Archivio Autore

GBsoftware S.p.A.

Produciamo software gestionali professionali per commercialisti, aziende, società, fiscalisti e professionisti. Innovazione tecnologica e politiche di marketing mirate, ci permettono di offrire il nostro software a prezzi di sicura convenienza. Inoltre, grazie alla tecnologia Cloud, potenza e convenienza ti seguiranno ovunque senza pensieri.

News contabilità, fatturazione, bilancio, fiscale, paghe GB – Settimana n. 23 anno 2019

Scritto da GBsoftware S.p.A. il . Pubblicato in Affari, Aziende, Economia, Informatica, Tecnologia

Redditi Enti non commerciali 2019: rilascio applicazione (03/06/19)

L’Agenzia delle Entrate con il provvedimento n.23572 del 30 gennaio 2019 ha approvato il modello e le istruzioni della dichiarazione Redditi Enti non Commerciali 2019 anno imposta 2018.

Effettuando l’update del software da oggi è disponibile l’applicazione Redditi Enti non Commerciali 2019.

La dichiarazione Redditi Enti non Commerciali deve essere presentata per via telematica, direttamente dal dichiarante o tramite un intermediario abilitato.

Paghe Gb Web 2019: Gestione ANF e nuove modalità di presentazione delle richieste (04/06/19)

L’INPS con circolare n° 45/2019 e messaggio n°1777 fornisce le istruzioni operative necessarie alla gestione degli ANF alla luce delle nuove modalità di presentazione delle richieste.

A decorrere dal 1° aprile 2019 le domande finora presentate dal lavoratore interessato al proprio datore di lavoro utilizzando il modello “ANF/DIP (SR16) dovranno essere inoltrate esclusivamente all’INPS in via telematica. Questo al fine di garantire all’utenza il corretto calcolo dell’importo spettante e assicurare una maggiore aderenza alla normativa vigente in materia di protezione dei dati personali.

La domanda di assegno per il nucleo familiare deve essere presentata dal lavoratore all’INPS, esclusivamente in via telematica, mediante uno dei seguenti canali: WEB tramite il servizio online dedicato, accessibile dal sito inps.it, se in possesso di PIN dispositivo, di una identità SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), almeno di Livello 2 o CNS (Carta Nazionale dei Servizi). Oppure Patronati e intermediari dell’Istituto, attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi, anche se non in possesso di PIN.

Redditi 2019: gestione addizionale Comunale (05/06/19)

La gestione Addizionale comunale, come indicato dal nome, gestisce il calcolo dell’imposta addizionale comunale in saldo e in acconto che tutti i contribuenti, titolari e non di partita IVA, devono versare a favore del Comune nel quale hanno il proprio domicilio fiscale.

La gestione si trova sia all’interno dell’applicazione Modello 720 (quadro 730_3 Riepilogo) che nell’applicazione Redditi PF (quadro RV)

Poichè i dati per il calcolo dell’addizionale comunale si differenziano da Modello 730 a Redditi PF, la gestione si presenta con delle differenze tra le due applicazioni.

Paghe GB Web: gestione Quattordicesima (06/06/19)

La Quattordicesima mensilità è una retribuzione aggiuntiva che il lavoratore precepisce una volta all’anno. Ha origine contrattuale tra le parti sociali, pertanto è prevista soltanto nei settori dell’economia in cui le parti (lavoro e impresa) si sono esplicitamente accordate su di essa nella relativa collettiva del settore.

La contrattazione collettiva fissa con precisione la data in cui viene erogata dal datore di lavoro al lavoratore dipendente e i criteri di calcolo.

La quattordicesima è distribuita ai lavoratori una volta all’anno nel periodo di giugno/luglio. La data di pagamento della quattordicesima è solitamente fissata dalla contrattazione collettiva. Ha natura contrattuale tra le parti e non legale. La disciplina della stessa si riferisce esclusivamente agli accordi intercorrenti tra le parti sociali.

Addizionale Comunale 2019: esenzioni particolari (07/06/19)

A seguito della news del 5 giugno “redditi 2019: gestione Addizionale comunale” oggi andiamo a vedere come si comporta la gestione in presenza di un comune che applica delle esenzioni particolari.

Se siamo in presenza di un Comune con esenzioni particolari, la gestione esegue determinate verifiche al fine di stabilire se l’esenzione può essere applicata oppure no, tenendo conto di quanto previsto dalla particolarità

In tale circostanza, all’interno delle gestione si attiva la tab “Verifica condizioni per l’applicazione dell’esenzione particolare” per eseguire la verifica di applicabilità. Per spiegare al meglio il funzionamento della gestione proponiamo di seguito degli esempi di compilazione…

Gli articoli completi sono disponibili sul sito del software per importare fatture elettroniche INTEGRATO GB per commercialisti.

GBsoftware S.p.A. è una software house nata dall’idea di un commercialista e dell’esperienza di uno studio attivo dal 1977. Siamo specializzati in software semplici per studi e imprese.

News contabilità, fatturazione, bilancio, fiscale, paghe GB – Settimana n. 22 anno 2019

Scritto da GBsoftware S.p.A. il . Pubblicato in Aziende, Economia, Informatica, Internet, Tecnologia

Spese universitarie pubbliche e private 2019: detrazione (27/05/19)

L’art. 15, comma 1, lett. e), del Tuir prevede la possibilità di detrarre nella dichiarazione dei redditi (Modello 730 e PF) le spese per l’istruzione universitaria , sia statale che non statale, sostenute nel proprio interesse o dei familiari fiscalmente a carico.

La detrazione spettante è del 19%, calcolata sull’intera spesa sostenuta se l’università è statale, mentre per l’università privata l’importo ammesso in detrazione non deve essere superiore a quello stabilito annualmente per ciascuna facoltà universitaria con apposito decreto del MIUR.

La detrazione, in particolare, spetta per le spese sostenute per la frequenza di corsi di istruzione universitaria, corsi di perfezionamento, master universitari, corsi di dottorato di ricerca, spese per la frequenza di Istituti tecnici superiori (ITS) in quanto equiparati alle spese universitarie, nuovi corsi istituiti ai sensi del DPR n.212 del 2005 presso i Conservatori di musica e gli Istituti musicali pareggiati.

Fatture Web 2019: creare una disposizione di bonifico da Console Web (28/05/19)

Con un recente aggiornamento è stata introdotta la possibilità di creare distinte di pagamento elettroniche per le fatture ricevute tramite Console GB Web.

Grazie a questa funzione è possibile generare un file XML contenente le disposizioni di pagamento con e informazioni inerenti le fatture ricevute, in modo da evitare perdite di tempo per il reinserimento dei dati nel proprio programma di Home Banking.

E’ infatti sufficiente caricare il file per avere già pronte e precariate tutte le informazioni necessarie alla propria banca per dar seguito alla disposizione del bonifico.

Caso Pratico: Bilancio esercizio 2018 con 2017 inserito in un secondo momento (29/05/19)

“Ad inizio anno per cominciare a gestire una contabilità 2018 ho inserito i saldi patrimoniali all’ 01.01.2018 senza gli economici, poi ho tenuto tutta la contabilità regolarmente. Ora il bilancio al 31.12.2018 è corretto ma non ho il 2017. Come faccio per la comparazione con l’esercizio precedente?”

I saldi di bilancio dell’esercizio precedente possono essere inseriti anche in un secondo momento senza blocchi o impedimenti, in modo da assicurare la giusta elasticità nello svolgimento degli adempimenti Bilancio Europeo/ Contabilità in diverse fasi di lavoro.

Il primo gennaio del 2018 sono stati inseriti i saldi patrimoniali 2018 per la nuova contabilità di un’azienda già esistente e per l’urgenza si è evitato di inserire gli economici. Vediamo i passaggi che sono stati compiuti: preliminarmente si è creata la ditta in Anagrafica, quindi si è abilitata la contabilità 2018…

Paghe GB Web 2019: Incentivo Occupazione Garanzia Giovani (30/05/19)

In seguito al Decreto Direttoriale 581/2018 dell’ANPAL, l’INPS con la circolare n.54 del 17/04/2019 disciplina la proroga dell’incentivo occupazione NEET, relativo alle assunzioni effettuate nel 2019 di giovani iscritti al programma Garanzia Giovani.

Il beneficio si applica ai datori di lavoro privati che a partire dal 01/01/2019 assumono giovani iscritti al programma “Garanzia Giovani” di età compresa tra i 16 e 29 anni ed è inserito alle assunzioni effettuate entro il 31/12/2019.

Tale beneficio si applica ai lavoratori assunti a tempo indeterminato tra il 1° gennaio ed il 31 dicembre 2019 nella misura pari al 100% dei contributi a carico del datore di lavoro. Sono esclusi dall’agevolazione, i contratti di lavoro domestico ed i contratti di lavoro intermittente; i contratti di apprendistato invece sono compresi solo se rientrano nell’apprendistato professionalizzante e solo durante il periodo formativo.

Spese sportive ragazzi 2019: regole di detrazione (31/05/19)

Nella dichiarazione dei redditi 2019 (Modello 730 o Redditi PF) è possibile detrarre le spese sportive praticate dai familiari a carico nel corso dell’anno di imposta 2018.

La detrazione spetta nella misura del 19% per le spese sostenute dai ragazzi di età compresa tra i 5 e i 18 anni per l’attività sportiva svolta presso associazioni sportive e impianti sportivi.

L’importo massimo che il contribuente può portare in detrazione è pari a 210 euro, da ripartire tra i genitori. Con la news di oggi riepiloghiamo in breve le principali regole per la detrazione delle attività sportive.

Gli articoli completi sono disponibili sul sito del software contabilità INTEGRATO GB per commercialisti.

GBsoftware S.p.A. è una software house nata dall’idea di un commercialista e dell’esperienza di uno studio attivo dal 1977. Siamo specializzati in software semplici per studi e imprese.

Bilancio Europeo 2019 esercizio 2018: articoli e casi pratici – maggio 2019

Scritto da GBsoftware S.p.A. il . Pubblicato in Economia, Informatica, Scienze, Tecnologia

Bilancio 2019: corretto flusso fino alla Nota Integrativa (15/05/2019)
GB ti guida in modo intuitivo alla predisposizione del fascicolo di Bilancio composto dalla documentazione in formato XBRL e PDF/A da presentare ad Infocamere.
Il fascicolo di bilancio 2019 continua a prevedere il Bilancio e la Nota Integrativa in formato XBRL e l’assemblea dei soci in PDF/A. Nei casi più complessi si devono presentare (sempre in PDF/A) anche la Relazione sulla Gestione, il Verbale del Collegio Sindacale e la Relazione del Revisore.
Il flusso per inserire un Bilancio e redigere la Nota Integrativa può essere così schematizzato:
A) Inserimento Anagrafica
Il primo passo per predisporre il fascicolo di bilancio è quello di effettuare il caricamento della nostra ditta in Anagrafica.
Per creare una ditta cliccare su Anagrafica, quindi su Nuovo, ed inserire tutti i dati richiesti, avendo particolare cura per quelli che saranno riportati nel frontespizio del bilancio XBRL (oltre a Codice Ditta, Codice Fiscale e Partita Iva, anche Sede Legale, Attività, Iscrizione alla CCIAA, socio unico, stato di liquidazione, appartenenza ad un gruppo ecc.)…

Bilancio Europeo 2019: modifica del raccordo dei conti (23/05/2019)
Se durante la compilazione della Nota Integrativa verifichiamo che un conto non è raccordato alla voce giusta del Bilancio CEE, ci sono pochi semplici passaggi da compiere per proseguire il lavoro senza stravolgere la contabilità.
Il raccordo dei conti al CEE si imposta nel “Piano dei Conti”, sezione raggiungibile da Contabilità e Bilancio.
Mentre compiliamo la Nota Integrativa può accadere che verificando una tabella o il dettaglio di una voce del bilancio CEE ci sia un errore nel raccordo CEE di un conto…
Esempio di raccordo dei conti
Ad esempio, può accadere di avere il 45420 Personale – retribuzioni dovute cioè una posizione a credito verso i dipendenti di euro 468,27 raccordato erroneamente tra gli Altri debiti (avendo saldo dare).
Anche la situazione contabile conferma tale stato.
A questo punto è necessario raccordare il conto 45420 alla corretta sezione del bilancio CEE, spostandolo dalla sezione D-14) Altri Debiti – entro 12 mesi alla sezione crediti C.II 5-quater) verso altri – entro 12 mesi.
Per fare questo è sufficiente entrare in “Piano dei conti” dalla Contabilità…

Caso Pratico: Bilancio esercizio 2018 con 2017 inserito in un secondo momento (29/05/2019)
“Ad inizio anno per cominciare a gestire una contabilità 2018 ho inserito i saldi patrimoniali all’01.01.2018 senza gli economici, poi ho tenuto la contabilità regolarmente. Ora il bilancio al 31.12.2018 è corretto ma non ho il 2017. Come faccio per la comparazione con l’esercizio precedente?”
I saldi di bilancio dell’esercizio precedente possono essere inseriti anche in un secondo momento senza blocchi o impedimenti, in modo da assicurare la giusta elasticità nello svolgimento degli adempimenti Bilancio Europeo/Contabilità in diverse fasi di lavoro.
Il primo gennaio del 2018 sono stati inseriti i saldi patrimoniali 2018 per la nuova contabilità di un’azienda già esistente e per l’urgenza si è evitato di inserire gli economici. Vediamo i passaggi che sono stati compiuti.
Saldi 2018
Quindi si sono caricati saldi di bilancio in modalità SPCE (che in caso di urgenza consente di evitare l’inserimento del C/E).
Nella maschera si inseriscono i saldi 2018 senza il risultato di esercizio, che viene calcolato dal GB. Quindi inizialmente figurerà una squadratura.
Per risolvere il problema della mancanza del conto economico occorre escluderlo dalle opzioni, a cui seguirà la quadratura del risultato.
Il risultato, conseguentemente, sarà collocato nei conti istituzionali:
10710 utili in attesa di destinazione
10790 perdita d’esercizio riportata a nuovo
Seguirà la generazione della prima nota 2018.

Leggi tutti gli articoli!
Gli articoli completi sono disponibili sul sito del software bilancio europeo prodotto da GBsoftware BILANCIO EUROPEO GB.
GBsoftware S.p.A. è una software house nata dall’idea di un commercialista e dell’esperienza di uno studio attivo dal 1977. Siamo specializzati in software semplici per studi e imprese.

Modifica provvedimento Agenzia delle Entrate 30/04/2018

Scritto da GBsoftware S.p.A. il . Pubblicato in Aziende, Economia, Informatica, Tecnologia

Il Direttore dell’Agenzia delle Entrate ha disposto la modifica del provvedimento del 30 aprile 2018, concernente “Regole tecniche per l’emissione e la ricezione delle fatture elettroniche per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti, stabiliti o identificati nel territorio dello Stato e per le relative variazioni, utilizzando il Sistema di Interscambio, nonché per la trasmissione telematica dei dati delle operazioni di cessione di beni o prestazioni di servizi transfrontaliere e per l’attuazione delle ulteriori disposizioni di cui all’articolo 1, commi 6, 6bis e 6ter, del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127”.

Le modifiche apportate, riguardano il punto 8-bis (“Adesione al servizio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici”). La data del 3 maggio è stata sostituita da quella del 31 maggio.

Il punto 8-ter, riguardante la “Consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici nel periodo transitorio”, vede la sostituzione dell’intero primo periodo con quanto segue: “Al fine di strutturare la funzionalità di adesione e consentire ai contribuenti che intendono aderire al servizio di poter consultare la totalità dei file delle fatture emesse/ricevute, fino al 31 maggio 2019, data di disponibilità della funzionalità di adesione, e per il periodo previsto per effettuare l’adesione stessa (dal 31 maggio 2019 al 2 settembre 2019), l’Agenzia delle entrate procede alla temporanea memorizzazione dei file delle fatture elettroniche e le rende disponibili in consultazione al cedente/prestatore, al cessionario/committente e agli intermediari da questi delegati”.

Viene aggiornato al provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate, anche l’allegato B.

L’articolo 1, comma 909, della legge 27 dicembre 2017 n. 205, ha stabilito l’obbligo della fatturazione elettronica per operazioni di cessione di beni e prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti nei confini dello Stato Italiano per mezzo di sistema di Interscambio. Il provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 30 aprile 2018, ha messo in chiaro quali regole tecniche seguire per l’emissione e/o ricezione di fatture elettroniche e per le relative variazioni utilizzando il Sistema di Interscambio, nonché per la trasmissione telematica dei dati dell’operazione di cessione dei beni e prestazione di servizi transfrontaliere. Il Direttore dell’Agenzia delle Entrate, ha modificato l’originale provvedimento datato 21 dicembre 2018, introducendo una specifica funzionalità che sarà disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate, tramite quale gli operatori IVA, o un intermediario delegato, potranno aderire al servizio di “Consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici”. La funzionalità di adesione al servizio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei relativi duplicati, sarà possibile a decorrere dal 31 maggio 2019, l’iscrizione al servizio invece sarà possibile entro la data del 2 settembre 2019.

Riferimenti normativi

  1. Attribuzioni del Direttore dell’Agenzia delle Entrate
    • Decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300 (art. 67, comma 1; art. 68, comma 1);
    • Statuto dell’Agenzia delle entrate, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 42 del 20 febbraio 2001, (art. 5, comma 1; art. 6, comma 1); ‒ Regolamento di amministrazione dell’Agenzia delle entrate, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 36 del 13 febbraio 2001 (art. 2, comma 1); ‒ Decreto del Ministro delle Finanze 28 dicembre 2000, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 9 del 12 gennaio 2001.
  2. Normativa di riferimento
    • Legge 27 luglio 2000, n. 212, recante disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente;
    • Decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127, recante disposizioni in tema di fatturazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi; ‒ Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate n. 89757 del 30 aprile 2018, che individua le regole tecniche per l’emissione e la ricezione delle fatture elettroniche per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti, stabiliti o identificati nel territorio dello Stato e per le relative variazioni, utilizzando il Sistema di Interscambio, nonché́ per la trasmissione telematica dei dati delle operazioni di cessione di beni e prestazioni di servizi transfrontaliere e per l’attuazione delle ulteriori disposizioni di cui all’articolo 1, commi 6, 6bis e 6ter, del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127; ‒ Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate n. 524526 del 21 dicembre 2018, recante modifiche ai provvedimenti del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 30 aprile 2018 e del 5 novembre 2018.

L’articolo che hai letto e molti altri sulla fatturazione elettronica sono disponibili presso il sito del software fattura elettronica FATTURE GB.

GBsoftware S.p.A. è una software house nata dall’idea di un commercialista e dell’esperienza di uno studio attivo dal 1977. Siamo specializzati in software semplici per studi e imprese.

Fattura elettronica: nota di credito e invio scartata

Scritto da GBsoftware S.p.A. il . Pubblicato in Economia, Informatica, Tecnologia

Fattura elettronica e nota di credito: come fare?

Il 2019 ha portato con se il paventato avvento dell’obbligo generalizzato della fattura elettronica. Nel caso però una qualsiasi fattura non sia corretta, in quale modo si può effettuare una nota di credito da inviare in formato elettronico?
La principale attenzione dovrà essere rivolta innanzitutto al fatto che il file fattura non è soggetto ad accettazione da parte del soggetto ricevente. Questo implica che, nel caso in cui si riceva un documento errato, si dovrà per forza eseguire la stessa procedura utilizzata in presenza della fattura analogica.
Il primo passo sarà quello di contattare, via mail, PEC o telefono, l’emittente del documento, al fine di segnalare l’errore in essere e chiederne l’immediata rettifica. Tuttavia, non sarà possibile limitarsi ad una semplice correzione del documento stesso, in quanto la fattura elettronica è immodificabile. Quindi, qualsiasi correzione necessaria, dovrà necessariamente essere documentata da precise note di variazione che transiteranno anch’esse dal SdI.
Infatti, come specificato dal Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate datato 30 aprile 2018, le note di variazione, ovvero le note di credito o di debito, seguono di pari passo le stesse regole che regolamentano le fatture elettroniche. Per questo motivo, le note stesse dovranno transitare attraverso il Sistema di Interscambio.

Come differenziare in ambito operativo, note di credito e note di debito?

Vi sono due tipi di codice che le rendono chiaramente distinguibili. Il Codice TD04 sarà utilizzato per annotare le note di credito, il Codice TD05, contrariamente, per le note di debito.
Le stesse indicazioni sopra riportate, valgono nel caso in cui, ad esempio, si debba rigettare una fattura elettronica per merce che non si è acquistata. In questo caso, come specificato anche dalla stessa Agenzia delle Entrate, il soggetto che riceve fattura elettronica per merce non acquistata, può rifiutarla oppure contestarla contattando direttamente con il cedente via mail, telefono con qualsiasi altro mezzo, tenendo bene a mente che lo stesso rifiuto o contestazione non può essere effettuato tramite il Sistema di Interscambio.

Fattura elettronica scartata: come inoltrarla di nuovo?

Nella circolare 13/e del 2 luglio 2018 divulgata dall’Agenzia delle Entrate viene riportato come procedere ad un nuovo inoltro di una fattura scartata in un primo momento dal Sistema di Interscambio.
Il quesito più frequente, riguarda infatti, se sia possibile procedere dopo lo scarto ad un nuovo inoltro dello stesso documento con un numero diverso e stessa data di quello inizialmente inviato.
Secondo quanto indicato dall’Agenzia delle Entrate nel protocollo n. 89757 del 30 aprile 2018, il Sistema di Interscambio effettua successivi controlli per ogni file della fattura elettronica o lotto di fatture elettroniche correttamente ricevuti.
Qualora uno di questi controlli fatti a posteriori sul file ricevuto non venga superato, sarà recapitata al soggetto trasmittente entro cinque giorni una “ricevuta di scarto” del file sullo stesso canale mediante il quale è stato inviato al Sistema di Interscambio. La fattura quindi sarà considerata come non emessa. In tutti i casi, a fronte della mancata emissione della fattura, è necessario documentare correttamente l’operazione sottesa.
In definitiva, la fattura elettronica precedentemente scartata dal SdI, può essere nuovamente inviata nuovamente in SdI entro cinque giorni dalla notifica di scarto, mantenendo invariata sia il numero che la data del documento originario.
Nel caso in cui, l’emissione di un secondo documento che riporti medesimo numero e data non sia possibile, per procedere alla corretta liquidazione dell’imposta si possono percorrere due strade:
la prima vede l’emissione di una fattura che contenga un nuovo numero e una nuova data per la quale via sia un collegamento alla precedente fattura scartata dal Sistema di Interscambio e successivamente stornata con variazione contabile interna, così da rendere lampante la tempestività della fattura rispetto all’operazione che documenta
l’altra opzione percorribile è l’emissione di una fattura come nel primo caso, ricorrendo tuttavia ad una specifica numerazione che rispetto alla sua progressività, faccia capire che si tratti di un documento che rettifica il precedente, scartato dal SdI.

L’articolo che hai letto e molti altri sulla fatturazione elettronica sono disponibili presso il sito del software per fatture FATTURE GB.

News contabilità, fatturazione, bilancio, fiscale, paghe GB – Settimana n. 21 anno 2019

Scritto da GBsoftware S.p.A. il . Pubblicato in Aziende, Economia, Informatica, Tecnologia

Quadro AC 2019: Comunicazione dell’amministratore di condominio (20/05/19)
Gli amministratori di condominio in carica al 31 dicembre 2018 devono utilizzare il quadro AC “Comunicazione dell’amministratore di condominio” per comunicare una serie di adempimenti eseguiti nel corso dell’anno d’imposta.
Il quadro AC deve essere compilato per comunicare i dati identificativi del condominio oggetto di interventi di recupero del patrimonio edilizio realizzati sulle parti comuni condominiali e per comunicare all’Anagrafe Tributaria i dati identificativi dei fornitori e l’ammontare degli acquisti di beni e servizi effettuati nell’anno solare del condominio.
Nell’ipotesi in cui il condominio non sia tenuto alla presentazione della propria dichiarazione dei redditi sarà comunque obbligato, nei casi previsti, alla presentazione del solo quadro AC unitamente al frontespizio della dichiarazione.

Spese Istruzione 2019: Detrazione (21/05/2019)
Con la news di oggi vediamo quali sono e come si detraggono le spese di istruzione per le quali spetta la detrazione di imposta del 19%.
I contribuenti che sostengono le spese ai fini dell’istruzione dei propri familiari o per se stessi come ad esempio spese per asili nido, università, ad ogni altro ciclo scolastico, possono beneficiare della detrazione del 19%.
Riportiamo di seguito l’elenco delle spese di istruzione, con relativi codici, che possono beneficiare della detrazione del 19 %.

Contabilità semplificata: rimanenze iniziali e finali 2018 (22/05/2019)
Per coloro che adottano il regime contabile semplificato le rimanenze iniziali e finali non assumono più rilevanza ai fini della determinazione delle imposte sui redditi.
La rilevanza delle stesse ai fini reddituali si limita quindi al primo anno di accesso al regime semplificato per coloro che provengono dalla tenuta della contabilità con le modalità ordinarie.
Pur non essendo rilevanti ai fini delle imposte, sia le rimanenze finali che quelle iniziali devono essere esposte nel quadro del modello Redditi, quindi nei nuovi indici Sintetici di Affidabilità fiscale. Nel piano dei conti GB delle imprese sono presenti dei conti per gestire la giusta contabilizzazione delle rimanenze al fine di un corretto riporto nei modelli di dichiarazione dei Redditi.

Bilancio Europeo 2019: Modifica del raccordo dei conti (23/05/2019)
Se durante la compilazione della Nota Integrativa verifichiamo che un conto non è ricordato alla voce giusta del Bilancio CEE, ci sono pochi semplici passaggi da compiere per proseguire il lavoro senza stravolgere la contabilità.
Il raccordo dei conti al CEE si imposta nel “Piano dei Conti”, sezione raggiungibile da Contabilità e Bilancio.
Mentre compiliamo la Nota Integrativa può accadere che verificando una tabella o il dettaglio di una voce del bilancio CEE ci sia un errore nel raccordo CEE di un conto.

Redditi società di persone 2019: rilascio applicazione (24/05/2019)
L’Agenzia delle Entrate con il provvedimento n.23591 del 30 gennaio 2019 ha approvato il modello e le istruzioni della dichiarazione Redditi Società di Persone 2019 anno imposta 2018.
Effettuando l’update del software, da oggi è disponibile l’applicazione Redditi Società di Persone 2019. Il modello viene utilizzato per dichiarare i redditi prodotti nell’anno, al fine di determinare la quota di reddito, o perdita, imputabile a ciascun socio o associato.
La dichiarazione Redditi Società di Persone deve essere presentata per via telematica, direttamente dal dichiarante o tramite un intermediario abilitato.

Gli articoli completi sono disponibili sul sito del software INTEGRATO GB, ideale per condividere la fatturazione dei clienti
GBsoftware S.p.A. è una software house nata dall’idea di un commercialista e dell’esperienza di uno studio attivo dal 1977. Siamo specializzati in software semplici per studi e imprese.

News contabilità, fatturazione, bilancio, fiscale, paghe GB – Settimana n. 20 anno 2019

Scritto da GBsoftware S.p.A. il . Pubblicato in Affari, Aziende, Economia, Informatica

Spese sanitarie 2019: detrazione 19% (13/05/19)
Ai contribuenti che nel corso dell’anno di imposta 2018 hanno sostenuto spese mediche o sanitarie, comprese anche le visite mediche specialistiche, spetta una detrazione pari al 19%.
Per quanto riguarda queste tipologie di detrazioni, il primo fattore da considerare è il limite del 129,11 euro oltre il quale si può applicare lo sconto del 19% dell’imposta. Infatti è possibile applicare la detrazione del 19% solo ai costi che eccedono l’importo di detta franchigia.
Il contribuente che presenta le dichiarazioni dei redditi 2019 potrà chiedere a rimborso non solo le proprie spese mediche, ma anche quelle sostenute per i familiari fiscalmente a carico (coloro che non superino il limite di 2.840,51 euro di reddito)

Fatture 2019: invio documenti tramite e-mail (14/05/19)
Un recente aggiornamento ha introdotto nel software Fatture GB la possibilità di inviare documenti tramite e-mail direttamente dall’interno della gestione.
In questo modo l’utente non è più costretto a salvare i singoli file per allegarli poi esternamente al proprio programma di posta elettronica e può risparmiare tempo prezioso. Andiamo a vedere, ad esempio, come inviare un preventivo.
Come prima cosa è opportuno verificare all’interno dell’anagrafica del cliente se è correttamente compilato il campo “E-mail”…

Bilancio 2019: corretto flusso fino alla Nota Integrativa (15/05/19)
GB ti guida in modo intuitivo alla predisposizione del fascicolo di Bilancio composto dalla documentazione in formato XBRL e PDF/A da presentare ad Infocamere.
Il fascicolo di bilancio 2019 continua a prevedere il Bilancio e la Nota Integrativa in formato XBRL e l’assemblea dei soci in PDF/A. Nei casi più complessi si devono presentare /sempre in PDF/A) anche la Relazione sulla Gestione, il Verbale del Collegio Sindacale e la Relazione del Revisore.
Il flusso per inserire un Bilancio e redigere la Nota Integrativa può essere così schematizzato…

Redditi Persone Fisiche 2019: rilascio applicazione (16/05/19)
Con il provvedimento n.23596 del 30n gennaio 2019, l’Agenzia delle Entrate ha rilasciato e approvato il modello della dichiarazione Redditi Persone Fisiche 2019 anno d’imposta 2018 e le relative istruzioni.
Effettuando l’update del software è possibile abilitare l’applicazione “Redditi Persone Fisiche 2019” completa di tutti i suoi riquadri.
Il modello Redditi persone Fisiche 2019 deve essere presentato…

F24 : gestione del credito IVA 2018 (17/05/19)
L’utilizzo dell’applicazione F24 riveste carattere fondamentale per la gestione del credito IVA. E’ qui che deve essere inserito la prima volta ed è qui che sono gestite le compensazioni con gli altri codici tributo, nonché lo stato del credito, l’importo residuo e gli utilizzi fatti, sia in compensazione orizzontale che verticale.
La gestione IVA riguarda più applicazioni, quali l’F24, la contabilità (dove si effettuano le compensazioni verticali” e la dichiarazione IVA /da cui si genera il nuovo credito).
I passaggi fondamentali per gestire il credito IVA sono…

Gli articoli completi sono disponibili sul sito del software INTEGRATO GB, ideale per la condivisione studio clienti.
GBsoftware S.p.A. è una software house nata dall’idea di un commercialista e dell’esperienza di uno studio attivo dal 1977. Siamo specializzati in software semplici per studi e imprese.

News contabilità, fatturazione, bilancio, fiscale, paghe GB – Settimana n. 19 anno 2019

Scritto da GBsoftware S.p.A. il . Pubblicato in Aziende, Economia, Informatica, Tecnologia

Caso pratico: Comunicazioni Liquidazioni Periodiche oltre il termine di presentazione della Dichiarazione IVA (06/05/2019)
“in seguito ad un errore di contabilizzazione, il saldo della liquidazione del 3° trimestre è variato. Come posso ripresentare la Comunicazione delle Liquidazioni Periodiche IVA?”
Il contribuente che deve rinviare la Comunicazione delle Liquidazioni Periodiche in sostituzione della precedente, al fine di correggerne errori o omissioni, può farlo presentando una nuova comunicazione entro la scadenza del termine di invio della Dichiarazione annuale IVA.
L’ultimo giorno utile per la presentazione della Dichiarazione IVA era il 30 aprile 2019. Vediamo quindi come dobbiamo procedere per la correzione dei datoi comunicati che a questo punto dovranno essere trasmessi presentando una Dichiarazione IVA integrativa.

Terreni e fabbricati 2019: novità applicazione (07/05/2019)
Con la news di oggi vediamo nel dettaglio quali novità sono state apportate all’applicazione Terreni e Fabbricati 2019.
Dal 23/04 è disponibile in GB l’applicazione Terreni e Fabbricati per l’anno 2019, utile per calcolare l’imponibile IRPEF 2018, l’imponibile della cedolare secca 2018, per effettuare il calcolo di acconto e saldo IMU e TASI 2019 e per compilare automaticamente i quadri A e B dei dichiarativi.
Da quest’anno sono state apportate delle modifiche per rendere sempre più semplice e veloce l’utilizzo della gestione. Di seguito spiegheremo le principali novità.

Paghe GB Web 2019: Autoliquidazione INAIL (08/05/2019)
I datori di lavoro soggetti all’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali pagano ogni anno il premio mediante l’autoliquidazione.
Con la circolare n.1 dell’ 11 gennaio 2019 l’INAIL comunica il rinvio al 16 maggio 2019 del termine per iol pagamento dei premi per l’assicurazione contro gli infortuni suk lavoro e le malattie professionali relativi all’autoliquidazione 2018-2019.
Tale circolare fornisce le prime istruzioni l’autoliquidazione 2018-2019 e chiarisce che è rinviato dal 16 febbraio al 16 maggio il termine per il pagamento dei premi delle polizze dipendenti, delle polizze artigiane e di quelle del settore marittimo, sulla base di quanto disposto dall’art.1, co. 1125, della legge n.145 del 30 dicembre 2018, al fine di consentire l’applicazione delle nuove tariffe dei premi oggetto di revisione.

Caso pratico: importazione Estratto Conto con GB Bank Studio (09/05/2019)
“Sono in possesso dell’estratto conto dei miei clienti in formato “Excel”. Come posso utilizzare tali file per automizzaere la procedura di registrazione in Prima nota ed abbinare gli incassi/pagamenti alle fattiure registrate?”
In Contabilità GB è possibile attivare la procedura “GB Bank Studio”, sviluppata da GBsoftware al fine di velocizzare e snellire il lavoro di registrazione di Prima nota. L’applicazione consente la riconciliazione dei movimenti di conto corrente attraverso la creazione di “regole” del tutto personalizzabili. Ù
Il software consente di importare file di estratto conto non solo in formato Excel ma anche in TXT e CSV. La funzione “EstrattoConto” è presente in: Contabilità, Prima Nota, Pulsante Registrazioni.

Fatture 2019: fattura elettronica scartata (10/05/2019)
Una volta inviata la fattura elettronica, il Sistema di interscambio esegue una serie di controlli formali. Se la FE non supera tali controlli, viene scartata e al mittente viene recapitata una ricevuta di scarto con la motivazione. Come ci si deve comportare in questi casi?
Andiamo a vedere come verificare lo scarto delle fatture emesse nella gestione GB e le operazioni da svolgere per un corretto rinvio del file.
Sebbene le immagini contenute in questa news facciano riferimento alla versione web del programma di fatturazione, si ricorda che la procedura illustrata è la medesima anche in Fatture GB (versione locale con archivi SQL)

Gli articoli completi sono disponibili sul sito del software per commercialista INTEGRATO GB.
GBsoftware S.p.A. è una software house nata dall’idea di un commercialista e dell’esperienza di uno studio attivo dal 1977. Siamo specializzati in software semplici per studi e imprese.

News contabilità, fatturazione, bilancio, fiscale, paghe GB – Settimana n. 18 anno 2019

Scritto da GBsoftware S.p.A. il . Pubblicato in Aziende, Economia, Informatica, Tecnologia

Bilancio 2019: Approvazione e deposito entro 120 o 180 giorni (Parte II) (29/04/2019)

Prosegue l’analisi della convocazione dell’assemblea ordinaria di approvazione del bilancio europeo e delle “particolari esigenze” per la proroga ai sei mesi.

Nella news precedente abbiamo riepilogato la normativa civilistica e camerale relativa ad approvazione e deposito del bilancio. In questa seconda parte del focus, vedremo come predisporre in GB sia la delibera del CdA che la Relazione sulla Gestione/Nota Integrativa in caso di proroga ai sei mesi.

Per predisporre la delibera del CdA con il software GB , eseguire Bil_Europeo>2018>Bilancio Europeo e cliccare sul pulsante “Altri documenti” quindi sul pulsante “Differimento termini assemblea”.

Paghe GB Web 2019. Deduzioni IRAP 2019 (30/04/2019)

L’Irap è l’imposta regionale sulle attività produttive, dalla produzione e scambio di beni alle prestazioni di servizi. Il Modello IRAP 2019 deve essere utilizzato per dichiarare l’imposta regionale sulle attività produttive relativa al periodo di imposta 2018, isitituita dal D.Lgs. 15 dicembre 1997, n.446 e successive modificazioni.

In base a quanto stabilito dal D.lgs. n. 446/97 all’art.11, sono ammessi in deduzione dal calcolo della base imponibile IRAP:

I contributi per le assicurazioni obbligatorie contro gli infortuni sul lavoro; una deduzione forfettaria; una deduzione dei contributi provvidenziali e assistenziali relativi ai lavoratori dipendenti…

Dichiarazioni 2019: controlli preliminari (02/05/2019)

In tutti i modelli dichiarativi presenti all’interno di GB, quali Dichiarazione IVA, IRAP, Redditi e nei futuri Indici di affidabilità, è presente la gestione “Controlli” con la quale effettuare preliminarmente tutte le operazioni che consentono al software Dichiarazioni GB di essere integrato con il modulo contabile.

Le operazioni da eseguire segnalate nella gestione “Controlli” variano in base all’applicazione che si sta utilizzando, alla tipologia del soggetto per cui si sta compilando il modello dichiarativo, in base all’utilizzo del software, ovvero se sono state le applicazioni contabilità ed F24.

In ogni modello di dichiarazione troviamo tre tipologie di controlli: prettamente legati all’applicazione, relativi al modulo F24, relativi al modulo contabile.

Comunicazione Liquidazioni Periodiche IVA 2019: rilascio applicazione (03/05/2019)
L’agenzia delle Entrate ha approvato il modello, le istruzioni e le specifiche tecniche relative al modello “Comunicazione liquidazione Periodiche IVA”, introdotto con il Decreto Legislativo 127/2015 e modificato successivamente dal Decreto Legge 193/2016.

Effettuando l’update del software è disponibile l’applicazione “Comunicazione Liquidazioni Periodiche IVA” 2019. Da oggi è possibile verificare gli importi integrati con la contabilità e compilare il modello del primo periodo.

Sono obbligati a presentare la comunicazione delle liquidazioni periodiche IVA tutti i sogetti titolati di partita IVA, anche residenti all’estero e operanti in Italia mediante rappresentante fiscale o identificazione diretta.

Gli articoli completi sono disponibili sul sito del software per bilancio europeo INTEGRATO GB.

GBsoftware S.p.A. è una software house nata dall’idea di un commercialista e dell’esperienza di uno studio attivo dal 1977. Siamo specializzati in software semplici per studi e imprese.

News contabilità, fatturazione, bilancio, fiscale, paghe GB – Settimana n. 17 anno 2019

Scritto da GBsoftware S.p.A. il . Pubblicato in Aziende, Economia, Informatica, Tecnologia

Terreni e Fabbricati 2019: rilascio applicazione (23/04/2019)

Contestualmente al rilascio dell’Applicazione 730 2019, GBsoftware ha reso disponibile anche l’applicazione Terreni e Fabbricati per la compilazione guidata dei quadri A e B dei dichiarativi.

L’applicazione Terreni e Fabbricati deve essere utilizzata per il calcolo IRPEF 2018 e per il calcolo e saldo IMU e TASI 2019.

Con l’applicazione Terreni e Fabbricati 2019, anno imposta 2018, è possibile…

Caso Pratico: Registrazione fatture elettroniche prodotte con altri software (24/04/2019)

“Devo procedere alla contabilizzazione delle fatture emesse e ricevute per una ditta che gestisce il ciclo attivo e passivo con un software diverso da GB. La ditta in questione provvede ogni mese a fornirmi i file delle fatture, ma come posso importarli in Contabilità GB?”

La contabilizzazione delle fatture elettroniche tramite l’acquisizione dei relativi file XML è possibile grazie alla gestione “iImporta fatture elettroniche” presente in “Contabilità”, sezione “Prima Nota”.

Al primo accesso nella gestione “Importa fatture elettroniche” viene visualizzata la maschera dove è necessario definire le impostazioni iniziali che saranno applicate a tutti i file importati.

Bilancio 2019: Approvazione e deposito entro 120 o 180 giorni (26/04/2019)

Ogni anno si pongono due problemi: la tempistica di convocazione dell’assemblea ordinaria di approvazione del bilancio europeo e la verifica di sussitenza delle “particolari esigenze” per la proroga ai sei mesi.

In questa prima partedel focus sul bilancio, riepiloghiamo le date del principale adempimento della contabilità ed i passaggi per rispettare la normativa e procedere al deposito senza incertezze.
L’art. 2364 Cod.Civ. Per le SpA ed il 2478-bis per le Srl, prevedono che l’assemblea per l’apporvazione del bilancio si debba convocare 8in prima convocazione) entro 120 giorni dalla chiusura dell’esercizio sociale.

Di conseguenza per il bilancio 2018 il termine scade martedì 30/04/2019. La data dell’eventuale seconda convocazione, che per legge non può coincidere con la data delle prima, non può superare i 30 giorni successivi.

Gli articoli completi sono disponibili sul sito del software di fatturazione per commercialisti INTEGRATO GB.

GBsoftware S.p.A. è una software house nata dall’idea di un commercialista e dell’esperienza di uno studio attivo dal 1977. Siamo specializzati in software semplici per studi e imprese.