prima istanza.

Sarà addirittura possibile, per alcune tipologie di attività, completare direttamente a Lugano il processo di registrazione della propria azienda negli UAE.

Questo nuovo servizio offre una grande facilitazione ai molti clienti che ultimamente si affacciano sul mercato degli UAE dall’Europa o dall’occidente in genere.

È un servizio di alta qualità e competenza, vicino alla propria area di residenza, che fa risparmiare tempo e spostamenti durante la raccolta iniziale di informazioni e, in fase esplorativa, per ricevere tutte le indicazioni e i dati utili a prendere una decisione seria e oculata.

Trinity Corporate Services

Guarda il Video

Press Office

321 Group – Patrizia Landini

Fonte: www.trinitycorporateservices.com

Video Trinity Corporate Services: Dubai è la città più cosmopolita del mondo

Scritto da TrinityCorporateServices il . Pubblicato in Affari, Aziende, Economia

Dubai, anche nel 2018, mantiene il titolo di città più cosmopolita del mondo e si conferma, come ormai da molti anni, un grande hub dove registrare la propria attività grazie all’esperienza di Trinity Corporate Services.

View Video

Dubai è attualmente la città più cosmopolita del mondo, con residenti, nati all’estero, che rappresentano l’83% della sua popolazione (2,6 milioni) e che provengono da oltre 200 paesi e parlano più di 140 lingue diverse. Dopo Dubai si attesta Bruxelles, con una popolazione nata all’estero per il 62%, i cui abitanti provengono da circa 140 paesi e parlano 86 lingue diverse ” questo è quanto emerge nell’ultimo rapporto della società di consulenza globale McKinsey & Company. Delle oltre 140 lingue diverse parlate dai residenti di Dubai, quelle più comuni sono l’arabo, l’inglese, l’hindi, l’urdu, il persiano, il bengalese, il tamil, il tagalog, il cinese, il malayalam, il francese, il tedesco e lo spagnolo.

Ma non è tutto, come ulteriore dato di analisi sulla crescita di questa metropoli, troviamo anche i dati del Dubai Statistics Centre, secondo i quali la popolazione di Dubai è attualmente pari a 3,14 milioni rispetto ai 2,97 milioni conteggiati alla fine del 2017, a dimostrazione del suo continuo trend di crescita.
Si pensi che la popolazione dell’emirato, durante le ore di punta, tocca i 4,16 milioni al giorno, ha affermato sempre il DSC, in una precedente dichiarazione.
Gli analisti di McKinsey & Co. ritengono, inoltre, che Dubai, insieme a Londra, Hong Kong, New York, Singapore e Tokyo siano i principali hub per tutti i tipi di flussi, come merci, servizi, finanza, persone, dati e comunicazioni.

Oltre a Dubai e Bruxelles, secondo il rapporto “Thriving in the turbolence: Imaging the cities of the future” di McKinsey & Co., ci sono altre 11 città nel mondo in cui almeno un quarto dei residenti è nato all’estero. Sono Toronto, Auckland, Los Angeles, Sydney, Singapore, Londra, New York, Melbourne, Amsterdam, Francoforte e Parigi.

McKinsey ha stimato che i flussi globali di beni, servizi e persone contribuiscono ogni anno tra 250 miliardi di USD (Dh 917,5 miliardi) e 450 miliardi di USD (Dh 1,65 trilioni) al PIL globale, vale a dire dal 15 al 25 per cento del totale della produzione mondiale.
Viste queste stime, risulta molto appetibile sviluppare il proprio business in una global city come Dubai, proprio adesso che è in fase di forte e generosa espansione, sia in termini di posizionamento nel mercato mondiale, sia di crescita economica e di servizi.

Le modalità e le soluzioni per una sicura e semplice registrazione di una nuova impresa, le consiglia Trinity Corporate Services, società di consulenza che opera nel territorio degli Emirati Arabi Uniti con focus su Dubai da oltre 40 anni.
Rivolgendosi ai suoi consulenti si possono trovare le soluzioni più appropriate per la registrazione della propria società negli UAE e farsi consigliare la conformazione aziendale adatta per soddisfare gli specifici obiettivi di ciascuna attività.
Grazie alla grande apertura degli Emirati Arabi Uniti nell’accogliere nuove aziende o filiali di società internazionali, esistono molte ottime soluzioni, ve ne riportiamo alcune di seguito:

  • Società a responsabilità limitata (LLC)
    Una società a responsabilità limitata (LLC) è il tipo più comune di struttura aziendale negli Emirati Arabi Uniti ed è consigliata per le aziende che intendono commerciare all’interno della regione. Una LLC richiede un minimo di due e un massimo di cinquanta azionisti la cui responsabilità è limitata alle loro azioni nel capitale della società.
  • Filiale o Ufficio di rappresentanza
    Una filiale ha la stessa identità legale della sua società madre e svolge attività commerciali sotto il nome della stessa. Sebbene ogni emirato abbia le sue regole di licenza per le filiali, questo tipo di entità può svolgere una serie di attività (come approvato dal Dipartimento per lo sviluppo economico dell’emirato in questione).
  • Società civile – Licenza professionale
    Una società di servizi professionale, nota anche come società civile, è la forma più comune di entità utilizzata da investitori stranieri/professionisti a Dubai e Sharjah per fornire servizi professionali. Una licenza professionale viene assegnata a professionisti qualificati in possesso delle qualifiche e dell’esperienza idonee.
  • Società in Free Zone
    Registrare una società in una Free Trade Zone (FTZ) è sicuramente un’opzione allettante per investitori che aspirano a internazionalizzare il proprio business.
    Una Free Zone Company (FZC) offre la possibilità di attuare un’efficiente pianificazione fiscale e, allo stesso tempo, vanta della consistenza che sta diventando sempre più pressante nell’attuale scenario internazionale.
    Gli azionisti di una FZC hanno il diritto di ottenere il visto di residenzanegli Emirati (UAE Residence Visa). Mentre la licenza va rinnovata ogni anno, il visto di residenza va rinnovato ogni 2 o 3 anni (a seconda della Free Trade Zone scelta). È inoltre possibile richiedere il visto di residenza per i propri familiari e anche ulteriori visti di residenza (insieme al permesso di lavoro) per eventuali impiegati.
    Uno dei principali vantaggi che offre una FZC è il fatto che la società possa essere al 100% di proprietà straniera e non è richiesta la presenza di un partner Emirati.
    La FZC (come la società locale) può avvalersi dei Double Tax Treaties (DTTs), i trattati che evitano la doppia imposizione. L’applicazione dei trattati dipende da quanto stabilito in ogni singolo trattato che gli Emirati hanno firmato con più di 100 paesi.
  • Società offshore
    Una società offshore è un’entità legale stabilita in un centro finanziario offshore o un paradiso fiscale, protetto da una legislazione specifica che generalmente garantisce un’esenzione fiscale completa e un alto livello di privacy e sicurezza.
    La formazione di società offshore può essere utilizzata per mantenere e produrre patrimonio, condurre scambi commerciali internazionali, contratti o servizi di consulenza, detenere proprietà e svolgere attività di protezione patrimoniale. Le società offshore offrono anche vantaggi al di fuori delle tasse, come la facilitazione degli investimenti diretti in alcune giurisdizioni, la gestione delle ritenute fiscali per i redditi esteri e la detenzione di proprietà intellettuale, per citarne solo alcune.

Il vantaggio, quindi, di partecipare alla vita economico-finanziaria di Dubai e degli UAE è indubbio, specie nel momento attuale.
La solidità del Paese, i forti strumenti per incentivare l’arrivo di investitori internazionali e favorirne le attività, le politiche orientate a far crescere e sviluppare l’economia degli UAE, convincono sempre più e consigliano di posizionarsi sul mercato emiratino con la propria azienda il prima possibile.

Trinity Corporate Services
Press Office
321 Group – Patrizia Landini

Fontehttp://www.trinitycorporateservices.com

Video Trinity Corporate Services: Come ottenere il Residence Visa negli UAE?

Scritto da TrinityCorporateServices il . Pubblicato in Aziende, Dal Mondo, Economia

Come ottenere il Residence Visa negli Emirati Arabi Uniti? Si possono avere fino a 2 – 3 anni di residenza semplicemente registrando una nuova Azienda; il visto può essere richiesto sia per gli investitori sia per gli impiegati. Ecco la guida degli esperti di Trinity Corporate Services.

View Video

La crisi del 2008, ormai lasciata alle spalle e superata con capacità e senso di responsabilità, ha indubbiamente portato negli Emirati Arabi una serie di regole e di cambiamenti positivi che garantiscono investitori e imprenditori nelle loro attività.
A dieci anni di distanza i settori dell’economia, turismo e servizi, settore commerciale e manifatturiero si sono rafforzati. Certo è che i nuovi cambiamenti legislativi aprono un’ulteriore e interessante opportunità per gli investitori stranieri e per chi voglia registrare un’Azienda a Dubai e negli UAE o aprire una Start Up o, ancora, una Filiale della propria attività in un Paese con una burocrazia semplice, snella e zero tasse.

Oltre alla posizione geografica, che vede Dubai rappresentare un business hubche permette lo sviluppo di scambi e interessi economici tra Europa, Medio oriente e Asia, un investitore o un’Azienda sono soggetti a misure meno rigorose, trovando una legislazione favorevole nei confronti della concessione della residenza agli stranieri.

Ci siamo affidati a una fonte autorevole, Trinity Corporate Services e, grazie alle loro indicazioni, possiamo affermare che:

  • Si ha il diritto di richiedere una residenza che varia dai 2 ai 3 anni, a seconda dell’emirato/free trade zone, quando si registra una nuova Società negli UAE;
  • I costi di registrazione sono estremamente attrattivi e partono da 10,000 USD
  • Negli Emirati Arabi Uniti non esiste alcuna imposta sul reddito delle persone fisiche o sulle Aziende.
  • La licenza va rinnovata ogni anno, il Visto di Residenza ogni 2/3 anni, mentre per mantenere la residenza è sufficiente recarsi negli Emirati Arabi Uniti due volte l’anno.

Quindi, dopo aver registrato la Società, sia se si ha intenzione di trasferirsi negli Emirati o anche se si effettuerà periodicamente una visita, si procede con la richiesta del visto, procedura semplice e rapida, se effettuata sotto la guida di consulenti esperti.
Se si possiede un Visto di Residenza, si ha diritto, appunto, alla residenza negli UAE ed è possibile ottenerlo anche per i componenti del nucleo familiare: moglie, marito e minori di 18 anni.

In pratica, il Residence Visa negli Emirati Arabi Uniti è un adesivo applicato sul passaporto. Dopo il rilascio del Residence Visa, si ottiene anche la carta d’identità degli Emirati, che viene emessa in aggiunta al suddetto visto, sulla quale sono annotate informazioni generali sul suo titolare. Questa carta è valida in tutti gli Emirati e viene utilizzata come documento identificativo all’interno del Paese. La carta di identità è necessaria per aprire un conto in banca, affittare un immobile, ottenere un numero telefonico.
Al fine di mantenere valido il Visto per Residenti, è necessario entrare negli Emirati almeno una volta ogni sei mesi. Nel caso in cui si trascorresse al di fuori degli Emirati più di sei mesi, il visto va riattivato/richiesto nuovamente; la procedura dipenderà da tipo di visto e emirato/free trade zone.

Il Visto di Residenza può essere ottenuto secondo le seguenti regole:

  • Registrazione della propria Società negli Emirati Arabi Uniti. Questa è l’opzione più conveniente ed efficiente per ottenere visti commerciali negli Emirati Arabi Uniti per sviluppare il proprio volume d’affari e creare un’azienda in poche mosse.
  • Alla stipula di un contratto di lavoro. Al momento dell’assunzione da parte di una Società con sede negli Emirati; tutte le formalità relative all’ottenimento del visto devono essere eseguite dal datore di lavoro. In media ci vogliono 2-3 settimane per ricevere tale visto.
  • All’acquisto di beni immobili. In caso di acquisto di immobili residenziali completati (non in fase di costruzione), a Dubai o in qualsiasi altro Emirato, con valore superiore a un milione di dirham (272,255 USD). La validità del visto varia a seconda degli Emirati; a Dubai la validità del visto di residenza è di 2 anni e rinnovabile ogni 2 anni.

Da poco il Governo di Dubai ha annunciato l’entrata in vigore, a partire da gennaio 2019, di una nuova normativa che prevede un visto rinnovabile di cinque anni per i pensionati di età superiore ai 55 anni.
In base a quanto annunciato, per poter richiedere tale visto, il richiedente dovrà effettuare un investimento immobiliare del valore di 544,510 USD, oppure dimostrare di avere su un conto bancario almeno 272,255 USD, oppure una prova di reddito superiore a 5,445 USD al mese. Al momento si è in attesa di ulteriori dettagli in merito.

Le prerogative per spostare la propria attività negli UAE sono davvero molte; il Governo ha la volontà di attrarre investitori, imprenditori e persone intraprendenti che vogliano realizzare la loro visione da oggi ai prossimi decenni.
Il piano di sviluppo dell’Amministrazione di Dubai è già fissato, con grande lungimiranza, fino al 2070.
Dubai, quindi, si attesta come meta preferita di chi voglia assicurarsi, oltre che un notevole sbocco nel lavoro, anche una qualità della vita molto alta.
Sicurezza, pulizia, leggi che funzionano, volontà di creare una società culturalmente attiva e che vede oltre 200 nazioni convivere pacificamente, sono solo alcuni degli obiettivi perseguiti dal Governo, insieme a tolleranza e felicità. Gli UAE stanno tracciando, nell’ultimo decennio, una rotta sicura e affidabile che ha creato un forte indotto commerciale e socio-culturale. Registrare una Società in questi luoghi e ottenere un Residence Visa, diventa un cambiamento positivo della propria attività lavorativa e dell’aspettativa di una migliore qualità della vita.

Trinity Corporate Services
Press Office
321 Group – Patrizia Landini

Fontewww.trinitycorporateservices.com

Aprire azienda negli EAU: E’ online il nuovo sito di Trinity Corporate Services

Scritto da TrinityCorporateServices il . Pubblicato in Aziende, Dal Mondo, Economia

Trinity Corporate Services è specializzata, da oltre 40 anni, nella creazione e registrazione di realtà e aziende a Dubai e UAE, garantendo una consulenza professionale rivolta a imprenditorisocietà e start up che vogliano stabilirsi negli UAE.

Molte aziende vogliono trasferire all’estero la propria attività o creare una realtà completamente nuova in un paese con meno pressione fiscale e con una burocrazia più semplice;
contestualmente, però, nasce anche l’esigenza e il bisogno di avere in loco un team di consulenti che aiutino nel passaggio e consiglino al meglio.
Gli Emirati Arabi Uniti, e in particolare Dubai, stanno mettendo in atto molte interessanti proposte per favorire la nascita di nuove società e l’arrivo di talenti all’interno del Paese.

La loro apertura culturale, l’ottima politica economica, la tolleranza e la volontà di avere un paese accogliente, evoluto e competitivo, hanno portato l’intero Government a favorire in modo solido e sicuro l’approdo di tante realtà estere e investimenti internazionali.
Dubai sta incrementando una serie di agevolazioni e aiuti strategici per facilitare l’insediamento di nuove aziende e professionisti esteri all’interno della sua realtà socio economica.

Gli UAE si sono sempre distinti per idee e progetti volti all’innovazione in ogni campo che non restano progetti, ma diventano realtà effettive e solide. La spinta dell’Expo2020, che si terrà a Dubai, non verrà fermata o interrotta dopo l’evento stesso; sono già in opera progetti, fondi economici e iniziative stabilite fin dopo il 2070.
Dubai, come poche altre città al mondo, si distingue per una grande vivacità sociale, culturale ed economica.

L’Expo2020, ormai alle porte, ha dato il via a un piano di costruzioni e di realizzazioni uniche: nessuno stato come gli UAE è in così forte sviluppo economico, ha implementato le proprie politiche economiche per aiutare nuove aziende a stabilirsi a Dubai, così come nuovi talenti imprenditoriali e esponenti della cultura internazionale e della scienza.

Possiamo affermare che fare business negli UAE è facile: nel report 2018 di World Bank Doing Business, gli Emirati Arabi Uniti sono passati dal 26° al 21° posto. Nel 2008, erano al 47°. Questi dati li hanno posizionati, nella classifica, più in alto di Svizzera, Francia, Spagna, Italia e Giappone.

Dubai, paragonato alla gran parte del resto del mondo, è assolutamente uno dei migliori stati per registrare una nuova azienda. Nelle free zone è semplice e sicuro dare vita a una società con l’obiettivo, magari, di trasferirla in mainland in un secondo tempo.

Un altro importante punto a favore è che Dubai si trova in un crocevia geografico; infatti, è un collegamento tra il Medio Oriente, il resto dell’Asia, l’Europa e l’Africa. Proprio questa ottima posizione geografica rende molto più facile fare affari con le aziende di queste regioni e incontrarsi a metà strada tra est e ovest.
L’obiettivo del Governo è quello di diventare, sempre più, un hub per affari internazionali.

In ogni caso, sia che si progetti di aprire una nuova impresa, sia che si voglia spostarne una già attiva si può, grazie alla consulenza del team giusto, espandere in modo sicuro la propria operatività.
La certezza è che gli Emirati Arabi Uniti sono fermamente intenzionati a procedere nella loro politica di agevolazione per l’insediamento di nuove imprese e guardano molto avanti, verso un futuro di crescita e sviluppo.

Trinity Corporate Services, con sede a Dubai e Zurigo, rispondendo a questa visione del Governo, aiuta nell’internazionalizzazione da qualsiasi stato si provenga e nell’apertura della propria nuova attività, fornendo la consulenza necessaria e la soluzione più appropriata per portare il proprio lavoro negli EAU, grazie a un assetto aziendale realizzato su misura che tiene conto delle necessità specifiche di ogni azienda e le realizza.

Trinity Corporate Services
Press Office
321 Group – Patrizia Landini

Fontetrinitycorporateservices.com