Archivio Autore

“Da’ il buon esempio” crea un effetto a catena.

Scritto da Sandro Matini il . Pubblicato in Religione

I volontari di “ La via della Felicita” hanno ottenuto la collaborazione di oltre una ventina di cittadini per intervenire sul ripristino di un’area urbana che versava in condizioni di forte degrado.

Roma 13 Luglio 2017. Nonostante il gran caldo che avrebbe scoraggiati i più, si sono presentati all’appello oltre una ventina di cittadini romani che hanno aderito all’iniziativa di restituire un aspetto dignitoso ad un’area di Via Podere San Giusto.I volontari di “La via della Felicità” della Chiesa di Scientology di Roma che hanno dato l’input  alle attività di “pulizia” si sono visti arrivare un numero di persone che ha sorpreso le aspettative. Trasformatisi per un paio d’ore in volontari, il gruppo ha lavorato sodo ed in armonia restituendo un aspetto civile  all’area.

Al termine del lavoro si percepiva chiaramente una piacevole sensazione di soddisfazione  dei partecipanti. Perchè?  Hanno sperimentato il piacere di aiutare e di contribuire a restituire decenza ad un’area comune. E’ giusto a questo punto spiegare meglio che cos’è “La Via della Felicità”, cio’ che segue ha questo scopo.

La Via della Felicità aiuta i giovani ad evitare l’immoralità attraverso programmi che consentano loro di sviluppare una bussola morale basata sul buon senso.Come motivazione di numerosi progetti per i giovani, La Via della Felicità dà loro un ruolo attivo nello sviluppare responsabilità, fiducia e decoro.

Un importante impulso dato dalla Fondazione della Via della Felicità è il fatto di aiutare i bambini in età scolastica a sviluppare standard positivi di buona e cattiva condotta, standard che possono poi utilizzare per tracciare la loro rotta verso un futuro di successo.

Mentre la Fondazione de La Via della Felicità promuove molti concorsi letterari e di disegno per i giovani, il suo più grande concorso è denominato Dà un Buon Esempio, che ha raggiunto più di 12.000 scuole, contattando 12 milioni di studenti.Ma non solo, come riportato nei verbali del Congresso degli Stati Uniti, il Concorso Nazionale Dà un Buon Esempio ha raccolto consensi per ben sedici volte.

COME FUNZIONA IL CONCORSO

Questo è un concorso dove tutti vincono. Bambini e studenti in quattro fasce d’età (dai 5 agli 8 anni, dai 9 agli 11 anni, dai 12 ai 14 anni e dai 15 ai 17 anni) possono vincere medaglie in stile olimpionico, contanti e altri premi.

I giudici scelgono i vincitori nazionali, regionali, statali e cittadini tramite un sistema a punti che si basa sulle regole del concorso.

I vincitori regionali, statali e cittadini sono a quel punto idonei ad accedere ad un nuovo progetto nella gara nazionale l’anno successivo.

  1. 1. Ad ogni studente che partecipa al concorso viene data una copia del libro La Via della Felicità, disponibile in 97 lingue.
  2. 2. Agli studenti viene richiesto di leggere il libro La Via della Felicità, quindi fargli fare un progetto che si basa su una o più delle indicazioni del libro.
  3. 3. Gli studenti presentano una relazione scritta (700 parole o meno) su cosa è stato fatto, in che modo dia un buon esempio agli altri e perché essa dovrebbe vincere.
  4. 4. I giudici danno un credito extra se la relazione include video, foto, illustrazioni, ritagli di giornale, lettere o dichiarazioni di altre persone che testimoniano l’esempio dato dello studente.
  5. 5. I giudici esaminano ogni lavoro per selezionare i vincitori nazionali, regionali o cittadini. (Questo è il solo concorso in cui ogni partecipante che dà un buon esempio e che presenta una relazione vince un premio di qualche tipo!)
  6. 6. Aziende, enti governativi e individui che sponsorizzano la manifestazione forniscono i fondi ed in molti casi, i premi da vincere. Tra gli sponsor e i sostenitori vi sono:

IBM
SAATCHI & SAATCHI
WAL-MART
GESTORI DI McDONALD’S
HOLIDAY INN
STATE FARM INSURANCE
FRUIT OF THE LOOM
WELLS FARGO BANK
IHOP
LOS ANGELES INTERNATIONAL AIRPORT
HOME SAVINGS & LOAN
CONCORD TECHNOLOGY

I progetti possono essere costituiti da qualsiasi cosa promuova i valori basati sul buon senso che si trovano nel libro La Via della Felicità. Alcuni partecipanti hanno svolto campagne di pulizia del quartiere, del parco o della spiaggia. Altri hanno organizzato e distribuito copie de La Via della Felicità nelle loro comunità.

Alcune attività comunitarie hanno promosso valori quali l’onestà, la tolleranza, il lavorare sodo, la competenza, il rispetto delle convinzioni religiose altrui, il prendersi cura dell’ambiente o l’essere attivi.

Contattaci per scoprire come attuare il Concorso Dà un Buon Esempio nella tua scuola o comunità.

A Firenze la protesta contro gli abusi psichiatrici

Scritto da Sandro Matini il . Pubblicato in Opinioni / Editoriale

Manifestanti da tutta Italia e dal nord Europa per dire no ai trattamenti distruttivi

Più di 2000 persone provenienti da tutta Italia, Francia, Svizzera, Germania, Paesi Bassi e Danimarca hanno preso parte al corteo di protesta contro le violenze psichiatriche che si è svolto stamattina nel centro di Firenze.

Rappresentanti di associazioni italiane ed europee in difesa dei diritti umani hanno manifestato il loro dissenso agli psichiatri che da oggi fino al 4 aprile partecipano al congresso che l’Associazione Psichiatrica Europea ha organizzato a Firenze.

Secondo il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU), associazione che dal 1979 denuncia gli abusi nel campo della salute mentale e che ha promosso la manifestazione, il congresso finirà per far aumentare l’uso di psicofarmaci e per promuovere quella che sembra essere la nuova frontiera della psichiatria: l’uso di elettrodi impiantati nel cervello, alimentati da una micro batteria posta sotto pelle, collegata con sottilissimi fili che percorrono la nuca.

La maggior parte degli psichiatri che compongono il vertice dell’associazione europea di psichiatria, e lo stesso comitato scientifico del congresso, sono noti per i loro legami con l’industria farmaceutica e con produttori di dispositivi per la stimolazione elettrica del cervello, gli stessi che sponsorizzano il congresso.

Il corteo è partito da piazza Santa Maria Novella in direzione di Piazza San Marco per poi far ritorno al punto di partenza dove il Dr. Roberto Cestari, presidente del CCDU Italia, ha salutato i manifestanti. Tra coloro che hanno parlato, la prof.ssa Vincenza Palmieri, fondatore del Programma Vivere Senza Psicofarmaci, ha detto che da 30 anni ogni giorno famiglie e bambini finiscono in un sistema che risucchia la loro vita a causa dell’uso di psicofarmaci.

Come documentato da innumerevoli studi internazionali pubblicati dalle più importanti autorità nazionali di farmacovigilanza, gli psicofarmaci causano pericolosi effetti collaterali, incluso ideazioni omicide e suicide, psicosi, mania, aggressione, allucinazione, gravi danni epatici, difetti di nascita, diabete, attacco cardiaco, ictus e perfino decesso improvviso.

Per l’OSMED (Osservatorio Nazionale sull’Impiego dei Medicinali) il consumo di questi farmaci psicoattivi è in costante aumento in Italia: nel 2015 i farmaci che agiscono sul sistema nervoso centrale erano al quarto posto nella classifica dei farmaci più venduti, con una spesa di oltre 3,3 miliardi di Euro. Tra questi, la parte del leone la fanno gli antidepressivi (più venduti in ambito non ospedaliero) e gli antipsicotici (i più prescritti negli ospedali). A livello europeo preoccupa che il 33% degli adulti di età compresa tra 18 e 29 anni abbia già assunto farmaci psicotropi. (http://www.aifa.gov.it/content/luso-dei-farmaci-italia-rapporto-osmed-2015)

Il CCDU e le associazioni a tutela dei diritti umani che hanno manifestato si sono impegnate per la messa al bando dell’elettroshock, trattamento barbaro, ascientifico, con effetti devastanti per la memoria e la salute in generale.

Secondo la relazione presentata nel 2013 al Senato dalla Commissione Parlamentare sul Servizio Sanitario Nazionale, l’elettroshock (anche detto Terapia Elettro-Convulsivante – TEC – per dargli una veste più scientifica) viene praticato in 91 strutture ospedaliere e in alcune di esse come trattamento primario, in barba alle stesse direttive del Ministero della Salute che consigliano di usarlo solo dopo appropriati interventi farmacologici.

Chi ha subito elettroshock ha raccontato testimonianze dolorose (ricordiamo quella della poetessa Alda Merini) e a coloro che lo promuovevano Franco Basaglia diceva che ha tante probabilità di curare un disturbo mentale quante ne ha una martellata di aggiustare una radio.

Alle 17, presso l’Auditorium del Duomo, in via de’ Cerretani, 54r, è stata inaugurata la mostra multimediale “Psichiatria: controllo sociale e violazione dei diritti umani”. Con i suoi 75 pannelli fotografici e i 14 documentari visionabili su 8 monitor consente al visitatore di ripercorrere 300 anni di storia di trattamenti psichiatrici. Rimarrà a Firenze fino al 10 aprile e potrà essere visitata ogni giorno dalle 9.30 alle 17.

La felicità passa anche per la cura dell’ambiente?

Scritto da Sandro Matini il . Pubblicato in Religione

Potrebbe sembrare una domanda priva di senso. Ma basta pensare a come ci si sente in un ambiente sporco e disordinato per cominciare a pensare che forse, la felicità passa anche per la cura del proprio ambiente e degli spazi comuni.

“Proteggi e migliora il tuo ambiente” è uno dei 21 precetti de La Via della Felicità un codice morale di buon senso redatto come opera indipendente da L. Ron Hubbard, fondatore di Scientology, nel 1981.

E proteggere e migliorare l’ambiente è anche l’obiettivo del gruppo di volontari de La Via della Felicità che fa capo alla Chiesa di Scientology di Roma, che ieri 19 marzo, alla vigilia della Giornata Mondiale della Felicità, indetta dall’ONU il 28 giugno 2012, hanno continuato la loro opera di miglioramento di un’area pedonale adiancente alla fermata del bus di Casalotti all’angolo con via del Quartaccio.

Questa è l’idea che continuano a portare avanti e che vogliono trasmettere  prendendosi cura del decoro ambientale delle vie principali del quartiere Casalotti che ha trovato un grosso riscontro testimoniato dai numerosi cittadini che si sono avvicinati e complimentati.

Ispirati a “La Via della Felicità” perchè è un codice morale non religioso per persone di ogni credo e appartenenza interamente basato sul buon senso e  il suo scopo è di fermare il declino morale della società e ripristinare l’integrità e la fiducia al mondo.

Scritto dal filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard, La Via della Felicità colma il vuoto morale in una società sempre più materialistica. Contiene 21 principi (i precetti di questo libro) che guidano una persona verso una migliore qualità di vita. “Proteggi e migliora il tuo ambiente” non è solo uno dei precetti del libro  ma un invito alla responsabilità di ciascuno nell’aver cura del luogo in cui si vive, quale metaforica estensione della propria casa.

I valori esposti nel libro possono essere seguiti da persone di qualsiasi razza, colore o credo, animate dal desiderio di migliorare le vite di coloro che li circondano, grazie anche all’applicazione personale dei pratici principi morali de “La Via della Felicità”. Ecco perchè durante l’attività di pulizia i volontari hanno anche distribuito il prezioso opuscolo ai vari passanti. Quello di questo week end è l’ennesimo passo per costruire, man mano, quel senso di convivenza e fiducia tanto cercato dalle persone di buona volontà nella comunità

Per informazioni:

thewaytohappiness.org      tel. 320/3279269 Sandro

 

“La Via della Felicità” nuovi interventi per un quartiere più pulito!!

Scritto da Sandro Matini il . Pubblicato in Religione

Domenica prossima, 19 marzo 2017, i volontari di “LA VIA DELLA FELICITA’” si occuperanno di proseguire il  lavoro per completare la riqualificazione di una piccola area verde nel quartiere Casalotti di Roma. Ormai non manca molto al termine dell’opera che vedrà quest’area , una volta  completamente trascurata e degradata, trasformata in un piccolo giardinetto pulito, ordinato, con un po di piante e di colori!!  Tutto questo per continuare a promuovere il principio “PROTEGGI E MIGLIORA IL TUO AMBIENTE”, uno dei 21 articoli esposti nel testo laico “LA VIA DELLA FELICITA’” di L. Ron Hubbard. Con l’augurio di sensibilizzare sempre più persone al rispetto  delle nostre strade e a quel decoro che una grande città come Roma merita!!“ Un film è stato realizzato sul libro per portare in vita i singoli precetti.

La Via della Felicità, movimento che si estende in 135 nazioni migliorando il livello di moralità e determinando il ripristino della fratellanza tra gli uomini, è solo una delle iniziative sociali promosse e sostenute dalla Chiesa di Scientology e dagli Scientologist di tutto il mondo per dare un contributo al miglioramento della situazione mondiale.

I programmi della Chiesa di Scientology includono infatti una campagna non governativa di prevenzione sull’uso di droga, che raggiunge decine di milioni di giovani a rischio ogni anno; la più grande campagna di informazione pubblica non governativa sui Diritti Umani, che promuove ampiamente i 30 articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani; programmi globali di istruzione che portano il dono dell’alfabetizzazione a decine di milioni di studenti in America, Europa, Asia e Africa; il programma dei Ministri Volontari di Scientology che ha soccorso più di 10 milioni di persone nei principali luoghi di disastro negli ultimi vent’anni.

Le “Giacche Gialle” per i bambini.

Scritto da Sandro Matini il . Pubblicato in Religione

I Ministri Volontari di Scientology in aiuto ad alcune case famiglia della Capitale.

Roma 15 marzo 2017.

Rispondendo alle richieste delle istituzioni di Posta, nelle vicinanze di Amatrice, un gruppo di Ministri Volontari della Chiesa di Scientology ha dato supporto logistico di organizzazione degli aiuti accatastati in una ex-palestra.  Dei pannolini per bambini, alimenti per infanti, omogeneizzati che sono stati inviati in grosse quantita’ tanto da superare fortemente le esigenze delle persone del posto, le istituzioni hanno così deciso di donarli alle case famiglia di Roma con il prezioso aiuto dei Ministri Volontari al quale è stato affidato il compito di caricarli e consegnarli.

Portando la loro esperienza nell’organizzazione, le abilità di comunicazione, nello spirito del loro motto “Qualcosa si può fare al riguardo”, i Ministri Volontari della Chiesa di Scientology di Roma hanno dedicato giornate alle richieste portando ordine e fruibilità degli aiuti che sono giunti grazie al sentimento di soldarietà che anima gli italiani.

A questo fine, i Ministri Volontari sono addestrati per occuparsi di ogni tipo di situazione o emergenza possa succedere nella vita, grazie a metodi comprovati che alleviano la sofferenza e traumi, cambiano le condizioni, risolvono i problemi e crisi e migliorano i rapporti portando vere soluzioni in faccende di vita reale. Tali soluzioni provengono dal più grande corpo della tecnologia di Scientology e sono intese per essere usate da chiunque, di qualsiasi credo. Infatti, chiunque può divenntare Ministro Volontario e raggiungere un alto livello di abilità e competenza nel dare assistenza in una vasta gamma di circostanze.

Per maggiori informazioni : it.volunteerministers.org/

“Si può fare qualcosa a riguardo”

Scritto da Sandro Matini il . Pubblicato in Religione

I Ministri Volontari di Scientology in aiuto a Posta e ai comuni del Centro Italia.

Roma 8 marzo 2017. E’ comprensibile che ora come nel momento delle scosse di terreomoto che hanno colpito il centro Italia, i comuni del luogo hanno bisogno di supporto e solidarietà.

Rispondendo alle richieste delle istituzione di Posta, nelle vicinanze di Amatrice, un gruppo di Ministri Volontari della Chiesa di Scientology sta dando supporto logistico di organizzazione degli aiuti accatastati in una ex-palestra e sta portando anche viveri e quanto occorre ai residente per superare i difficili momenti in cui bisogna ricominciare la vita civile.

Portando la loro esperienza nell’organizzazione, le abilità di comunicazione, nello spirito del loro motto “Qualcosa si può fare al riguardo”, i Ministri Volontari della Chiesa di Scientology di Roma hanno dedicato giornate alle richieste portando ordine e fruibilità degli aiuti che sono giunti grazie al sentimento di soldarietà che anima gli italiani.

A questo fine, i Ministri Volontari sono addestrati per occuparsi di ogni tipo di situazione o emergenza possa succedere nella vita, grazie a metodi comprovati che alleviano la sofferenza e traumi, cambiano le condizioni, risolvono i problemi e crisi e migliorano i rapporti portando vere soluzioni in faccende di vita reale. Tali soluzioni provengono dal più grande corpo della tecnologia di Scientology e sono intese per essere usate da chiunque, di qualsiasi credo. Infatti, chiunque può divenntare Ministro Volontario e raggiungere un alto livello di abilità e competenza nel dare assistenza in una vasta gamma di circostanze.

Per maggiori informazioni : it.volunteerministers.org/

“Mimose” nella Chiesa di Scientology di Roma

Scritto da Sandro Matini il . Pubblicato in Religione

Mercoledi 8 Marzo la Chiesa di Scientology di Roma ricorda la Giornata Internazionale della Donna omaggiando tutte le ospiti con la classica mimosa. Alle ore 19,00 nel centro informativo per il pubblico della sede di Via della Maglianella verranno proiettati dei video di pubblica utilità del programma sociale Uniti per i diritti Umani, sostenuto da tutte le chiese di Scientology nel mondo, per ribadire la parità di diritti indipendentemente dal sesso.

Nel  1951, nel suo libro Scienza della Sopravvivenza così il fondatore della Chiesa di Scientology ha ritratto l’importante ruolo sociale della donna: “ Le arti e le abilità della donna, la creazione e l’ispirazione di cui è capace, e che qui e là, in posizione isolate nella nostra cultura, riesce ancora ad esercitare malgrado la rovina e la decadenza che il mondo dell’uomo diffonde intorno a lei, devono essere fatte rivivere completamente. Queste arti, queste abilità, questa creazione e ispirazione costituiscono la sua bellezza, proprio come la donna è la bellezza dell’umanità.” L.R.H

GIORNATA MONDIALE DELLA PROTEZIONE CIVILE

Scritto da Sandro Matini il . Pubblicato in Religione

Ministri Volontari di Scientology continuano a portare solidarietà e conforto morale nel Centro Italia. Serata di attivazione al motto “Qualcosa si può fare”

Il primo di Marzo si celebra la Giornata Mondiale della Protezione Civile. Una giornata che non dovrebbe passare in sordina vista la recente e attuale emergenza del centro Italia che richiede solidarietà organizzata per aiutare coloro che ancora versano in difficoltà, nonostante l’interesse dei media sia diminuito.

Per questo motivo la Chiesa di Scientology di Roma ha voluto tenere una serata all’insegna della solidarità con i suoi Ministri Volontari.

In via della Maglianella 375, sabato 25 febbraio, si sono tenute due ore di attivazione agli aiuti e alla solidarietà che i Ministri Volontari di Roma e di tutta Italia stanno portando nei comuni del centro Italia, con la collaborazione di altre forze, tra cui, ospite della serata, la Guardia Rurale Ausiliaria che, tra le tante iniziative lodevoli, ha trasportato circa 40 tonnellate di aiuti nell’area colpita dal terremoto.

Nel prossimo fine settimana una delegazione dei Ministri Volontari sarà ancora sul campo per portare gli aiuti raccolti negli ultimi giorni assieme al conforto morale e alla speranza che si esprime nel loro motto, “Qualcosa si può fare al riguardo”.

Il programma dei Ministri Volontari è stato creato a metà degli anni ‘70 dal fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, che ha descritto il Ministro Volontario come “una persona che aiuta il prossimo come opera di volontariato, ripristinando lo scopo, la verità e i valori spirituali nella vita degli altri”.

Il programma del Ministro Volontario è un’iniziativa ad ampio raggio che porta aiuto efficace di tipo sia logistico che spirituale a chiunque, dovunque. Sin dal suo inizio, centinaia di migliaia di persone sono state formate su un’ampia serie di tecniche basate sui fondamenti di Scientology per alleviare le sofferenze spirituali e per migliorare ogni aspetto della vita, dalla comunicazione allo studio, al matrimonio e a come crescere i bambini.

 

Gabriel riceve il benvenuto dalla comunità di Scientology

Scritto da Sandro Matini il . Pubblicato in Religione

Cerimonia religiosa del nome nella Chiesa di Scientology per dare il benvenuto a Gabriel, figlio di una giovane coppia di fedeli della comunità religiosa della capitale.

Roma 20 Febbraio 2017. Alle ore 17.30 di Domenica 19 Febbraio 2017 nella spirituale atmosfera della cappella della Chiesa di Scientology di Roma, in via della Maglianella 375, i fedeli di Scientology si sono riuniti per dare il benvenuto a Gabriel con la “Cerimonia del Nome”.

La religione di Scientology prevede una cerimonia per celebrare i nuovi genitori e presentare il nuovo nato alla comunità. La cerimonia di battesimo di Scientology ha un ulteriore significato per i membri della religione. Gli Scientologist riconoscono l’immortalità dell’essere spirituale come convinzione fondamentale e ne consegue che, nell’iniziare una nuova vita, l’essere può essere disorientato. Quindi è importante orientare i bambini verso la nuova famiglia ed il loro ambiente e portarli a comunicare con essi.

Nella cerimonia di battesimo di Scientology, un bambino riceve ufficialmente la sua nuova identità, viene presentato ai suoi genitori e padrini e accolto caldamente dalla  congregazione.

Il Ministro officiante il battesimo ha ricordato, secondo il rito, che genitori e padrini hanno delle precise responsabilità verso Gabriel, non ultima quella di comunicare la propria esperienza e di fornire una guida, tenendo presente che spetterà comunque a Gabriel scegliere quella che sarà la propria strada nella   vita,  ricevendo comunque le cure e il supporto responsabile dell’esperienza maturata dagli adulti.

Subito dopo la cerimonia, fedeli ed ospiti si sono intrattenuti nel Centro delle Informazioni per il Pubblico, dove hanno potuto conoscere i prossimi impegni con le attività di intervento sociale per la prevenzione alle droghe, la promozione dei diritti umani, gli interventi per migliorare la moralità, il livello di istruzione, la cura e il rispetto per l’ambiente e la solidarietà dei Ministri Volontari alle vittime del recente terremoto del centro Italia. Attività volte a dare un contributo alla creazione di un mondo migliore, quello in cui Gabriel dovrà vivere.

Solidarietà e speranza al motto di “Qualcosa si puo’ fare”

Scritto da Sandro Matini il . Pubblicato in Religione

I Ministri Volontari di Scientology in aiuto a Posta e ai comuni del Centro Italia.

Roma 14 Febbraio 2017. E’ comprensibile che ora come nel momento delle scosse di terreomoto che hanno colpito il centro Italia, i comuni del luogo hanno bisogno di supporto e solidarietà.

Rispondendo alle richieste delle istituzione di Posta, nelle vicinanze di Amatrice, un gruppo di Ministri Volontari della Chiesa di Scientology sta dando supporto logistico di organizzazione degli aiuti accatastati in una ex-palestra e sta portando anche viveri e quanto occorre ai residente per superare i difficili momenti in cui bisogna ricominciare la vita civile.

Portando la loro esperienza nell’organizzazione, le abilità di comunicazione, nello spirito del loro motto Qualcosa si può fare al riguardo, i Ministri Volontari della Chiesa di Scienotlogy di Roma hanno dedicato giornate alle richieste portando ordine e fruibilità degli aiuti che sono giunti grazie al sentimento di soldarietà che anima gli italiani.

Continuando con il loro impegno, per il 25 Febbraio 2017 è prevista una riunione di volontari presso la locale sede della Chiesa di Scienotlogy di Roma in via della Maglianella. Saranno invitati tutti coloro che si vogliono unire in questo progetto di solidarietà per i comuni del centro Italia, molti dei quali hanno donato, grazie alle loro tradizioni ristoro ai residenti delle città che vi si recano in vacanza per l’estate. La necessità di una veloce ricostruzione è quindi vitale in questo momento.