Archivio Autore

Al Teatro Bianconi spazio ai giovani talenti della Scuola delle Arti

Scritto da Teatro Bianconi il . Pubblicato in Teatro

Carbognano, 9 dicembre 2018:  Come ultimo spettacolo prima della pausa festiva, la Direzione del Teatro Bianconi ha scelto di dare spazio ai suoi giovani talenti che, sotto la guida di Sergio Urbani, frequentano il corso di recitazione della Scuola delle Arti del Teatro. Eccoli allora protagonisti dell’appuntamento,fuori abbonamento, fissato per domenica 16 dicembre alle ore 17:30 con Lo spettacolo della verità (che non si dice)” di Pier Paolo Pasolini con la regia dello stesso Sergio Urbani.

Lo spettacolo è liberamente tratto dal cortometraggio “Che cosa sono le nuvole?” del 1968 di Pierpaolo Pasolini. Il riadattamento riprende la sceneggiatura originale ed integrale del corto (che dura soli 20 minuti), aggiungendo anche le scene tagliate e non inserite da Pasolini nella fase di montaggio e la sviluppa aggiungendo una seconda parte di ispirazione pasoliniana del tutto inedita dal punto di vista teatrale.

L’opera “Che cosa sono le nuvole?” è un’ispirata allegoria sulla vita attraverso la proposizione in chiave delicatamente surreale della tragedia shakespeariana Otello, in cui Jago , che architetta alle spalle dell’ingenuo Otello, il falso tradimento di Desdemona con Cassio, si vanta con il pubblico della propria perfidia.

Pasolini mostra il doppio livello della messa in scena: da una parte la tragedia rappresentata dai burattini-personaggi, gestiti e animati dalla burattinaia, dall’altra la prospettiva secondo la quale lo spettatore sarebbe in realtà falsamente privilegiato, non potendo vedere, percepire o ascoltare i dialoghi e i reali caratteri dei burattini-attori che si mostrano solo fuori dalla scena mostrando solo lì le sfumature segrete della loro reale personalità e dei loro veri intenti.Per informazioni e prenotazioni basta visitare la pagina Facebook del Teatro Bianconi o il sito internet www.teatrobianconi.it oppure telefonare al 340.1045098

Al Teatro Bianconi Edith Piaf torna a cantare con la voce di Melania Giglio

Scritto da Teatro Bianconi il . Pubblicato in Arte, Musica, Spettacolo, Teatro

Carbognano, 2 dicembre 2018: La Direzione del Teatro Bianconi ha sempre incluso nel proprio cartellone, tra tante commedie divertenti e argute, almeno uno spettacolo diverso dagli altri; delle vere e proprie “chicche”, grandi prove di autore e di attore a cui ogni amante del teatro non può assolutamente mancare. Il prossimo appuntamento di domenica 9 dicembre alle ore 17:30 è proprio uno di questi spettacoli immancabili. E’ stata la diva indomabile per eccellenza; carismatica, dispotica, talentuosa e fragile, malata, nevrotica, fascinosa. Édith Piaf si è imposta anche al di là della sua voce, delle memorabili canzoni che ha lasciato. La sua personalità, la parabola della sua vita, il complicato rapporto con gli uomini, la solitudine, ne hanno fatto una leggenda e Melania Giglio ne ha tratto un intenso e immancabile spettacolo: ÉDITH PIAF . L’usignolo non canta più con la regia di Daniele Salvo e con Melania Giglio e Martino Duane sul palcoscenico.

Siamo nel 1960, nell’appartamento di Édith. Una serie di eventi si sono susseguiti nella vita di questa piccola donna: lutti, incidenti, amori, liti, solitudine, alcool, gioie, successi e canzoni. Tutto si è abbattuto sull’usignolo come un uragano. L’usignolo non canta più. L’artrite l’ha resa gobba, l’alcool e i medicinali l’hanno resa gonfia e senza capelli, i lutti hanno ferito la sua voglia di vivere. Ma improvvisamente qualcuno bussa alla sua porta e arriva a profanare questo “buio”. È Bruno Coquatrix, l’impresario dell’Olympia. Tra un bicchiere “proibito” e l’altro e una rivisitazione del tempo che fu ma che può ancora essere, Bruno la convincerà ad esibirsi utilizzando al meglio urla e abbracci . Trionfa il sogno, trionfa la speranza.

Lo spettacolo ripercorre i giorni che precedettero la storica esibizione di Édith Piaf sul palco dell’Olympia, dalla fine del 1960 sino alla primavera del 1961. Questo racconto, arricchito da canzoni eseguite rigorosamente dal vivo, vuole essere un omaggio a una delle voci più belle e strazianti della canzone moderna.

Perfetta nell’interpretazione e superba nel canto, la Giglio, riconsegna con rigore ogni sfumatura dell’interiorità di un’anima tormentata eppure nobile, apparentemente infantile eppure profonda, sorprendentemente vitale ma altrettanto fragile. Tutte le canzoni , da “Milord” a “Non, je ne regrette rien“ passando per “La vie en rose”, sono eseguite magistralmente dal vivo. Grande anche l’interpretazione di Martino Duane per un duetto di artisti che consegneranno al fortunato pubblico emozioni e sentimenti semplicemente indimenticabili.

Per informazioni e prenotazioni basta visitare la pagina Facebook del Teatro Bianconi o il sito internet www.teatrobianconi.it oppure telefonare al 340.1045098

Inizia la stagione Junior al Teatro Bianconi firmata da Michele La Ginestra

Scritto da Teatro Bianconi il . Pubblicato in Teatro

Carbognano, 24 novembre 2018: La grande novità di quest’anno al Teatro Bianconi è senz’altro rappresentata dalla Stagione Junior organizzata con il fondamentale contributo del Comune di Carbognano e dedicata a bambini e ragazzi dai 4 ai 12 anni: 4 spettacoli ispirati ai grandi eroi del passato rivisti in chiave divertente da Michele La Ginestra che ne firma tutti i testi. Si inizia domenica 2 dicembre con due spettacoli alle 15.30 e alle 17.30 con Gli eroi di Troia con la regia di Tiko Rossi Vairo e una banda di scalzonati giovani attori.

Ne abbiamo sentite tante su eroi come l’invincibile Achille o il furbo Ulisse, ma mai nessuno aveva raccontato le loro gesta in modo così divertente! Tutti i partecipanti alla mitica Guerra di Troia come non li avete mai visti, dalla bellissima Elena ossessionata dal suo aspetto, ad Agamennone, re capriccioso e intrattabile. Non mancheranno gli epici duelli e ovviamente il grande Cavallo di legno… o era una mucca?

Un modo divertente per studiare la storia e grazie alla semplicità del linguaggio e alla simpatica interazione tra i bambini e i personaggi, lasciano largo spazio al gioco ed alla fantasia e nello stesso tempo trasferiscono ai piccoli spettatori messaggi positivi e contenuti di valore.

La Stagione Junior ha riscosso un immediato successo fin dalla sua presentazione. Infatti l’unico spettacolo inizialmente programmato per le 17.30 è andato rapidamente esaurito ed ha “costretto” la Direzione Artistica a programmare un secondo spettacolo alle 15.30 per rispondere alle miriadi di prenotazioni ricevute. Stessa sorte per il prossimo appuntamento l’Odissea del 6 febbraio: lo spettacolo delle 17.30 è quasi sold out ed è stato previsto un secondo spettacolo alle 15.30. Quindi per chi avesse interesse ad imparare divertendosi consigliamo di affrettarsi a prenotare.

Per informazioni e prenotazioni basta visitare la pagina Facebook del Teatro Bianconi o il sito internet www.teatrobianconi.it oppure telefonare al 340.1045098

“Se mi ricordo ti sposo”: al Bianconi di Carbognano tornano i Pezzi di Nerd

Scritto da Teatro Bianconi il . Pubblicato in Teatro

Carbognano, 12 novembre 2018: Lo scorso anno hanno sorpreso e divertito il competente pubblico del Bianconi di Carbognano con il loro “Ho adottato mio fratello”. Quest’anno, subito dopo il debutto a Palermo, domenica 25 novembre alle ore 17:30 ritornano con il loro ultimo spettacolo i simpatici e scanzonati Pezzi di Nerd, che ne sono anche gli autori, con Se mi ricordo ti sposo con la regia di Marco Siemoli. Sul palcoscenico sempre loro: Mirko Cannella, Nicolò Innocenzi, Michele Iovane, Jey Libertino e Giulia Di Turi.
Andrea e Liliana, stanno organizzando il loro tanto sognato matrimonio. Di ritorno dall’addio al celibato Andrea ha un incidente che gli provoca la perdita della memoria a breve termine cancellando ogni ricordo di lei. Gli amici, insieme alla futura moglie, cercheranno di fargli tornare la memoria prima delle imminenti nozze ripercorrendo i momenti salienti del loro rapporto!
Si ricorderà di Liliana prima del matrimonio ?

Al debutto in prima nazionale a Palermo lo spettacolo ha fatto registrare un sold out continuo per tutti i 10 giorni di programmazione e ora, risalendo la penisola di successo in successo, giungono nel dinamico teatro dei Cimini con tutta la carica della loro fresca e giovane comicità non priva di spunti di riflessione profondi sul rapporto di coppia e sul matrimonio. Un altro annunciato successo di questa compagnia di giovani attori dal cristallino talento comico sia nella scrittura dei testi che nella loro rappresentazione sul palcoscenico.

Per informazioni e prenotazioni basta visitare la pagina Facebook del Teatro Bianconi o il sito internet www.teatrobianconi.it oppure telefonare al 340.1045098

Restiamo amici lo dici a tua sorella: la commedia “cult” in scena al Teatro Bianconi.

Scritto da Teatro Bianconi il . Pubblicato in Spettacolo, Teatro, Umorismo

Carbognano, 02 novembre 2018: Prosegue, di sold out in sold out, a spron battuto la Stagione Teatrale del Teatro Bianconi. Il prossimo appuntamento di domenica 11 novembre alle ore 17:30 è con un testo cult della commedia contemporanea italiana scritta a quattro mani da Massimiliano Bruno e Sergio Zecca: Restiamo amici lo dici a tua sorella con la regia dello stesso Sergio Zecca e, sul palcoscenico, Tiko Rossi Vairo, Giancarlo Porcari, Alessandro Frittella, Antonio Stregapede.

Max Topazio e Carlo Rubino sono due (ex-)giovani scrittori di romanzi gialli alle prese con un nuovo libro da scrivere in tempi strettissimi. I due sono quotidianamente tormentati dal loro editore, Graziani, che li obbliga a ritmi di lavoro nevrotici, come il moderno management impone, nonché dal loro capo ufficio stampa, Mandolesi, che cerca continuamente di coinvolgerli in ogni sorta di sistemi per il superenalotto. Cosa potrebbe mai capitare se, per uno strano scherzo del destino, i due intraprendenti giallisti venissero abbandonati, nel giro di pochi giorni, dalle rispettive fidanzate?

Nella cornice della baita di montagna dove i due si ritirano in “eremitaggio sentimentale”, cercando di trovare l’idea giusta per il loro “attesissimo” prossimo successo editoriale, si analizza in diretta una serie di situazioni-limite sull’argomento in questione, fornendo un pacchetto di consigli per vivere con spensierata filosofia, almeno in apparenza, la fine di un amore, vista dalla parte dei maschietti. Riusciranno i nostri eroi a portare a termine il loro impegno creativo? Oppure sarà il giallo che stanno vivendo a fornire continui colpi di scena per lo spettatore? La soluzione arriverà nel finale, come in ogni giallo che si rispetti!

Un piccolo grande “cult” della comicità, scritto 25 anni fa da Massimiliano Bruno e Sergio Zecca. Ripreso in varie edizioni torna con la produzione dell’Ass. Culturale Jonglar, in una versione al passo coi tempi, anche se l’argomento “amore” in fondo rimane sempre invariato, con le sue gioie e i suoi dolori. La regia tratta l’argomento con comicità e delicatezza allo stesso tempo, cercando umilmente di ricordare qua e là le indimenticabili atmosfere ironiche e a tratti romantiche della commedia all’italiana di un tempo.

Per informazioni e prenotazioni basta visitare la pagina Facebook del Teatro Bianconi o il sito internet www.teatrobianconi.it oppure telefonare al 340.1045098

Agenzia Cyrano: al Teatro Bianconi la divertente commedia su letteratura, sentimenti e il coraggio essere se stessi.

Scritto da Teatro Bianconi il . Pubblicato in Arte, Cultura, Teatro

Carbognano, 21 ottobre 2018: La nuova Stagione Teatrale del Teatro Bianconi, dopo la strepitosa apertura, continua sull’onda del divertimento con un appuntamento dedicato ai giovani talenti del teatro nazionale. Protagonisti del prossimo appuntamento di domenica 28 ottobre alle ore 17:30 sono infatti un gruppo di giovani talenti seguiti da due mostri sacri della commedia italiana contemporanea: Michele La Ginestra che ha li ha tenuti a battesimo lo scorso anno nel suo Teatro Golden di Roma e Pino Quartullo che li ha guidati sul palcoscenico curando la regia del loro spettacolo: Agenzia Cyrano scritto da Laura Grimaldi e Andrea Papale con Giorgia Ferrara, Luca Forte, Fabrizio Mazzeo e lo stesso Andrea Papale.

Avete mai pensato a come sarebbe comodo avere qualcuno che ti suggerisce le cose da dire nella vita reale ? Qualcuno che fisicamente ti stia sempre accanto per darti la battuta giusta durante una cena fuori o ad un colloquio ? Pietro è un autore teatrale bugiardo cronico e ormai fallito perché accusato di portare sfiga. Mattia è un brillante lavoratore e avrebbe una carriera da far invidia, se non fosse cosi tanto visceralmente sincero. Insieme gestiscono “AGENZIA CYRANO”, la prima agenzia che scrive parole per chi non le trova mai al momento giusto. Franzetti e Adelma, sono i soli clienti dell’agenzia, non riescono semplicemente ad essere se stessi, perché fondamentalmente si fanno schifo, e non trovano mai le parole giuste da dire, sia per conquistare qualcuno o per farsi valere. Sia Pietro che Matteo, attraverso le parole prese a prestito da scrittori come il poeta francese Edmond Rostand (l’autore del Cyrano) oppure il drammaturgo inglese William Shakespeare, riescono a insegnare ai due sprovveduti che non c’è niente di male a dire no e che bisogna avere il coraggio di essere se stessi… anche se non sempre.

Atto unico e divertente dove i giovani e talentuosi attori, sapientemente condotti dal loro regista, passano da una battuta all’altra, tra colte citazioni letterarie e situazioni imbarazzanti ed esilaranti. La commedia ha esordito lo scorso anno con gran successo a Roma e quest’anno, con la produzione della Carpe Diem, inizierà proprio al Bianconi di Carbognano il lungo tour che condurrà la compagnia per tutta Italia.

Per informazioni e prenotazioni basta visitare la pagina Facebook del Teatro Bianconi o il sito internet www.teatrobianconi.it oppure telefonare al 340.1045098

Le “Attrazioni Cosmiche” di Marco Cavallaro aprono la Stagione del Teatro Bianconi di Carbognano

Scritto da Teatro Bianconi il . Pubblicato in Spettacolo, Teatro

Carbognano, 7 ottobre 2018: La Stagione Teatrale 2018 / 2019 del Teatro Bianconi non poteva iniziare meglio. Protagonista del primo appuntamento sullo storico palcoscenico del teatro dei Cimini, che proprio quest’anno compie 70 anni, è l’attore siciliano Marco Cavallaro già acclamatissimo lo scorso anno e che Domenica 14 ottobre alle ore 18.00 porterà in scena il suo ultimo spettacolo “Attrazioni Cosmiche” scritto da Giovanna Chiarilli e adattata dallo stesso Cavallaro che ne firma anche la regia. Accanto a Cavallaro alcuni attori giovani ma di talento: Maria Chiara Centorami, Ramona Gargano, Marco Maria Della Vecchia, Maria Lauria, Marzia Verdecchi.

Ci troviamo nel giorno più caotico dell’anno, il 31 dicembre. Cosa succede se nella più totale frenesia, all’interno di un locale, gestito da amici, gli amori s’intrecciano, le storie personali di ognuno trovano sfogo nei drammi dell’altro? Si ride, ci si riconosce nelle storie, si fa il tifo per l’uno o per l’altro personaggio, ci si emoziona per quello che si desidera nella vita, si crede nell’amicizia, perché in fondo ognuno ha un disperato bisogno di qualcun altro. Il filo conduttore della commedia è per l’appunto il veglione di capodanno, la cui preparazione unisce una galleria di personaggi che appaiono avvolti dalla precarietà ma che sembrano anche consapevoli di quanto sia essenziale l’aiuto degli altri.

La commedia inanella una spumeggiante serie di eventi che porteranno ad un caos effettivo e affettivo senza esclusione di colpi in cui nessuno potrà dirsi innocente. Traditi e traditori si ritroveranno a confrontarsi recriminandosi i relativi comportamenti tentando di nascondere le proprie colpe in un vortice di situazioni molto divertenti. Ma alla fine, anche se il caos sembra prevalere, anche se le storie personali scoppiano come un fuoco di artificio, ciò che vince e in qualche modo trasforma le preoccupazioni in speranze non può essere che l’amore. Un amore che è cosmico perché abbraccia tutti e perché nessuno, anche se lo desidera, può liberarsene.

Lo spettacolo ha ottimi tempi e gran ritmo, come ci ha abituato Marco Cavallaro nelle sue numerose commedie. La regia è giocata sulla velocità e sui continui svelamenti dei vari personaggi. Gli attori in scena sono bravissimi e si muovono con abilità tra spazi stretti e tempi concitati. Cavallaro col suo stile inconfondibile, conferisce al testo una briosità che sa fare convivere comico e tragico quasi con indifferenza, come se fra i due registri non intercorresse alcun salto. Niente di scontato, per una commedia che oltre che a farvi sorridere di cuore, darà agli spettatori tanti punti di riflessione su cui discutere e ragionare a casa, lontano da occhi indiscreti, a tu per tu con la propria metà o con se stessi per chi è in cerca.

Per informazioni e prenotazioni basta visitare la pagina Facebook del Teatro Bianconi o il sito internet www.teatrobianconi.it oppure telefonare al 340.1045098

I 70 anni del Teatro Bianconi di Carbognano e i 40 anni del Gruppo GIAD: doppio anniversario, doppio cartellone

Scritto da Teatro Bianconi il . Pubblicato in Spettacolo, Teatro

Carbognano, 12 settembre 2018:  Benvenuti a Teatro, dove tutto è finto ma niente è falso: con questo pensiero di Gigi Proietti la Direzione Artistica del Teatro Bianconi di Carbognano ha pubblicato sul sito e su facebook il programma delle attività artistiche della nuova stagione teatrale 2018-2019 con tante novità per festeggiare degnamente due anniversari importanti: i 70 anni del Teatro e i 40 anni dell’Associazione Gruppo GIAD. Era infatti il settembre del 1948 quando, grazie a Mario Liberati, un grande artista di origini carbognanesi che volle donare al proprio paese natio un luogo di svago e divertimento, fu inaugurato il Cine teatro Capriccio (proprio perché nato da un capriccio di artista) poi diventato Teatro Bianconi dopo l’acquisto da parte della Parrocchia locale che ne ha poi curato il più recente restauro. Mentre nel dicembre del 1978, con il primo spettacolo Ciao Natale, nasceva ufficialmente il Gruppo GIAD, che, dopo un lungo periodo di chiusura e decadenza, assunse la gestione del Teatro portandolo, con un lungo e laborioso cammino, ad essere una delle più stabili, longeve e dinamiche realtà culturali del nostro territorio. Nel nome della passione, dell’amore, o se vogliamo del “capriccio” (tutto ritorna prima o poi) per un teatro libero e per tutti.

Questi anniversari speciali meritavano un stagione speciale: non uno ma ben due cartelloni. Il primo di 14 spettacoli comici, intensi, entusiasmanti, emozionanti con tante nuove produzioni, talenti di assoluto valore e grandi nomi del teatro italiano. Gli spettacoli inizieranno il 14 ottobre con il grande ritorno di Marco Cavallaro che ha riscosso grandissimo successo lo scorso anno, e si chiuderà il 5 maggio con l’ultimo spettacolo di Michele Ginestra fresco di debutto al Sistina di Roma. Grandi nomi torneranno a calcare le storiche tavole del palcoscenico viterbese: Massimo Wertmuller, Rodolfo Laganà, Marco Morandi, Nicola Pistoia, Max Pisu, le “Stremate” con il loro ultimo capitolo, Milena Miconi, Antonio Conte e ancora tanti altri bravissimi attori impossibili da nominare tutti ma che divertiranno ed emozioneranno il fortunato pubblico del Bianconi con le loro performance artistiche.

Nel cartellone non mancherà la nuova produzione della Carpe Diem (società produttiva teatrale nata dall’esperienza del gruppo GIAD) “Casalinghi disperati” con Nicola Pistoia, Max Pisu, Gianni Ferreri e Danilo Brugia con la regia di Diego Ruiz che ha appena debuttato con grandissimo successo al Festival teatrale di Borgo Verezzi, una delle più importanti kermesse teatrali italiane.

A questo cartellone se ne affiancherà un altro di 4 spettacoli che, grazie al contributo del Comune di Carbognano, sarà dedicato ai più piccoli dai 4 ai 12 anni, con l’intento di tramandare la passione del teatro anche ai più giovani e avvicinarli a questa meravigliosa forma d’arte che senza telecomandi e joystick, trasmette emozioni, sentimenti, magia, cultura in maniera diretta, senza app, video o smartphone a fare da intermediari. Una comunicazione faccia a faccia, viva, umana che forse non sono più abituati ad usare.

La stagione dei piccoli prenderà il via il 2 dicembre per chiudersi il 7 maggio 2019 e vedrà compagnie e attori specializzati per questa particolarissima fascia di spettatori che racconteranno in modo spensierato e divertente le storie di grandi personaggi del passato.

Le novità però non finiscono: con l’autunno riparte la Scuola delle Arti del Teatro Bianconi e accanto ai consueti corsi di recitazione, canto moderno e lirico, chitarra, flamenco, inglese e posturale, apre la Scuola di Musical con l’insegnante Laura Leo che ha partecipato alle più grandi produzioni italiane di musical degli ultimi anni.

Un grande e ampio ventaglio di spettacoli e attività che avranno come centro il Teatro Bianconi e dal quale nessuno dovrà sentirsi escluso. I prezzi dei biglietti e delle varie formule di abbonamento sono convenienti e pensati per permettere a tutti, con un occhio di riguardo per le famiglie,  di partecipare e di godere della magia del teatro. L’organizzazione e le risorse investite nell’allestimento delle attività, sono frutto del lavoro volontario dei soci del Gruppo GIAD Teatro, e dimostrano, una volta di più, che, anche senza budget faraonici ma con competenza e impegno, si può fare dell’ottimo Teatro per tutti anche in provincia. E’ questo il valore aggiunto del Teatro Bianconi dove gli spettatori possono respirare la passione per il libero Teatro, la stessa passione che ha animato e ispirato tutti i 40 anni del Gruppo GIAD.

Per informazioni e prenotazioni basta visitare la pagina Facebook del Teatro Bianconi o il sito internet www.teatrobianconi.it oppure telefonare al 340.1045098

Massimo Wertmuller e Michele La Ginestra al Bianconi in una grandissima prima nazionale

Scritto da Teatro Bianconi il . Pubblicato in Spettacolo, Teatro

Carbognano, 27 gennaio 2018: Quando fu svelato il cartellone di questa stagione del Teatro Bianconi era subito stato chiaro che l’appuntamento di maggiore rilievo sarebbe stato indubbiamente la Prima Nazionale di “Come Cristo comanda” di Michele La Ginestra, con la partecipazione di due straordinari attori come lo stesso Michele La Ginestra e Massimo Wertmuller e con la regia di Roberto Marafante. Ma quello che neanche la Direzione artistica del Bianconi nel suo più azzardato ottimismo poteva prevedere è stato lo straordinario successo e richiamo che tale spettacolo ha avuto ancor prima della sua messa in scena. L’attesa e la richiesta del pubblico è stata sin da subito enorme e senza nemmeno alcun battage pubblicitario i posti dell’unico appuntamento, inizialmente previsto per Domenica 4 febbraio 2018 alle ore 17.30, sono andati letteralmente a ruba poche ore dopo la messa in vendita e già dalla settimana scorsa sono esauriti. Per la prima volta il Bianconi ha registrato il sold out già due settimane prima dell’evento con decine di richieste inevase che hanno convinto la Direzione artistica e la produzione dello spettacolo a programmare una replica straordinaria a grandissima richiesta per sabato 3 febbraio alle ore 21.00 ed è facilmente prevedibile che anche questo nuovo appuntamento registrerà presto il tutto esaurito per cui si esorta il pubblico interessato a prenotare al più presto gli ultimi posti disponibili
Un così eclatante successo è indubbiamente merito del grande appeal di cui i due attori godono sul pubblico, in particolare su quello esperto e particolarmente attento del piccolo ma dinamico teatro dei Cimini, che più volte li ha applauditi e apprezzati nel corso degli anni. Questa volta sono alle prese con un testo particolarmente denso di emozioni, risate, riflessioni scritto dallo stesso Michele La Ginestra.
Anno 33 d.C., Palestina. È notte: due uomini, vestiti con tuniche e mantelli, sono seduti in una sorta di bivacco in mezzo al deserto, un luogo che rappresenta la solitudine e l’isolamento dal resto del mondo. Parlano sommessamente per non essere scoperti, con la paura di essere stati seguiti da qualcuno; si capisce che sono in fuga, ma nonostante la situazione, cercano di mascherare la propria ansia, parlando delle cose di tutti i giorni, (il mangiare, il lavoro, il rapporto con l’altro sesso) in modo scanzonato e divertito. Dai dialoghi pian piano si intuisce che sono due soldati romani, ma non due qualsiasi: uno, Cassio, è il centurione alla guida dei legionari al momento della crocifissione di Gesù sul Golgota; l’altro è Stefano, un suo soldato, quello che diede da bere a Cristo, acqua e aceto.
L’evento che sconvolgerà l’umanità ha stravolto, inconsapevolmente, anche le loro vite; i due non potranno fare a meno di confrontarsi, animatamente, alla ricerca di alcune risposte…ma non tutto, nella vita, si può spiegare con l’esperienza e la logica!
Ci sono delle emozioni, che vanno al di là dei cinque sensi, per spiegare le quali è necessario abbandonarsi all’ascolto… e forse, solo allora, si riuscirà a sentire risuonare “una musica melodiosa”.

Uno spettacolo assolutamente imperdibile, una primissima nazionale che anticipa il debutto al Teatro 7 di Roma, previsto per la settimana successiva, e la lunghissima tournee in giro per l’Italia. Un altro grandissimo appuntamento e uno straordinario evento del Teatro Bianconi di Carbognano che ormai aspira ad assurgere come uno dei principali teatri della nostra Regione per la qualità e la ricchezza delle stagioni proposte con tanti artisti che lo scelgono (solo quest’anno ben 3 Prime Nazionali) per il debutto dei loro spettacoli. Merito della competenza e dell’entusiasmo del pubblico, della calorosa e professionale accoglienza dello staff e della Direzione Artistica e soprattutto della passione che accomuna tutti i membri volontari dell’Associazione Gruppo Giad che ormai da 40 anni vive e respira teatro in tutte le sue forme. E’ questo il valore aggiunto del Teatro Bianconi.
Per informazioni e prenotazioni si può consultare il sito internet www.teatrobianconi.it, la pagina facebook del Teatro Bianconi o telefonare al 340 1045098 (24h).

La comicità esplosiva di Maria Pia Timo al Bianconi. One woman show con il meglio del repertorio della bionda comica faentina.

Scritto da Teatro Bianconi il . Pubblicato in Spettacolo, Teatro, Umorismo

Carbognano, 12 dicembre 2017:  Dopo il successo dello scorso anno con “Ricette d’amore” torna al Bianconi, stavolta protagonista unica e assoluta, l’esplosiva Maria Pia Timo. Domenica 17 dicembre 2017 alle ore 17.30  arriva infatti  “Biondo zabaione” di Maria Pia Timo e Roberto Pozzi coppia lavorativa e nella vita che firma anche la regia.

Biondo zabaione è un a-solo esilarante, un recital che unisce il meglio dei personaggi, delle gag e delle trovate rubate dal repertorio di M. Pia Timo e costruite in un repertorio di anni ed anni di palcoscenici, ma anche di radio, televisione, cinema e libri. E’ una felice mescola di forme e tipi di comicità diversi, femministe, femminee, maschie e femminili, classiche e surreali, proprie e altrui, capace di vita ad un misto di teatro-cabaret-happening variegato. Così sul palco si avvicenderanno badanti, tate, bambine, carrelliste, ma anche colpi di tosse, starnuti… tutto questo e forse altro, e forse altro ancora. Un vero show tutto al femminile da gustarsi in modo del tutto divertente.

Maria Pia Timo vanta un curriculum molto vasto: comica, attrice, raccontastorie. Oltre ad aver preso parte al Sabato Italiano come spalla di Pippo Baudo è riuscita a ottenere il successo grazie a Bulldozer, il programma che l’ha vista nelle vesti di Wanda la carrellista per ben tre edizioni consecutive. È stata per molto tempo ospite fissa su Rai3 in Tintoria show e l’inviata del programma Pirati, senza dimenticare la sua partecipazione su La7 come femminista convinta in Quork, talk-show comico. Dal 2008 al 2010 fa parte del cast di Quelli che…il calcio e nel frattempo recita in un episodio de I Cesaroni e nel film Gli amici del bar Margherita di Pupi Avati. Dal 2013 Maria Pia Timo fa parte del cast dei comici di Zelig dove impersona un’improbabile venditrice telefonica e ha poi spopolato anche a Zelig Off, con le parodie di SOS Tata. Innumerevoli invece le sue apparizioni in tutti i teatri d’Italia sia con il proprio spettacolo che protagonista di commedie brillanti.

Per informazioni e prenotazioni si può consultare il sito internet www.teatrobianconi.it, la pagina facebook  del Teatro Bianconi o telefonare al 340 1045098 (24h).