Archivio Autore

Si è conclusa con l’ennesimo sold out la Stagione del Teatro Bianconi

Scritto da Teatro Bianconi il . Pubblicato in Spettacolo, Teatro

Carbognano, 19 maggio 2019: 70 anni fa il sipario si aprì per la prima volta di fronte ad una sala gremita di persone entusiaste del nuovo Teatro, che allora si chiamava Capriccio, appena inaugurato con soluzione tecniche e artistiche all’avanguardia per l’epoca grazie all’opera dell’artista Mario Liberati. Domenica 5 maggio, dopo l’ennesimo trionfo di una stagione entusiasmante, idealmente quello stesso sipario si è chiuso sui primi 70 anni di vita di quello che, con il nome di Bianconi, è ormai diventato un punto di riferimento fondamentale del Teatro e della cultura della nostra provincia. In mezzo tante storie, spettacoli, anche lunghi periodi di chiusura e decadimento che lo hanno visto protagonista fino all’ultimo importante restauro grazie all’opera della Parrocchia locale che lo hanno restituito, nel 2002, al pubblico del nostro territorio. Da allora la gestione dell’associazione Gruppo GIAD e la guida del Direttore artistico Giuseppe Magagnini hanno saputo trasformare un piccolo teatro amatoriale in uno dei più importanti poli culturali e teatrali del viterbese, ormai conosciuto e apprezzato dal pubblico e dai tanti grandi artisti di livello nazionale che lo frequentano ogni anno.

Proprio al Direttore artistico, subito dopo lo spegnersi dell’ultimo applauso di domenica 5 maggio, chiediamo di tracciare un primo bilancio di una Stagione che possiamo definire storica.

“Si, senz’altro,e non solo per i 70 anni del teatro ma anche per i 40 del Gruppo GIAD l’associazione di amici e volontari che insieme a me gestiscono il teatro e che hanno permesso il raggiungimento di questo splendido traguardo.”

Come giudica la Stagione appena conclusa ?

“Entusiasmante. Sinceramente all’inizio avevamo qualche timore ma con grande speranza avevamo predisposto un cartellone molto ambizioso con 12 spettacoli e con la grande novità della Stagione Junior organizzata con il prezioso aiuto dell’Amministrazione Comunale: 4 spettacoli dedicati ai ragazzi che per noi ha rappresentato una vera scommessa perché mai proposta dai teatri della provincia. Una scommessa vinta oltre ogni nostra più rosea aspettativa con tutti gli spettacoli in programma replicati 2, 3 volte per accontentare la straordinaria domanda venuta non solo dalle famiglie ma anche dalle scuole del territorio che molto hanno apprezzato la qualità degli spettacoli scritti da Michele La Ginestra e la bravura degli attori professionisti che si sono esibiti.

Anche la Stagione Senior è andata benissimo: abbiamo registrato praticamente un sold out continuo dal primo all’ultimo degli spettacoli in cartellone. Anche qui abbiamo dovuto replicare alcuni appuntamenti e nonostante tutto non siamo riusciti ad accontentare tutte le richieste.”

Un grande successo di botteghino insomma.

“Ma non solo al botteghino, quello si può facilmente ottenere con testi semplici dalla facile risata e con qualche nome televisivo. Il nostro più grande successo è stato quello di aver proposto spettacoli di grande qualità negli allestimenti e nelle produzioni: le migliori a livello nazionale; nei testi mai banali che con la giusta leggerezza hanno veicolato messaggi e valori importanti; negli interpreti di grande livello e talento sia conosciutissimi a livello nazionale che giovani dal sicuro avvenire. Il pubblico ha capito e apprezzato la nostra proposta di qualità e ci ha premiato con la sua costante presenza aumentata di spettacolo in spettacolo, di anno in anno. D’altronde noi non lasciamo nulla al caso: gli spettacoli sono tutti prima attentamente visionati uno ad uno alla ricerca della massima qualità possibile.”

Dopo una stagione così soddisfacente sarà difficile ripetersi

“Nell’organizzare tutte le nostre Stagioni abbiamo sempre avuto un pensiero fisso: migliorare quella precedente. Cercheremo di fare lo stesso per la prossima. I contatti ci sono e molte proposte sono state già vagliate. Per fortuna le offerte, le buone offerte, non mancano. Quando abbiamo iniziato era difficile convincere i grandi attori e le produzioni a venire in uno sconosciuto teatro di provincia. Ora, dopo anni di serio lavoro, sono loro a venirci a cercare e ogni anno sono decine e decine le proposte che riceviamo. Come anche sono sempre più le produzioni che ci scelgono per le loro anteprime nazionali per la qualità del teatro e delle sue  dotazioni tecniche ma anche per la competenza e il calore dei nostri volontari e del nostro pubblico.

Per il cartellone del prossimo anno sicuramente riproporremo 12 spettacoli e anche la Stagione Junior verrà riproposta magari in una modalità più estesa visto il successo di quest’anno. Per nomi o titoli, lasciateci lavorare anche qualche settimana e cercheremo di sorprendere ancora il nostro pubblico. Seguiteci sulla nostra pagina Facebook del Teatro Bianconi o sul sito internet www.teatrobianconi.it dove cercheremo di dare qualche anticipazione ai più curiosi”

Cala il sipario sulla Stagione del Teatro Bianconi con l’ultimo successo di Michele La Ginestra: È cosa buona e giusta

Scritto da Teatro Bianconi il . Pubblicato in Spettacolo, Teatro

Carbognano, 24 aprile 2019: La stagione del Teatro Bianconi di Carbognano chiude con uno spettacolo straordinario e assolutamente imperdibile che vede il ritorno di Michele La Ginestra sulle tavole del palcoscenico viterbese. Dopo il grandissimo successo dello scorso anno al Teatro Sistina di Roma e prima del ritorno in scena sempre al Sistina, domenica 5 maggio con doppio spettacolo alle ore 17.30 e alle ore 20.30 un grande appuntamento per il pubblico del dinamico teatro dei Cimini: è cosa buona e giusta di Michele La Ginestra e Adriano Bennicelli per la regia di Andrea Palotto. Sul palcoscenico Michele La Ginestra, con la partecipazione di Andrea Perrozzi e con Ilaria Nestovito, Alessandro La Ginestra, Andrea Palma e Alessandro Buccarella oltre ad un gruppo di allievi dell’Accademia Sistina.

La storia è ambientata in un oratorio. La Ginestra porta la sua testimonianza ai ragazzi, raccontando dei suoi studi in giurisprudenza, della volontà di fare l’attore e tutta la gavetta che lo ha condotto sul palco. Tra flashback e divertenti sketch, Michele si trova a fare i conti con le problematiche giovanili, alle quali non sembra trovare risposta, se non confrontandosi col passato; i genitori di oggi, da ragazzi, hanno vissuto le stesse esperienze che stanno vivendo i giovani? Cosa è cambiato negli ultimi trent’anni? La tecnologia e la globalizzazione hanno sicuramente modificato il nostro modo di vivere, ma hanno stravolto anche gli atteggiamenti per affrontare i rapporti di amicizia, l’amore, i sogni nel cassetto, le prospettive lavorative?

Il nostro protagonista, per cercare di chiarire il presente, si fa trasportare dai ricordi, dalla musica e dalle atmosfere del passato. La famosa saggezza derivante dall’esperienza può essere utile per districare la matassa, a chi quell’esperienza non l’ha fatta! Oppure, semplicemente, questo mettersi a nudo, aiuterà a rompere una barriera generazionale tra genitori e figli, tra allenatori e allievi, tra docenti (professore di religione compreso) e discenti. Un percorso destinato ad ispirare i più giovani, con un’unica morale di fondo: sorridere sempre di fronte alle sfide di ogni giorno.

Il protagonista è affiancato dagli allievi dell’Accademia Il Sistina e da quattro giovani performer. E poi c’è il bravissimo Andrea Perrozzi nel ruolo del parroco, che conferma di possedere evidenti doti canore ed interpretative. Con E’ cosa buona e giusta, ancora una volta Michele La Ginestra vince la sfida di incoraggiare il pubblico nel cercare il senso delle cose. Arriva a tutti con il sorriso sulle labbra, stimolando la risata sincera, senza mai cadere nella volgarità.

Per informazioni e prenotazioni basta visitare la pagina Facebook del Teatro Bianconi o il sito internet www.teatrobianconi.it oppure telefonare al 340.1045098

Al Teatro Bianconi Massimo Wertmuller e Rodolfo Laganà protagonisti di una grande prima nazionale

Scritto da Teatro Bianconi il . Pubblicato in Spettacolo, Teatro

Carbognano, 8 aprile 2019: La stagione del Teatro Bianconi di Carbognano volge ormai al termine ma, come in uno spettacolo pirotecnico, i fuochi d’artificio finali sono quelli più belli e rumorosi. E di rumore, nel panorama teatrale della commedia italiana, ne farà sicuramente AMICI PER LA PELLE  di Stefano Reali che in prima nazionale debutterà sulle storiche tavole del teatro dei Cimini domenica 14 aprile alle ore 17:30. Sul palcoscenico, per la regia dello stesso Stefano Reali, due protagonisti assoluti del panorama teatrale italiano degli ultimi anni: Massimo Wertmuller e Rodolfo Laganà per uno di quei appuntamenti semplicemente imperdibili per tutti gli appassionati.

Meglio un giorno da leoni che cento anni da pecora (Tazio) / Meglio cento anni da pecora. A magnà e a beve (Otello).

All’alba del 5 giugno del 1944, Tazio e Otello, due cinquantenni imboscatisi per tutto il periodo dell’occupazione nazista, rimangono intrappolati sulle mine che i tedeschi in fuga hanno disseminato sul ponte di ferro sull’Aniene. I due amici non possono muoversi, altrimenti saltano per aria insieme a tutto il ponte. In questa costrizione all’immobilità, i due si scontrano in un crescendo tragicomico di accuse reciproche. E quando si rendono conto che nessuno potrà salvarli, dovranno prendere una dolorosa decisione, sapendo che nessuno saprebbe mai nulla del loro gesto eroico.

Un testo in cui si ride, e anche molto, ma senza rinunciare a spunti di riflessione sulla nostra storia e sulla tragedia della guerra. Spiega Reali raccontando la genesi del testo: “Si tratta di personaggi inventati che si innestano su una storia vera per raccontare l’atto di eroismo del più giovane martire della Resistenza morto a 12 anni. Quando i tedeschi se ne erano andati avevano minato il ponte sull’Aniene e il ragazzo ha voluto disturbarli. Ho voluto dare visibilità a questa storia immaginando due romani nell’atto di disturbo di questa azione per rendere omaggio a chi è diventato un eroe senza popolarità”.

Insomma una altra grandissima prima nazionale al Teatro Bianconi di Carbognano per uno spettacolo che, subito dopo l’anteprima, debutterà al Teatro Sette di Roma dove, programmato come spettacolo di chiusura, si preannuncia come uno degli appuntamenti più attesi da pubblico e critica di tutta la stagione.

Per informazioni e prenotazioni basta visitare la pagina Facebook del Teatro Bianconi o il sito internet www.teatrobianconi.it oppure telefonare al 340.1045098

Al Teatro Bianconi ultimo appuntamento della stagione Junior firmata da Michele La Ginestra

Scritto da Teatro Bianconi il . Pubblicato in Spettacolo, Teatro

Carbognano, 31 marzo 2019: Al Teatro Bianconi di Carbognano arriva l’ultimo appuntamento della Stagione Junior organizzata con il contributo del Comune di Carbognano e firmata da Michele La Ginestra che ha rivisto in chiave comica e divertente i grandi miti della Storia e della Mitologia. Dopo Iliade, Odissea ed Eneide, domenica 7 aprile alle ore 15.00 – 17.00 – 19.00 è la volta del grande mito della fondazione di Roma con i due fratelli protagonisti: ROMOLO & REMO sempre con la regia di Tiko Rossi Vairo e con, sul palcoscenico, una banda di giovani e scanzonati attori dal talento purissimo, pronti a coinvolgere e far divertire i giovani spettatori.

La storia della fondazione di Roma, le più belle leggende legate alla Città Eterna, i personaggi più famosi della storia di Roma Antica, tutto questo e molto altro.

I due gemelli più famosi di Roma continueranno a litigare anche sul palco? I capricciosi Dei dell’Olimpo, trasferitisi in terra italica, continueranno a metter il naso negli affari degli umili mortali? Chi verrà a teatro lo scoprirà! Anche perché al Teatro Bianconi si impara ridendo: finita “l’ora” di epica, è il momento di tirare fuori i libri di Storia.

Tutti gli allestimenti della stagione Junior, grazie alla semplicità del linguaggio e alla simpatica interazione tra i bambini e i personaggi, lasciano largo spazio al gioco ed alla fantasia e nello stesso tempo trasferiscono ai piccoli spettatori messaggi positivi e contenuti di valore ma guai a pensare che siano spettacoli solo per bambini. A questo proposito Michele La Ginestra, autore dei testi, dichiara : “Scrivere per i bambini è una cosa non facile, nel senso che devi scrivere e parlare loro… è stimolante. Sì, sono stato incoraggiato dai miei figli, ma era la voglia di scrivere, dopo aver visto altri spettacoli per bambini, anche per i genitori. Perché io mi rompevo tantissimo le scatole quando li portavo a teatro e dicevo: “Ma è possibile che esista un teatro solo per bambini e non anche per i genitori?”. Perciò ho scritto delle storie che potessero interessare anche i più grandi, cercando di dare emozioni ma anche qualcosa di educativo”.

Il successo della stagione Junior ha “costretto” la Direzione artistica del Bianconi a moltiplicare le repliche degli spettacoli e anche in questo caso gli appuntamenti sono ben tre ma i tagliandi stanno letteralmente andando a ruba per cui chi è interessato deve affrettarsi a prenotare.

Per informazioni e prenotazioni basta visitare la pagina Facebook del Teatro Bianconi o il sito internet www.teatrobianconi.it oppure telefonare al 340.1045098

Al Teatro Bianconi il triangolo alla francese scatena le risate.

Scritto da Teatro Bianconi il . Pubblicato in Spettacolo, Teatro

Carbognano, 18 marzo 2019: Prosegue a tambur battente la stagione teatrale del Bianconi di Carbognano che per domenica 31 marzo alle ore 18:30 propone uno dei testi più esilaranti della commedia francese contemporanea che ha spopolato oltralpe UNA SETTIMANA NON DI PIU’ di Clement Michel (traduzione di Giulia Serafini) per la regia di Francesco Branchetti con sul palcoscenico: Milena Miconi, Mario Antinolfi, Antonio Conte

Paul è in un momento di crisi con la sua compagna Sophie con cui convive, semplicemente non la sopporta più e addirittura ogni notte sogna la sua dipartita, ma non ha il coraggio di dirle che la vuole lasciare e per di più vuole che sia lei ad andarsene da casa. L’uomo decide così di chiedere aiuto al suo migliore amico e di farlo rimanere a casa sua per tutto il tempo necessario a portare Sophie all’insopportazione della convivenza a tre fino a che, esasperata, decida di andare via.

Un piano perfetto nella testa di Paul… ma si sbaglia, il suo piano avrà conseguenze imprevedibili. Il suo amico Martin con enorme riluttanza si ritrova a trasferirsi dalla coppia e così, a differenza di quanto immaginato da Paul, inizia una serie di situazioni paradossali, di colpi di scena che in un girotondo irresistibilmente comico ci conduce ad un inaspettato finale.

Una settimana, non di più…  è l’ultima versione italiana della commedia francese Una semaine pas plus”di Clément Michel, un classico francese della commedia garbata in cui i colpi di scena e le situazioni esilaranti si susseguono in un ménage à trois, a tratti grottesco; una pièce dall’intreccio e dalla comicità mai banali e davvero  irresistibili. Le bugie dei personaggi e gli equivoci che esse provocano creano infatti una serie di situazioni irresistibilmente comiche, degne della più interessante commedia francese contemporanea.

Queste le note del regista Branchetti: E’ una commedia molto intelligente e divertente, che definirei speciale. Siamo in presenza di una comicità divertente, ma mai volgare. In questi anni, in cui domina una comicità sempre un po’ ammiccante alla volgarità, è importante poter portare in scena una commedia come questa, che non ha bisogno di niente che non sia delicato e aggraziato, dove la comicità scaturisce semplicemente dall’intelligenza

Per informazioni e prenotazioni basta visitare la pagina Facebook del Teatro Bianconi o il sito internet www.teatrobianconi.it oppure telefonare al 340.1045098

Al Teatro Bianconi la stagione Junior propone l’Eneide rivista e corretta da Michele La Ginestra

Scritto da Teatro Bianconi il . Pubblicato in Spettacolo, Teatro

Carbognano, 17 marzo 2019: Arriva il terzo appuntamento della Stagione Junior firmata da Michele La Ginestra che ha rivisto in chiave comica e divertente i grandi miti della Storia e della Mitologia. Dopo gli Eroi di Troia e l’Odissea, domenica 24 marzo alle ore 15.00 – 17.00 – 19.00 è la volta del grande poema virgiliano l’ENEIDE sempre con la regia di Tiko Rossi Vairo e con, sul palcoscenico, una banda di giovani e scanzonati attori dal talento purissimo, pronti a coinvolgere e far divertire i giovani spettatori.

Conclusione della Trilogia Epica con i fuochi d’artificio! Le avventure di Enea, del suo viaggio fino alle coste laziali, delle vicende che lo porteranno a fondare la stirpe che dominerà sul mondo, il popolo di Roma! Ci saranno tutti i personaggi descritti da Virgilio nel suo poema, da Anchise a Didone, dal re Latino a sua figlia Lavinia, senza dimenticarci del cattivo… di Turno! Si ride, e tanto, anche in questo capitolo della storia antica messa in scena, e lo si fa ancora una volta giocando con gli spettatori, ma rimanendo fedeli (più o meno!!) al testo del capolavoro del grande Poeta Latino.

Tutti gli allestimenti della stagione Junior, grazie alla semplicità del linguaggio e alla simpatica interazione tra i bambini e i personaggi, lasciano largo spazio al gioco ed alla fantasia e nello stesso tempo trasferiscono ai piccoli spettatori messaggi positivi e contenuti di valore ma guai a pensare che siano spettacoli solo per bambini. A questo proposito Michele La Ginestra, autore dei testi, dichiara : “Scrivere per i bambini è una cosa non facile, nel senso che devi scrivere e parlare loro… è stimolante. Sì, sono stato incoraggiato dai miei figli, ma era la voglia di scrivere, dopo aver visto altri spettacoli per bambini, anche per i genitori. Perché io mi rompevo tantissimo le scatole quando li portavo a teatro e dicevo: “Ma è possibile che esista un teatro solo per bambini e non anche per i genitori?”. Perciò ho scritto delle storie che potessero interessare anche i più grandi, cercando di dare emozioni ma anche qualcosa di educativo”.

Il successo della stagione Junior ha “costretto” la Direzione artistica del Bianconi a moltiplicare le repliche degli spettacoli e anche in questo caso gli appuntamenti sono ben tre ma i tagliandi stanno letteralmente andando a ruba per cui chi è interessato deve affrettarsi a prenotare.

Per informazioni e prenotazioni basta visitare la pagina Facebook del Teatro Bianconi o il sito internet www.teatrobianconi.it oppure telefonare al 340.1045098

Al Teatro Bianconi Claustrofobia: economia, finanza e tante risate

Scritto da Teatro Bianconi il . Pubblicato in Spettacolo, Teatro, Umorismo

Carbognano, 10 marzo 2019: Dopo la pausa carnevalesca, la Stagione del Teatro Bianconi di Carbognano riprende domenica 17 marzo alle ore 17:30 il cammino con una black comedy esilarante ambientata nel mondo bancario: CLAUSTROFOBIA di Gianni Quinto per la regia di Alberto Ferrari con sul palcoscenico: Andrea Dianetti, Fabrizio D’Alessio, Gabriele Carbotti

Si può far soldi aprendo una banca o rapinandola. E se si hanno principi etici, diceva Luis Sepulveda, si sceglie la seconda strada. Forse non sarà proprio così, ma il dubbio aleggia, in questo nostro mondo dominato dalla finanza, dove i comuni mortali appaiono stritolati da meccanismi che oscurano la mente e fanno perdere la bussola, fino a rendere impossibile risponde a una domanda apparentemente semplice: se hai una banca con tanto di caveaux, un uomo con il volto mascherato e una pistola in pugno, chi è il rapinato e chi il rapinatore?

Un’estate caldissima, gli Europei di calcio, un scandalo bancario di dimensioni spropositate e tre strani personaggi che per un puro caso del destino si ritrovano a condividere la più assurda delle esperienze. E’ venerdì, e manca poco alla chiusura della banca in cui è ambientata la storia. Tommaso, il giovane direttore, deve solo aspettare che Francesco, uno dei clienti più importanti della banca, finisca alcune operazioni nella camera blindata, per poi poter chiudere l’istituto. Ma un imprevisto cambia tutto. Un giovane rapinatore minaccia i due con una pistola. È proprio quest’ultimo, entrato armato nel caveau, a sottovalutare l’allarme della porta alle sue spalle, che di lì a poco si chiuderà imprigionando lui stesso e le sue vane speranze. È l’occasione però per mettere l’uno di fronte a l’altro i tre disperati, che confesseranno le loro debolezze e le loro mancanze, mentre fuori l’Italia sta giocando una partita.

Ispirata alle recenti vicende bancarie, Claustrofobia è una commedia dissacrante che promette inaspettati colpi di scena per ridere e riflettere sul fatto che se con una pistola si può rapinare una banca, con una banca si può rapinare il mondo.

Partendo dall’escamotage drammaturgico della “stanza chiusa”, Gianni Quinto ha scritto un divertentissimo racconto, originale e ricco di tanti colpi di scena e cambiamenti di registro narrativo. Sul palco del tre giovani ma ben sperimentati attori, guidati sapientemente in scena da Alberto Ferrari, regista d’eccezione che ha firmato film e serie tv di successo come “I misteri di Laura” e “Distretto di polizia”.

Per informazioni e prenotazioni basta visitare la pagina Facebook del Teatro Bianconi o il sito internet www.teatrobianconi.it oppure telefonare al 340.1045098

Al Teatro Bianconi si ride a crepapelle con La Storia d’Italia anzi d’Itaglia.

Scritto da Teatro Bianconi il . Pubblicato in Spettacolo, Teatro

Carbognano, 19 febbraio 2019: Si è appena spento l’eco dei successi dello Stagione Junior, che a tambur battente irrompe sulla scena un nuovo appuntamento del cartellone principale del Teatro Bianconi con uno spettacolo esilarante e di assoluta attualità. Domenica 24 febbraio alle ore 17.30 arriva niente poco di meno che LA STORIA D’ITAGLIA di Alessandro Tirocchi, Maurizio Paniconi, Claudio Pallottini per la regia di  Marco Simeoli con sul palcoscenico: Daniele Derogatis, Valeria Monetti, Maurizio Paniconi, Alessandro Tirocchi.

Se Romolo e Remo avessero avuto un terzo fratello? Se Giulio Cesare alle Idi di Marzo non fosse andato al Senato ma avesse marcato visita ? Se l’Unità d’Italia si fosse decisa per un capriccio di Anita ?

Giovanni Persichetti in arte Rocco Jeckerson, Andrea Mangano e Michele Tarantino sono i genitori di Janis, Tancredi e Oronzo, tre alunni di una scuola superiore, autori di un lavoro di gruppo sulla storia d’Italia. Incoronata D’Onofri detta “La Merkel”, autoritaria professoressa, decide di rendere il compito dei ragazzi un copione da mettere in scena, e coinvolge i tre papà costringendoli a recitare: Giovanni, Andrea e Michele dovranno preparare lo spettacolo e affrontare la spietatezza della Merkel, inflessibile e apparentemente senza macchia.

Lo spettacolo sarà l’occasione per raccontare la Storia d’Italia con vizi, virtù e correzioni comiche, senza privarsi di spunti di riflessione, ma anche per riscrivere seriamente le proprie vite. Durante le prove scopriremo il rapporto dei tre padri coi figli, con la scuola e con il loro essere genitori. Nemmeno l’Unità però si fece in un giorno solo e tra liti, tentativi di abbandono e colpi di scena, “La Vera Storia d’Itaglia” rischia di non debuttare.

Uno spettacolo, divertente, esilarante, che coinvolge il pubblico rendendolo protagonista della Storia del nostro paese. Risate a crepapelle assicurate grazie ad un copione tiratissimo e battute a raffica ma anche tanti spunti di riflessione sui rapporti genitori/figli o genitori/scuola, sui problemi della nostra società, sull’Italia e le sue regioni, su Roma, sulle delusioni e i fallimenti in cui inevitabilmente incappiamo prima o poi. Una Storia da non perdere soprattutto per la bravura del cast di attori tutti  brillantissimi.

Per informazioni e prenotazioni basta visitare la pagina Facebook del Teatro Bianconi o il sito internet www.teatrobianconi.it oppure telefonare al 340.1045098

Al Teatro Bianconi le grosse bugie di Ray Cooney fanno ridere

Scritto da Teatro Bianconi il . Pubblicato in Spettacolo, Teatro

Carbognano, 3 febbraio 2019: La Stagione del Teatro Bianconi di Carbognano continua senza sbagliare un solo colpo grazie ad uno straordinario cartellone che ha trovato riscontro in un grandissimo successo di pubblico che sta premiando le scelte indubbiamente azzeccate della Direzione Artistica. Ne è prova anche il prossimo spettacolo che ha ricevuto tante e numerose prenotazioni da “costringere” l’organizzazione del Teatro a raddoppiare l’appuntamento ora fissato sempre per domenica 10 febbraio ma alle ore 15.30 e alle ore 18.30. La ragione di cotanto successo ? Un testo ormai divenuto un classico della commedia internazionale come SE DEVI DIRE UNA BUGIA È MEGLIO DIRLA GROSSA di Ray Cooney per la regia di Matteo Vacca con sul palcoscenico: Matteo Vacca, Marco Morandi, Maurizio Di Carmine, Morgana Giovannetti, Giancarlo Porcari

Invece di presenziare al Consiglio dei Ministri, l’Onorevole De Mitri, Ministro del Governo in carica, sta per passare la notte con la sua amante, l’ufficio stampa dell’opposizione, all’interno della bellissima suite 648 dell’Hotel Palace. Purtroppo niente andrà come previsto. Un cadavere appare dietro la grande finestra e il personale dell’albergo è pericolosamente curioso. Lo scandalo sta per scoppiare … ma fortunatamente l’Onorevole De Mitri può contare sul suo fedele portaborse, Mario Girini, che con tutte le sue forze si troverà, suo malgrado, ad affrontare situazioni incredibili ed esilaranti, tali da far sbellicare dalle risate gli spettatori.

É tutto un susseguirsi di  bugie, gags, equivoci, tradimenti, bisticci mai volgari, che mettono a fuoco le diverse ipocrisie dei nostri tempi, il tutto senza dimenticare le pungenti battute ironiche indirizzate a fatti e politici nostrani, di recente memoria. Si ride dalla prima all’ultima  scena, ci si diverte fino alle lacrime.

La commedia è un vero classico della commedia, adattata dalla premiata ditta Garinei e Giovannini alla realtà italiana, fu portata per la prima volta sul palco al Sistina nel 1986 da Johnny Dorelli, Paola Quattrini, Gloria Guida e Riccardo Garrone. Da allora un continuo susseguirsi di repliche e nuove versioni che hanno visto avvicendarsi sul palcoscenico alcuni dei più grandi attori della commedia teatrale italiana. La versione modernizzata presentata al Teatro Bianconi vede protagonisti un gruppo attori particolarmente affiatato già visti sul palcoscenico viterbese con un altro classico: Taxi a due piazze che lo scorso anno ha riscosso un grandissimo successo e apprezzamento da parte del competente pubblico viterbese.

La grande richiesta di tagliandi ha esaurito i posti disponibili già da alcune settimane e la decisione di raddoppiare l’appuntamento previsto si è resa necessaria per accontentare la lunga lista di attesa di nuove richieste pervenute alla biglietteria del Teatro. Per chi intende non perdersi questo straordinario appuntamento il consiglio è di affrettarsi a prenotare il prima possibile.

Per informazioni e prenotazioni basta visitare la pagina Facebook del Teatro Bianconi o il sito internet www.teatrobianconi.it oppure telefonare al 340.1045098

Secondo appuntamento con la stagione Junior al Teatro Bianconi firmata da Michele La Ginestra

Scritto da Teatro Bianconi il . Pubblicato in Spettacolo, Teatro

Carbognano, 27 gennaio 2019: Ritorna con il secondo appuntamento la Stagione Junior organizzata con il fondamentale contributo del Comune di Carbognano e dedicata a bambini e ragazzi dai 4 ai 12 anni: 4 spettacoli ispirati ai grandi eroi del passato rivisti in chiave divertente da Michele La Ginestra che ne firma tutti i testi. Domenica 3 febbraio con due spettacoli alle 15.30 e alle 17.30, e domenica 17 febbraio alle ore 16.00 è la volta dell’Odissea con la regia di Tiko Rossi Vairo e una banda di scalzonati giovani attori.

L’eroe più astuto della guerra di Troia ci racconta tutte le assurde avventure affrontate per tornare all’isola di Itaca dall’amata Penelope. Polifemo, il dio Eolo, tempeste e mostri marini, ci saranno tutti i protagonisti del racconto omerico, ovviamente in una versione divertente e surreale! Un modo divertente per studiare la storia e grazie alla semplicità del linguaggio e alla simpatica interazione tra i bambini e i personaggi, lasciano largo spazio al gioco ed alla fantasia e nello stesso tempo trasferiscono ai piccoli spettatori messaggi positivi e contenuti di valore.

La Stagione Junior ha riscosso un immediato e straordinario successo fin dalla sua presentazione sorprendendo la stessa Direzione artistica del Bianconi. Infatti inizialmente erano stati previsti solo spettacoli unici ma già il primo appuntamento è stato raddoppiato considerato il rapido esaurirsi dei tagliandi disponibili e molte richieste sono rimaste purtroppo inevase. Anche per questo secondo spettacolo si è assistito ad un vero e proprio “assalto” alla biglietteria tanto che non è stato sufficiente raddoppiare le repliche ed ne è stata programmata una terza, ma anche per questa stanno velocemente terminando i tagliandi disponibili aprendo la possibilità addirittura ad una quarta replica di cui, eventualmente, vi daremo nota.

Un successo incredibile ma totalmente meritato a sentire gli entusiastici commenti degli spettatori all’uscita del primo spettacolo. Adulti, bambini e ragazzi: tutti sono stati letteralmente rapiti e travolti dalle fulminanti battute e esilaranti situazioni comiche create dagli attori che hanno spesso coinvolto i giovani spettatori nelle loro scene. Ma tutto nel rispetto rigoroso e filologico delle vicende narrate che quindi vengono trasmesse senza essere stravolte: un modo divertente di imparare la storia e la letteratura.

Per informazioni e prenotazioni si consiglia di affrettarsi a visitare la pagina Facebook del Teatro Bianconi,  il sito internet www.teatrobianconi.it oppure a telefonare al 340.1045098